Recensione MSI MEG Trident X (2020)

Mettendo al limite la potenza del gaming serio

Conclusione

MEG Trident X di MSI racchiude la potenza di una torre di gioco in uno chassis una frazione delle dimensioni, senza imporre un sovrapprezzo esorbitante.

  • Torna all'inizio
  • Scegli il tuo look: tagliente o tagliente?
  • Accesso facile, ma aggiornamenti complicati
  • Periferiche MSI migliori della media
  • Testare il Trident X: piccola torre, grande potenza
  • Dimagrimento fatto bene
  • Specifiche MSI MEG Trident X (2020)

Elegante e compatto

Ventole di raffreddamento silenziose

Supporto per Thunderbolt 3 e Wi-Fi 6

Tastiera e mouse in bundle migliori della media

Smontaggio complicato per gli aggiornamenti

Nessuna versione AMD Ryzen

I desktop da gioco della serie Trident di MSI sono noti per spingere grande potenza da design compatti. Il Trident 3 è il più piccolo, mentre il nuovo MEG Trident X (a partire da $ 2.299; $ 2.799 come testato) offre le prestazioni di una mid-tower in circa un terzo del volume. Non ricorre a mezzi proprietari per raggiungere questo obiettivo, poiché tutto all'interno è sostituibile dall'utente finale. La serie One a100 di Corsair mantiene la scelta dei nostri redattori tra i desktop da gioco compatti di fascia alta per il suo design uniforme e il funzionamento estremamente silenzioso, ma il MEG Trident X merita un aspetto duro per offrire prestazioni comparabili e aggiornabilità superiore con meno denaro.

Scegli il tuo look: tagliente o tagliente?

Il MEG Trident X è un'evoluzione del 2018 Trident X. Il suo design non è cambiato molto, il che non è una brutta cosa. Sembra ancora elegante e raffinato.

MSI include un secondo pannello destro in vetro temperato per un aspetto più spigoloso e riflettente. (Non l'abbiamo sostituita con le foto). Enfatizza ulteriormente l'illuminazione RGB a quattro zone della torre. Le zone (una su ciascun lato e due sul pannello frontale) sono personalizzabili all'interno dell'app MSI Dragon Center, mostrata di seguito.

Non trascuriamo uno dei motivi principali per acquistare questo PC: le sue dimensioni. Il case misura solo 15,6 x 5,1 x 15,1 pollici (HWD) per un volume di soli 10 litri. Un desktop da gioco mid-tower può contenere più di 30 litri, quindi questo è piuttosto snellente.

Prodotti simili

Corsair One a100

Alienware Aurora R10 Ryzen Edition

Corsair One Pro i200

Falcon Northwest FragBox (2019)

HP Omen Obelisk (fine 2019)

Sebbene il suo aspetto simile a una console di gioco potrebbe farti desiderare di mettere il MEG Trident X su un lato, per ragioni termiche può essere orientato solo in verticale. La sua base fissata in modo permanente contiene due piccole ventole che inviano lo scarico attraverso le prese d'aria sui bordi inferiori.

Il PC dispone di ventole aggiuntive nel dispositivo di raffreddamento della CPU, nell'alimentatore e nella scheda grafica. Sebbene il livello di rumore complessivo dell'MSI non sia affatto silenzioso come la serie Corsair One, non è più rumoroso di un tipico mid-tower da gioco. Non ho avuto problemi a sentire i suoni più deboli nei giochi con il MEG Trident X seduto a tre piedi di distanza sulla mia scrivania.

Accesso facile, ma aggiornamenti complicati

I pannelli laterali del MEG Trident X sono fissati con due viti ciascuno. La maggior parte dei componenti si trova dietro il pannello destro, dove i cavi dell'alimentatore modulare in formato SFX da 650 watt vengono instradati in modo complesso. È un vantaggio importante che questa torre mantenga il suo alimentatore interno invece di ricorrere a un mattone esterno in stile laptop (o due).

La scheda madre mini-ITX è una MSI MEG Z490i Unify che supporta una gamma completa di controlli di overclock del processore se abbinata a un chip sbloccato come l'Intel Core i7-10700K nella mia unità di prova (modello 10SF-863US). Il chip non è overcloccato in fabbrica. Un grande dissipatore di calore e una ventola ad anello RGB mantengono il chip sufficientemente fresco; Non ho visto il massimo di 85 gradi C nei miei stress test.

Le dimensioni del dissipatore di calore sono tali da coprire i due slot UDIMM della scheda madre per la memoria DDR4 e lo slot M.2 appena sopra, quindi deve essere rimosso per gli aggiornamenti a quelle parti. È possibile accedere alla piastra di base del dissipatore di calore attraverso il pannello sul lato sinistro, visibile sotto, quindi la torre non necessita di smontaggio completo, ma richiede comunque molto lavoro.

Detto questo, i 32 GB di memoria (due moduli DDR4-2933 da 16 GB) e l'unità a stato solido da 1 TB in questa unità di prova, entrambi standard nei modelli MEG Trident X destinati agli Stati Uniti, non dovrebbero richiedere l'aggiornamento per molto tempo .

