Capture One Pro 10: recensione di tutte le nuove funzionalità

Recentemente, Capture One ha rilasciato Capture One Pro 10 con una serie di funzionalità sorprendenti.

A partire dalla versione 6, Capture One è salito a bordo di un treno ad alta velocità che ha lanciato strumenti di editing innovativi con ogni nuova versione. Quest'anno, gli sviluppatori hanno deciso di migliorare alcune funzionalità che non erano presenti negli aggiornamenti precedenti.

Capture One 10 offre una nitidezza delle immagini completamente nuova, incredibili prove di output, prestazioni più rapide e una serie di altri utili miglioramenti. Scopriamo cosa può fare la nuova versione per migliorare i nostri flussi di lavoro.

Caratteristiche principali

Verifica dell'output

Output Proofing, la prima novità di Capture One 10, è dedicato a mostrarti come esattamente il file RAW si occuperebbe dell'elaborazione.

Quando lavori con RAW, ci sono molte opzioni per convertirlo nel JPG o TIFF finale. Per scopi diversi, potrebbe essere necessario un profilo colore, una dimensione o impostazioni di nitidezza particolari.

In precedenza, a volte era abbastanza difficile prevedere l'aspetto dell'immagine finale. Ora puoi attivare la verifica dell'output e vedrai immediatamente l'immagine preparata con le preferenze applicate dalla ricetta selezionata.

La correzione dell'output è particolarmente utile quando si elaborano immagini per il Web.

Il segno "Proofing" mostra che Output Proofing è attivato e si vede l'immagine con le impostazioni applicate dalla ricetta selezionata.

Con Prova output, puoi impostare la migliore nitidezza per la tua immagine a seconda delle dimensioni di elaborazione. Pertanto, la correzione consente di verificare che l'immagine abbia un bell'aspetto con il profilo colore selezionato. Puoi persino simulare artefatti di compressione JPEG.

Nuova nitidezza

Capture One 10 offre un flusso di lavoro di nitidezza completamente nuovo chiamato "nitidezza a 3 fasi". Ora puoi applicare separatamente le impostazioni di nitidezza a tre diverse fasi di modifica:

  • Affilatura input

Un processo di nitidezza inizia con la casella di controllo "Correzione diffrazione" nello strumento Lente. Questa funzione corregge automaticamente i problemi di base relativi alla nitidezza relativi all'obiettivo.

  • Nitidezza creativa

A questo punto, puoi aggiungere manualmente nitidezza all'immagine, come nelle versioni precedenti di Capture One. Allo stesso tempo, Sharpening Tool ha due utili miglioramenti in Capture One 10:

1. È disponibile un nuovo dispositivo di scorrimento Halo Suppression per rimuovere uno specifico effetto "alone", che spesso appare durante la nitidezza.

Sopra: immagine prima e dopo la soppressione dell'alone

2. Tutti i cursori di nitidezza ora possono funzionare a strati. Ciò significa che puoi applicare localmente varie impostazioni di nitidezza a parti diverse dell'immagine.

  • Nitidezza dell'output

Inoltre, ora puoi regolare la nitidezza direttamente nelle impostazioni della ricetta per scopi diversi. Ad esempio, consente di impostare una nitidezza specifica per le ricette web e stampate.

La verifica dell'output ti mostrerà come appare sull'immagine finale. Per le stampe puoi anche specificare la distanza dalla quale desideri visualizzare l'immagine.

La nuova nitidezza e la verifica dell'output ti consentono di preparare l'immagine per il web o stamparla in tutti i dettagli.

Prestazioni migliorate per un'esperienza di visualizzazione più rapida

Con quasi tutte le nuove versioni di Capture One, gli sviluppatori continuano ad aumentare la velocità e la stabilità dell'app. Quest'anno si sono concentrati sul perfezionamento della visualizzazione e sul lavoro con le prestazioni delle immagini. Di conseguenza, la velocità di memorizzazione nella cache, la latenza del disegno e i framerate per le regolazioni sono stati notevolmente migliorati. È abbastanza difficile da misurare, ma prova a lavorare con i livelli in Capture One 10 e noterai immediatamente l'aumento delle prestazioni.

