Recensione Lytro Illum: questa è la fotocamera del futuro

È quasi ora di dimenticare tutto ciò che hai sempre saputo sulla fotografia

Condividi questa storia

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter

Condividi tutte le opzioni di condivisione per: Recensione Lytro Illum: questa è la fotocamera del futuro

Dieci minuti dopo aver usato Lytro Illum, sto buttando via tutto ciò che ho imparato sulla fotografia. Scattare splendide foto con questa fotocamera ha un diverso insieme di regole, un diverso principio guida. Dimentica la regola dei terzi; punta alla profondità. Inquadratura dal basso, perché rende tutto più drammatico. E soprattutto, smettila di premere a metà il maledetto otturatore e aspettati che succeda qualcosa. La concentrazione non ha più importanza.

La Illum è il secondo prodotto di Lytro, ma la sua prima vera fotocamera. Questo è ciò che i dirigenti di Lytro dicono di aver costruito da sette anni. L'ultima è stata realizzata per dimostrare che la fotografia in campo luminoso è vera scienza. Questa è una dichiarazione che la prossima fase della fotografia è già qui. L'Illum ha un obiettivo straordinario, un corpo grande e robusto e molti controlli manuali. Scatta foto che puoi rimettere a fuoco in seguito. Che puoi guardare da una serie di prospettive diverse o visualizzare in 3D. Foto che iniziano a rispondere alla domanda fondamentale di Lytro: cosa diventa possibile quando non dobbiamo più stampare le immagini?

L'Illum è fatto per mostrare a una certa classe di fotografi (per lo più professionisti con $ 1.499 che si fanno un buco nelle tasche) uno sguardo al futuro. Per oltre una settimana di riprese ho avuto quella visione, ma quel futuro sembra ancora lontano.

Il design di Illum è un microcosmo perfetto di ciò che questo dispositivo dovrebbe essere: l'unione di presente e futuro, enfasi sul futuro. Sembra, in senso riduttivo, come una reflex digitale: c'è un grande obiettivo cilindrico sul lato sinistro della fotocamera, un'impugnatura rotonda a destra, pulsanti e uno schermo sul retro e una slitta sulla parte superiore. Dovresti tenerlo nella mano destra con la sinistra sotto l'obiettivo, ruotando le due manopole per zoomare e mettere a fuoco. (In effetti, è così pesante che usare entrambe le mani è praticamente una necessità.) Non si può confondere l'Illum con qualcosa di diverso da una fotocamera.

Sta arrivando per te

Non si può nemmeno scambiare per qualsiasi altra fotocamera. In parte perché la sua parte posteriore inclinata (progettata in modo da poter vedere lo schermo mentre si tiene la fotocamera all'altezza del torace) conferisce a Illum un aspetto vagamente aggressivo, come se stesse arrivando per te e i tuoi cari. In parte perché il corpo grigio opaco con accenti blu sembra che forse sia caduto da un'astronave o sia stato sollevato dal set di Battlestar Galactica. L'Illum è grande, ingombrante e quasi intimidatorio. Adoro il suo aspetto.

Su quella parte posteriore inclinata, accanto a quattro pulsanti personalizzabili e una rotellina di scorrimento (ce n'è un'altra anche sul davanti), c'è un LCD da 4 pollici nitido e articolato. Qui è dove navighi nei menu di Illum (così come esistono), dove scegli tra le poche opzioni disponibili mentre scatti. Non c'è il mirino e pochi pulsanti: è sullo schermo che si svolge tutto ciò che è interessante sulla fotografia in campo luminoso.

Dai un'occhiata alla nostra galleria di foto in corso dal Lytro Illum

Esistono modi più complicati e ricchi di sfumature per descriverlo, ma in sostanza la fotografia in campo luminoso è solo un modo più potente e dettagliato per catturare la luce. Invece di catturarla su un unico piano, congelando un'immagine nel tempo e nello spazio, una telecamera a campo luminoso cattura anche la direzione in cui si muoveva la luce. Il suo processore quindi esegue essenzialmente il rendering di una scena 3D, completa della conoscenza della distanza tra gli oggetti. Una foto in campo luminoso rappresenta non solo tutto nella scena, ma una comprensione spaziale delle cose in essa contenute.

