Recensione Asus ZenFone 5

Sezioni

  • Page 1 Recensione di Asus ZenFone 5
  • Pagina 2 Analisi del software e delle prestazioni
  • Pagina 3 Fotocamera, durata della batteria e verifica del verdetto
  • Esperienza utente ricca di funzionalità
  • Display ampio e luminoso
  • Bellissimo design
  • Elementi dell'interfaccia utente convoluti
  • Nessuna certificazione IP
  • Software con bug

Specifiche chiave

  • Prezzo di revisione: £ 349,99
  • Display da 6,2 pollici 18: 9, FHD +, IPS, 500 nit, copertura DCI-P3 completa
  • Snapdragon 636
  • Doppio obiettivo che combina un obiettivo Sony 363 da 12 megapixel f1,8 a 6 elementi con un obiettivo grandangolare secondario da 8 megapixel f2,0 posteriore.
  • 3300 mAh
  • Android Oreo con ZenUI
  • Fotocamera anteriore da 8 megapixel

Cos'è l'Asus ZenFone 5?

Dopo un paio d'anni di pausa, Asus ha riportato in vita lo ZenFone 5, ma le cose sono notevolmente diverse rispetto al telefono a cui siamo stati introdotti per la prima volta nel 2014.

Asus ha aggiunto alcuni dettagli di design premium, hardware impressionante e una robusta disposizione a doppia fotocamera in questo presunto telefono di fascia media. Ma con promesse così alte è destinato a inciampare?

Asus ZenFone 5 - Design

Negli ultimi anni, Asus ha adottato un approccio più mirato alla creazione dei suoi smartphone. L'azienda ha scelto di concentrarsi su un singolo aspetto del set di funzionalità di un dispositivo per fungere da headline-maker. Lo ZenFone Zoom, lo ZenFone Selfie e, più recentemente, lo ZenFone AR si adattano tutti a questo stampo.

Nel frattempo, le uscite numeriche come ZenFone 5 devono aderire a un approccio diverso, offrendo coerenza in ogni aspetto dell'esperienza che offrono. Con questo in mente, il design dello Zenfone 5 pone aspettative elevate.

Nonostante la sua posizione, ZenFone 5 sembra e si sente come un dispositivo di punta. Condivide la sua carrozzeria con l'ammiraglia ZenFone 5Z alimentato da Asus Snapdragon 845, e come tale puoi aspettarti un bellissimo livello di vestibilità e finitura, punteggiato dal design concentrico della linea sottile dell'azienda sul retro del dispositivo.

Il modo in cui questo pannello posteriore diffonde la luce sarà immediatamente riconoscibile a chi ha familiarità con gli altri prodotti Asus, rafforzando la sensazione che il design del telefono sia stato considerato e ben eseguito.

Il vetro si curva per incontrare il telaio in alluminio del telefono, che presenta piccoli smussi su entrambi i lati per migliorare la presa. Accoppiato con una faccia esterna arrotondata e pallinata, si sente bene sotto il dito e sembra anche attraente.

Come nel caso di tutti gli altri telefoni con corpo prevalentemente in vetro in questo momento, l'unica vera preoccupazione è la sua propensione ad attirare macchie, impronte digitali e macchie, che sono un male inevitabile.

Per fortuna, l'uso di Gorilla Glass significa che il telefono è resistente a graffi e graffi. Tuttavia, se hai la possibilità di esporre il tuo nuovo ZenFone a un po 'di difficoltà, la custodia flessibile e trasparente nella confezione sarà una gradita inclusione.

La parte posteriore del dispositivo ospita un sensore di impronte digitali posizionato centralmente che, nonostante l'ingombro considerevole del telefono, si trova naturalmente sotto il dito indice. Nell'angolo in alto a sinistra, troverai l'array della doppia fotocamera del telefono, allineato verticalmente nello stile dell'iPhone X.

Tutti i controlli hardware (il tasto di accensione e il controllo del volume, ad esempio) sono resi in metallo per adattarsi al telaio del telefono e si trovano lungo il lato destro del dispositivo. L'altoparlante, la connessione USB-C reversibile e un jack per cuffie standard da 3,5 mm si trovano lungo il bordo inferiore del telefono.

Nonostante le sue dimensioni, ZenFone 5 è un telefono sorprendentemente leggero con 155 grammi (10g più leggero dello ZenFone dell'anno scorso).

