Revisione dell'ultima versione di PaintShop Pro 2018

.

In questo articolo esaminerò l'ultima versione di PaintShop Pro 2018. Ho una prospettiva unica, avendola utilizzata per la prima volta oltre 17 anni fa. Vediamo ora come va.

Nota: questo è un programma solo per Windows.

Avvio di PaintShop Pro (PSP)

Circa 17 anni fa lavoravo nella vendita al dettaglio di hardware e software per computer. Molte persone sono entrate a chiedere Photoshop e sono rimaste comprensibilmente scioccate quando sono state informate che il prezzo era di $ 1500. Quindi essere in grado di offrire loro un'alternativa per circa $ 200 significava che ho fatto molte vendite di quella che allora era PaintShop Pro versione 7.

Da allora, Corel ha acquistato il programma e ha investito in ulteriori sviluppi. PSP (come era noto all'epoca) poteva fare un bel po 'di quello che faceva Photoshop, aveva livelli e mascherature, supporto per tavolette grafiche e, per la maggior parte delle persone che volevano solo essere creative, era molto conveniente opzione. Era strutturato in modo simile a Photoshop, funzionava in modo molto simile e in una certa misura era altrettanto difficile da imparare per un principiante.

Le cose sono cambiate molto da allora. Ora, ho passato gli ultimi tre anni a imparare a usare Photoshop per modificare in modo creativo le mie immagini oltre alla semplice fotografia. Con una nuova serie di competenze alle spalle, è tempo di vedere cosa può offrire PaintShop Pro 2018 ancora una volta.

Prezzo e opzioni di PaintShop Pro 2018

PaintShop Pro 2018 è disponibile nelle opzioni Standard ($ 64,99 USD) e Ultimate ($ 79,99 USD), dove Ultimate include alcuni altri programmi Corel potenzialmente utili. Per i nostri scopi qui, questa recensione riguarderà solo la versione Standard.

Acquista la versione completa per una nuova installazione o aggiorna se sei un utente corrente.

Tieni presente che PaintShop Pro 2018 è compatibile solo con i sistemi operativi Windows, tuttavia, va anche notato che si tratta di una licenza perpetua, non di un abbonamento. Devi pagare solo una volta ed è tuo per sempre, il che potrebbe attirare alcuni clienti.

Facilità d'uso

All'avvio di PaintShop Pro si viene accolti con una schermata di benvenuto e la scelta di Essentials o Complete. Ogni schermo è di un colore diverso per ridurre al minimo la confusione. Nella parte inferiore di ogni schermata è presente una scelta di collegamenti che comprende tutorial, materiale gratuito e accesso al supporto tecnico.

È inoltre possibile accedere direttamente all'interno del programma per acquistare trame extra, software (incluso un aggiornamento alla versione Ultimate) e molti plug-in diversi e opzioni di effetti speciali.

La creazione di un nuovo file offre scelte da un design personalizzato e diversi predefiniti di immagini o documenti.

L'area di lavoro Essentials

Il layout dell'area di lavoro di Essentials è molto semplice e pulito con il solito spazio centrale dedicato all'immagine, una barra dei menu in alto, le opzioni della barra degli strumenti a sinistra ea destra e un'interfaccia di navigazione delle immagini (simile ad Adobe Bridge) in il fondo.

La barra degli strumenti di sinistra può essere spostata, ancorata, fluttuante o allungata su una singola colonna di pulsanti. L'aggiunta o la rimozione di funzioni viene eseguita facilmente facendo clic sul segno più (+) in basso e selezionando tra le scelte disponibili. È un elenco piuttosto ampio e probabilmente coprirebbe i requisiti per la maggior parte degli utenti medi.

La barra degli strumenti di destra per impostazione predefinita gestisce le opzioni della tavolozza dei colori e può anche essere ancorata facendo clic con il pulsante destro del mouse e selezionando tale opzione.

L'area di lavoro completa

Il layout dello spazio di lavoro completo è un po 'più coinvolto con un Centro didattico aggiuntivo ancorato sul lato destro. La buona notizia è che se passi da Essentials a Complete, il programma ricorda le tue preferenze per la disposizione dei menu in modo che rimanga coerente. I livelli si ancorano anche in modo molto più ordinato nell'area di lavoro Completa rispetto a Essentials, quindi se si desidera utilizzare i livelli, suggerisco di utilizzare l'area di lavoro Completa. C'è una discreta quantità di personalizzazione del layout visivo, del dimensionamento e delle opzioni di colore anche nell'interfaccia utente.

