Recensione Canon Rebel T6 (EOS 1300D)

Passa a una sezione

Introduzione

Nonostante il prezzo contenuto, le fotocamere entry-level sono fondamentali per il successo dei produttori di fotocamere. Queste sono le fotocamere con cui i consumatori iniziano i loro viaggi e intraprendono la loro carriera come fotografi o videografi. E per questo motivo, è facile trovare fotocamere eccellenti per relativamente pochi soldi nel mercato di oggi. La Canon Rebel T6, nota anche come EOS 1300D, mira a rimanere un'opzione rilevante per i nuovi fotografi. Lanciata inizialmente nella primavera del 2016, è una fotocamera entry-level e il successore ufficiale della Canon Rebel T5 rilasciata in precedenza.

Considerando che è passato così tanto tempo dal suo debutto originale, ora è disponibile a un prezzo eccellente, adatto per i principianti o per chiunque sia nuovo nella fotografia digitale SLR. Sulla carta, presenta specifiche per lo più identiche al suo predecessore. E serve più come un aggiornamento incrementale che come una revisione completa.

Tuttavia, Canon ha progettato questa fotocamera specificamente per coloro che desiderano sviluppare la propria fotografia e per gli utenti che eseguono l'aggiornamento da fotocamere compatte o smartphone alla ricerca di una migliore qualità dell'immagine. Canon punta a questo un forte concorrente della Nikon D5300, una fotocamera dal prezzo simile e altrettanto capace. Oggi affrontiamo i punti di forza e di debolezza e discutiamo se questo debba essere preso in considerazione nella ricerca della tua nuova fotocamera.

Quali sono alcuni dei vantaggi, dei cattivi e dei brutti della Canon T6 / 1300D?

Pro:

Qualità dell'immagine

Presenta lo stesso sensore CMOS da 18 MP del predecessore. Tuttavia, ora offre un modesto aggiornamento al processo di immagine sotto forma di un processore DIGIC 4+. Anche se questo è solo un aggiornamento incrementale, Canon afferma un miglioramento del 60% nella potenza di elaborazione rispetto al precedente DIGIC 4. Nel complesso, la qualità dell'immagine fornita qui è buona, anche se non eccellente. Le foto sono ben esposte con una piacevole resa cromatica, ma la fotocamera manca di dettagli precisi, altri verranno nella sezione contro di seguito.

La fotocamera offre una velocità di scatto continuo di 3 fps, che non è affatto veloce. Tuttavia, il processore aggiornato fornisce un buffer abbastanza potente, consentendo alla fotocamera di fornire scatti JPEG praticamente illimitati.

Qualità video

Come il predecessore, questa fotocamera offre anche la registrazione Full HD 1080p fino a 30 fps e offre il pieno controllo manuale.

Prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione

Presenta la stessa gamma ISO nativa del predecessore. In questo caso, da ISO 100 a 6.400, ulteriormente espandibile a ISO 12.800. Tuttavia, il processore migliorato consente alla fotocamera di fornire un modesto miglioramento delle prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione rispetto al predecessore. Gli utenti possono aspettarsi immagini utilizzabili fino a ISO 1.600. Ma sappi che, se si scatta in formato JPEG, la riduzione del rumore della fotocamera ammorbidirà le immagini, riducendo i minimi dettagli. In quanto tale, il formato RAW è il migliore, in quanto evita qualsiasi perdita di dettagli quando si scatta a ISO più elevati.

Concentrazione delle prestazioni

Presenta lo stesso modesto sistema di rilevamento di fase TTL a 9 punti del predecessore. E il punto più centrale è anche compatibile con il tipo incrociato, rendendolo il punto con le migliori prestazioni del sistema. In condizioni di luce intensa, la velocità di messa a fuoco è rapida e relativamente reattiva, sebbene non la più veloce rispetto agli standard odierni.

Prestazioni della batteria

Utilizza la batteria LP-E10, che Canon valuta per una durata di 600 scatti per carica. Grazie a questa durata della batteria, puoi scattare una giornata intera senza bisogno di ricarica.

Display e mirino

Al di fuori del processore migliorato, un'altra area di grande miglioramento rispetto al predecessore è lo schermo posteriore. Sebbene offra ancora un LCD TFT da 3,0 pollici di dimensioni simili, ora ha il doppio della risoluzione a 920K punti. Nel complesso, questo particolare aggiornamento rende la revisione delle immagini e l'utilizzo dei menu un'esperienza più piacevole. Sebbene sia lontano dalla qualità delle fotocamere più costose, offre dettagli e angoli di visualizzazione ragionevolmente buoni.