Un'omissione lampante è l'assenza di qualsiasi forma di certificazione IP, quindi mentre il telefono potrebbe non lamentarsi di essere utilizzato in una stanza polverosa o con le mani umide, immergere il tuo ZenFone in acqua è decisamente un no.

Asus ZenFone 5 - Schermo

Con i suoi 6,2 pollici, lo schermo dello ZenFone 5 è decisamente grande. Il passaggio a rapporti di aspetto più poco ortodossi, come il pannello alto 18,7: 9 sul 5, ha consentito ai produttori di comprimere display molto più grandi in telefoni che in precedenza sfoggiavano schermi 16: 9 più convenzionali.

In effetti, le dimensioni dello ZenFone 5 non sono poi così diverse dallo ZenFone 4 dell'anno precedente (è un po 'più corto), ma Asus è riuscita a riempire uno schermo extra di 0,7 pollici nella stessa quantità di spazio.

L'azienda ha ottenuto questo risultato riducendo al minimo le cornici lungo i lati e nella parte superiore del dispositivo. Rimane un "mento" definitivo, che assume la forma di una striscia più spessa di cornice sotto il display. Tuttavia, l'effetto collettivo rende ancora ZenFone 5 una scelta eccellente per gli amanti dei media, con un impressionante rapporto schermo-corpo dell'83,6%.

Come ogni altro telefono che spinge più pixel sul bordo della cornice, il LED di notifica, l'auricolare e la fotocamera si trovano all'interno di una tacca che taglia il bordo superiore dello schermo. Indipendentemente da ciò, c'è ancora molto spazio su entrambi i lati per più notifiche e icone di sistema per rimanere facilmente leggibili.

In verità, non è chiaro il motivo per cui Asus non abbia posizionato lo schermo più in basso sulla parte anteriore del telefono, rimuovendo contemporaneamente il "mento" e la tacca di cui sopra. Potrebbe essere che l'azienda volesse capitalizzare l'interesse per questa stranezza del design, resa popolare dall'ultimo iPhone di Apple? È una possibilità.

Il pannello stesso è un IPS + LCD con una risoluzione Full HD + 1920 x 2246 estesa. È un display nitido che può tranquillamente andare in punta di piedi con artisti del calibro di Huawei P20 per una chiarezza generale, ma perde qualsiasi forma di visualizzazione HDR (high dynamic range).

Brilla in altre aree, tuttavia, con una luminosità massima promessa di 550 nit e il supporto per la gamma di colori DCI-P3 al 95%. Ciò significa film dai colori accurati in movimento.

In pratica, lo schermo trasmette immagini leggermente più interessanti di quelle a cui sono abituato. Se dovessi trovare lo stesso, c'è una gamma impressionante di impostazioni di visualizzazione con cui giocare. Puoi modificare la temperatura del colore, la modalità colore e aggiungere un filtro per la luce blu per la visione a tarda notte. C'è anche un'opzione per nascondere la tacca utilizzando una barra nera basata su software.

Una cosa su cui hai meno controllo è la luminosità dello schermo. Ci sono interruttori e cursori per la luminosità manuale e il timeout dello schermo, ma la modalità di luminosità adattiva automatizzata è un po 'inaffidabile.

A volte è stato lento a rispondere, impiegando troppo tempo per riconoscere il passaggio da un ambiente più oscuro a uno più luminoso o viceversa. A volte imposta la luminosità a un livello completamente sbagliato, il più delle volte che non brucia inutilmente le retine in una stanza buia.

A parte i controlli della luminosità poco chiari, la mia più grande preoccupazione era navigare su uno schermo così grande con un solo guanto. Per fortuna, esiste una modalità con una mano dedicata integrata nell'esperienza utente di Asus. Una volta capito, ha offerto la soluzione perfetta; arrivare a quel punto non è stato il viaggio più facile, tuttavia.

Dopo aver trovato e attivato la "Modalità con una mano" nella sezione "Avanzate" del menu delle impostazioni del telefono, un doppio tocco dell'icona del pulsante home riduce l'interfaccia nell'angolo inferiore sinistro dello schermo . Hai la possibilità di ridimensionarlo o ridimensionare l'interfaccia utente a schermo intero con un solo tocco. Tuttavia, come utente destrorso, avere l'interfaccia condensata situata sul lato sinistro dello schermo creava comunque un allungamento considerevole.