Aggiungere altro spazio di archiviazione è, fortunatamente, molto più semplice. Ci sono due alloggiamenti da 2,5 pollici sul lato destro della torre più uno slot M.2 vuoto dietro il pannello sinistro. MSI fornisce cavi e viti SATA nella confezione. La scheda grafica è accessibile anche dal lato sinistro. L'ammiraglia GeForce RTX 2080 Ti da 11 GB di Nvidia in questa unità è ben mostrata attraverso il ritaglio del pannello di sinistra.

A meno che tu non stia cercando di riprodurre i titoli più recenti in UHD / 4K, il MEG Trident X di base sarebbe comunque un eccellente esecutore con la sua GeForce RTX 2070 Super da 8 GB.

Infine, controlliamo la connettività. Il pannello frontale del MEG Trident X ha una porta USB Type-A e una USB Type-C (entrambe le versioni 3.2 Gen 1 supportano trasferimenti a 5 Gbps), una porta USB 2.0 e jack separati per microfono e cuffie.

Non ci sono connettori di uscita video anteriori per il collegamento di cuffie per realtà virtuale, sebbene questo desktop sia abbastanza piccolo da non essere un problema raggiungerlo dietro. Il pulsante di accensione si trova in alto.

La scheda madre fornisce altre quattro porte USB Type-A (due versioni 3.2 Gen 1, due 2.0), Thunderbolt 3 (su un connettore USB Type-C), un jack Ethernet da 2.5 Gbps, un'uscita audio ottica e cinque jack audio: ingresso linea, uscita linea, ingresso microfono, centrale e surround posteriore.

I connettori DisplayPort e HDMI possono essere abilitati o meno a seconda della CPU; funzionano con il Core i7-10700K nella mia unità di prova poiché ha a bordo il silicio grafico Intel UHD 630, ma questo non è vero per il Core i7-10700KF senza grafica elencato nelle specifiche ufficiali per il MEG Trident X.

Indipendentemente da ciò, ti consigliamo di collegare qualsiasi dispositivo video alla scheda grafica dedicata. La GeForce RTX 2080 Ti della mia unità è dotata di tre DisplayPort e un connettore di uscita video HDMI.

Questa versione MSI della scheda è stranamente priva di una porta VirtualLink (connettore USB di tipo C) per i futuri auricolari per realtà virtuale. La maggior parte delle altre schede GeForce RTX di fascia alta sono dotate di questa porta.

Periferiche MSI migliori della media

Il MEG Trident X include una tastiera e un mouse a tema RGB. Queste sono un gradino sopra le periferiche senza fronzoli che spesso vengono fornite in bundle con i desktop.

I bordi senza bordi della tastiera MSI Vigor GK30 conferiscono un aspetto elegante. Non ha caratteristiche speciali oltre alla sua illuminazione colorata.

Anche se funziona bene per i giochi, non sono un fan della sua azione gommosa dei tasti per la digitazione a tocco. Il mouse ambidestro, un MSI Clutch GM11, fa meglio quando si tratta di comfort con il suo familiare design a due pulsanti.

Il pulsante dietro la rotella di scorrimento alterna tra due impostazioni DPI integrate che possono essere modificate nell'app Dragon Center. Tutto sommato, queste periferiche fanno un pizzico, ma se stai sprecando così tanti soldi per un desktop da gioco, probabilmente vorrai investire in versioni più robuste. (Consulta la nostra guida alle tastiere da gioco.)

Testare il Trident X: piccola torre, grande potenza

Il MEG Trident X affronta la concorrenza più agguerrita della serie di torri compatte Corsair One. One i200 (un cugino del One Pro i200) offre un design quasi silenzioso, raffreddato a liquido che occupa ancora meno spazio sulla scrivania, anche se pagherai per il privilegio; è andato per $ 3.599 mentre ho digitato questo. Questa configurazione include un Core i9-10900K, un disco rigido di archiviazione aggiuntivo da 2 TB e una garanzia di due anni. Sono $ 300 in più rispetto al MEG Trident X di fascia alta (modello 10SF-862US), che ha componenti simili ma il doppio della memoria (64 GB).

Altra concorrenza proviene da torri specializzate in piccolo fattore di forma come il Falcon Northwest Tiki, che ho valutato a $ 3.586 con una garanzia di tre anni. Ci sono sorprendentemente pochi confronti tradizionali; il più vicino che ho trovato è stato l'Omen 25L di HP, molto più grande, ma supera con un Core i7-10700 e una GeForce RTX 2060 Super da 6 GB.

È anche sorprendente che le piccole dimensioni del MEG Trident X non comportino un forte sovrapprezzo. Ho configurato un mid-tower Alienware Aurora R10 (clicca sul link per una recensione della versione AMD) per $ 2,646, o entro $ 200 dal mio MEG Trident X, con lo stesso loadout di base. Questa è una differenza marginale in questa fascia di prezzo.