A proposito, assicurati di aggiornare il tuo motore di file RAW alla decima versione per ottenere tutte le funzionalità di Capture One 10.

Strumento Messa a fuoco della fotocamera

Lo scatto in tethering è sempre stato una delle caratteristiche principali di Capture One e nella decima versione ha un nuovo strumento di messa a fuoco della fotocamera.

Il nuovo strumento ti consente di regolare automaticamente e manualmente la messa a fuoco durante le riprese. E la notizia migliore è che lo strumento Camera Focus funziona con fotocamere Sony, Nikon e Canon, nonché con Phase One IQ / XF.

A causa di alcune specifiche hardware, lo strumento Messa a fuoco della fotocamera con le fotocamere Nikon e Canon funziona solo in modalità Vista dal vivo. Vale anche la pena sottolineare che l'indicatore di messa a fuoco automatica non è disponibile con le fotocamere Canon e i pulsanti di regolazione della messa a fuoco manuale, con le fotocamere Sony.

Anche con queste limitazioni, è un ottimo strumento per i fotografi di interni, di cibo e di prodotti.

Supporto per dispositivi tangenti

Un altro aggiornamento significativo è il supporto hardware Tangent. In tutte le versioni precedenti manca il supporto per i dispositivi di editing, che spesso usano i ritoccatori professionisti.

Ora puoi collegare i dispositivi Tangent con Capture One e ottenere un incredibile controllo analogico sulla correzione e l'elaborazione del colore.

Altri miglioramenti

Supporto RAW compresso

Nelle versioni precedenti, alcune funzioni utili come la correzione dell'obiettivo, l'analisi dell'aberrazione cromatica e LCC non erano disponibili per i file RAW compressi.

Tuttavia, tutti questi strumenti ora funzionano alla grande con Canon mRAW / sRAW e Nikon RAW M (e RAW S per D5 e D500).

Mascheramento automatico

Ci sono buone notizie anche per i possessori di fotocamere Fuji: il mascheramento automatico è stato aggiornato per supportare qualsiasi tipo di file modificabile, incluso Xtrans.

Filtro per l'orientamento delle immagini

Un altro fastidioso problema delle versioni precedenti è stato risolto e ora puoi filtrare le immagini in base all'orientamento: orizzontale, verticale e quadrato. Tieni presente che il filtro considera il ritaglio applicato.

Sposta le cartelle nei cataloghi

Parliamo di miglioramenti piccoli ma utili: in Capture One 10 ora puoi spostare le cartelle all'interno delle "Cartelle" di Catalog e verranno spostate anche sul tuo disco rigido.

Di conseguenza, se desideri spostare la cartella con le tue immagini, puoi semplicemente trascinarla in una nuova posizione in Capture One e si sposterà automaticamente anche sul tuo HDD.

Nuovi spazi di lavoro

In Capture One 10, lo spazio di lavoro predefinito viene aggiornato; Ora, il browser si trova sul lato destro dello schermo e gli strumenti della scheda Composizione vengono uniti nella scheda Obiettivo. Gli sviluppatori hanno anche aggiunto la nuova area di lavoro "Migrazione" che fornisce un'interfaccia utente più familiare agli ex utenti di Lightroom.

In qualsiasi momento puoi passare alla classica area di lavoro di Capture One 9 o personalizzare completamente l'area di lavoro in base alle tue preferenze personali.

Ecco un video per mostrarti come funziona:

Altre proprietà di Apple Script

Apple Script è una delle funzionalità più sottovalutate dagli utenti di Capture One. Ti consente di creare una sequenza di azioni che viene eseguita automaticamente mentre esegui lo script.

Con le versioni precedenti, Phase One ha notevolmente ampliato la quantità di proprietà di Capture One per funzionare con Apple Script.

Nella nuova versione, hanno anche aggiunto alcune nuove funzionalità. Ora puoi utilizzare i comandi per comprimere / decomprimere EIP, sincronizzare i metadati e selezionare le varianti; Puoi scegliere come target le proprietà Exif (R / O) e i campi IPTC (R / W) utilizzando lo script per la modifica dei metadati.