È stata necessaria un'analisi approfondita della Guida ZenUI mal tradotta e basata su errori di battitura del telefono per capire che la barra bianca su cui si trovano i due controlli di ridimensionamento è essa stessa un elemento manipolabile. Una nota che vale la pena prendere se qualche lettore di questa recensione incontra lo stesso sconcertante enigma dell'interfaccia.

Recensione Asus Zenfone 5: il telefono di fascia media per portare Asus alla grande?

Nel complesso, lo Zenfone 5 è un solido smartphone di fascia media di prezzo medio da cui Asus può evolversi e progredire. Ha abbastanza diritto da renderlo degno di considerazione, ma con Honor, Moto e Nokia che bussano tutti alla porta di Asus (spesso per meno soldi), ha anche il suo bel da fare. Leggi il verdetto completo

(Pocket-lint) - Storicamente, Asus non è stato un attore importante nel mercato dei telefoni a prezzo medio del Regno Unito. Ma i tempi stanno cambiando, come mostra l'Asus Zenfone 5 del 2018. Fresco del recente lancio dell'iPhone X, questo telefono Android da £ 350 rappresenta sicuramente parti del design ormai familiare di Apple, con i colpi di scena e le caratteristiche visive di Asus che mantengono le cose interessanti rispetto a concorrenti come Honor e Motorola. / p>

Il fatto è che, con una tale precedente assenza sul mercato e altre stranezze come il sistema operativo ZenUI Android ma non altrettanto buono come Android, l'Asus Zenfone 5 fa abbastanza per salta fuori come il nuovo telefono che vorresti avere in tasca? La risposta è un mix di sì e no. Avendo utilizzato il telefono come dispositivo quotidiano per un'intera settimana, la sua solida durata della batteria e il design interessante sono ostacolati da un software approssimativo e da un prezzo che non annichilisce del tutto la sua concorrenza più consolidata. / p>

Progettazione

  • Struttura in metallo con retro in vetro
  • Finiture: Meteor Silver / Midnight Blue
  • Scanner di impronte digitali posizionato posteriormente
  • Jack per cuffie da 3,5 mm
  • 153 x 76 x 7,7 mm; 165 g

Da uno sguardo frontale lo Zenfone 5 potrebbe essere scambiato per un iPhone X (a patto che lo schermo non fosse attivo e non potessi vedere la differenza nel software). Questo è sia un complimento che una critica: mostra che Asus sta lavorando a una base accettata e consolidata che molti utenti di telefoni vorranno, optando per la dimensione corretta nel palmo della mano; ma non mostra necessariamente un mucchio di originalità.

Inoltre, non è una copia carbone di iPhone. Il retro in vetro, ad esempio, viene fornito con un sottile colore argento sporco (o c'è blu-nero) che sembra piacevole, mentre un jack per cuffie da 3,5 mm significa che non ci sono problemi con il collegamento delle cuffie (è stato un po 'un salvatore per noi, dato il numero di lattine cablate che possediamo).

Inoltre, lo scanner di impronte digitali di Asus non è posizionato frontalmente come il tasto Home di Apple, è invece posizionato in modo circolare da dietro. Molto in alto nella parte posteriore. Tipo, decisamente troppo alto. Abbiamo iniziato ad abituarci a questo posizionamento, ma è una portata non necessaria per sbloccare il dispositivo e sembra che ci sia mancato il pensiero. Tuttavia, almeno funziona senza sforzo e non ritarda la risposta come i nuovi scanner sotto il vetro trovati nel Vivo NEX S e Huawei Porsche Design Mate RS, per esempio.

Ci sono anche altre stranezze che costano il design: quel retro di vetro può scheggiarsi abbastanza facilmente (abbiamo avuto un piccolo intaccatura nel giro di pochi giorni), mentre i pulsanti del volume del nostro dispositivo sono diventati incollati e complicati da usare dopo appena 48 ore (nonostante non abbia mai fatto cadere il telefono o messo sotto inutili pressioni).

Schermo

  • Display Super IPS + da 6,2 pollici
  • Risoluzione Full HD + (2246 x 1080)
  • Supporto colore DCI-P3
  • Notch (può essere nascosto dal software)
  • Rapporto schermo-corpo del 90%

Lo Zenfone 5 offre uno schermo decente da 6,2 pollici, tuttavia, che domina il design. Il rapporto schermo-corpo del 90% si ottiene grazie alla cornice piccola e al mancato posizionamento dello scanner sulla parte anteriore del dispositivo (cosa che Motorola fa incautamente con i suoi G6 e G6 Plus). È un aspetto audace.

