Recensione di Norton Secure VPN

  • Pro e contro
  • Privacy e sicurezza
  • Test di velocità
  • Funzionalità mancanti
  • Abbonamenti
  • Riepilogo

Norton, noto anche come NortonLifeLock a seguito di una fusione del 2019, precedentemente noto come Symantec (sì, capiamo che è molto), è uno dei nomi più importanti nella sicurezza informatica. Con una suite onnicomprensiva di servizi di sicurezza informatica tra cui software antivirus, protezione dal furto di identità, protezione della privacy e altro ancora, Norton è ampiamente conosciuto nel settore della sicurezza digitale, con una presenza che copre il globo e milioni di clienti. In questa recensione esamineremo un aspetto delle loro offerte, Norton Secure VPN, un'aggiunta senza fronzoli ma a un prezzo competitivo al mercato delle VPN, e vedremo se vale il tuo investimento.

Valutazione complessiva
  • Struttura dei prezzi flessibile
  • Marchio affidabile con un'assistenza clienti impareggiabile
  • Server in 29 paesi e 73 città

Il buono e il cattivo di Norton Secure VPN

Naturalmente, approfondiremo e approfondiremo il servizio un po 'più avanti in questa recensione. Ma prima, diamo una rapida panoramica ed evidenziamo ed evidenziamo alcuni degli aspetti positivi e non così buoni di Norton Secure VPN.

  • Prezzi flessibili e competitivi: uno dei principali vantaggi di Norton Secure è il suo prezzo. I piani vengono suddivisi in base al numero di dispositivi che desideri coprire con la VPN, con i singoli dispositivi che costano solo $ 4,99 al mese. Se dovessi iscriverti a un piano annuale, che consigliamo, il prezzo può essere ridotto a poco più di $ 3 al mese. Questo è un prezzo piuttosto solido per il mercato.
  • Assistenza clienti di livello professionale: poiché Norton è un'azienda così grande con quasi 11.000 dipendenti in tutto il mondo 1, la sua assistenza clienti fornisce una risorsa di alto livello, soprattutto per gli utenti meno esperti di tecnologia. Siamo rimasti davvero colpiti dalla loro base di conoscenza online, chat dal vivo e supporto telefonico 24 ore su 24, 7 giorni su 7, un'anomalia totale per la maggior parte delle società VPN.
  • Blocco del tracker degli annunci integrato: Secure VPN non blocca completamente gli annunci, ma abbiamo apprezzato il fatto che avesse un blocco del tracker degli annunci integrato, che ha impedito agli inserzionisti di monitorare i nostri movimenti sui siti Web visitati.
  • Estremamente facile da usare: Norton Secure VPN è quanto di più semplice si possa desiderare. Ci è piaciuto come fosse impostato e dimenticato, ma riteniamo che potrebbe essere l'ideale solo per gli utenti VPN più passivi.
  • Nessun kill switch per PC: un kill switch in una VPN interrompe la tua attività online se perdi la connessione. Siamo rimasti delusi dal fatto che Norton Secure VPN includesse solo un kill switch sulla sua app Android.
  • Supporto per lo streaming poco brillante: uno dei principali vantaggi dell'utilizzo di una VPN è l'accesso alle librerie di servizi di streaming di altri paesi. Abbiamo riscontrato che la capacità di accedere ai servizi di streaming (Netflix, Hulu, Showtime, Disney +, HBO Max e altri) non è coerente nella migliore delle ipotesi, con alcuni servizi che funzionano con la VPN in alcune regioni ma non in altre.
  • Nessun supporto P2P o BitTorrent: mentre molte VPN offrono download peer-to-peer e torrent su server specificati, Norton Secure VPN ha un divieto totale su questo tipo di condivisione di file, il che è deludente.

Problemi di privacy e sicurezza con Norton

Una delle principali preoccupazioni quando si utilizza una VPN è la fiducia. Ci rivolgiamo a una VPN per proteggere i nostri dati, per garantire che i siti web che visitiamo non vengano monitorati e che la polizia e le forze dell'ordine non avranno accesso ai nostri dati in caso di citazione in giudizio dell'azienda. Diamo un'occhiata all'impronta dell'azienda e alle politiche sui dati per vedere quanto sono sicure di una scelta.

Una questione giurisdizionale

Sfortunatamente, Norton è una società con sede negli Stati Uniti, che le pone sotto una giurisdizione nota per la raccolta di dati dai suoi cittadini. Gli Stati Uniti sono leader globali in Five Eyes, Nine Eyes e 14 Eyes, cooperative internazionali di paesi impegnati nella condivisione dell'intelligence. A prima vista, questa è una bandiera rossa per noi poiché indica che l'azienda potrebbe essere costretta a consegnare i dati degli utenti a un certo punto.