Ottimizzazione in Capture One 10

  • Gli algoritmi di creazione JPEG sono ottimizzati per fornire la migliore qualità con le dimensioni più piccole possibili.
  • La generazione della velocità LCC è aumentata del 20%.
  • OpenCL, la tecnologia di accelerazione grafica, è ora abilitata per impostazione predefinita nelle impostazioni di Capture One.

Supporto per nuove fotocamere

• Supporto Sony a99 M2 • Supporto Sony RX100M5 • Supporto Sony a6500 • Supporto Sony a3500 • Supporto Olympus E-M1 mkll

Supporto per nuovi obiettivi

• Mamiya Sekor Fisheye ULD C 24 mm 1: 4 • Sony 70-200 mm F2,8 G (SAL70200G) • Sony FE 70-200 mm F4 G OSS • Sony E 18–200 mm F3,5-6,3 OSS • Sony E PZ 18-105 mm F4 G OSS (SELP18105G) • Sony E 55-210 mm F4,5-6,3 OSS (SEL55210) • Sony E 10-18 mm F4 OSS (SEL1018) • Sony E 20 mm F2,8 (SEL20F28) • Zeiss Vario-Tessar T * E 16-70 mm F4 ZA OSS (SEL1670Z) • Zeiss Sonnar T * FE 55 mm F1.8 ZA (SEL55F18Z) • Sony DT 50 mm F1.8 SAM (SAL50F18) • Sony DT 35 mm F1.8 SAM (SAL35F18) • Sony DT 30mm F2.8 Macro SAM (SAL30M28) • Sony 16mm F2.8 Fisheye (SAL16F28) • Olympus M.ZUIKO DIGITAL ED 25mm f / 1.2 PRO • Olympus M.ZUIKO DIGITAL ED 12-100mm f / 4 IS PRO • Olympus M.ZUIKO DIGITAL ED 40-150mm 1: 4.0-5.6 R

Questi erano i miei suggerimenti per Capture One Pro 10. Sentiti libero di lasciare un commento o una domanda.

Revisione di Phase One Capture One Pro

Conclusione

Phase One Capture One offre ai fotografi digitali professionisti e prosumer dettagli eccellenti dai file raw della fotocamera, nonché regolazione locale, colore avanzato e strumenti di livello, ma continua a seguire le funzionalità di organizzazione delle foto.

  • Torna all'inizio
  • Come ottenere il software e come iniziare
  • Novità di Capture One Pro 20
  • Interfaccia e importazione
  • Organizzazione delle foto
  • Regolazione delle foto
  • Maschere e livelli
  • Output delle foto in Capture One
  • Prestazioni
  • Il miglior strumento di acquisizione?

Eccellente conversione di file raw.

Piacevole, interfaccia migliorata.

Buon set di strumenti per la regolazione delle foto.

Riduzione del rumore superiore.

Strumento di codifica delle parole chiave.

Nessuna funzione di condivisione in linea.

L'interfaccia può diventare complessa, specialmente con i livelli.

Nessun riconoscimento facciale.

Nessuna funzionalità di unione di panorami o HDR.

Da Phase One, il produttore di hardware fotografico professionale di fascia alta come l'eccezionale IQ3 100MP Trichromatic da 100 megapixel, arriva il software di fotoritocco Capture One Pro 20, che offre strumenti di importazione di foto digitali, conversione di file raw da fotocamera, regolazione dell'immagine, editing locale e di livello e alcune funzionalità organizzative. Sì, è un grande aumento del numero di versione rispetto alla precedente versione 12, ma qui ci sono un discreto numero di miglioramenti. Il software supporta le riprese in tethering con una visualizzazione live del monitor e strumenti di messa a fuoco per le riprese direttamente dall'app. Capture One è un forte concorrente dei vincitori di Editors 'Choice Adobe Photoshop Lightroom, DXO Optics Pro e altri nello spazio del flusso di lavoro fotografico professionale grazie agli aggiornamenti alla sua interfaccia, alla capacità di plug-in di esportazione, agli strumenti di mascheramento e soprattutto alla sua conversione di file raw. .

