Recensione Hisense 55U7QF

Quindi sai esattamente quanto sei disposto a spendere per un nuovo televisore. E adesso cosa? Decidi di spenderlo su una TV della tua marca preferita? In TV con le migliori recensioni? Su quello con le specifiche più impressionanti? O sullo schermo più grande che i tuoi soldi possono comprare?

Hisense spera che tu stia pensando sulla falsariga delle ultime due risposte. Dopotutto, non è il marchio televisivo preferito da molte persone e raramente riceve le migliori recensioni. Ma per quanto riguarda lo schermo pollici per dollaro, è uno dei marchi di maggior successo in circolazione e anche i suoi televisori tendono ad essere abbastanza ben specificati.

Il che ci porta, non soprattutto a caso, all'Hisense 55U7QF. Il rapporto dimensioni / prezzo dello schermo è sorprendentemente buono e nemmeno le specifiche sono troppo squallide. Il 55U7QF è lo schermo che trasformerà Hisense nella tua marca di TV preferita?

Progetta e costruisci: profondità (leggermente) nascoste

A meno che non si intenda montarlo a parete, il 55U7QF è un televisore ben progettato e in realtà piuttosto decorativo quando non è acceso. Quel grande schermo è circondato da cornici abbastanza sottili, e anche il suo supporto è piuttosto elegante: è una sorta di disposizione a telaio metallico che non sembra abbastanza robusto da supportare una TV così grande, ma in realtà si rivela più che all'altezza del compito.

Il problema, così com'è, riguarda la terza dimensione. L'Hisense è un tristemente fuori moda di 8 cm di profondità, che non sembra molto quando è scritto ma sembra terribilmente antiquato quando si batti gli occhi su di esso. Questo è il motivo per cui il 55U7QF è un candidato così scarso per il fissaggio a parete: quella profondità lo fa sporgere dal muro in un modo poco affascinante. Quando si tratta del modo in cui Hisense appare come un oggetto, è questa relativa viscosità che tradisce il suo prezzo d'occasione più di ogni altra cosa.

Per quanto riguarda il modo in cui è realizzato e assemblato, tuttavia, è molto più difficile essere pignoli. Sì, alcune delle plastiche sembrano piuttosto ordinarie, ma niente geme o scricchiola - e nulla nel modo in cui è fatto il 55U7QF suggerisce a) è molto più conveniente delle alternative di LG, Panasonic e tutto il resto, oppure b) ha vinto durerà fino a quando le sue specifiche non saranno aggiornate.

Funzionalità: più HDR rispetto alla maggior parte

E (dita incrociate) ci vorrà del tempo prima che le specifiche del 55U7QF siano antiquate.

Questa è una TV 4K, che racchiude tutti gli standard HDR, inclusi i metadati dinamici HDR10 + e Dolby Vision. Tra i marchi mainstream di alto profilo (e molto più costosi), solo Panasonic e Philips possono vantare una compatibilità simile: va oltre LG, Samsung e Sony.

Il 55U7QF è uno schermo ULED, che è fondamentalmente la versione di Hisense del tema LED a punti quantici reso popolare da Samsung con QLED. Dispone anche di oscuramento locale full-array, il che significa 72 zone di oscuramento individuali dietro l'intero schermo, che a sua volta promette un controllo della retroilluminazione molto maggiore rispetto all'alternativa edge-lit più comune (e generalmente più economica). E così, all'improvviso, il motivo della profondità obsoleta del 55U7QF diventa chiaro.

Anche in termini di connettività, Hisense non se la passa affatto male. Ha quattro ingressi HDMI 2.0 (uno abilitato per ARC), un paio di ingressi USB, uno slot per schede CI e ingressi video composito per la tua vera apparecchiatura legacy. C'è il wi-fi a bordo, naturalmente, integrato da una presa Ethernet e sintonizzatori TV sia terrestri che satellitari. La connettività Bluetooth completa una serie di opzioni molto decente.

Interfaccia: La Vidaa loca

Il sistema operativo VIDAA U4 di Hisense è davvero impressionante, fin dove arriva. È solo che in qualche modo non va abbastanza lontano.

Tra i lati positivi, è pulito e ordinato, a differenza, ad esempio, di Android TV, che pensa che sia la parte più importante della tua esperienza TV. VIDAA U4 non occupa l'intero schermo quando è in uso ed è stabile e logico da navigare. L'inclusione di Freeview Play significa che è incorporata anche una guida TV coerente. Ma mancano alcuni servizi di streaming che stanno rapidamente diventando obbligatori: la mancanza di Apple TV + e Disney +, ad esempio, potrebbe essere sufficiente a rovinare le possibilità del 55U7QF con un bel po 'di potenziali clienti.

Se non sei tra loro, però, sarai felice di sapere che navigare in VIDAA U4 è un'esperienza indolore. C'è una certa compatibilità con Amazon Alexa piuttosto limitata, ma il telecomando è una scommessa migliore. Come lo schermo stesso, sembra un po 'plasticoso, ma, come lo schermo stesso, si dimostra perfettamente ben assemblato. Ed è strutturato in modo sensato, non ha troppi pulsanti e i pulsanti che ha sono di dimensioni ragionevoli.