A merito di Norton, tuttavia, forniscono uno sguardo trasparente su come gestiscono i dati, il che ci ha dato un po 'di rassicurazione. Norton non registra i luoghi che visitiamo su Internet, quindi anche se fossero costretti a consegnare i dati, non ci sarebbe molto da fare per le agenzie governative.

I dati raccolti da Norton sono relativamente benigni e generalmente standard per il settore, sebbene ci siano stati un paio di punti che ci hanno fatto riflettere. Sul loro sito web offrono uno sguardo dettagliato su come gestiscono i dati, con sottosezioni per ciascuno dei loro prodotti, VPN inclusa. Questa trasparenza è un buon modo per l'azienda per alleviare alcune delle nostre riserve sulle loro carenze giurisdizionali. Uno dei campi di dati raccolti dall'azienda era il nostro indirizzo IP e la geolocalizzazione, che anche se anonimizzata, ci ha messo un po 'a disagio. Hanno anche raccolto l'utilizzo aggregato della larghezza di banda, la versione del sistema operativo per i dispositivi mobili e alcuni dati diagnostici.

Nell'ambito della propria politica sulla privacy, Norton afferma che le informazioni sull'abbonato potrebbero essere fornite a terze parti come "revisori dei conti legati al governo" e "fornitori di servizi", il che sembra aperto e un po 'sospetto, ma il fatto che la società non lo fa' t registrare i dati degli utenti o stipulare accordi per vendere i dati a inserzionisti di terze parti è sufficiente per mantenerli al di sopra dei nostri occhi.

Conteggio e posizione del server

Il numero di server e la diffusione di tali server nei paesi creano le condizioni affinché una VPN abbia successo. Quando valutiamo le VPN, tendiamo a privilegiare quelle con la maggiore impronta, perché in genere significa che ci sono più server nella nostra regione generale che possono aiutare ad aumentare la velocità mentre navighiamo sul web. Per un buon esempio, dai un'occhiata alla nostra recensione su NordVPN, che presenta più di 5.000 server in più di 60 paesi.

Norton Secure VPN dispone di 1.500 server distribuiti in 29 paesi, con 200 posizioni server in 73 città. Questa impronta è modesta, ma non è un numero notevolmente irrisorio. Un altro punto da notare è che dei loro 1.500 server, 1.200 sono server virtuali. I server virtuali sono essenzialmente un modo per utilizzare il software per imitare la presenza di server fisici ed è un modo più conveniente per VPN e altri host web per aumentare il numero dei loro server senza avere server fisici dedicati aggiuntivi. 2

I server virtuali possono anche essere configurati per dare l'aspetto di un'impronta più grande. Ad esempio, Norton potrebbe configurare un server virtuale a New York City ma configurarlo per visualizzare la sua posizione a Londra. A merito di Norton, affermano che tutti i server virtuali che utilizzano si trovano nei paesi in cui vengono visualizzati.

Fatti in breve: Norton, come molte VPN, non funziona e non offre posizioni dei server in Cina a causa della censura aggressiva e delle politiche di monitoraggio di Internet.

Crittografia e sicurezza di Norton Secure VPN

Uno dei principali punti di forza che Norton sottolinea riguardo alla propria VPN è la "crittografia di livello bancario". La VPN presenta una crittografia AES-256, che è ciò che ci aspettiamo dalle VPN e lo standard del settore. Sebbene siamo lieti di vedere Norton passare alla crittografia, c'erano alcune vulnerabilità di sicurezza che ci hanno fatto riflettere.

  • Nessun kill switch: un kill switch è un ottimo modo per proteggersi se dovesse accadere qualcosa alla connessione VPN. Sebbene Norton non affermi che la VPN offre un kill switch, abbiamo pensato di metterlo comunque alla prova per vedere cosa è successo. Abbiamo portato il nostro laptop Windows in una libreria locale e abbiamo utilizzato la loro rete pubblica. Dopo aver perso il servizio, il nostro browser ha continuato a funzionare normalmente, il che significava che il nostro provider di servizi Internet poteva vedere il nostro traffico web e il nostro indirizzo IP, vanificando in primo luogo lo scopo della VPN.

Nota: sebbene non sia presente alcun kill switch per PC Windows, Mac o iPhone, l'app Android di Norton Secure VPN include la funzione.