Ottenere il software e iniziare

Puoi acquistare il software a titolo definitivo per $ 299 o iscriverti a $ 20 al mese. C'è anche un piano mensile di $ 15 se paghi in anticipo per un anno. Questi prezzi sono un po 'alti se si considera che è possibile ottenere Adobe Photoshop Lightroom Classic e Photoshop per un abbonamento di $ 9,99 al mese. Ottieni tre licenze Capture One per i tuoi soldi, più del massimo di due computer di Adobe. L'aggiornamento da una versione precedente costa $ 159. Capture One (per Sony) e Capture One Fujifilm costano $ 129 ciascuno; queste versioni sono complete ma supportano solo i file RAW di quelle fotocamere di quei marchi. Una versione di prova gratuita e completamente funzionante di 30 giorni ti consente di testare il software prima dell'acquisto.

Capture One Pro è disponibile per macOS (10.13 o successivo) e da Windows 7 SP1 a Windows 10 (solo 64 bit) ed entrambi richiedono una macchina con almeno un processore Core 2 Duo, 8 GB di RAM e 10 GB di disco libero spazio. Ho provato la versione per Windows. Occupa 620 MB di spazio su disco rigido, ma è un po 'più piccolo dei 2 GB di Lightroom Classic. Ho dovuto aggiornare il mio catalogo immagini la prima volta che ho eseguito l'aggiornamento, ma è stato rapido. Si attiva il software utilizzando un account Capture One e un numero di serie. In tutto, l'installazione non è più difficile che iniziare con Lightroom.

Prodotti simili

Adobe Photoshop

CyberLink PhotoDirector

Adobe Lightroom Classic

Serif PhotoPlus X6

ACDSee Photo Studio Professional

Adobe Photoshop Elements

ACDSee Ultimate

Apple Foto (per macOS)

Microsoft Foto (per Windows 10)

Ashampoo Photo Commander

DxO PhotoLab

Skylum Luminar

Novità di Capture One Pro 20

Per gli appassionati di Capture One, ecco un foglio sulle novità della versione 20:

  • Un nuovo editor di colori, con otto gamme di colori e uno strumento cursore per vedere le modifiche nell'immagine
  • Riduzione del rumore migliorata,
  • Miglioramenti dell'interfaccia, inclusi scorrimento, etichette dei pulsanti, colore di sfondo modificabile, selettore del bilanciamento del bianco aggiornato e nuove scorciatoie da tastiera
  • Dispositivi di scorrimento HDR migliorati, ora con dispositivi di scorrimento in bianco e nero per un migliore controllo del contrasto
  • Strumento Ritaglia migliorato con maniglie sui bordi, blocco delle proporzioni e (infine) tasto Invio per terminare il ritaglio
  • Migliore supporto DNG e supporto raw aggiunto per il modello di fotocamera, inclusi Canon 90D, Nikon Z50, Pentax K-1 II, Olympus E-M5 III e Ricoh GR III

Come ripasso, ecco cosa abbiamo ottenuto nella versione precedente (Versione 12):

  • Interfaccia aggiornata con Resource Hub (vedi appena sotto)
  • Sistema di menu rinnovato
  • Gestione scorciatoie da tastiera
  • Intervallo di luminosità, gradiente lineare e mascheramento del gradiente radiale;
  • Plug-in per l'esportazione e la pubblicazione
  • Supporto esteso di AppleScript
  • Simulazioni di pellicole Fujifilm

Interfaccia e importazione

Quando si esegue Capture One per la prima volta, Resource Hub si apre sulla finestra principale del programma. Offre schede per Novità, Tutorial, Webinar, Supporto e Plug-in Shopping. Se lo ignori, puoi ripristinarlo dal menu Aiuto. Quasi tutto nell'hub apre una pagina web nel tuo browser, quindi non sono sicuro del motivo per cui non c'è solo un link nella finestra del programma a una pagina di indice web di tutto questo.

Nonostante alcune modifiche all'interfaccia, l'app è ancora riconoscibile per gli utenti di Capture One di lunga data ed è molto più impegnata delle interfacce di Lightroom Classic e Skylum Luminar. La finestra grigia scura (regolabile) presenta due grandi pulsanti per l'importazione e l'acquisizione collegata. A differenza dell'interfaccia di Lightroom Classic, quella di Capture One non è modale. Cioè, non presenta aree di lavoro diverse per funzioni diverse, come l'organizzazione, la modifica o l'output. Invece, fai tutto in un'unica interfaccia. Puoi utilizzare i pulsanti nella parte superiore del pannello di controllo a sinistra per passare da 10 visualizzazioni (rispetto alle 12 nelle versioni precedenti) in base a ciò che stai facendo al momento: Libreria, Cattura, Obiettivo, Colore, Esposizione, Dettagli, Regolazioni ( inclusi i preset), Metadati, Output e Batch. Puoi rimuovere qualsiasi visualizzazione che non utilizzi di frequente.

