Recensione Canon EOS M50

Esiste un notevole divario tra smartphone o fotocamere compatte e DSLR, sia in termini di dimensioni che di prestazioni.

Se sei ansioso di migliorare la tua fotografia / videogioco ma forse sei scoraggiato dalle dimensioni e dalla complessità di una reflex digitale, Canon EOS M50 colma perfettamente questo divario.

Questa fotocamera mirrorless con obiettivo intercambiabile si è dimostrata estremamente popolare, dominando le vendite in Giappone più di un anno dopo il suo rilascio ... e dopo alcuni giorni di viaggio e di esperimenti, posso capire perché.

Potente, compatta, divertente e conveniente: la fotocamera ideale per chiunque abbia bisogno di una straordinaria qualità dell'immagine da una fotocamera altamente portatile.

La Canon EOS M50 raggiunge un punto debole difficile da raggiungere tra prestazioni elevate, maneggevolezza e prezzo accessibile.

È stata una fotocamera estremamente popolare sin dal suo rilascio, ma è la fotocamera giusta per te? Diamo un'occhiata più da vicino.

Riepilogo della recensione di Canon EOS M50

La Canon M50 è una fotocamera mirrorless che colma il divario tra smartphone e DSLR. Sebbene più piccolo, più leggero ed economico di una DSLR, vanta una qualità dell'immagine impressionante, video 4K, scatti a raffica a 10 fps e un sistema di messa a fuoco automatica avanzato. Offre anche un mirino, cosa che manca a molti dei suoi concorrenti.

Sommario

Recensione Canon EOS M50 | Specifiche

Pensata per coloro che si diplomano da uno smartphone o da un semplice punta e scatta, Canon EOS M50 si trova a metà strada tra una fotocamera compatta (vedi guida) e una DSLR.

Ha una forma molto simile a una reflex digitale, ma molto più piccolo in termini di dimensioni e peso. È semplice da usare ma vanta un sensore APS-C da 24,1 MP in grado di offrire una qualità dell'immagine semi-professionale e funzioni avanzate per coloro che desiderano avere più voce in capitolo sul modo in cui vengono catturate le immagini.

In particolare, la Canon EOS M50 è la prima fotocamera a includere l'ultimo motore di elaborazione DIGIC 8 di Canon, che consente video 4K, scatti a raffica a 10 fps e un sistema avanzato di messa a fuoco automatica (AF) Dual Pixel CMOS.

Riepilogo delle specifiche di Canon EOS M50:

  • Sensore APS-C da 24,1 MP
  • Motore di elaborazione DIGIC 8
  • EVF OLED da 36 milioni di punti
  • Touchscreen articolato da 0 "/ 76,2 mm e 1,04 milioni di punti
  • Sistema Dual Pixel CMOS AF con 143 punti AF
  • Scatto a raffica a 10 fps
  • Video 4K e Full HD
  • Time-lapse 4K
  • Connettività Wi-Fi, NFC e Bluetooth integrate
  • Supporta file in formato JPEG, RAW CR3 a 14 bit e C-RAW (compressi)

Tramite il suo innesto per obiettivo intercambiabile, la Canon EOS M50 si abbina a un numero crescente di obiettivi Canon EF-M, incluso l'obiettivo del kit EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM utilizzato per questa recensione.

Equivalente a 24-72 mm in termini di full frame / 35 mm, questo zoom compatto è un piccolo e grande tuttofare per viaggi, paesaggi, istantanee e ritratti.

Costruzione e aspetto

Le dimensioni compatte della Canon EOS M50 la rendono una perfetta fotocamera da viaggio (guida).

Come accennato prima, la Canon EOS M50 è come una mini DSLR semplificata. Il corpo dal design accattivante è compatto e leggero (390 g comprese batteria e scheda di memoria), anche se si sente solidamente costruito e sicuro in mano grazie a un'impugnatura strutturata e ben conformata.

Si bilancia perfettamente con l'obiettivo del kit, che un'elegante chiusura mantiene contratto per un trasporto / stoccaggio sicuro.

Nella parte superiore centrale della Canon EOS M50 si trova un flash pop-up integrato; un mirino elettronico con un display ampio e fluido; e una slitta a contatto caldo per accessori opzionali come un flash esterno.