La fotografia in campo luminoso consiste fondamentalmente nella raccolta di più dati

Armato di tutti questi dati, l'innovazione principale di Lytro era offrire un modo per rimettere a fuoco la tua foto dopo che è stata scattata. Nel tempo, Lytro ha anche aggiunto la possibilità di spostare leggermente la prospettiva su un'immagine, come se stessi muovendo leggermente la testa. Dà alle foto una certa profondità, un'immersione con cui è molto divertente giocare. Lytro ha implementato anche l'elaborazione 3D e ha pianificato molto di più; tutto viene fornito come aggiornamento del software che utilizzi per visualizzare le foto, quindi le tue foto migliorano nel tempo. Non guardi solo le "immagini viventi" di Lytro, le esplori.

Tutta la tecnologia del campo luminoso, in particolare la "matrice di microlenti" che cattura la luce e la direzione, si trova all'interno dell'enorme lente di Illum. Si estende da 30-250 mm e spara tutto af / 2, ma in seguito offre la possibilità di fermarsi fino a f / 16. È uno degli obiettivi più versatili che abbia mai usato, eguagliato solo dalla Sony RX10 e da una piccola manciata di altri. Quella gamma è rara, specialmente con un'apertura così veloce, e rende possibile quasi ogni scatto con l'Illum. Il suo otturatore può scattare alla velocità di 1/4000 di secondo, il che risolve perfettamente l'orribile lentezza del modello precedente. Può concentrarsi su cose che toccano letteralmente l'obiettivo. Non esiste una modalità burst quanto una modalità continua a premere verso il basso e spara velocemente, ma funziona bene finché non stai girando l'ultima partita del Super Bowl.

Solo che non sembra mai che tutto funzioni correttamente. Se ho catturato troppi scatti troppo velocemente, la fotocamera si bloccava o si bloccava in modo spettacolare. Una volta, ho inquadrato e sparato, e tutto l'illum registrato era nero. Il touchscreen sceglie momenti strani per essere lenti o semplicemente non rispondenti. Ogni immagine richiede alcuni secondi per essere elaborata, dopodiché verrà o non si rimetterà a fuoco quando tocchi lo schermo senza motivo. L'autofocus di Illum è praticamente inesistente, il che significa che sei bloccato manualmente a mettere a fuoco ogni scatto. Non c'è stabilizzazione dell'immagine, quindi se stai ingrandendo hai bisogno di un treppiede o delle mani più ferme del mondo. Sembra che ogni volta che spingi Illum, provi a esplorare le sue capacità, si rompe. E se c'è un modo per alienare immediatamente il cliente che ha più probabilità di separarsi da $ 1.500 per questa fotocamera, è costruire un prodotto che non possa hackerarlo sotto pressione.

Questo è il problema più grande di Lytro, la cosa più frustrante di Illum. È realizzato e venduto a fotografi professionisti, coloro che si spingono ai margini creativi della loro professione. Non può sostituire una DSLR (anche se vorrei che potesse) e Lytro lo sa. Ma gli acquirenti con $ 1.500 da spendere per una seconda o terza fotocamera vogliono alcune cose: controllo manuale preciso, accesso rapido alle impostazioni, immagini nitide, prestazioni adattive a qualsiasi condizione, elaborazione semplice e molto altro. In troppi posti, l'Illum non soddisfa le aspettative del suo pubblico di destinazione.

Scattare con l'Illum richiede un ricablaggio completo del modo in cui guardi una scena. Una grande immagine vivente ha due soggetti, uno in primo piano e uno sullo sfondo. Ho iniziato a cercare di riempire ogni foto con quante più cose possibile, per mettere un dettaglio significativo o un'immagine divertente proprio dietro il soggetto della mia foto. L'Illum ha una propria serie di regole su come ottenere un ottimo scatto; ha una curva di apprendimento enorme, divertente e strana ed è diversa da qualsiasi fotocamera con cui abbia mai scattato. Stai riprendendo con livelli, riprese qualcosa con cui le persone potranno interagire in seguito.