Nella parte superiore, 11 pulsanti della barra degli strumenti consentono di passare tra i cursori Seleziona, Panoramica, Lente di ingrandimento, Ritaglia, Raddrizza, Trapezio, Rimozione macchie, Disegna maschera, Bilanciamento del bianco e Applica regolazioni. Proprio come in Photoshop, facendo clic con il pulsante destro del mouse (o tenendo premuto) questi pulsanti si apre un menu a discesa con più scelte di cursore, inclusi Zoom e Panoramica. Il cursore Applica regolazioni consente di copiare e incollare le regolazioni tra le immagini. La funzionalità Incolla è abbastanza intelligente da non includere la rimozione di macchie e il ritaglio e le novità della versione 20 sono miglioramenti al copia e incolla dei livelli.

Il programma offre buone opzioni di menu di scelta rapida e scorciatoie da tastiera (ad esempio, C per ritagliare, Ctrl-T per nascondere o mostrare il menu Strumenti e tasti numerici per le valutazioni). Puoi anche creare scorciatoie personalizzate per qualsiasi opzione di menu del programma. Puoi cercare scorciatoie, tramite la combinazione di tasti o il comando eseguito. I pulsanti Annulla e Ripristina sono sempre pronti per invertire gli errori di modifica, qualcosa che mi piace vedere in un'interfaccia. Le icone dei punti interrogativi in ​​ogni strumento ti portano alla voce della guida appropriata, davvero molto utile.

Un semplice movimento della rotellina del mouse ingrandisce rapidamente la foto. Come Lightroom Classic, Capture One non può eseguire lo zoom su una percentuale specifica. Invece, si ferma a importi prestabiliti, come il 25 percento, il 50 percento e così via. Non c'è alcuna indicazione se la foto che stai visualizzando è stata completamente renderizzata. Nei miei test, le foto sono state renderizzate più velocemente rispetto a Lightroom Classic, il che, tuttavia, indica quando la foto è completamente renderizzata. C'è una visualizzazione a schermo intero in Capture One che mostra sia il pannello laterale che la tua immagine, ma questo è molto meno utile della vera visualizzazione a schermo intero di Lightroom Classic. Ho anche scoperto che l'azione di base del passaggio dalla visualizzazione galleria alla visualizzazione immagine era meno intuitiva di quanto dovrebbe essere. A volte premevo il pulsante multi-immagine e il programma mi manterrebbe nella visualizzazione a immagine singola. In Lightroom è sufficiente fare doppio clic su un'immagine.

In alternativa al grande pulsante Importa, puoi impostare Capture One come opzione di riproduzione automatica predefinita quando colleghi il supporto della fotocamera. La finestra di dialogo di importazione è potente. Ti consente di scegliere l'origine, la destinazione, la ridenominazione dei file e i metadati del copyright. Puoi anche eseguire un backup simultaneo durante l'importazione e persino applicare stili di regolazione e preimpostazioni come Orizzontale B / N, curva di potenziamento dei toni medi e nitidezza. Anche la correzione automatica è un'utile opzione di importazione. È possibile ingrandire le miniature di anteprima, visualizzare singole immagini e scegliere quali immagini importare. Sfortunatamente, non puoi valutarli o taggarli prima dell'importazione. Il rilevamento dei duplicati del programma (come quello in Lightroom) ti evita di avere copie non necessarie sul tuo disco.

Come Lightroom Classic, Capture One archivia le informazioni (comprese eventuali modifiche) per le foto importate in database chiamati cataloghi. I file di immagine effettivi possono essere archiviati in una posizione di cartella diversa dal catalogo o direttamente al suo interno. Tenerli separati significa che puoi avere i file di immagine di grandi dimensioni su un'unità NAS, ad esempio. A differenza dell'app Adobe, Capture One ti consente di aprire più cataloghi contemporaneamente. L'impostazione predefinita è aprire il catalogo in cui stai importando non appena inizia l'importazione.