Sono presenti un microfono integrato e una porta HDMI (buone notizie per vlogger e videomaker) ma nessuna ricarica USB, quindi avrai bisogno del caricabatteria e di una presa a muro per rimanere acceso.

Ergonomia e maneggevolezza

Il touchscreen estraibile di EOS M50 è particolarmente utile per essere creativi con la composizione.

La Canon EOS M50 è una fotocamera entry-level, quindi, come ci si aspetterebbe, è incredibilmente facile da usare.

I menu sono facili da navigare e includono guide (che possono essere attivate / disattivate) per aiutare i tiratori inesperti a selezionare la modalità / funzione giusta per i risultati desiderati.

La modalità di scatto completamente automatica ("Scene Intelligent Auto") fa un lavoro straordinario nell'adattare le impostazioni della fotocamera alla scena scelta.

Puoi anche specificare il tipo di foto che stai scattando (dai primi piani alle scene notturne) in modalità Scena speciale; applicare filtri creativi assortiti (come effetti fish-eye o toy camera); oppure assumi un maggiore controllo utilizzando la priorità dei tempi (Tv), la priorità dei diaframmi (Av) o la modalità completamente manuale.

Il display LCD è luminoso e chiaro e anche la reattività del touch screen è eccellente.

A parte il complicato pulsante di registrazione video (vedi di più in "Video"), tutti i pulsanti e le ghiere sono facili da utilizzare.

Il touchscreen posteriore risponde rapidamente a tocchi e passaggi, che possono essere utilizzati per navigare nei menu e rivedere le immagini, nonché impostare la messa a fuoco e azionare l'otturatore.

Puoi facilmente capovolgere e / o inclinare lo schermo, il che è estremamente utile per scattare selfie / vlog o comporre da angolazioni complicate.

Tutto sommato, i principianti dovrebbero trovare la Canon EOS M50 molto accessibile. La fotocamera dispone di pulsanti e ghiere appena sufficienti per consentire agli utenti punta e clicca di assumere gradualmente il controllo manuale, se lo desiderano.

D'altra parte, i tiratori esperti abituati a utilizzare le impostazioni manuali complete apprezzeranno probabilmente una o due ghiere in più in modo da poter cambiare rapidamente apertura, velocità dell'otturatore e ISO.

Prestazioni di messa a fuoco

Canon EOS M50 + obiettivo EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM | 1/250 af / 7.1 ISO 2500

Uno dei maggiori punti di forza di Canon EOS M50 è il nuovo e migliorato sistema di messa a fuoco automatica Dual Pixel (AF) di Canon, che ho trovato veloce e preciso.

È stato anche semplice regolare utilizzando la funzione Touch and Drag AF. Con questa funzione abilitata, potevo facilmente toccare lo schermo per spostare il mio punto / area di messa a fuoco automatica senza distogliere lo sguardo dal mirino.

Ho notato che l'AF occasionalmente vacillava in condizioni di scarsa illuminazione, basso contrasto e situazioni molto ravvicinate (almeno con l'obiettivo del kit EF-M 15-45 mm STM).

Tuttavia, nella maggior parte dei casi potrei aggirare questo problema utilizzando la messa a fuoco manuale con il picco di messa a fuoco abilitato.

Nella mia esperienza, il tracking AF ha funzionato bene nel seguire i soggetti in movimento, a condizione che non si muovessero troppo velocemente, in modo irregolare o vicino ai bordi della cornice.

Eye AF (disponibile in modalità Servo / AF continuo) ha anche svolto un buon lavoro di rilevamento e tracciamento degli occhi delle persone.

Durante le riprese di selfie o vlog in modalità automatica, la fotocamera ha messo a fuoco i miei occhi automaticamente, senza alcun intervento da parte mia.

Prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione

Canon EOS M50 + obiettivo EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM | 1/125 af / 6.3 ISO 3200

La Canon EOS M50 fa un lavoro di tutto rispetto in condizioni di scarsa illuminazione. Vedrai rumore a sensibilità più elevate (fino a ISO 6400), ovviamente, ma è gestito bene nei file RAW e non è estremamente evidente a meno che non esegui lo zoom avanti o, presumibilmente, se stampi su una scala super-grande.