Scattare con l'Illum è un'esperienza fotografica completamente nuova

Quando funziona, Illum è in grado di produrre immagini davvero straordinarie. (Continua a non girare video, anche se Lytro dice che non è molto lontano.) Continua a inciampare in condizioni di scarsa illuminazione - Ho evitato di scattare sopra ISO 1000 - ma finché le condizioni sono giuste ottieni colori buoni, accurati e una dinamica impressionante gamma. E quel momento Lytro, quando sposti l'attenzione dalla persona in primo piano alla città in fondo o dalla punta del dito al viso sorridente, non smette mai di essere sorprendente. Ma le immagini non sono mai abbastanza nitide quando sposti la messa a fuoco (Lytro dice che ogni punto dato raggiunge il massimo a quattro megapixel), facendo sembrare che tutto sia fuori fuoco piuttosto che a fuoco. Ciò rende le immagini viventi di Lytro totalmente impraticabili per la stampa o l'esportazione come semplici JPG e smorza persino la magia della rimessa a fuoco.

C'è un pulsante sulla fotocamera per aiutarti a massimizzare l'effetto, chiamato utilmente il pulsante Lytro. (L'utilizzo è consigliato solo con moderazione, poiché trasforma la batteria da mille scatti in qualcosa di più simile a dozzine.) Viene visualizzato sopra quello che stai scattando, mostrando l'intervallo di profondità della tua foto con punti sparsi. Il blu rappresenta la parte dello scatto più vicina che sarai in grado di mettere a fuoco; l'arancione è il punto più lontano che riuscirai a fare di nitidezza.

Per alcuni giorni ho utilizzato il pulsante Lytro per ogni scatto, ma alla fine ho allenato i miei occhi per vedere cosa vede l'obiettivo dell'Illum. La distanza tra i soggetti; la storia che potevo raccontare traballando dall'una all'altra; il senso di spazio e dimensione che ho potuto creare con la prospettiva. Ho iniziato a scattare più velocemente e con maggiore sicurezza e ho comunque ottenuto ottimi scatti.

Sfortunatamente, sparare è solo metà della battaglia. L'altra metà è il software Lytro Desktop, che attualmente è da qualche parte tra imperfetto e inutilizzabile. È progettato per essere una sorta di versione più leggera di Lightroom, offrendo semplici strumenti di organizzazione e modifica. Puoi modificare il bilanciamento del bianco, la nitidezza, il contrasto e altro all'interno dell'app stessa e persino esportare le foto in Lightroom stesso per modifiche più pesanti. È tutto abbastanza semplice.

Come per il processo di ripresa, però, c'è molto di più a cui pensare con immagini viventi oltre ai colori e alla luce. Lytro offre "animazioni" che ti consentono di attraversare determinate trasformazioni - uno spostamento della messa a fuoco qui, uno spostamento della prospettiva lì, uno zoom avanti - e quindi esportare il processo finito come un film. È come l'effetto Ken Burns all'infinito, che manipola le foto più manipolabili di sempre.

È tutto ben concepito, ma ci sono due problemi con Lytro Desktop. Uno: è necessaria una potenza enorme per eseguirlo con qualsiasi tipo di successo. Ogni immagine in campo luminoso da 53 MB impiega circa 30 secondi per essere importata e 5 secondi per aprirsi, e balbetta all'infinito mentre viene modificata - e questo è il potente laptop MSI che Lytro mi ha prestato durante la mia recensione. Che, a proposito, si è bloccato e si è bloccato ripetutamente, e ad un certo punto ha perso completamente la sua libreria e si è semplicemente avviato in bianco. Questo è il secondo problema: nella sua forma attuale, Lytro Desktop è un po 'rotto. Alla fine, mi è stato detto, ci saranno app per dispositivi mobili (ho visto una build in anteprima, che ha funzionato abbastanza bene) che ti consentiranno di visualizzare e forse un giorno modificare le versioni compresse delle foto. Speriamo che sia un'opzione migliore.

Per ogni ottimo scatto che ho catturato, elaborato e caricato, c'erano troppe false partenze, troppi arresti anomali, troppe frustrazioni. Fanno sembrare il futuro molto più lontano.