Qualità dell'immagine: miglioramento del movimento

Come quasi tutte le TV, la qualità delle immagini del 55U7QF dipende dal tipo di contenuti che stai guardando. A differenza di quasi tutte le TV, tuttavia, Hisense non è esattamente al suo meglio quando mostra i contenuti della massima qualità disponibile.

Giocherella con i menu di configurazione quanto vuoi (sono piuttosto brevi e il telecomando facilita la navigazione), ma non sarai in grado di ottenere un movimento fluido da Hisense mentre guardi materiale a 24 fps. Quasi tutti i film mai realizzati sono stati girati a 24 fotogrammi al secondo, e sicuramente qualsiasi film riprodotto in streaming da Netflix, Amazon o da qualsiasi altra parte sarà a 24 fps. Il 55U7QF non riesce proprio ad andare d'accordo: con contenuti come questo, il movimento è leggermente, ma decisamente irregolare.

E se questa roba a 24 fps ha anche un elemento HDR, puoi aggiungere una netta mancanza di luminosità all'elenco delle carenze di Hisense. La stravaganza Dolby Vision (e Dolby Atmos) The Irishman su Netflix è di conseguenza piuttosto debole e quando si verifica un movimento sullo schermo non viene presa con certezza.

Questo non vuol dire che il 55U7QF sia un disastro. Ha una vera facilità con il colore, ad esempio: la tavolozza da cui attinge è ampia e sottile, con una bella quantità di variazione nei toni della pelle che rende i numerosi vecchietti del film naturali e convincenti. E sebbene sia al di sotto del picco di luminosità, c'è una discreta quantità di dettagli mantenuti sia nei toni del bianco più luminosi che nel nero più profondo che lo schermo può offrire.

I contrasti potrebbero non essere i più dinamici in tutto il mondo televisivo, ma sono almeno informativi. Nonostante le difficoltà di movimento dello schermo, sopprime bene anche il rumore dell'immagine: le immagini sono pulite e anche la definizione dei bordi è abbastanza completa. Se solo il movimento sullo schermo potesse essere organizzato con convinzione, il 55U7QF potrebbe essere un vero concorrente.

Offri a Hisense alcuni contenuti con frame rate più elevato da gestire - trasmissione TV, probabilmente - e sembra molto più sicuro di sé. Tutto il buon lavoro che coinvolge i livelli di dettaglio e la fedeltà dei colori è continuato, ma ora il 55U7QF non va in pezzi ogni volta che si verifica un movimento sullo schermo. Invece si stacca, afferra il movimento in modo molto più convincente e, di conseguenza, è molto più piacevole e rilassante da guardare. Anche i contenuti più vecchi, che richiedono molto upscaling per adattarsi a questo pannello 4K, sembrano composti: solo un accenno di morbidezza all'aspetto generale delle immagini fa perdere il gioco.

Dovresti acquistare una TV Hisense su LG o Samsung?

Abbiamo esaminato tutti i televisori 4K di Hisense tranne due per scoprire se questo marchio economico ha tirato fuori il tappeto da Samsung e LG

Condividi questa pagina

Le TV Hisense ora si trovano sugli scaffali dei negozi accanto a modelli di alcuni dei produttori di TV più affermati e ammirati. Nel 2020, ha abbandonato gli OLED a favore dei set QLED che anche Samsung preferisce e, come è la norma con Hisense, la sua nuova gamma di QLED è tra i più economici che si possano acquistare.

I televisori che costano meno della popolare concorrenza hanno permesso a Hisense di sedersi al tavolo, rendendolo il quinto marchio televisivo più popolare nel Regno Unito. Ma i prezzi bassi ti porteranno solo lontano e, negli anni precedenti, il sedile di Hisense è stato più simile alla sedia pieghevole che trascini fuori dalla stanza degli ospiti quando hai degli ospiti che al lusso imbottito offerto da alcuni dei suoi rivali.

Affinché Hisense superi Panasonic o Sony tra i primi quattro, i suoi televisori più recenti devono superare i loro predecessori e offrire la qualità Best Buy.

Abbiamo testato tutti tranne due della gamma 2020 di Hisense, dai suoi QLED di fascia alta fino ai suoi set entry-level, e li abbiamo confrontati con televisori simili dei grandi marchi per vedere se il 2020 è l'anno in cui possono eguagliare o persino batterli.

I migliori televisori del 2020: con oltre 150 televisori recensiti solo quest'anno, sappiamo quali vale la pena acquistare

Hisense contro tutti gli altri

Abbiamo esaminato il prezzo e la tecnologia dei televisori Hisense e di alcuni dei suoi modelli principali per vedere se c'è una netta differenza.