  • Perdite di DNS e WebRTC: potremmo entrare nelle erbacce spiegando cosa significano le perdite di DNS e WebRTC, ma il lungo e il breve è che abbiamo eseguito test per determinare se le nostre informazioni sono state esposte durante l'esecuzione della VPN. Per fortuna, dopo aver eseguito i nostri test, abbiamo stabilito che il nostro indirizzo IP non era esposto in nessuno dei due casi e la nostra posizione è stata protetta con successo. Dai un'occhiata agli screenshot di seguito dei nostri test:
Test di perdita DNS senza VPN in esecuzione Test di perdita DNS con VPN in esecuzione Test di perdita WebRTC senza VPN in esecuzione Test di perdita WebRTC con VPN in esecuzione

Testare la velocità della VPN

Poiché le VPN eseguono la tua attività su Internet attraverso server aggiuntivi, può esserci una riduzione significativa della velocità di navigazione, download e streaming. Abbiamo messo la Norton Secure VPN attraverso la suoneria per vedere quanto influirebbe sulle nostre velocità. Ecco cosa abbiamo scoperto. Innanzitutto, diamo un'occhiata ai nostri test su un PC Windows.

Test di velocità su Windows senza VPN Test di velocità su Windows con VPN

Come puoi vedere, la nostra velocità su Windows era molto più lenta, soprattutto per quanto riguarda la velocità di ping (più di 11 volte più lenta) e le velocità di upload (più del 60% più lente). Le velocità di download erano sorprendentemente buone, essendo solo il 27% più lente rispetto a quando non fosse in esecuzione la VPN.

Ora vediamo come sono andati i test su Mac:

Test di velocità su Mac senza VPN Test di velocità su Mac con VPN

La velocità di ping sul nostro Mac era circa tre volte più lenta e anche la velocità di download era di circa il 30 percento più lenta; ma sorprendentemente, le velocità di caricamento non hanno perso quasi nulla, essendo solo il 4% più lente.

In generale, le velocità di Norton Secure VPN sono più o meno in linea con il normale degrado del servizio che ci aspettiamo dalle VPN. Non siamo rimasti stupefatti dalle velocità incredibili con la VPN connessa, ma non ha nemmeno portato i nostri computer a una scansione totale mentre era in funzione.

Alcune probabilità e conclusioni

Come accennato in precedenza, Norton Secure VPN è un servizio relativamente senza fronzoli. Significa che ci sono poche impostazioni avanzate o funzionalità aggiuntive che ci hanno lasciato senza fiato mentre stavamo usando la VPN. In generale, tuttavia, ci sono alcune funzionalità che ci aspettiamo dalle VPN che ci mancavano con Norton di cui vorremmo discutere un secondo.

  • Servizi di streaming: uno dei migliori regali che una VPN può offrire è l'accesso alle librerie di streaming di versioni internazionali di servizi come Netflix. Sebbene Netflix abbia chiarito 3 che non intendono soddisfare gli utenti VPN, alcune VPN sono in grado di aggirare i blocchi regionali per sbloccare le biblioteche internazionali (controlla la nostra recensione su Hotspot Shield per una delle migliori VPN per lo streaming). Abbiamo utilizzato Norton Secure VPN per accedere a Netflix degli Stati Uniti, che è migliore di quanto alcune VPN possano offrire, ma l'accesso al Netflix tedesco è stato verboten. La storia era la stessa anche per altri servizi di streaming: abbiamo utilizzato la VPN per HBO Max, ma Disney + è stato bloccato, ad esempio. Questa incoerenza non era l'ideale quando eravamo davvero dell'umore giusto per guardare Aladdin.
  • BitTorrent: non si può dire abbastanza, ma non possiamo tollerare il torrent illegale. Detto questo, il torrent legale e la condivisione di file P2P sono un ottimo modo per scaricare contenuti (specialmente se ti piacciono i film di pubblico dominio degli anni '40 come noi). Sfortunatamente, la condivisione di file BitTorrent e peer-to-peer è vietata per l'uso su Norton Secure VPN, il che è un peccato.

Una breve parola sui piani di abbonamento

Una delle parti migliori di Norton Secure VPN è il suo prezzo. Per uno sguardo più ampio all'azienda e alle sue offerte, dai un'occhiata a questa panoramica più approfondita dei prezzi di Norton. Norton offriva tre livelli di servizio in base al numero di dispositivi che volevamo coprire: uno, cinque o 10. Siamo stati anche in grado di ottenere tariffe mensili inferiori pagando in anticipo un intero anno di servizio. Alcuni di questi livelli hanno ridotto il prezzo a poco più di $ 3 al mese, il che è un ottimo affare (anche se controlla la nostra recensione di CyberGhost VPN per un servizio inferiore a $ 3).

