I SuperPod di Plume sono un buon motivo per trasformare il WiFi in un abbonamento

Nel caso in cui tu abbia vissuto in una bolla wireless, il WiFi mesh è dove si trova.

Negli ultimi anni, i router WiFi mesh sono passati da prodotti promettenti al tipo di router ideale per chiunque ne sappia di più. Certo, se vivi in ​​un piccolo appartamento, è probabile che il router che hai ricevuto dalla tua compagnia telefonica o via cavo funzioni bene. Ma per chiunque abbia una metratura anche modesta, i router mesh possono riempire tutte le zone morte wireless che potresti avere, immergendo fino all'ultimo piede quadrato della tua casa in un WiFi affidabile.

L'idea di base è che i numeri sono potenti. Non importa quanto possa essere buono un singolo router, un unico punto di accesso wireless significa che la tua connettività WiFi ne risentirà quando ti allontani da esso. Ma una mesh diffonde più "pod" WiFi in tutta la casa, il che significa che i tuoi dispositivi non devono lavorare così duramente per mantenere una connessione stabile.

Lo spazio WiFi mesh è stato sperimentato da artisti del calibro di Eero, ma ora ci sono diversi router mesh sul mercato, inclusi modelli di Netgear e Google. Uno di questi è, i cui distintivi baccelli esagonali argento, che vengono forniti da sei in una confezione, sono quasi la definizione di austero.

I pod WiFi di Plume hanno un design semplice e piacevole.

Immagine: Pete Pachal / Mashable

Plume ha recentemente presentato un nuovo tipo di pod chiamato SuperPods. I SuperPod sono più grandi dei pod argento di prima generazione, con caratteristiche migliori e vengono forniti con solo tre in un pacchetto, per $ 199. Plume afferma che questi tre pod fanno un lavoro altrettanto buono se non migliore nel creare una rete WiFi mesh rispetto a quelli d'argento precedenti.

Volevo vedere se fosse vero, quindi ho chiesto a Plume di prestarmi una confezione dei nuovi pod. In realtà sono già un cliente Plume: un set di pod di prima generazione funge da rete WiFi di casa mia, quindi ero in una buona posizione per giudicare se i SuperPod fossero all'altezza del compito.

Le avventure di SuperPod

Con il passare dei router WiFi, i pod di Plume hanno un aspetto piuttosto interessante. Sono fondamentalmente prismi esagonali, con un lato più piccolo dell'altro, quindi sono facili da impugnare. Hanno una finitura metallizzata argento opaco, una spina di alimentazione sul lato piccolo, una porta Ethernet sul fondo e il LED più piccolo e piccolo sul davanti.

Mentre i pod di prima generazione avevano all'incirca le dimensioni di una clementina, i SuperPod sono più simili a una vera arancia. Quelle che ho ottenuto erano una finitura viola "Plum", ma puoi ottenerle anche nella finitura Noce o Champagne. Le loro dimensioni maggiori le rendono leggermente più scomode per alcune prese di corrente, a seconda di cos'altro stai collegando lì, ovviamente.

Confronto tra i Plume SuperPods e le dimensioni dei pod di prima generazione.

Immagine: Pete Pachal / Mashable

I SuperPod sono migliori dei pod di prima generazione in alcuni modi. Potresti aver sentito parlare del WiFi dual-band, che è fondamentalmente lo standard ora per la maggior parte dei dispositivi e consente connessioni più veloci rispetto a una banda singola. I SuperPod sono tri-band, il che consente una velocità ancora migliore e una portata maggiore. Dove i pod di prima generazione hanno una porta Ethernet, i SuperPod ne hanno due, permettendoti di collegare facilmente dispositivi solo cablati.

I Plume SuperPod hanno due porte Ethernet, quindi è più facile collegare dispositivi cablati.

Immagine: Pete Pachal / Mashable

L'app Plume semplifica la configurazione di una rete. Uno degli aspetti positivi dell'avere startup come Plume "interrompono" lo spazio WiFi è che ha trasformato il processo di configurazione in un'esperienza amichevole e mobile-first. L'app ti guida attraverso l'intero processo, dal collegamento del primo pod, che si connette al modem, al collegamento della tua attrezzatura.

La mia parte preferita dell'app deve essere la visualizzazione dei pod nella mia rete su un diagramma interessante, che li mostra come grandi punti bianchi, e i dispositivi ad essi collegati come minuscoli cerchi in orbita attorno a quei punti, quasi come elettroni. Puoi controllare la tua rete e la sua connettività in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo.

La mia rete con i sei pod originali.