Ogni tanto, il Lytro Illum mi ha lasciato senza fiato. Scattavo la foto giusta al momento giusto e all'improvviso l'avrei catturata in un modo che sembrava più reale, più vivo di qualsiasi altra cosa avrei potuto fare. Per ognuno di quei momenti, però, ci sono stati tre o quattro momenti in cui mi sono sentito come se mi mancasse: non ho ottenuto lo scatto giusto in tempo o non aveva la giusta composizione o luce. Ho appena finito con una foto vecchia e normale, e non particolarmente bella. Troppe volte mi sono ritrovato a desiderare di aver preso il mio telefono.

Sono più convinto che mai che la fotografia in campo luminoso sia il passo successivo nel modo in cui scattiamo, condividiamo e visualizziamo le immagini, e che sarà importante. Certo, la maggior parte dei telefoni può sfocare i punti in una foto e far sembrare che stia spostando la messa a fuoco, ma la capacità del campo luminoso di mescolare fotografia e computer grafica offre un futuro molto più grande e potente di quello. Ma il Lytro Illum da $ 1.499 non è il prodotto che ci introdurrà nel nuovo e coraggioso mondo. Per i fotografi più intraprendenti, i suoi numerosi grattacapi potrebbero valere la pena per i risultati che a volte può fornire. Ma è troppo costoso per l'utente medio, troppo frustrante per il professionista a corto di tempo e non abbastanza di alta qualità per i fotografi più esigenti. Allora per chi è?

È per un museo da qualche parte, in mostra come il primo vero prodotto in quello che un giorno potrebbe trasformarsi in qualcosa di rivoluzionario. Lytro sta facendo un lavoro straordinario e Illum è un altro chiaro passo avanti nella sua visione. Ma non è un'ottima fotocamera. Non ancora, comunque.

Fotografia di Michael Shane e Sean O'Kane. Ulteriori test e rapporti di Sean O'Kane.

  • Recensioni della fotocamera
  • Le migliori fotocamereMigliori fotocamere
  • Recensioni sugli obiettivi e altro Lenti a contatto Immagini di esempio Accessori Software Stampanti
  • Notizie
  • How-To
  • Revisioni della fotocamera
  • Le migliori fotocamereMigliori fotocamere
  • Obiettivi e altro Lenti a contatto Immagini di esempio Accessori Software Stampanti
  • Notizie
  • How-To
  • Cerca

Recensione di Lytro Illum

Recensioni più recenti Recensioni popolari

Introduzione

La Lytro Illum è una nuova telecamera a campo luminoso per utenti professionali che crea "immagini viventi". Lytro Illum è dotato di un sensore di campo luminoso da 40 megaray, obiettivo con zoom ottico 8x (equivalente a 30 mm-250 mm) con un'apertura costante di f / 2, 1/4000 di secondo otturatore ad alta velocità, capacità macro a fuoco ravvicinato estremo, articolazione touchscreen e un flash hotshoe. Lytro Illum è ora disponibile per un prezzo al dettaglio di £ 1299 / $ 1599.

Facilità d'uso

Dimentica la maggior parte di ciò che sai sulle regole della fotografia e parti da zero: una proposta snervante o eccitante, a seconda della tua disposizione personale. Si tratta di una fotocamera - forse più di ogni altra - realizzata appositamente per l'era digitale, dove le immagini vengono spesso consumate su desktop, smartphone e schermi tablet, piuttosto che come stampe cartacee. Anche se possiamo capire perché alcuni potrebbero grattarsi la testa sulla migliore applicazione finale per la seconda generazione del Lytro, il 'Illum', che offre a chi lo usa la possibilità di cambiare la messa a fuoco da una parte all'altra del fotogramma dopo lo scatto iniziale è stato catturato, questa volta tramite un tocco sul touch screen e un clic del mouse una volta scaricato, l'approccio positivo è che il cielo è potenzialmente il limite.

Per quanto riguarda l'aspetto generale della Lytro con corpo in magnesio e alluminio, beh, con la sua finitura nera opaca spigolosa, quasi industriale, l'Illum assomiglia a una versione invisibile di una telecamera bridge, forse messa insieme da qualche organizzazione segreta. È grande e ragionevolmente ingombrante con dimensioni ufficiali di 86x145x166 mm e un peso di 940 g senza batteria in dotazione inserita. La gente di Unkinder potrebbe suggerire che questo approccio minimalista lo faccia anche sembrare un po 'incompiuto, un prototipo tattile, ma non stiamo parlando di una fotocamera che si propone come icona di stile qui; è ciò che fa in modo innovativo o offre la possibilità di ottenere ciò che conta.