Nota: i prezzi degli abbonamenti annuali aumentano notevolmente dopo il primo anno, quindi se hai intenzione di iscriverti a un abbonamento annuale assicurati di tenerlo presente.

Ecco una rapida occhiata al confronto dei loro piani:

Numero di dispositivi Durata importo Fatturazione1 Annuale (primo anno) $ 39,991 Annuale (secondo anno) $ 49,991 Mensile $ 4,995 Annuale (primo anno) $ 39,995 Annuale (secondo anno) $ 79,995 Mensile $ 7,9910 Annuale (primo anno) $ 59,9910 Annuale (secondo anno) $ 99,99 Mensile $ 9,99

Ricapitolando Norton Secure VPN

Essendo una VPN autonoma, Norton Secure non ha molto da offrire oltre alla protezione della privacy di base. Ma la verità è che questa VPN non è necessariamente pensata per essere un servizio autonomo. Se considerato come un componente aggiuntivo di un sistema antivirus più robusto, Norton Secure ha molto più senso. Ci è stata fornita una protezione di base con una manutenzione minima e c'erano poche personalizzazioni o funzionalità avanzate che richiedevano la nostra attenzione. Ma insieme a questa protezione di base, abbiamo trovato alcuni buchi nel servizio, come la mancanza di un kill switch, alcuni problemi di privacy problematici nella registrazione del nostro indirizzo IP anonimo e problemi con i servizi di streaming e il supporto BitTorrent. Norton Secure va bene come servizio imposta e dimentica, ma per chi è interessato a una VPN seria e dedicata, consigliamo di cercare altrove.

Revisione di AVG Secure VPN

Un servizio limitato con un elevato costo iniziale

Conclusione

AVG Secure VPN ha velocità sorprendentemente buone e una selezione diversificata di posizioni dei server, ma le sue pratiche sulla privacy potrebbero essere migliorate e non fornisce molto al di là delle funzionalità VPN di base.

  • Torna all'inizio
  • Che cos'è una VPN?
  • Prezzi e funzionalità di AVG Secure VPN
  • Protocolli VPN
  • Server e posizioni dei server
  • La tua privacy con AVG Secure VPN
  • Pratica con AVG Secure VPN
  • AVG Secure VPN e Netflix
  • Oltre la VPN
  • Velocità e prestazioni
  • AVG Secure VPN su altre piattaforme
  • Veloce, senza fronzoli
  • Specifiche di AVG Secure VPN

Diversa selezione di server

Informativa sulla privacy trasparente

Buoni risultati del test di velocità

Le pratiche sulla privacy potrebbero essere migliorate

Poche posizioni dei server e strumenti per la privacy

Nessun controllo pubblico

AVG Secure VPN protegge il tuo traffico Internet dai ficcanaso desiderosi di trarre profitto (o rubare) le tue informazioni. Ha una gamma sorprendentemente diversificata di posizioni dei server, che copre aree spesso ignorate dai concorrenti e ottimi punteggi nei test di velocità. Ciò è mitigato da un elevato costo iniziale, pochi strumenti per la privacy aggiuntivi rispetto alle migliori VPN e pratiche sulla privacy che richiedono una messa a punto.

Che cos'è una VPN?

Quando accendi una VPN, crea un tunnel crittografato tra il tuo computer e un server controllato dalla società VPN. Il tuo ISP non sarà in grado di vedere cosa stai facendo (o vendere i tuoi dati utente anonimizzati) e chiunque si sposti nella tua rete non sarà in grado di intercettare il tuo traffico web. Una VPN oscura anche il tuo vero indirizzo IP, rendendo più difficile per inserzionisti e ficcanaso tenere traccia dei tuoi movimenti online. Puoi anche utilizzare una VPN per falsificare la tua posizione selezionando un server lontano.

Le VPN sono strumenti potenti, ma non proteggono da ogni malessere. Ti consigliamo comunque di utilizzare un software antivirus sul tuo computer, creare e salvare password univoche e complesse con un gestore di password e abilitare l'autenticazione a due fattori, ovunque sia disponibile.

Prezzi e funzionalità di AVG Secure VPN

La maggior parte delle società VPN offre piani di abbonamento mensili, con abbonamenti a lungo termine a una tariffa scontata ma a un costo iniziale più elevato. AVG non funziona in questo modo con Secure VPN. Il suo abbonamento più breve è di un anno, che parte da $ 89,99. Un piano biennale costa $ 179,99 e un piano triennale ti costerà $ 269,99. Tieni presente che questi piani spesso prevedono sconti aggiuntivi.