Ha un mirino ottico con un ingrandimento ragionevolmente ampio di 0,8x e una copertura del 95% dell'area dell'immagine.

Interfaccia utente

Oltre al set standard di modalità di selezione automatica e di selezione delle scene previste, offre anche una gamma completa di modalità semiautomatiche e anche completamente manuale. Sebbene standard, queste opzioni aiutano gli utenti a passare dalla gamma completamente automatica a quella preimpostata e completamente manuale in modo del tutto naturale, senza aggiunte estranee. La fotocamera fornisce anche 11 funzioni personalizzate con 33 impostazioni impostabili e il mio menu personalizzabile. Questo menu consente agli utenti di creare un elenco personalizzato delle impostazioni di menu preferite in un unico elenco, risparmiando tempo. Nel complesso, l'interfaccia utente ei menu di questa fotocamera sono eccellenti e adeguatamente adatti per i fotografi principianti. Canon li ha organizzati bene, rendendoli abbastanza facili da padroneggiare.

Layout fisico ed ergonomia

Ciò che è immediatamente evidente a prima vista sono le dimensioni compatte e ridotte di questa fotocamera rispetto alle DSLR tradizionali. Pesa solo 440 g, solo corpo. E, non a caso, quel tipo di peso la rende tra le reflex Canon più piccole e leggere finora rilasciate. Nel complesso, il suo corpo compatto offre un'eccellente portabilità e lo rende un comodo compagno di viaggio.

Funzionalità / extra di nicchia

La caratteristica principale di questa fotocamera è l'inclusione di Wi-Fi e NFC integrati. Queste funzionalità consentono alla fotocamera di connettersi in modalità wireless a un dispositivo smartphone. Una volta connessi, gli utenti possono trasferire le immagini per la condivisione immediata online e controllare a distanza la fotocamera, sebbene con funzionalità leggermente limitate.

Ha un flash integrato.

Contro:

Rendimento delle immagini

La fotocamera offre solo una velocità di scatto continuo di 3 fps, che è piuttosto lenta. Non solo, quando si scatta in formato RAW, fornisce solo 6 scatti prima di colpire il buffer e rallentare drasticamente. Con un buffer così piccolo e una velocità di scatto lenta, non costituisce una piattaforma capace per la fotografia sportiva o d'azione. Pertanto, se hai intenzione di riprendere l'azione, guarda altrove poiché questa fotocamera non è l'opzione migliore.

Anche se il sensore è ancora in grado, è piuttosto vecchio. Questa fotocamera dispone di un sensore simile a quello della fotocamera 7D originale inizialmente rilasciata nel 2009. E, sfortunatamente, mostra chiaramente la sua età quando si scatta a ISO più alti e in gamma dinamica. Entrambi sono relativamente poco brillanti rispetto agli standard odierni. Nel complesso, i dettagli a livello di pixel qui sono in ritardo rispetto alla concorrenza e le immagini rivelano anche bande nelle ombre durante il recupero dell'immagine.

Funzionalità video

Non sorprende che questa fotocamera non offra registrazioni 4K UHD, sebbene sia perdonabile considerando il suo prezzo.

Tuttavia, la qualità in 1080p lascia molto a desiderare. Certo, i colori sono fantastici, ma la fotocamera è priva di dettagli precisi, il che rende il filmato relativamente morbido e presenta anche l'effetto moiré in alcune scene.

Non ha alcuna registrazione video al rallentatore sotto forma di frame rate di 60p o 120p, quindi la fotocamera non ha modo di fornire filmati al rallentatore.

Prestazioni autofocus

Sebbene il sistema AF a 9 punti sia sufficiente per la maggior parte delle situazioni di ripresa, non offre molta flessibilità a causa del raggruppamento dei punti in una configurazione a rombi al centro del fotogramma. In breve, questo significa che gli utenti dovranno invece fare affidamento su tecniche del mirino come la ricomposizione della messa a fuoco per una corretta inquadratura. E significa anche che questa fotocamera non è adatta per monitorare azioni complesse che si verificano ai margini dell'inquadratura.

Le prestazioni della messa a fuoco automatica nel mirino rallentano notevolmente, impiegando in media 1-2 secondi per mettere a fuoco quando si scatta in condizioni di scarsa illuminazione. Questo tipo di prestazioni è ben al di sotto delle prestazioni previste, anche per gli SLR entry-level.