Una doppia barra di avanzamento mostra sia l'importazione complessiva che l'avanzamento dell'operazione corrente sui file. (Vedi la sezione Prestazioni di seguito per un confronto delle velocità di importazione; per farla breve: Capture One importa più velocemente di Lightroom, PhotoDirector e ACDSee Pro.) Puoi iniziare a lavorare sulle foto prima che l'intera importazione finisca, il che è utile.

Molti file raw della fotocamera che ho testato nel programma hanno un aspetto notevolmente migliore degli equivalenti Lightroom e ACDSee non regolati, e anche meglio dell'eccellente DxO Optics Pro. Capture One supporta le immagini DNG create dai programmi Adobe, trattandole come file raw originali. Anche con questi, vedo più dettagli in Capture One che nella conversione iniziale di Lightroom in alcune foto per alcuni modelli di fotocamera. Lightroom a volte tende alla saturazione eccessiva, anche se l'aumento della nitidezza ha portato i dettagli al livello iniziale di Capture One nella mia immagine di prova. La documentazione di Capture One afferma che il suo processo di conversione grezzo "utilizza un algoritmo estremamente sofisticato e brevettato."

Cattura una conversione raw a sinistra, Lightroom a destra (utilizzando il profilo Adobe Color). I colori sembrano più accurati con Capture One; entrambi sono senza aggiustamenti applicati.

Puoi cambiare le preimpostazioni della curva nella sezione Colore per il rendering tra Auto, Film Extra Shadow, Film High Contrast, Film Standard e Linear Response. Le prime modalità sono più sature e le ultime due danno il maggior numero di dettagli.

Come suggerisce il nome, l'acquisizione in tethering è un punto di forza di Capture One: offre più di qualsiasi concorrente, con la sua funzione Sessioni live-view. C'è anche un'app per iPad, Capture Pilot, che ti consente di mostrare, valutare e acquisire foto utilizzando il tablet Apple come telecomando.

Organizzazione delle foto

Capture One ti consente di aggiungere valutazioni a stelle tramite miniature nella parte inferiore delle miniature e nell'angolo inferiore destro della visualizzazione foto principale. Ti consente anche di applicare tag di colore per l'organizzazione, ma non esiste una semplice opzione Scegli o Rifiuta per le persone con processi meno granulari. Lo strumento per le parole chiave accessibile dalla scheda Metadati consente di aggiungere parole chiave per creare una libreria. La prossima volta che inizi a digitare nella casella di testo, viene suggerita qualsiasi voce corrispondente nella libreria. Puoi anche importare o esportare librerie di parole chiave e aggiungere parole chiave gerarchiche. Il programma, tuttavia, non offre una libreria di parole chiave precompilata. Un nuovo problema è che, dopo aver aggiunto una parola chiave a un'immagine, lo stato attivo passa all'immagine successiva, il che non è utile quando si tenta di aggiungere più parole chiave (sebbene sia possibile disattivare questo comportamento). Preferisco il trattamento delle parole chiave in Lightroom Classic, tuttavia, che offre un aiuto esauriente e predefiniti per organizzare le tue foto in questo modo estremamente utile.

Puoi creare i tuoi album (inclusi album smart basati su valutazioni, codici colore o criteri di ricerca), progetti o gruppi (che possono includere qualsiasi combinazione di quanto sopra). Ma dimentica le mappe georeferenziate integrate o i tag delle persone, come quelli che ottieni in Lightroom. Capture One offre buone opzioni di ricerca per data, nome file, valutazione e parola chiave.

Uno strumento organizzativo utile in Capture One si chiama Varianti. Simile alla funzione Istantanee di Lightroom Classic, le varianti consentono di creare più copie di una foto con diverse regolazioni e modifiche. Le varianti sono l'unico modo per ottenere una visualizzazione prima e dopo delle regolazioni e anche questo metodo non funziona come le viste affiancate di Lightroom Classic e DxO.