L'aspetto che divide il design dello schermo è la presenza della tacca, quella "depressione" oscurante nella parte superiore centrale dello schermo, dove sono posizionati la fotocamera anteriore e l'altoparlante. Ma è un grosso problema? Inizialmente pensavamo che potesse essere, ma con il prossimo sistema operativo Android a bordo con questo modulo, sembra essere la norma per i prossimi due anni. Inoltre, è il tipo di caratteristica del design che quasi si dissolve dalla vista nel tempo, come abbiamo detto dell'eccellente Huawei P20 Pro.

Nel complesso, lo schermo offre nitidezza, luminosità, angoli di visualizzazione e colore decenti, senza sembrare innaturale. E quella tacca può essere nascosta tramite le impostazioni del software (alcune app la nascondono automaticamente comunque) per un aspetto più uniforme (è un display LCD, tuttavia, quindi i neri non sono a un livello OLED di nero totale, che può essere visibile in più luminoso luce solare intorno alla tacca in particolare).

Hardware e prestazioni

  • Processore Qualcomm Snapdragon 636, 4 GB di RAM
  • Capacità della batteria di 3.300 mAh, ricarica rapida USB-C
  • 64 GB di memoria integrata, slot per schede microSD per l'espansione
  • Sistema operativo Android 8.1 con Asus ZenUI 5 re-skin

Sul fronte della potenza, la variante britannica dello Zenfone 5 presenta un processore Qualcomm Snapdragon 636 e 4 GB di RAM. C'è un modello "Z" più potente che riceveranno gli altri territori, caratterizzato da più potenza e più RAM.

Ora, questo processore di medio livello è più capace di quanto potrebbe sembrare, gestendo app e giochi con relativa facilità. I tempi di caricamento non sono lenti, né sono di livello di punta, mettendo Zenfone 5 esattamente dove ti aspetteresti: al centro del pacchetto.

Contestualmente parlando, il prezzo richiesto di £ 349 è un po 'alto se si considera che il Moto G6 Plus a schermo più grande ha un processore SD630 simile, ma un prezzo inferiore di £ 269. Ciò potrebbe rappresentare un problema per Asus, dato che Moto è un marchio di telefoni internazionali più affermato con una storia più lunga nella produzione di alcuni dei telefoni economici da battere. E c'è anche Nokia, con i suoi telefoni prodotti da HMD Global che offrono un ottimo rapporto qualità-prezzo e specifiche simili (per non parlare di una lunga storia che risuonerà tra i clienti attenti al marchio).

Anche se Zenfone 5 si comporta bene per la maggior parte, non è privo di problemi, la maggior parte dei quali sono dovuti al software. Sì, Asus utilizza il sistema operativo Android Oreo, che è ottimo in formato stock su Google Pixel 2 e Pixel XL 2, ma poi scava i talloni e aggiunge il software ZenUI dell'azienda sopra le righe. Anni fa questo software era un vero ostacolo; nel 2018, in ZenUI 5, è abbastanza utilizzabile, ma aggiunge piccoli problemi e arresti anomali occasionali che non ci aspetteremmo.

Twitter è stato salvato diverse volte durante il nostro utilizzo, ad esempio. Gli avvisi vengono visualizzati con bordi non trasparenti sulla schermata iniziale, che sembrano trasandati. Più problematico nel nostro utilizzo erano le notifiche incoerenti: WhatsApp è il primo esempio, un'app che spesso doveva essere aperta per ricevere notifiche - e questo nonostante gli scavi nel menu per garantire che avesse tutte le autorizzazioni di notifica sempre attive e attive). In breve: il software è ok, ma non è buono come il puro Android, quindi non è buono come gli sforzi di Motorola e, beh, non è altrettanto buono. Anche Huawei ha un'esperienza più raffinata con la sua configurazione EMUI.

D'altro canto, ZenUI 5 offre alcuni vantaggi. Se hai due account Facebook, WhatsApp o Google Play Games, ad esempio, puoi eseguirli entrambi contemporaneamente con diversi accessi tramite l'opzione App Twin. È proprio come l'offerta di Huawei con lo stesso nome e potenzialmente utile per gli account aziendali / personali.