Non è dotato del rinomato Dual Pixel CMOS AF di Canon per un inseguimento del soggetto fluido e sicuro. Questa funzione è disponibile solo sulle fotocamere più recenti di questa gamma.

Le prestazioni di messa a fuoco in Live View sono piuttosto lente e impiegano in media 1-2 secondi per acquisire la messa a fuoco anche in condizioni di luce intensa e oltre 5 secondi in condizioni di scarsa illuminazione.

La fotocamera non dispone della messa a fuoco automatica continua. Pertanto, quando si riprende un video, sarà necessario riacquisire la messa a fuoco premendo a metà l'otturatore o bloccare la messa a fuoco prima della registrazione. Non è possibile modificarlo automaticamente durante la ripresa del video. E poiché manca uno schermo frontale, non c'è modo di controllare rapidamente la precisione della messa a fuoco quando si è davanti alla fotocamera. Pertanto, la messa a fuoco manuale è l'unica opzione reale quando si riprendono video con questa fotocamera.

Display

Il mirino ottico offre solo una copertura del 95% sull'area dell'immagine. Sebbene questo sia lo standard previsto per le reflex digitali entry-level, significa che c'è una probabilità che elementi indesiderati appaiano ai bordi del fotogramma durante la revisione delle immagini. Fai attenzione quando inquadra con precisione gli scatti, poiché non puoi vedere al 100% ciò che il sensore acquisirà.

Purtroppo manca uno schermo articolato. Questa funzione è disponibile solo sulle fotocamere T6i e T6S di fascia alta. Pertanto, dovrai scattare foto da angolazioni scomode anche quando non puoi vedere lo schermo, poiché questo display non offre versatilità o sistemazione.

Anche lo schermo posteriore manca della funzionalità touch, un peccato considerando che è ideale per i fotografi principianti per avere un'esperienza di navigazione più intuitiva. Per fortuna, i menu utente sono ben progettati e facili da navigare con il solo D-pad.

Ergonomia

I pulsanti fisici sulla fotocamera sono piuttosto piatti, il che li rende difficili da trovare al solo tocco. Funzionalità mancanti

Come altre fotocamere Canon entry-level, anch'essa non può modificare ISO con incrementi di 1/3 di stop. Invece, dovrai cambiarlo in incrementi dell'intero arresto, quindi da 100 a 200 a 400, il che non offre il controllo preciso sull'esposizione come altre fotocamere di questa classe.

Manca un ingresso per microfono. E, purtroppo, il microfono interno è solo mono, il che non offre la migliore qualità. Se la qualità audio è fondamentale per te, considera invece le fotocamere Canon T6i o T6S. In alternativa, cerca record esterni come Zoom H1.

Come altre fotocamere di questa classe, non dispone di un ingresso per cuffie.

Manca di HDR integrato.

Manca una modalità Panorama incorporata.

Manca una modalità time-lapse incorporata. Invece, dovrai usare un intervallometro esterno per questa funzionalità.

Non supporta lo scatto silenzioso.

Non supporta la ricarica USB.

La fotocamera non ha un'unità sensore autopulente installata, il che significa che devi pulire il sensore manualmente.

È una buona fotocamera per principianti?

Sì. Tuttavia, sappi che è solo un aggiornamento incrementale rispetto al suo predecessore e non è una revisione significativa delle prestazioni esistenti. Considerando che nemmeno il predecessore era esattamente rivoluzionario, ci aspettavamo qualcosa di più, forse sotto forma di specifiche migliori. Ma, così com'è, la fotocamera mantiene molti degli elementi di vero successo del suo predecessore. E Canon ha giocato in modo relativamente sicuro con le specifiche di questa fotocamera. Tuttavia, rimane in grado e apporta alcuni miglioramenti tanto necessari nei punti deboli del predecessore, pur rimanendo accessibile. E rappresenta una scelta eccellente per i principianti che desiderano portare il proprio fotografo a fare un passo avanti rispetto a uno smartphone o a una compatta.

Recensione Canon EOS Rebel T6 / EOS 1300D

La reflex digitale Canon entry-level riceve alcune modifiche e aggiornamenti, oltre alla connettività Wi-Fi per una facile condivisione

Di Amy Davies 13 novembre 2017

Il nostro verdetto

Per continuare a offrire un prodotto di grande valore, Canon non ha fatto nulla di eccitante qui. Un processore migliore, che avrebbe potuto aumentare il frame rate e le velocità operative generali, sarebbe stato bello. Wi-Fi e NFC saranno ben accetti da molti, ma se hai già una EOS 1200D, non vale la pena aggiornarlo a meno che tu non sia alla disperata ricerca di quella connettività.