La mia rete con solo i tre SuperPod. L'app "ricorda" i miei pod di prima generazione, anche dopo averli scollegati.

Dato che avevo già una rete Plume, le cose erano ancora più facili. Puoi combinare SuperPods con pod di prima generazione, purché il pod principale, quello che si collega al tuo modem, sia un SuperPod. Dopo averlo sostituito, è stato facile aggiungere gli altri due SuperPod alla mia rete.

L'app ti consente di assegnare un nome a ogni singolo pod. Puoi divertirti con questo e nominarli come i tuoi personaggi televisivi preferiti, cibo o membri della famiglia, ma ero piuttosto poco originale e li ho semplicemente chiamati per le stanze in cui si trovavano.

L'app Plume semplifica la configurazione di una rete e l'aggiunta di pod.

Puoi rinominare i pod come preferisci.

Anche se sono già un utente Plume, volevo testare i SuperPod come se fossi un nuovo cliente, quindi dopo aver nominato e posizionato i miei SuperPod nei posti giusti, ho scollegato tutti i miei pod regolari. Ho osservato sul diagramma di rete dell'app come tutti i punti bianchi che rappresentano i miei pod attuali si disconnettevano dai nuovi punti che rappresentano i SuperPod e diventavano rossi.

Mi sono preso un momento per pensare a quello che è appena successo. Avevo appena cambiato completamente l'hardware della mia rete, ma la rete stessa era completamente intatta. Tutti i miei dispositivi ora sono collegati ai SuperPod, utilizzando le stesse informazioni di accesso, invece dei pod precedenti. La mia rete WiFi aveva praticamente assunto una vita propria, indipendentemente dall'hardware che la creava.

Più veloce di un pacchetto di dati in accelerazione

Tralasciando le questioni ontologiche, ho deciso di capire se valeva la pena aggiornare. I SuperPod promettono una portata e una velocità maggiori rispetto ai pod della generazione precedente, il che significa che la velocità di connessione dovrebbe essere ancora maggiore nelle parti più remote della casa.

Con i tre SuperPod completamente attivi - uno collegato al mio modem via cavo nel mio soggiorno, uno nel mio ufficio di casa al secondo piano e uno nella mia camera da letto (anch'esso al secondo piano) - sono andato nell'angolo più lontano nella mia soffitta al terzo piano per controllare la velocità di connessione con l'app Speedtest di Ookla. (Divulgazione: Ookla è di proprietà di Ziff Davis, la società madre di Mashable.)

Per fornire una linea di base, ho testato la velocità di connessione con un router "normale", un Apple AirPort Extreme, che era il mio router preferito fino a quando non l'ho sostituito con i pod Plume all'inizio di quest'anno. Il mio ISP promette una velocità di caricamento e download di 50 Mbps secondo il mio piano, ma in soffitta non ci sono nemmeno riuscito:

Velocità di download di 2,00 Mbps

Velocità di caricamento di 5,09 Mbps

Con i miei sei pod di prima generazione (incluso uno nell'attico del terzo piano, a circa 3 metri dal luogo del test), i risultati sono stati molto migliori e ho potuto effettivamente ottenere qualcosa di simile alla velocità di connessione promessa:

45.9 Mbps di velocità di download

Velocità di caricamento di 13,6 Mbps

Dubitavo che i SuperPod fossero in grado di batterlo, soprattutto perché non ho messo un SuperPod al terzo piano. Ma hanno battuto l'hanno fatto e sono rimasto un po 'scioccato nel vedere che la velocità di download era ancora più veloce di quanto il mio ISP avesse promesso!

Velocità di download di 57,1 Mbps

34,2 Mbps di velocità di caricamento

Quindi i Plume SuperPods sono sicuramente un aggiornamento, anche se hai già il WiFi mesh. Ma non è l'ultima parola sul fatto che dovresti ottenerli.

È un uccello! È un aereo! Suo. un abbonamento?

Prima di immergerti nell'acquisizione di un set di pod Plume, dovresti sapere che il modello di business dell'azienda non riguarda solo la vendita di hardware; vede il WiFi come un servizio a cui ti iscrivi. Ed è un buon caso: nel mondo di oggi, in cui tutti collegano costantemente sempre più dispositivi alla tua rete, con esigenze diverse e diversi livelli di sicurezza, gestire tutto sta diventando un compito arduo.

Puoi scegliere di acquistare solo l'hardware e gestirlo da solo, e questa è stata l'impostazione predefinita da quando le reti domestiche sono diventate una cosa. Ma Plume e poche altre società si stanno attivando per essere essenzialmente il CIO di casa tua, gestendo una rete domestica sicura per te in modo che tu non debba farlo.