L'immagine sopra è stata ingrandita al 100%

Qualità dell'immagine

Canon EOS M50 + obiettivo EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM | 1/125 af / 6.3 ISO 400

La qualità dell'immagine della Canon EOS M50 è a dir poco impressionante. Ho scattato un mix di JPEG in modalità automatica e file RAW in manuale ed entrambi hanno catturato dettagli precisi con colori ricchi e naturali.

Canon EOS M50 + obiettivo EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM | 1/200 af / 6.3 ISO 250

Pochi dei miei scatti hanno avuto bisogno di molto, se del caso, di editing, sebbene la gamma dinamica nei file RAW fosse sufficiente per me per schiarire leggermente le ombre e limitare le alte luci senza sacrificare molta qualità.

Come con altri canoni, però, ho trovato meglio sbagliare dalla parte della sovraesposizione.

Prestazioni complessive

Compatta, resistente, ricca di funzionalità e facile da usare: EOS M50 è una fotocamera davvero divertente!

Il processore DIGIC 8 rende la Canon EOS M50 incredibilmente veloce da avviare e utilizzare.

Consente raffiche continue fino a 10 fps (fotogrammi al secondo) o 7,4 fps con AF continuo, quindi non dovresti avere problemi a catturare i momenti di volo.

(Meglio ancora, l'otturatore può essere silenziato in modo da poter fotografare cose come animali o eventi senza attirare l'attenzione su di te.)

Il buffer gestirà facilmente pile di JPEG successivi ma, nella mia esperienza, deve essere cancellato tra una manciata di file RAW CR3 standard. Se hai bisogno di riprendere continuamente una sequenza di azioni in RAW, salverei i file nel formato C-RAW più piccolo del 30-40%, ma di qualità molto simile.

La durata della batteria della Canon EOS M50 è di 235 scatti, che ho trovato più che sufficiente per una giornata di scatti di viaggio e video clip casuali, anche senza utilizzare la modalità di risparmio energetico.

Se ti affidi al display touchscreen e / o prevedi di scattare molte foto e registrare video per un periodo di tempo prolungato, ti consiglio di procurarti una o due batterie di riserva.

Video

Come con le foto, Canon EOS M50 semplifica l'acquisizione di video di qualità, in 4K o Full HD (25p o 50p).

La qualità dell'immagine è elevata e ci sono numerose funzioni, dall'obiettivo integrato (con l'obiettivo del kit montato) e la stabilizzazione dell'immagine digitale a una funzione time lapse 4K, a vantaggio sia dei nuovi che degli esperti.

Se sei in modalità "Scene Intelligent Auto", registrare filmati è semplice come premere il pulsante rosso di registrazione video. (Questo mi ha richiesto un po 'di pratica per ottenere il risultato corretto, a causa delle dimensioni ridotte e della posizione angolata del pulsante.)

La modalità filmato manuale è un'opzione separata sulla ghiera delle modalità e offre l'accesso a funzioni più avanzate, come un filtro per il vento e un attenuatore per ridurre la distorsione del microfono.

Il lato negativo è che Dual Pixel AF, che funziona bene in Full HD come con le foto, non è disponibile in 4K. Il Full HD potrebbe essere l'opzione migliore se ti affidi all'autofocus.

C'è anche un ritaglio di 1,6x e un notevole rolling shutter in 4K. Suggerirei quindi di utilizzare un obiettivo più ampio (il più ampio disponibile è Canon EF-M 11-22mm f / 4-5.6 IS STM) per i vlog o altri lavori grandangolari e la modalità Full HD per il panning.

Rapporto qualità-prezzo

È difficile racchiudere così tante funzioni in una fotocamera a un prezzo così conveniente.

Rispetto ad altre fotocamere mirrorless con obiettivo intercambiabile di stile e prezzo simili, Canon EOS M50 offre un rapporto qualità-prezzo molto ragionevole.

È notevolmente più veloce della Fujifilm X-T100 (rilasciata poco dopo la Canon EOS M50), offre una qualità dell'immagine superiore rispetto alla Olympus OM-D E-M10 Mark II (2015) e alla Panasonic GX80 / 85 (2016) e è molto più semplice da usare rispetto alla Sony a6300 (2016).

Non ha tutte le opzioni di obiettivi (per ora) come nessuno dei precedenti o prestazioni video solide come Panasonic o Sony. Tuttavia, questo non dovrebbe importare alla maggior parte dei fotografi.