TV 4K recensite nel 2020 TV 4K rilasciate nel 2020 Prezzo medio delle TV recensite TV 4K più piccola TV 4K più grande Hisense 12 21 £ 841 43 pollici 43A7100FTUK 75 pollici 75A7100FTUK LG 44 73 £ 1,094 43 pollici 43UN70006LA 86 pollici 86UN85006LA Samsung 45 78 £ 1,139 43 pollici UE43TU7020 85 pollici QE85Q60T Sony 28 39 £ 1,181 43 pollici KD-43X7053BU 85 pollici KD-85XH9096BU

TV QLED: Hisense 55U8QFTUK vs Samsung QE55Q95T?

Innanzitutto, spieghiamo rapidamente cosa sono i televisori QLED. Usano una retroilluminazione, proprio come i televisori LCD, per creare l'immagine, ma hanno uno strato aggiuntivo di punti quantici, progettati per creare colori più vivaci.

Nel 2019, Hisense ha scelto la tecnologia OLED per la sua TV di fascia alta, ma quest'anno ha optato per un display QLED. Samsung è l'unico altro marchio leader a preferire la tecnologia QLED rispetto a OLED.

I televisori QLED sono generalmente più economici degli OLED e questo è certamente fedele all'abitudine di Hisense di realizzare i televisori più economici possibili.

In cosa differiscono i due QLED?

In termini di design, avresti difficoltà a indovinare quale dei due televisori che abbiamo selezionato costa £ 799 (l'Hisense) e quale costa quasi il doppio di £ 1.499 (il Samsung). La base argentata a punta di Hisense ricorda i televisori Samsung di qualche anno fa e il sorprendente design metallico è invecchiato bene.

Neanche le funzionalità spiegano l'enorme divario di prezzo. Hisense, decisamente più economico, supporta quattro formati HDR, inclusi i due più avanzati: HDR10 + e Dolby Vision. Samsung ha solo HDR10 +.

Entrambi hanno PVR, anche se puoi registrare due programmi diversi contemporaneamente su Samsung e solo uno su Hisense. Ci sono piaciuti anche i telecomandi su entrambi i televisori, ma ancora una volta Samsung ha il vantaggio in termini di facilità d'uso complessiva. I suoi menu sono eleganti e più intuitivi, ma pochi pagherebbero 800 £ in più per una TV, l'unico vantaggio è una struttura di menu più semplice.

Forse è l'implementazione della tecnologia quantum dot che distingue questi televisori allora? Con l'aumentare dell'ampiezza della gamma QLED di Samsung (ha rilasciato sette gamme nel 2020), la qualità diventa meno una certezza.

Una "Q" nel nome di un modello Samsung era usata per tutti tranne che per garantire un punteggio Best Buy, ma ora molti mancano il bersaglio. Tuttavia, il Q95T fa parte della gamma più alta di Samsung, quindi se dovessi vedere il vero vantaggio di potenziamento del colore dei punti quantici ovunque, dovrebbe essere qui.

Si può dire lo stesso per Hisense? Anch'esso è un televisore di alta gamma e con solo due gamme QLED su cui concentrarsi potrebbe aver ottenuto di più da questa tecnologia rispetto al potente Samsung.

Leggi le nostre recensioni di Hisense 55U8QFTUK e Samsung QE55Q95T per vedere quale marchio ha sfruttato al meglio la tecnologia a punti quantici e ha rilasciato il migliore QLED nel 2020.

  • TV di fascia media: Hisense 50AE7400FTUK vs LG 49NANO816NA?

L'816NA da 49 pollici è uno dei televisori di fascia media Nanocell di LG, il che significa che ha uno strato aggiuntivo di nanocellule che filtrano i colori indesiderati per un'immagine più naturale, in teoria.

L'equivalente di Hisense è analogamente di fascia media ed è un modello LCD, quindi utilizza una retroilluminazione ma non ha alcun amplificatore di colore extra brillante, come nanocellule o punti quantici.

Ma, come per l'altro confronto tra Hisense e LG, oltre all'aggiunta di nanocellule, sulla carta c'è ben poco che separa questi due televisori.

Entrambi supportano gli stessi formati HDR, Dolby Vision, HLG e HDR10, e hanno accesso ad app intelligenti e PVR a sintonizzatore singolo (anche se al Nano di LG mancano diverse app di recupero nel Regno Unito, tra cui All 4 e ITV Hub).

/ p>

Inoltre hanno un bell'aspetto, con le loro cornici strette e le attraenti basi centrali che si adattano meglio alla maggior parte delle unità multimediali.

Videos about this topic

The Best TVs under $1000 | 4K HDR from TCL, LG, Sony, Hisense
LE 5 MIGLIORI TV 4K DEL 2020
Epic 6 TVs Side by Side\: LG CX vs the 5 Best TVs!
Top 8 Mistakes\: 4K TV Buying Guide (End the Confusion!)
Hisense H9G Quantum Dot 4k TV and Should you buy over TCL, Samsung, LG, Sony or Vizio???!!!
I 5 MIGLIORI SMART TV 4K da 50, 55 e 65 pollici | GUIDA ACQUISTO