Plume chiama questo WiFi "adattivo". Il servizio gestirà continuamente il tuo traffico di rete, conoscerà le esigenze dei singoli pod in stanze specifiche per ottimizzare le tue connessioni. Si assicurerà inoltre che tali connessioni siano protette, monitorando il comportamento dei dispositivi per rilevare eventuali segni di pirateria informatica, malware e simili.

Ottieni tre SuperPod in un pacchetto standard da $ 199.

Immagine: Pete Pachal / Mashable

La cattiva notizia: significa ancora un'altra quota di abbonamento. Plume addebita $ 60 all'anno per la gestione della rete, con il primo anno gratuito con l'acquisto. Puoi anche acquistare un abbonamento a vita per $ 200. (Se eri già un cliente Plume prima del lancio dei SuperPods a giugno, ti iscrivi a un abbonamento gratuito a vita.)

Stiamo tutti sottoscrivendo servizi (Netflix, cloud storage, Office 365, ecc.) che prima non eravamo, ma Wi-Fi domestico? Anche a $ 5 al mese, è un compito arduo. E per essere chiari, i SuperPod continueranno a funzionare se non ti iscrivi, semplicemente non ottieni i vantaggi dell '"iscrizione", che include il controllo genitori, la possibilità di creare "pass per gli ospiti" per la tua rete (non è la stessa una rete ospite), test di velocità e assistenza clienti 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Se tutto ciò suona come qualcosa che un router dovrebbe fare comunque, allora dovresti considerare l'abbonamento "a vita", che eleva il costo di una confezione da tre da $ 199 a $ 399. È piuttosto costoso, come vanno i router, ma sono d'accordo che ho trovato l'esperienza Plume - dal design all'app alla velocità ultraveloce che ho ottenuto nella mia soffitta - un premio significativo rispetto a un singolo router normale. < / p>

Altre due cose da considerare sono la sicurezza e la privacy. È certamente vero che Internet è un luogo più pericoloso di quanto non fosse qualche anno fa e le reti domestiche, con tutti i tipi di gadget casuali ad esse collegati, sono potenziali terreni di coltura per cose come le botnet. Mantenere la sicurezza su queste reti richiede una vigilanza costante e ciò comporta un costo. Alcune aziende, come BitDefender, ne fanno il principale punto di forza dei loro router in abbonamento.

Poi c'è la questione della privacy, che, sulla scia di scandali sui dati come lo scandalo Facebook-Cambridge Analytica, è più rilevante che mai. Poiché il modello di business di Plume si basa sugli abbonamenti degli utenti, non ha bisogno di utilizzare i dati dei clienti per scopi di marketing o pubblicitari e la startup afferma di non aver mai intenzione di farlo.

Alla fine, tuttavia, la sicurezza, la privacy e la semplicità che Plume promette sono "intangibili", il che rende l'abbonamento più simile a un'assicurazione. Ci sono chiari vantaggi in termini di prestazioni nel passare a un router mesh come Plume, ma la maggior parte non vedrà il valore del pagamento di un canone mensile fino a quando non accade qualcosa di brutto, come un hack della tata o un adolescente che divora la larghezza di banda della rete con un'intensa sessione Xbox .

Vuoi mettere fine a queste sfortunate possibilità, mantenendo il WiFi di casa semplice, veloce e, ammettiamolo, un po 'attraente? Questo è il motivo per acquistare Plume e, dopo averlo usato e averlo apprezzato molto, non sono così sicuro che sia un brutto affare.

Revisione del sistema Wi-Fi adattivo Plume: non lasciarti tentare dal design innovativo di questo sistema Wi-Fi mesh

Rivedi le sezioni

Plume afferma che con la sua funzione Auto channel hop, i Plume Pod utilizzano diversi canali o bande, scegliendo deliberatamente quelli che non sono affollati in modo che la perdita di segnale da ogni hop sia ridotta al minimo, se non eliminata. Ciò dovrebbe tradursi in prestazioni più veloci e affidabili, consentendo alla velocità del Wi-Fi di rimanere costante anche se estesa. Durante i nostri test, tuttavia, la velocità del sistema si è rivelata tutt'altro che coerente.

Prestazioni del sistema Wi-Fi di CNET Labs

Legenda:

Buona portata, ma Wi-Fi lento e incoerente

Il sistema Plume si basa sul numero di pod per fornire copertura. Ciò significa che ogni pod stesso non deve avere una grande portata Wi-Fi. Infatti, con l'idea di avere un pod per stanza, non sei mai a più di 10 o 15 piedi di distanza da un pod. E questa è esattamente la gamma ideale per ogni pod.