La Canon EOS M50 offre una delle migliori combinazioni di qualità dell'immagine, funzionalità e usabilità nella sua fascia di prezzo.

Canon EOS M50 | Conclusione

Canon EOS M50 + obiettivo EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM | 1/125 af / 10 ISO 100

Se stai cercando il massimo valore e la qualità dell'immagine con il minimo sforzo o sforzo, è difficile andare oltre Canon EOS M50.

In molti modi, dalla qualità dell'immagine alla velocità di scatto e alla precisione, questa mini mirrorless rivaleggia, o addirittura migliora, una DSLR entry-level. A differenza della maggior parte delle reflex digitali, però, viaggia come un incantesimo e dovrebbe richiedere alla maggior parte delle persone pochissimo tempo per imparare.

Inoltre, l'eccellente set di funzioni della fotocamera significa che i principianti non dovrebbero superarlo troppo rapidamente.

Coloro che hanno ambizioni più serie, penso, starebbero meglio con una DSLR o una fotocamera mirrorless più avanzata che offre maggiori opzioni di lenti, durata della batteria, controlli manuali e (se è una priorità) funzionalità video professionali.

La Canon EOS M50 non è perfetta al 100%, ma è perfetta per i fotografi principianti / occasionali e per i creatori di video.

È ottimo anche per i tiratori esperti che cercano un viaggio divertente o una fotocamera di tutti i giorni. Se non possedessi già troppe fotocamere, la Canon EOS M50 sarebbe una prospettiva seria per il mio kit fuori servizio.

Potente, compatta, divertente e conveniente: la fotocamera ideale per chiunque abbia bisogno di una straordinaria qualità dell'immagine da una fotocamera altamente portatile.

Attrezzatura da CameraPro Australia | Cibo di Mason Wines Mt Tamborine

Dichiarazione di non responsabilità: tutte le raccomandazioni sono imparziali e basate sull'esperienza dell'utente, senza pregiudizi per i prodotti o il marchio. I prodotti in questo post possono contenere link di affiliazione.

Recensione Canon EOS M50

La Canon EOS M50 ha finalmente raggiunto il punto debole delle mirrorless per Canon, combinando funzionalità, mirino e convenienza.

Per fotocamera digitale, 11 novembre 2019

Il nostro verdetto

La Canon EOS M50 racchiude molta tecnologia nel suo corpo compatto e il fatto che abbia un mirino, quando così tante fotocamere mirrorless di prezzo simile non ce l'hanno, è un grande punto di forza. L'obiettivo del kit retrattile da 15-45 mm, tuttavia, è un po 'scomodo da usare e la modalità video 4K ha alcune limitazioni inaspettate. Tuttavia, questo è un grande passo nella giusta direzione per la serie EOS M di Canon.

  • AF CMOS Dual Pixel veloce
  • Mirino elettronico integrato
  • Eccellente touchscreen ad angolazione variabile

Contro

  • Limitazioni 4K impreviste
  • Meccanismo di ritrazione manuale dell'obiettivo
  • Controlli esterni semplificati

La Canon EOS M50 ha segnato un cambiamento nell'approccio di Canon alle sue fotocamere EOS M mirrorless, offrendo finalmente quasi tutte le funzionalità che cercheremmo a un prezzo che sembra abbastanza ragionevole.

Il lancio delle nuove fotocamere mirrorless full frame Canon EOS R ed EOS RP ha rubato alcune delle luci della ribalta della gamma EOS M di Canon, ma con il rilascio di EOS M6 Mark II, è chiaro che Canon non se ne è dimenticata it.

EOS M50 rimane la fotocamera EOS M più accessibile e utile per i relativamente nuovi arrivati ​​alla fotografia, sia che tu stia cercando la migliore fotocamera mirrorless per imparare a fotografare o la migliore fotocamera per principianti.

Probabilmente è giusto dire che queste fotocamere EOS M non hanno esattamente preso d'assalto il mondo, ma EOS M50 potrebbe cambiare tutto questo, e per tre ragioni. Innanzitutto, ha un mirino elettronico. È solo il secondo modello EOS M ad avere un EVF integrato - il primo era il molto più costoso EOS M5 - e sebbene gli utenti di smartphone non possano perdere un mirino, i fotografi e gli appassionati lo faranno sicuramente.