Le scorciatoie da tastiera sembrano essere abbastanza simili a quelle utilizzate in Photoshop. Ho testato Ctl + Z (annulla), B e X con i risultati attesi.

Prestazioni

Il sistema utilizzato per i test era una workstation HP Z230 con un processore i7-4770 da 3,4 Ghz, 12 GB di memoria e un'unità SSD. La performance è stata rapida e reattiva. Tuttavia si è verificato un notevole ritardo quando si introduceva un file PSD di grandi dimensioni con circa 50 livelli. Il programma ha impiegato circa un minuto per elaborare e aprire il file.

Anche il collegamento a un'unità di rete per visualizzare i file RAW ha mostrato qualche esitazione durante l'elaborazione in background del programma.

Gestione e modifica delle immagini

Le opzioni Migliora foto sono disponibili sia nell'area di lavoro Essenziale che in quella Completa. La mia preferenza è per la correzione Smart Photo, poiché si ottiene una grande finestra di anteprima per visualizzare l'effetto delle regolazioni, inoltre si hanno più opzioni e controllo sulle impostazioni. One Step Photo Fix è un "fai clic sul pulsante e quello che ottieni è quello che ottieni". Correzione fotografica intelligente offre opzioni di base ma con un po 'più di controllo.

L'opzione Correzione fotografica intelligente offre alcune opzioni di modifica di base, nonché un'anteprima prima e dopo che è davvero utile.

Ci sono anche alcune opzioni di correzione dell'obiettivo nel menu Regolazione per aiutare a contrastare vari problemi di distorsione.

Sono disponibili i normali livelli di regolazione; Luminosità / Contrasto, Curve, Tonalità / Saturazione e Livelli sono i candidati più probabili, più alcuni esclusivi di PaintShop Pro. Una caratteristica che mi è piaciuta particolarmente è che offre un'anteprima dell'effetto all'interno della tavolozza di modifica.

Viene offerta una finestra di anteprima su tutti i livelli di regolazione che ho testato.

Lavorare con immagini RAW

Le immagini RAW possono essere modificate tramite un'opzione Camera Raw. Sembra funzionare in modo simile a Lightroom, dove punti la navigazione sulla cartella desiderata e richiama le immagini in una vista a griglia. Ho tutto salvato su un NAS (Network Attached Storage) e l'opzione di navigazione del computer non è stata in grado di visualizzarla, ma sono stato in grado di aggiungere un collegamento al NAS sotto l'opzione Raccolte> Sfoglia più cartelle. Il programma ha impiegato un po 'di tempo per creare il collegamento di rete e visualizzare le immagini.

Una volta trovato il file RAW che desideri modificare, selezionalo e fai clic sulla scheda MODIFICA e si aprirà un pannello abbastanza semplice con opzioni simili ad Adobe Camera Raw. Sarebbe alla pari con la versione 3 o 4 di Lightroom, quindi piuttosto limitato rispetto alle attuali opzioni Adobe. Tuttavia, se non hai bisogno delle funzionalità più avanzate, è abbastanza funzionale.

L'editing di file raw è abbastanza semplice rispetto agli standard odierni (Adobe ACR) ma copre le basi per la maggior parte degli utenti domestici senza essere troppo complicato.

Opzioni creatività

Le maschere sono ancora un po 'goffe. Quando vuoi aggiungerne uno, ti viene chiesto di scegliere tra tre opzioni: se vuoi che si comporti come ti aspetti in Photoshop, scegli Source Opacity. L'impostazione predefinita è Luminanza sorgente.

Non c'è da stupirsi se ho trovato le maschere così difficili da imparare quando ho utilizzato PaintShop Pro per la prima volta.

Il dispositivo per la rimozione dei graffi ha funzionato bene, ma quando l'ho testato su uno sfondo con texture, c'era un'evidente sfocatura visibile nel punto in cui era applicato. Object Remover era un po 'goffo da usare, in quanto dovevi selezionare l'oggetto che desideri rimuovere con uno strumento e lo sfondo con cui volevi sostituirlo tramite uno strumento separato. Una volta applicato, ha fatto un ottimo lavoro. Qualche sfumatura dei bordi, e si fonderebbe bene.

Qui puoi vedere una linea sfocata dove ho usato il dispositivo di rimozione dei graffi (cerchio rosso). Ho anche usato l'opzione Content-Aware, ma questa è meno ovvia (cerchio viola).

Il testo può essere applicato e ci sono molte opzioni per texture, colori, pennelli (sebbene esista una gamma predefinita di pennelli molto limitata, hai la possibilità di acquistarne altri o crearne uno tuo).