Durante i miei test in una piccola casa di circa 1.800 piedi quadrati, avevo effettivamente bisogno di tutti e sei i pod per avere un segnale Wi-Fi ovunque - qualcosa che un router Synology RT2600AC standard, se posizionato al centro della mia casa, poteva ottenere tutto da solo. Hai anche bisogno di una presa elettrica a muro per ogni pod, e questo può diventare complicato considerando quante cose vogliamo collegare in questi giorni. Ho dovuto usare due prese multiple per installare un set di sei pod in tutta la casa. Un'altra cosa è che, se hai bambini o animali domestici, i baccelli possono essere facilmente scambiati per giocattoli, quindi fai attenzione!

Mentre il problema della portata può essere facilmente risolto ottenendo più pod, Plume come sistema è francamente piuttosto lento. Un singolo pod può raggiungere una velocità massima di 350 megabit al secondo, ma con più pod generalmente ho una velocità Wi-Fi compresa tra 25 Mbps e 125 Mbps nella maggior parte delle stanze. Questa fluttuazione di velocità si è verificata anche quando sono rimasto nello stesso punto. Sembrava che questa fosse la nozione "adattiva" del sistema al lavoro e cambiava automaticamente la velocità in tempo reale a seconda del traffico di rete, il che alla fine poteva o meno essere vantaggioso per l'utente.

Ci si potrebbe chiedere perché avrei bisogno di una velocità Wi-Fi più elevata quando i contenuti 4K, l'attività più pesante in streaming, richiedono solo 25 Mbps. È vero se lo streaming e l'utilizzo di Internet sono tutto ciò che desideri. Tuttavia, il Wi-Fi può essere utilizzato anche per altre attività locali, come la condivisione dei dati, i backup di rete, le telecamere di sicurezza in rete e così via. Più veloce è sempre meglio. Ho provato un semplice database di accesso condiviso tramite il Wi-Fi di Plume e le prestazioni sono state estremamente lente.

Plume Design afferma che il sistema ottimizzerà automaticamente la trasmissione dei dati tra i suoi pod per fornire le migliori prestazioni nel tempo, in particolare dopo circa una settimana. Ho testato il sistema a casa per sette giorni e non ho riscontrato alcun miglioramento. In sostanza, dopo circa un'ora raggiungerà uno stato coerente.

Il Plume richiede molte prese elettriche in casa per funzionare.

Nessuna funzionalità

Come tutti i sistemi Wi-Fi, ciò che puoi fare con Plume potrebbe cambiare nel tempo tramite gli aggiornamenti del firmware. Per ora, tuttavia, il sistema non dispone di funzionalità che si trovano comunemente in altri sistemi Wi-Fi, come priorità della larghezza di banda, protezione online, controllo genitori e così via.

Fondamentalmente, puoi farlo funzionare solo in modalità router (dove è l'unico router in casa) o in modalità Auto (dove funziona come un'estensione Wi-Fi di una rete esistente), impostare il port forwarding e cambiare il nome di ogni pod. Oltre a questo, offre una visualizzazione interessante della rete domestica che assomiglia a un sistema solare galleggiante in cui l'unità principale del router è il sole, ogni pod Plume in più è un pianeta e ogni client connesso è un satellite. E questo è tutto! La maggior parte degli altri sistemi Wi-Fi ti offre almeno il filtro web e alcune funzionalità più utili. Tutti i router hanno molto di più.

Dovrei comprarlo?

Se ti interessa solo navigare in Internet o guardare Netflix in streaming, il sistema Plume lo farà bene. A parte i costi, un cestino pieno di baccelli Plume, più alcune prolunghe, porterà rapidamente e sicuramente una connessione Internet moderata in ogni angolo della tua casa.

Videos about this topic

RISOLVO INDOVINELLI STUPIDI PER GENTE POCO INTELLIGENTE - Braindom
15 SEGRETI SCIOCCANTI SUL CIBO CHE MANGI TUTTI I GIORNI
Come Essere Divertenti e Diventare l\'Anima di OGNI Festa?
Gatti pazzi - PROVA A NON RIDERE ( Compilation Novembre 2017 )
pera_toons\: battute divertenti😂(PER VEDERE ALTRE BATTUTE ANDATE SU QUESTO CANALE)(1)
Strani modi per mangiare di nascosto || Hack divertenti per mangiare ovunque