In secondo luogo, EOS M50 può registrare video 4K. È stato il primo modello EOS M a offrire questa funzione (seguito dalla più recente EOS M6 Mark II) e questo lo pone un passo avanti rispetto alla EOS M5 ormai datata. Ha anche un processore DIGIC 8, invece del vecchio processore DIGIC 7 di EOS M5. Questo tipo di salto di qualità tecnico accade di tanto in tanto quando i modelli di fascia media superano le fotocamere di fascia alta nelle specifiche chiave.

Questo ci porta al prezzo. Con lo stesso obiettivo del kit retrattile EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM della EOS M5, la EOS M50 corrisponde, e per alcuni aspetti batte, le specifiche di quella fotocamera, ma per circa due terzi del prezzo . Quindi, se volevi una fotocamera EOS M con mirino e hai trovato EOS M5 troppo costosa, questa è la fotocamera che fa per te.

Tuttavia, in termini di specifiche fisiche, la M50 taglia decisamente alcune curve. Il suo esterno semplificato ha un solo quadrante di controllo, mentre EOS M5 ha due ghiere di controllo e una ghiera di compensazione EV. Se riesci a conviverci, però, stai ridendo fino in banca, perché EOS M50 ti dà molto di più per i tuoi soldi.

Questa potrebbe essere la fotocamera EOS serie M in cui Canon ha finalmente trovato il giusto equilibrio.

Specifiche

  • Sensore: CMOS APS-C da 24,1 MP, 22,3 x 14,9 mm
  • Processore di immagini: DIGIC 8
  • Punti AF: AF CMOS Dual Pixel 143/99 punti
  • Intervallo ISO: da 100 a 25.600
  • Dimensione massima dell'immagine: 6.000 x 4.000
  • Zone di misurazione: 384 zone
  • Video: 4K UHD a 25 / 24p
  • Mirino: EVF OLED, 2.360.000 punti
  • Scheda di memoria: 1x SD / SDHC / SDXC (UHS-I)
  • LCD: touchscreen ad angolazione variabile da 3 pollici, 1.040.000 punti
  • Raffica massima: 10 fps (7,4 fps con AF)
  • Connettività: Bluetooth, Wi-Fi, NFC
  • Dimensioni: 116,3 x 88,1 x 58,7 mm
  • Peso: 390 g (con batteria e scheda di memoria)

Caratteristiche principali

Con EOS M50, Canon punta alla qualità delle reflex digitali in un corpo compatto e, poiché utilizza lo stesso design del sensore delle reflex digitali APS-C dell'azienda, sembra che non ci sia motivo per cui non dovrebbe accadere.

Il sensore da 24,1 MP vanta l'AF Dual Pixel CMOS AF a rilevamento di fase sul sensore, che offre tra 99 e 143 punti AF, a seconda dell'obiettivo montato. Questo è più del numero di punti AF sulla più costosa EOS M5, quindi EOS M50 sta ottenendo il vantaggio di alcune delle più recenti tecnologie per fotocamere Canon, nonostante sia un modello di prezzo medio.

EOS M50 ottiene anche una velocità di scatto continuo di 10 fps, con messa a fuoco bloccata su quella del primo fotogramma. Questo scende a 7,4 fps con la messa a fuoco automatica continua, ma è comunque abbastanza buono per una fotocamera in questa fascia di prezzo.

L'inclusione del video 4K è la prima volta per la gamma Canon EOS M, ma sebbene sia un altro colpo d'occhio per la più costosa EOS M5, ci sono alcune limitazioni.

Uno è che la funzione Dual Pixel CMOS AF di Canon non è disponibile in questa modalità e la fotocamera torna invece a una messa a fuoco automatica più lenta con rilevamento del contrasto. Questa è un po 'una sorpresa e, sebbene ci sia indubbiamente qualche ragione tecnica per questo, sembra minare l'intero punto della tecnologia di rilevamento di fase sul sensore di Canon.

C'è anche un fattore di ritaglio 1,6x, in modo che quando passi al video 4K l'angolo di campo dell'obiettivo si restringe notevolmente. Non è un grosso problema, ma può significare che devi fare un passo indietro e riformulare quando pensavi di essere nel posto giusto. Se attivi la modalità di stabilizzazione dell'immagine digitale della fotocamera, l'angolo di campo si restringe di nuovo un po 'di più.