Parte anteriore del Lytro Illum

Le differenze con questo dispositivo si estendono al fatto che non dobbiamo pensare in termini di pixel per quanto riguarda il pionieristico Illum, ma piuttosto "informazioni sul tipo di pixel". Come accennato, la fotocamera non è progettata per acquisire dati 2D piatti, ma piuttosto luce in più direzioni per derivare invece ricchi dati 3D. Cattura il colore, l'intensità e la direzione di ogni raggio di luce. Quindi la terminologia qui è di "megarays", non megapixel. Stiamo acquisendo un'intera scatola di dati, come facciamo con i nostri occhi.

Ci sono 40 megaray offerti da Lytro Illum tramite un sensore di "campo luminoso" non convenzionale, in realtà un sensore CMOS da 1 / 1,2 pollici personalizzato. Ci vuole un po 'per capire questo concetto e influisce anche sul modo in cui le immagini sono composte usando la fotocamera. Oppure dovrebbe andare, se vuoi gli effetti più sorprendenti. Stavamo cercando profondità in uno scatto e qualcosa di interessante sia in primo piano che in background per fornirla. Una scala di profondità è fornita sullo schermo per aiutare a raggiungere questo obiettivo. Questo mostra l'intervallo di messa a fuoco della fotocamera su una scala di distanza (in centimetri e metri, poiché la fotocamera può mettere a fuoco fino a 0 cm), il che significa che i soggetti all'interno di questo intervallo dato possono essere rimessi a fuoco nitidamente dopo aver scattato l'immagine. / p>

Possiamo dimenticarci anche dell'acquisizione JPEG: le uniche scelte di formato di file qui per riprendere le nostre "immagini viventi" sono Lytro Raw o X-Raw. Per fortuna, il software esclusivo viene fornito in bundle con il dispositivo. Inoltre, anziché le dimensioni dei file risultanti di circa 60 MB che possono essere trascinate e rilasciate sul desktop, se non hai intenzione di provare a esportare un file come animazione sul desktop, devono essere esportati e ospitati da Lytro, in gallerie pubbliche o private. C'è tuttavia la possibilità di ottenere un codice di incorporamento da Lytro per l'hosting sul tuo sito, come abbiamo fatto qui, o di esportare le immagini in Photoshop come file a più livelli. È possibile esportare un JPEG da 6 MB o 7 MB per l'output 10x12, ma sebbene sia possibile ottenere una stampa 10x12 con una qualità decente, la Lytro non è progettata per la ripresa di cartelloni pubblicitari. Inutile dire tuttavia che con dimensioni di file di 60 MB generate, una scheda SD ad alta capacità con una velocità di lettura / scrittura elevata è un must. Oltre a Photoshop, viene offerta la compatibilità del flusso di lavoro con Lightroom e il software Aperture di Apple.

Parte posteriore del Lytro Illum

Ciò che è più facile capire in tutto questo è che l'apertura dell'obiettivo del Lytro rimane un luminoso / veloce f / 2 costante per tutta la gamma focale, che è l'equivalente di un 30-250 mm (uno zoom ottico 8x). Sebbene l'obiettivo in uso non possa essere scambiato, c'è la possibilità di mettere a fuoco fino al suo elemento anteriore - in altre parole puoi fare in modo che l'obiettivo effettivamente tocchi il soggetto se lo desideri - e viene fornito con un filtro ND e un paraluce. C'è un grado di personalizzazione possibile, in quanto la direzione in cui gli anelli dell'obiettivo - di cui ce ne sono due, uno per lo zoom e l'altro per la messa a fuoco - può essere modificata. C'è anche il Wi-Fi qui, ma attualmente la compatibilità è offerta solo con iOS, non con Android.