Un'altra area in cui lo Zenfone 5 si riscatta ulteriormente è la durata della batteria. La cella da 3.300 mAh sotto il cofano ha una capacità decente, anche se non la più grandiosa (il P20 Pro è una scelta migliore), che dura per circa 16 ore. È abbastanza buono per l'uso quotidiano, anche con alcuni giochi lanciati (abbiamo giocato ossessivamente a South Park: Phone Destroyer) senza troppe preoccupazioni. E con la ricarica rapida USB-C sono possibili anche ricariche rapide in poco tempo, ma non per Oppo Find X super veloce.

  • Le migliori offerte di telefoni cellulari per Apple iPhone, Samsung Galaxy, Google Pixel, OnePlus e altri

Fotocamere

  • Doppia fotocamera posteriore da 12 megapixel, apertura f / 1.8
  • Sensore Sony IMX363, pixel di grandi dimensioni da 1,4 µm
  • Stabilizzazione ottica dell'immagine a 4 assi
  • Secondo obiettivo super grandangolare, campo visivo di 120 gradi (lo standard è 83 gradi)
  • Riconoscimento automatico della scena nella fotografia AI
  • Fotocamera frontale da 8 MP, apertura f / 2.0

Sulla carta, la configurazione della doppia fotocamera dello Zenfone 5 sembra una delle sue caratteristiche principali. Per certi versi è vero; da un altro punto di vista è incoerente al punto che i concorrenti sono un passo avanti. Il che è un peccato dato il potenziale dell'obiettivo standard e grandangolare e il sensore Sony di fascia alta che si trova sotto il cofano dello Zenfone 5.

Ci sono molte funzioni per parole d'ordine a bordo: riconoscimento automatico delle scene AI (intelligenza artificiale); una telecamera grandangolare con campo visivo più ampio rispetto all'obiettivo standard; e dimensioni in pixel superiori alla media per una qualità teorica migliorata.

Scegli queste funzionalità a parte, tuttavia, e non sono all'altezza del loro potenziale: la fotografia AI è troppo sottile per fare molta differenza, tranne che per il pop di colore aggiuntivo (almeno non è troppo zelante come il sistema di Huawei nel P20 però); la fotocamera grandangolare non è una vera forma, come si trova nell'LG G7, ma fornisce invece un rapporto di aspetto ultra lungo e molte aberrazioni angolari e morbidezza che influiscono sulla qualità complessiva; mentre i pixel di grandi dimensioni non vengono gestiti con la stessa agilità di elaborazione offerta da alcuni concorrenti, il che si traduce in immagini dall'aspetto non pulito come potrebbero essere.

Altrove l'HDR (gamma dinamica elevata) non è così capace o ad ampio raggio come il migliore in circolazione, mentre alcune stranezze di elaborazione (un artefatto simile a un mattone bianco attorno al viso di un soggetto, ad esempio - vedi gli arbitri di polo immagine del cavallo nella galleria) aggiungono stranezze indesiderate in modo simile alle imperfezioni del software ZenUI. Anche le condizioni di scarsa illuminazione non sono gestite particolarmente bene, poiché la mancanza di dettagli è un elemento importante da portare via.

Tutto ciò potrebbe suonare piuttosto dannoso. Ma Asus non ha prodotto una fotocamera scadente, dipende solo dalle tue aspettative. A questo prezzo, in un campo di cellulari con fotocamera ok ma non sorprendenti nella fascia di prezzo £ 250-400, ci sono abbastanza punti positivi, come facilità d'uso, stabilizzazione ottica dell'immagine e risultati che sono più che sufficienti per la condivisione sui social. C'è anche la modalità Ritratto per la sfocatura dello sfondo e altre funzionalità, inclusa una modalità Pro per la regolazione manuale che ritieni opportuno.

Tutto sommato, la fotocamera dello Zenfone 5 rappresenta l'inesperienza di imaging di Asus: ha molti dei componenti giusti, ha alcune ottime idee, ma non si solidifica tutte insieme nel miglior modo possibile per creare fotocamera che batterà la concorrenza per sei.

Sulla carta l'Asus Zenfone 5 è uno smartphone di fascia media ben equipaggiato. Tuttavia, nel mondo reale è anche quello che mostra un po 'di inesperienza in un mercato che i suoi concorrenti dominano da diversi anni.

Videos about this topic

Asus Zenfone Selfie la recensione di HDblog
Recensione ASUS ZENFONE 7
XIAOMI MI 11 RECENSIONE\: Uno SMARTPHONE MOSTRUOSO!
Recensione Asus Zenfone 5Z
Recensione ASUS Zenfone 7
RECENSIONE ASUS ZENFONE 7 PRO\: per chi si è stancato del \"solito\"