Regolazione delle foto

L'organizzazione potrebbe non essere il punto di forza di Capture One, ma nella sua selezione di strumenti di regolazione standard (esposizione, contrasto, ombre, luci, bilanciamento del bianco e così via) Capture One è il migliore. Il programma offre un istogramma regolabile, bilanciamento del bianco, esposizione, HDR e chiarezza. L'ultimo offre alcune modalità proprie, con Punch, Natural e Neutral che sono più efficaci della modalità Classic, che sembra solo rendere più nitide le immagini. Un paio di strumenti di Lightroom Classic che mi mancano in Capture One sono Vividezza e Dehaze. Quest'ultimo si è fatto strada in diverse applicazioni concorrenti, quindi la sua assenza in Capture One è ora eclatante. Per la cronaca, gli strumenti di rimozione della foschia in DxO PhotoLab e Skylum Luminar hanno funzionato meglio di quello in Lightroom, che ha aggiunto una dominante di colore.

Di solito riesco a ottenere un risultato finale altrettanto bello o più bello utilizzando gli strumenti di Lightroom Classic, anche se Capture One ottiene più dettagli e colori più naturali alla conversione raw iniziale. Dove prima c'era un pulsante A, Capture One ora utilizza un'icona della bacchetta magica per le regolazioni di correzione automatica, sia nella barra degli strumenti in alto che in ciascuna sezione di regolazione (Bilanciamento del bianco, Esposizione e così via). Puoi annullare le modifiche alla correzione automatica di una determinata impostazione (esposizione, bilanciamento del bianco e così via) individualmente, senza annullare le altre.

La sezione High Dynamic Range del programma ora aggiunge altri due cursori ai punti salienti e alle ombre della versione precedente: ora ottieni anche un cursore bianco e nero. I nuovi cursori aiutano davvero a creare un'immagine con un contrasto migliore; la regolazione di luci e ombre da sola spesso produce un'immagine sbiadita. Lo scopo dello strumento non è fornire effetti speciali, ma piuttosto perfezionare un'immagine e per questo sono utili. In confronto, PhotoDirector di CyberLink può creare immagini HDR con un impatto estremo e artistico.

Per quanto riguarda il vero HDR che utilizza più immagini della stessa scena scattate con esposizioni diverse, Capture One è completamente carente, senza tale strumento. Lo stesso vale per l'unione di panorami multi-scatto. Entrambi sono punti di forza di Lightroom.

Gli strumenti Livelli e Curve nel pannello Esposizione di Capture One sono molto più utili per creare immagini vivide. Capture One è incentrato sulla fedeltà delle immagini, anche se esistono stili che applicano effetti di colore e bianco e nero, oltre a uno strumento Grana pellicola.

Capture One include strumenti basati sul profilo per correggere la distorsione della geometria dell'obiettivo, sebbene l'obiettivo Canon EF 70-300 mm per la mia reflex digitale Canon non sia ancora incluso. La correzione dell'aberrazione cromatica rientra in questo sottoinsieme di correzione dell'obiettivo. Un'opzione generica ha fatto un buon lavoro nei miei test. Anche l'opzione Purple Fringing è efficace. DxO Optics Pro rimane la mia prima scelta per eliminare davvero l'aberrazione cromatica, sebbene anche Lightroom sia diventato molto bravo.

Capture One ha migliorato i suoi strumenti di riduzione del rumore nell'ultima versione e ho scoperto che alcune immagini avevano meno rumore nella conversazione grezza iniziale, al punto che ho dovuto applicare una riduzione del rumore del 50% in Lightroom per ridurre il livello di rumore Cattura il rendering iniziale di One. Si scopre che Capture One applica quella riduzione del rumore per impostazione predefinita. Anche così, il risultato di Capture One con le stesse impostazioni era più dettagliato del risultato di Lightroom, con la stessa quantità di uniformità. DxO Optic Pro offre il massimo in termini di riduzione del rumore, tuttavia, con il suo strumento Prime che richiede tempo.

Videos about this topic

Get started FAST in Capture One Pro
Capture One Pro 12 Review
Capture One Pro 20 | Overview
Capture One Pro V Adobe Lightroom - Why I Switched
Gone Capture-One 😘 CAPTURE ONE & FUJIFILM love fest
Capture One Pro 8 Webinar | Process to Print