Sebbene sia fornita una scarpetta vuota per eventuali accessori, Lytro Illum non gira video (sebbene i suoi file possano essere esportati come animazioni video utilizzando il software in dotazione) e non c'è nemmeno alcuna funzione flash incorporata allo stato attuale, anche se l'obiettivo f / 2 e la possibilità di modificare la compensazione dell'esposizione al volo con un semplice tocco di una delle due ghiere di controllo disponibili è sicuramente utile fin da subito. Apparentemente un flash compatibile sarà reso disponibile "in futuro". Abbiamo riscontrato che la fotocamera è leggermente sottoesposta come impostazione predefinita, anche se non è necessario aumentare manualmente la compensazione dell'esposizione di molto. La sensibilità alla luce si estende da ISO 80-3200 e la velocità massima dell'otturatore è di 1/4000 sec. Lo schermo può essere estratto capovolgendo il bordo inferiore e inclinandolo verso l'alto in modo da guardare l'immagine in basso, se lo si desidera.

La parte anteriore della Illum è dominata dalla larghezza spessa e dall'incombente lente di presenza, che in effetti costituisce in gran parte la massa fisica di questa fotocamera. Prendilo e, a parte il fatto che il peso di 940 g significa che è sempre necessario l'uso a due mani, con la tracolla fornita, ciò che sembra più evidentemente mancante è un mirino a livello degli occhi - qualcosa che ti aspetteresti facilmente di trovare su qualsiasi fotocamera "normale" che costa £ 1299. Detto questo, utilizzare l'ampio schermo da 4 pollici delle dimensioni di uno smartphone come unico e principale mezzo per inquadrare e rivedere le immagini ha senso in quanto offre lo spazio per manipolare l'immagine con una semplice pressione delle dita e controllare i risultati.

Parte superiore del Lytro Illum

Diventa subito evidente che questa non è una fotocamera che anche i fotografi più esperti possono caricare rapidamente e scattare con quasi fuori dalla scatola, o una da utilizzare per le riprese dal fianco. Abbiamo scoperto che ciò imponeva un approccio più lento e più ponderato alla creazione delle immagini poiché consideravamo maggiormente gli elementi che componevano la nostra immagine dal davanti verso il retro. Uno scatto diretto non sembrava interessante come uno forse inclinato di lato, che avrebbe rivelato una nuova prospettiva stratificata che avremmo potuto esplorare con un tocco del dito sullo schermo posteriore articolato della fotocamera o un clic del mouse una volta che le nostre immagini sono stati caricati nel pacchetto software desktop Lytro fornito che fornisce i controlli della telecamera virtuale per la post-elaborazione di regolazioni di apertura, messa a fuoco e prospettiva, incluso scimmiottare un effetto di inclinazione e spostamento. Se lo schermo o il monitor è abilitato per il 3D, è anche possibile visualizzare le immagini in 3D, purtroppo il nostro non lo era, quindi non possiamo garantire l'effetto completo.

Con la lente del Lytro Illum nella mano sinistra, la destra trova presa sull'ampia impugnatura angolata. Questo ha una sensazione di gomma liscia e liscia al tatto, piuttosto che essere modellato nella forma delle dita. Abbiamo anche una rotella di controllo inserita nella parte superiore dell'impugnatura, come si trova nella stessa posizione su una DSLR semi professionale, e dietro questa sulla pendenza angolata dell'impugnatura, un pulsante di rilascio dell'otturatore grande e prominente sul quale l'indice si libra comodamente e in modo intuitivo. Anche i due anelli delle lenti sono testurizzati in gomma, anche se questa volta con una superficie più ruvida che ti consente di individuarli senza distogliere gli occhi dallo schermo posteriore e previene lo slittamento nel calore dell'azione. Come accennato in precedenza, l'anello posteriore più ampio serve per ingrandire o rimpicciolire: il meccanismo dello zoom è interno qui, il che significa che la canna non si muove visibilmente se stiamo ingrandendo o rimpicciolendo. Oltre alla possibilità di mettere a fuoco manualmente tramite l'anello dell'obiettivo, un tocco del dito all'interno del fotogramma che ci viene presentato sullo schermo indirizzerà la messa a fuoco a quell'area del fotogramma, o parte del soggetto, proprio nei bordi. Se stiamo scattando da vicino a un soggetto, è possibile passare da una vista acquisita che mostra il naso nitido e le orecchie leggermente a fuoco, o viceversa.