Pennelli e testo e utilizzo di livelli.

Conclusione

PaintShop Pro 2018 è un programma chiaramente rivolto al mercato consumer. Con due livelli di controllo, soddisfa i requisiti di base e offre comunque spazio sufficiente per le persone che desiderano ampliare le proprie capacità di modifica.

Per coloro che necessitano di editing di livello professionale o avanzato, Lightroom e Photoshop offrono entrambi funzionalità molto più avanzate, ma PaintShop Pro soddisferà la maggior parte delle esigenze degli utenti. Il prezzo è interessante, così come la mancanza di costi di abbonamento in corso. È stato fatto molto lavoro per migliorare e modernizzare l'interfaccia e viene offerta molta flessibilità su come interagire con il programma.

Offre una buona gamma di strumenti e opzioni a un prezzo ragionevole e non dovrebbe essere trascurato. Sarebbe un confronto favorevole con Adobe Elements.

Valutazione

Ci sono alcune stranezze storiche (come la gestione dei livelli) che dovrebbero essere migliorate per renderne più facile l'uso. Ma PaintShop Pro è l'ideale per un utente domestico che desidera una gamma di funzionalità non troppo complicate.

Recensione Corel PaintShop Pro 2018

Corel PaintShop Pro 2018 offre più velocità e spazi di lavoro personalizzati per i creativi

"Che tu stia cercando potenza di fotoritocco professionale o che tu stia appena iniziando, hai bisogno di un software che ti consenta di entrare subito ed essere produttivo. PaintShop Pro ora ti consente di scegliere tra due interfacce uniche, inoltre ti dà la possibilità di personalizzarle per creare un ambiente di editing e progettazione che è unicamente tuo ", ha affermato Chris Pierce, Product Manager di Corel Photo. "Con PaintShop Pro 2018, stiamo offrendo un'esperienza notevolmente più veloce, più semplice e altamente creativa che è ancora più accessibile e, naturalmente, ancora senza abbonamento."

Dopo aver esaminato le ultime funzionalità del programma, abbiamo testato noi stessi la nuova versione in una revisione di Corel PaintShop Pro 2018 per vedere come si accumula il software.

Interfaccia utente semplificata

PaintShop ha molti degli stessi strumenti di Adobe Photoshop e ogni volta che apri un programma con così tanti controlli, il risultato, per un principiante, è la sensazione di essere in mezzo alla tua testa. Con PaintShop Pro 2018, tuttavia, Corel introduce l'area di lavoro Essentials. Come suggerisce il nome, l'interfaccia riduce il software alle opzioni più elementari: ritaglia una foto, correggi gli occhi rossi, clona un brufolo o aggiungi del testo senza dover scavare attraverso ogni opzione immaginabile.

Nell'area di lavoro Essentials, la casella degli strumenti è ridotta a poche nozioni di base e le opzioni sono tutte organizzate in un'unica scheda. Se nell'interfaccia di base manca uno strumento, facendo clic sull'icona Aggiungi è possibile personalizzare le opzioni, anche senza passare alla versione completa. Gli utenti possono anche personalizzare i colori all'interno dell'interfaccia se i toni chiari sono un po 'troppo fastidiosi, oltre a regolare la dimensione delle icone. Abbiamo trovato Essentials un modo semplice per iniziare a imparare un nuovo programma; le modifiche di uso comune sono ancora presenti e facili da trovare ed è stato un gioco da ragazzi adattare l'interfaccia a un design scuro con cui conosciamo meglio. Per modifiche più avanzate, passare allo spazio di lavoro completo è facile come selezionare l'opzione nel menu File: non è necessario chiudere e riaprire la stessa immagine per selezionare un'area di lavoro diversa dalla schermata di benvenuto. (La schermata di benvenuto ha anche visto alcuni miglioramenti, tra l'altro, inclusa una galleria di lavori di altri utenti e una sezione di tutorial video.)

Con molti degli strumenti al suo interno disponibili negli editor di foto gratuiti, l'idea non è quella di vivere nella scheda Essenziali, ma di imparare in essa o forse solo di fare una rapida modifica.

L'area di lavoro Essentials è un modo semplice per iniziare a imparare un nuovo programma.