Puoi invece girare video in qualità Full HD, dove queste limitazioni non esistono, e questo offre frame rate fino a 120 fps per effetti al rallentatore.

Il mirino elettronico di EOS M50, che si basa su un pannello OLED con una risoluzione di 2.360.000 punti, è uno dei principali punti di forza della fotocamera, ed è affiancato da un display touchscreen da 3 pollici completamente articolato con una risoluzione di 1.040 k punti. Non è la risoluzione più alta che abbiamo visto, ma più che adeguata. Puoi toccare per impostare il punto di messa a fuoco o toccare e trascinare per spostare questo punto intorno al fotogramma, anche mentre hai l'occhio sul mirino.

Canon ha anche introdotto un nuovo formato di file Raw CR3 a 14 bit per la migliore qualità e una nuova alternativa C-RAW che, afferma, offre un risparmio del 30-40% sulle dimensioni del file rispetto ai normali file Raw. Ciò ti consentirà di ottenere più file raw sulle tue schede di memoria, ma l'archiviazione non è molto costosa oggigiorno, quindi questo sembra un vantaggio modesto nella migliore delle ipotesi.

Puoi anche comunicare senza fili tramite NFC, Wi-Fi e Bluetooth. Il Bluetooth consente il trasferimento automatico delle immagini su un dispositivo smart, ma la fotocamera dovrà comunque passare al Wi-Fi per il trasferimento delle immagini a piena risoluzione e il controllo remoto della fotocamera. Sui dispositivi Apple, ciò significa selezionare e autorizzare manualmente la rete Wi-Fi della videocamera ogni volta che ne avrai bisogno.

La EOS M50 sarà normalmente venduta con l'obiettivo Canon retrattile EF-M 15-45mm f / 3.5-6.3 IS STM. A parte questo, ci sono solo altri sei obiettivi nella gamma di obiettivi EF-M Canon e tutti gli obiettivi con specifiche relativamente basse e orientati al consumatore, del tipo che difficilmente tenterà i veri appassionati. Ci sono, tuttavia, opzioni di terze parti da Tamron, Samyang e Lensbaby oltre a questo, e puoi anche montare normali obiettivi Canon EF tramite l'adattatore di montaggio EF-EOS M. opzionale di Canon.

Creazione e gestione

La EOS M50 sembra e si sente molto simile a una reflex digitale in miniatura, fino all'alloggiamento del mirino in alto dove sarebbe un pentaprisma DSLR. C'è una presa sul davanti per una presa sicura con una mano, anche se devi piegare leggermente il dito indice per appoggiarlo sul pulsante di scatto e sulla ghiera di controllo circostante. Una fotocamera così piccola è destinata a sembrare un po 'angusta qua e là, e Canon ha fatto bene a mantenere i controlli ragionevolmente ben distanziati e accessibili.

La piastra superiore è notevolmente più rada rispetto a EOS M5, per ricordare che si tratta di un modello più orientato ai principianti. La ghiera della modalità principale è più piccola e non è presente alcuna ghiera di compensazione dell'esposizione, ma è probabile che nessuna di queste abbia molta importanza per il pubblico a cui è destinata questa fotocamera. È rivolto agli utenti che utilizzano per la prima volta fotocamere mirrorless piuttosto che agli esperti.

Sul retro è presente un piccolo controller a quattro vie con un pulsante Q / SET centrale. Canon non ha incluso una ghiera di controllo rotante qui, come su modelli come EOS M5, il che è un sollievo perché di solito sono difficili da girare senza premerli accidentalmente allo stesso tempo.

I pulsanti a quattro direzioni vengono utilizzati per la navigazione nei menu e nelle impostazioni, ma fungono anche da scorciatoie per l'impostazione della messa a fuoco automatica / manuale, la compensazione EV, la modalità flash e le funzioni di eliminazione. Il pulsante "giù", che viene utilizzato per quest'ultima funzione in modalità di riproduzione, non ha alcuna funzione durante le riprese con le impostazioni predefinite, ma è possibile programmarlo per accedere a una funzione come la modalità drive o l'ottimizzazione automatica dell'illuminazione, se lo si desidera.