Tutto quello di cui posso veramente lamentarmi quando si tratta di hardware è la mancanza di offerte AMD Ryzen da parte del MEG Trident X. Sarebbe bello vederli, soprattutto perché gli ultimi chip di AMD surclassano ampiamente i loro rivali Intel. (Vedi la nostra recensione del Ryzen 7 3700X come esempio.)

Ora passiamo ai benchmark, dove ho confrontato il MEG Trident X con i desktop le cui specifiche di base sono elencate di seguito.

Questi sono tutti desktop più piccoli ad eccezione dell'Alienware mid-tower. Sia esso che il Corsair One a100 sono dotati del mostruosamente potente Ryzen 9 3950X a 16 core, la CPU mainstream più veloce al momento in cui scrivo non sulle piattaforme AMD Ryzen Threadripper o Intel Core X-Series. Quando si tratta di giochi, tuttavia, questa dovrebbe essere una gara serrata considerando che tutti usano una GeForce RTX 2080 Ti da 11 GB.

Test di archiviazione, supporti e CPU

Il nostro primo test è PCMark 10 di UL, una suite di prestazioni olistiche che simula diversi flussi di lavoro di creazione di contenuti e produttività del mondo reale. Lo usiamo per valutare le prestazioni complessive del sistema per attività incentrate sull'ufficio come elaborazione di testi, fogli di calcolo, navigazione web e videoconferenza. Il test genera un punteggio numerico proprietario; numeri più alti sono migliori. PCMark 8, nel frattempo, ha un subtest di archiviazione che utilizziamo per valutare la velocità del sottosistema di archiviazione del sistema. Questo punteggio è anche un punteggio numerico proprietario; ancora una volta, i numeri più alti sono migliori.

Queste torri hanno superato la nostra soglia interna di 4.000 punti per PC ad alte prestazioni in PCMark 10. Il MEG Trident X era un po 'indietro, ma era nel raggio di dove avrebbe dovuto essere. Nel frattempo, i punteggi di PCMark 8 erano prevedibili anche dal momento che queste unità hanno unità di avvio a stato solido veloci.

Il prossimo è un paio di test di elaborazione della CPU: Cinebench R15 sollecita tutti i core e thread del processore disponibili durante il rendering di un'immagine complessa, mentre nel nostro test Handbrake, transcodifichiamo un video 4K di 12 minuti fino a 1080p. >

Il chip Core i7 a otto core del MEG Trident X non era destinato a vincere premi qui, ma non ha avuto problemi a tenere il passo con lo stesso Core i9-9900K con lo stesso numero di core e thread nel Falcon Northwest e HP torri. I chip Ryzen 9 in Alienware e Corsair vantano il doppio dei core e dei thread, quindi i loro punteggi relativi astronomici hanno senso.

Il test finale in questa sezione è il fotoritocco. Utilizziamo una versione dell'inizio del 2018 di Adobe Photoshop Creative Cloud per applicare 10 filtri ed effetti complessi a un'immagine JPEG standard, temporizzando ogni operazione e sommando i totali. Questo test non è focalizzato sulla CPU come Cinebench o Handbrake, poiché mette in gioco le prestazioni del sottosistema di archiviazione, della memoria e della GPU.

Poiché questo test tende a premiare gli alti clock della CPU rispetto al numero di core e thread, l'incredibile turbo boost a 5,1 GHz del chip Core i7 di MEG Trident X, il più alto in questo gruppo, ha aiutato a ottenere il tempo più basso.

Test di grafica

Utilizziamo due suite di benchmark per valutare il potenziale di prestazioni di gioco di un PC. Nel primo, 3DMark di UL, eseguiamo due subtest guidati da DirectX 11, il mainstream Sky Diver e Fire Strike, che è più adatto alle piattaforme di gioco. L'altro nostro benchmark grafico è Superposition di Unigine Corp., che utilizza un motore di rendering diverso per produrre una complessa scena 3D.

Il MEG Trident X ha continuato a segnare come dovrebbe in questi test, eguagliando l'HP anche se prevedibilmente arrivando un po 'meno vicino all'Alienware e al Corsair poiché non ha lo stesso grugnito della CPU.

Ultimo ma forse più importante, testeremo alcuni giochi reali. Usiamo i benchmark integrati in Far Cry 5 (al suo preset Ultra) e Rise of the Tomb Raider (al suo preset Very High) con risoluzioni 1080p, 1440p e UHD / 4K. Far Cry 5 usa DirectX 11, mentre noi trasformiamo Rise of the Tomb Raider in DirectX 12. I risultati sono misurati in fotogrammi al secondo (fps); cerchiamo almeno 60 per una giocabilità fluida.

Videos about this topic

The Best Password Manager for 2020\: Ditching Your Browser’s Password Manager
aWallet - Best Password Manager App [Android/iOS] #05
Password Manager SafeInCloud Pro 19.4.9 Apk Download
🔝 Top 10 Password Managers 🔑 for Computers 🖥️ and Smartphones 📱 (Windows, Mac, Android, iOS)
Safe-in-Cloud Quick Review
3 Best Password Manager Apps in 2020 (both free & premium!)