Il pulsante più piccolo situato appena dietro il pulsante di scatto, contrassegnato da un quadrato all'interno di un cerchio, è stato ufficialmente battezzato "pulsante Lytro" e richiama la suddetta scala di profondità con istogramma live sullo schermo, tramite una barra dei menu o una barra degli strumenti presentata Sul lato destro. A questo punto la nostra attenzione è attirata dall'istogramma che oscilla tra le zone blu e arancione mentre tentiamo di impostare uno scatto: il blu indica l'area di primo piano all'interno della quale sarà possibile mettere a fuoco e l'arancione l'area di sfondo con il massimo risultati effettivi / risoluzione più nitida ottenibile per noi quando è seduto sulla metà arancione più calda o oscilla a metà tra le due, in termini di darci la più ampia quantità di opzioni in termini di profondità del fotogramma. Come si può immaginare, ci vuole un po 'di gioco e un certo grado di tentativi ed errori iniziali (per non parlare della pazienza) per ottenere un risultato di cui sei soddisfatto. Detto questo, si potrebbe sostenere che la bellezza della fotografia è che si tratta solo di sperimentazione e di sperimentazione con la luce.

Schermo LCD inclinabile

Tramite la barra degli strumenti sullo schermo a destra in modalità di acquisizione ci vengono presentate le modalità programma, priorità otturatore e manuale, nonché una modalità "I" (priorità ISO) che consente regolazioni incrementali dell'ISO senza compensazione dell'esposizione automatica regolazione in tandem, che è ciò che accade nelle altre modalità di scatto. Abbiamo anche la consueta capacità di alterare manualmente il bilanciamento del bianco se lo si desidera, anche se abbiamo scoperto che l'impostazione automatica di Lytro ne ha fatto un buon pugno, oltre a richiamare una griglia compositiva a nove zone o un istogramma sullo schermo. Abbiamo anche accesso al menu delle impostazioni che consente regolazioni comuni di base e un'icona per l'attivazione della messa a fuoco manuale con un tocco del dito, nonché un'opzione di bracketing dell'esposizione a tre scatti più un'opzione di acquisizione continua, dopo di che la fotocamera è in grado di scattare una raffica di tre fotogrammi al secondo.

Andando avanti, il pulsante di accensione principale si trova proprio dietro questo secondo pulsante, posizionato a livello della piastra superiore e adiacente a un'ansa per il fissaggio della tracolla in dotazione. Il secondo passante della cinghia non si trova all'estremità opposta della piastra superiore, ma piuttosto vicino alla base sul bordo opposto. Premi il pulsante di accensione e la fotocamera, a condizione che sia stata accesa da zero una volta, è subito pronta per la tua prima composizione. Se premi il pulsante di accensione in seguito, la videocamera non sembra spegnersi completamente, ma piuttosto entrare in modalità di sospensione, quindi una pressione successiva e siamo quasi immediatamente di nuovo operativi.

In alto a destra della piastra posteriore, e pronta per un giro, c'è una seconda rotella di controllo tramite la quale è possibile regolare ISO, velocità dell'otturatore ed esposizione (+/- 2 EV in modalità Programma): modifiche incrementali rivelate alla base dello schermo del display, così come la durata della batteria e la quantità di scatti rimanenti, mentre lo schermo live view mostra tali regolazioni in tempo reale, schiarendo o scurendo l'immagine, con un quartetto di pulsanti raggruppati insieme appena sotto. Anche in questo caso questi sono in una posizione perfetta per l'operazione con il pollice. I primi due sono chiaramente etichettati come messa a fuoco automatica (AF) e blocco dell'esposizione automatica (AEL). Premi il pulsante AF e la fotocamera regola visibilmente la messa a fuoco per te, l'immagine sullo schermo momentaneamente sfocata prima di tornare a fuoco con un segnale acustico di conferma. Tuttavia, abbiamo trovato più naturale (e più veloce) utilizzare la messa a fuoco manuale piuttosto che toccare lo schermo o aspettare che la fotocamera decida, con il display da 4 pollici sufficientemente grande da poter determinare che avevamo ciò che intendevamo essere nitido nell'inquadratura proprio così.

Videos about this topic

Sigma Photokina 2014
What is Tilt-Shift? (Feat. Canon TSE 17mm f/4)
Lytro Illum Review
Pudu Wet Market, Kualu Lumpur, Malaysia
Lytro Illum In Camera Hands On Review & Walk Through
Lytro Illum review