Oltre allo spazio di lavoro di Essentials completamente nuovo, lo spazio di lavoro principale include diversi miglioramenti, ma è ancora in gran parte un programma a cui gli utenti X9 possono saltare rapidamente. Mentre la versione precedente era organizzata in tre schede, la versione 2018 ne include solo due. Corel ha rimosso la scheda Regola perché la maggior parte degli utenti trascorreva il proprio tempo nelle schede di gestione e modifica. Modifica è dove si trovano tutte le opzioni di modifica, chiaramente, mentre Gestisci è un organizzatore di foto che aiuta a trovare i file di immagine di cui hai bisogno. L'opzione Gestisci include anche funzionalità per cercare volti, visualizzare dati EXIF ​​ed etichette geografiche e valutare singole immagini.

Tra le opzioni di modifica, gli aggiornamenti per il 2018 includono un intero menu dedicato alla personalizzazione dell'interfaccia, inclusi colori e dimensioni. Oltre a creare uno spazio di lavoro più comodo, rende le opzioni più facili da vedere e più intuitive per il touch screen, oppure consente loro di occupare meno spazio sullo schermo. Come nell'area di lavoro di Essentials, puoi personalizzare la casella degli strumenti facendo clic sull'icona più per aggiungere o rimuovere strumenti, inclusa una barra di ricerca se non riesci a trovare esattamente quello che stai cercando. Diversi pannelli, comprese le opzioni per i livelli e un organizzatore che funziona in modo molto simile a un gestore del tempo, ti consentono di determinare l'equilibrio dell'immagine rispetto agli strumenti sullo schermo chiudendo le opzioni non necessarie per quel particolare progetto.

Sebbene lo spazio di lavoro completo sia più affollato rispetto all'opzione Essentials, una colonna del centro di apprendimento che si apre automaticamente sul lato e una piccola casella nella parte inferiore che spiega cos'è ogni strumento facilita il processo di apprendimento.

Prestazioni e miglioramenti degli strumenti

Gran parte del lavoro di aggiornamento di Corel si è concentrato sul miglioramento della velocità. Non possiamo garantirlo, tuttavia: il programma beta è solo per Windows e abbiamo testato il programma su un laptop economico preso in prestito con 6 GB di RAM mentre il nostro veloce MacBook da 16 GB era tristemente inattivo nelle vicinanze. Sebbene sia impossibile determinare quale parte delle prestazioni è influenzata dal software e qual è il risultato della memoria limitata del computer, alcuni elementi erano lenti mentre altri erano piuttosto veloci considerando l'hardware limitato e i file RAW di grandi dimensioni.

Corel afferma di aver scelto gli strumenti più utilizzati all'interno del programma e la loro maggiore velocità, un'affermazione che sembrava coincidere con la nostra esperienza nonostante la potenza di elaborazione limitata: insieme al caricamento più rapido all'avvio, lo strumento profondità di campo è quattro volte più veloce, per esempio. Anche lo strumento di ritaglio e le opzioni di testo hanno registrato un aumento di velocità.

Molti cambiamenti in PaintShop Pro 2018 sono il risultato diretto di chiedere a un gruppo di utenti cosa vorrebbero vedere. Di conseguenza, ci sono una serie di piccoli miglioramenti agli strumenti. "Sebbene alcuni di questi miglioramenti alle funzionalità non siano assolutamente nuovi, sono molto specifici per l'utente, sono richiesti dall'utente", ha detto Pierce a Digital Trends. "Il nostro programma beta è entusiasta del programma."

PaintShop Pro 2018 è il risultato di chiedere a un gruppo di utenti cosa vorrebbero vedere, ci sono una serie di piccoli miglioramenti agli strumenti.

Lo strumento di ritaglio ora include una serie di diverse guide di composizione oltre alla griglia della regola dei terzi, tra cui la sezione aurea, la spirale aurea e il triangolo. Le opzioni di testo ora includono l'allineamento in apice, pedice e giustificato. Lo strumento clone ora mostrerà anche un'anteprima della modifica prima di fare clic, mentre il contagocce ora raccoglierà sia il colore che la trasparenza per copiare su un altro elemento in un disegno.

Anche le nuove opzioni per i pennelli fanno parte dell'aggiornamento e si adatteranno automaticamente alle dimensioni dell'area di disegno all'apertura di un nuovo documento. I gradienti esistenti ora possono essere regolati senza tornare indietro per riapplicare l'effetto.

Videos about this topic

PaintShop Pro - Background Eraser
Corel PaintShop Pro 2019 v21.0.0.119 + Patch Full (32 + 64 Bit) -Multilingual Latest✔
Corel PaintShop Pro X9 // The Basics - Layer Types
Corel Paintshop Pro X7 | Selecting and pasting yourself into another photograph
corel paint shop pro tutorial italiano
Cartoon Portrait - Tutorial - PaintShop Pro