Se premi il pulsante centrale Q / SET vedrai le impostazioni comuni della fotocamera disposte come icone sui lati sinistro e destro dello schermo con le impostazioni per ogni display orizzontalmente lungo la parte inferiore. Questo display è sovrapposto alla scena che stai fotografando, quindi puoi apportare modifiche mentre stai ancora guardando il soggetto, utilizzando i pulsanti di navigazione o toccando lo schermo.

L'interfaccia touchscreen di EOS M50 funziona davvero molto bene. Risponde immediatamente al tocco più leggero e le icone sono abbastanza grandi da non richiedere una precisione millimetrica quando si tocca. Puoi toccare un punto qualsiasi dello schermo per impostare il punto AF in un istante o trascinarlo sullo schermo con un dito. Funziona particolarmente bene quando guardi attraverso il mirino, poiché puoi utilizzare il pollice destro per trascinare il punto di messa a fuoco senza nemmeno spostare la presa.

I meccanismi dello schermo ad angolazione variabile a volte possono sembrare un po 'fragili, ma non questo. Lo schermo posteriore di EOS M50 ha un'azione girevole decisa con poco gioco e può anche essere ripiegato all'indietro in modo da essere protetto dal corpo della fotocamera, questo pannello posteriore rivestito con un rivestimento in pelle intelligente.

Le opinioni qui sono divise sulle combinazioni di colori disponibili. Per alcuni, EOS M50 sembra molto attraente in bianco e la finitura ha una sensazione di alta qualità liscia e lucida. Altri pensano che sia piuttosto terribile e che la versione nera sia quella giusta.

Qualunque sia il colore della fotocamera scelto, il già citato obiettivo del kit da 15-45 mm è disponibile in un colore semi-opaco, grigio medio. Il suo design retrattile lo rende molto più piccolo degli obiettivi del kit sulle fotocamere DSLR Canon e si abbina bene al corpo compatto della EOS M50. Questa è una combinazione di fotocamera e obiettivo che potresti stare comodamente in una borsa di tutti i giorni dove una DSLR sarebbe troppo grande.

Tuttavia, dover rilasciare manualmente l'obiettivo per le riprese diventa un compito piuttosto fastidioso. Si ottiene con un fermo a molla sul barilotto dell'obiettivo che è quasi a filo con l'ambiente circostante, quindi non è sempre facile da usare in fretta. È bello avere un'azione di zoom manuale una volta che l'obiettivo è esteso, ma, a conti fatti, probabilmente preferiremmo uno zoom elettrico come l'Olympus M.ZUIKO DIGITAL ED 14-42 mm 1: 3.5-5.6 EZ ' zoom pancake 'o Sony E 16-50mm f / 3.5-5.6 PZ OSS. Entrambi sono anche un po 'più piccoli dell'opzione Canon.

Nel complesso, EOS M50 è veloce, reattiva e molto soddisfacente da usare. Tuttavia, la retrazione manuale dell'obiettivo è un po 'dolorosa e la sua finitura è in contrasto con il resto della fotocamera.

Prestazioni

Il sistema Dual Pixel CMOS AF di EOS M50 è così veloce nella maggior parte delle situazioni che sembra quasi istantaneo e l'obiettivo del kit probabilmente merita un po 'di credito per questo. Gli obiettivi Canon STM (motore passo-passo) offrono una messa a fuoco automatica rapida e silenziosa, perfetta sia per le foto che per i video.

Tuttavia, le prestazioni video sono più contrastanti. Quando si riprendono video di qualità 4K, la fotocamera torna alla normale messa a fuoco automatica con rilevamento del contrasto, quindi mentre si rimette a fuoco se il soggetto si muove o se si modifica l'inquadratura, ci vogliono un paio di secondi per farlo. È vero che nei video una transizione lenta della messa a fuoco è spesso ciò di cui hai bisogno per mantenere un filmato fluido (a meno che tu non stia mettendo a fuoco manualmente), ma qui dovrai rallentare la tua tecnica per aiutare la fotocamera a stare al passo.

Videos about this topic

Canon EOS M50 review - first looks
Watch This Before You Buy A Canon M50!
canon EOS M50 unboxing, set-up, AND review! || best camera for youtubers??
Canon EOS M50 Review With 5 Lens
Four camera filters you still need for digital photography (Polarizer, ND, UV, Graduated ND)
How good is the EOS M50 review for Photography? With Sample Photos