  • Ottima qualità dell'immagine
  • Facile da usare
  • Eccezionale rapporto qualità-prezzo

Contro

  • Sensore da 18 MP ora datato
  • Sistema AF a 9 punti datato
  • L'esposizione può essere imprevedibile

La reflex digitale Canon entry-level, EOS 1300D, sostituisce la EOS 1200D di due anni fa. È un acquisto fantastico per chi cerca la sua prima DSLR, ma funziona bene anche come seconda fotocamera. Sebbene non rappresenti una revisione importante rispetto alla generazione precedente, ci sono un paio di nuove funzioni e modifiche piuttosto utili che lo rendono molto interessante pur mantenendolo conveniente.

Canon EOS 1300D: caratteristiche

L'aggiunta più significativa, o forse più ovvia, è la connettività Wi-Fi e NFC. Ciò significa che puoi controllare a distanza la fotocamera dal tuo telefono o tablet o inviare immagini da condividere tramite social network.

Canon ha anche aggiunto un processore DIGIC 4+, che è un leggero aggiornamento del motore DIGIC 4 trovato nella EOS 1200D. Infine, lo schermo ha visto un aumento della risoluzione fino a 920.000 punti. (Lo schermo della EOS 1200D ne aveva 460.000.) Canon, tuttavia, è rimasta bloccata con il sensore da 18 MP della EOS 1200D.

Altre caratteristiche includono la registrazione di video Full HD, una durata della batteria di 500 scatti e un mirino ottico che offre una copertura del 95%.

Canon EOS 1300D: costruzione e utilizzo

Canon è rimasta fedele al design del corpo di EOS 1200D per EOS 1300D.

Presenta un rivestimento testurizzato sia sull'impugnatura anteriore robusta che sul supporto per il pollice posteriore, che eleva la sensazione di qualità lontano dal livello di accesso e nel territorio di fascia media, come su modelli come EOS 800D e EOS 750D.

L'impugnatura è ben sagomata per adattarsi al dito medio mentre il dito indice poggia sul pulsante di scatto. Passa alla parte posteriore della fotocamera e avrai a disposizione una serie completa di pulsanti che ti saranno molto familiari se la utilizzi come seconda fotocamera, o facili da capire se è la tua prima DSLR.

Non c'è il touchscreen sulla EOS 1300D, a differenza di alcune altre fotocamere della gamma Canon. Ciò significa che ogni modifica alle impostazioni deve essere eseguita tramite i controlli fisici, ma ci sono alcuni pulsanti di accesso diretto, quindi in genere non è necessario approfondire troppo per trovare quello che stai cercando.

Utilizzerai il pulsante autofocus dedicato per modificare il punto di messa a fuoco automatica di EOS 1300D. Ce ne sono solo nove tra cui scegliere, con solo il punto centrale che è un punto a croce più sensibile. Poiché tutti i nove punti sono ragionevolmente centralizzati nell'inquadratura, probabilmente ti accorgerai di dover mettere a fuoco e ricomporre per molti scatti in cui il soggetto appare verso il bordo dell'inquadratura.

Quando si utilizza il mirino della EOS 1300D, vale la pena considerare il modo in cui la composizione può essere influenzata rispetto ad altre fotocamere che offrono un campo visivo del 100%. Quando c'è solo una visualizzazione del 95%, c'è la possibilità che qualcosa si insinui nel bordo di un fotogramma e passi inosservato, o che l'inquadratura sia leggermente sfalsata.

La connessione Wi-Fi è utile per un paio di motivi. Innanzitutto, puoi controllare a distanza la fotocamera senza la necessità di accessori diversi dal tuo smartphone o tablet. Inoltre, puoi trasferire rapidamente le immagini su dispositivi intelligenti, per condividerle tramite social network o e-mail. L'app gratuita Canon Camera Connect è intuitiva e può essere installata e utilizzata con dispositivi iOS o Android a tua scelta.

Videos about this topic

MY BRAND NEW VLOGGING CAMERA *Canon T6 video test*
Before You Buy The Canon Rebel T6 (1300D) WATCH THIS VIDEO!!! - Canon T6 Review 2020
Is the Canon T6 Still Relevant?
Best Canon 1300D Review / Review of the Canon EOS Rebel T6 DSLR camera - Youtube
Lake - Canon T6 video test
CANON EOS Rebel T6 (1300D) With EF-S 18-55MM IS II Lens | OVERVIEW - REVIEW