Prodotti simili

ProtonVPN

VPN Mullvad

NordVPN

TunnelBear VPN

Surfshark VPN

CyberGhost VPN

ExpressVPN

VPN per accesso privato a Internet

Hotspot Shield VPN

Il costo medio mensile di una VPN è di $ 10,18, mentre il costo annuale è di circa $ 73,41. Sebbene gli sconti attualmente applicati a AVG Secure VPN portino il suo costo al di sotto di tale media, è un prodotto costoso al valore nominale.

Molte VPN eccellenti riescono a rientrare nella media del settore. TunnelBear, ad esempio, costa solo $ 9,99 al mese. Alcuni offrono persino più funzionalità di AVG, come Mullvad, che vanta una tecnologia all'avanguardia e un eccellente sistema per proteggere la privacy degli utenti. Il servizio costa solo € 5 al mese ($ 5,80 al momento della scrittura).

Niente è più economico del gratuito e ci sono alcune VPN gratuite che meritano la tua considerazione. Hotspot Shield e TunnelBear offrono entrambi livelli di abbonamento gratuiti, ma pongono limiti alla larghezza di banda. Hotspot consente 500 MB al giorno, mentre TunnelBear ti limita a 500 MB al mese. ProtonVPN, d'altra parte, non pone alcuna restrizione sulla quantità di dati che i suoi abbonati gratuiti possono utilizzare, rendendola la migliore opzione gratuita che abbiamo mai visto.

All'altro capo dello spettro, alcuni servizi costano molto più del prezzo medio, ma più che giustificano il costo. NordPVN, ad esempio, costa $ 11,95 al mese, ma offre un'eccellente copertura del server, un'app ben progettata e diverse funzionalità aggiuntive per la privacy. NordVPN è uno dei pochi servizi che ti consente di connetterti alla rete di anonimizzazione Tor tramite VPN. Fornisce anche multihop VPN, uno strumento che instrada il tuo traffico Internet attraverso un secondo server VPN per una maggiore sicurezza. AVG Secure VPN non ha nessuno di questi, né offre lo split tunneling, una funzione che ti consente di specificare quali app inviano i loro dati attraverso il tunnel VPN e quali no.

Un abbonamento con AVG Secure VPN ti consente di utilizzare fino a cinque dispositivi contemporaneamente, il che è morto per la media del settore. Ma questo potrebbe cambiare. Diversi servizi offrono ora un numero di connessioni superiore alla media e alcuni hanno eliminato completamente questa limitazione. Avira Phantom VPN, Encrypt.me VPN, Ghostery Midnight, IPVanish VPN, Surfshark VPN e Windscribe VPN non pongono alcun limite al numero di dispositivi che puoi utilizzare contemporaneamente. (Encrypt.me e IPVanish sono di proprietà di j2 Global, la società madre dell'editore di PCMag, Ziff Davis.)

Alcuni servizi VPN offrono componenti aggiuntivi a costo aggiuntivo, come connessioni simultanee aggiuntive o indirizzi IP statici. AVG non offre tali upsell, ma non è una vera perdita.

Protocolli VPN

Per creare la propria connessione VPN, AVG VPN utilizza il protocollo OpenVPN con le sue app Windows e Android. Su macOS e iOS, utilizza il protocollo IKEv2. Entrambe sono tecnologie moderne e sicure, anche se preferisco OpenVPN perché è open-source e quindi è stato scelto per qualsiasi potenziale vulnerabilità.

AVG VPN non supporta ancora il protocollo WireGuard. Questa è una tecnologia molto nuova e ha visto l'adozione solo in pochi posti. NordVPN e Mullvad, ad esempio, hanno investito molto in questo. Nella mia esperienza aneddotica, ho trovato WireGuard un punto di svolta in termini di velocità, ed è l'erede evidente di OpenVPN come scelta open source per le VPN. La mancanza di supporto da parte di AVG non è ancora un problema, ma lo sarà presto.

Server e posizioni dei server

AVG VPN fornisce server in 56 località in 36 paesi. È molto diverso dai 94 paesi supportati da ExpressVPN, che ha di gran lunga la migliore diversità geografica di qualsiasi VPN che ho testato. Sebbene AVG non abbia i numeri puri, fornisce una buona selezione di server, coprendo regioni come Africa e Sud America che vengono spesso ignorate da altri provider VPN.

AVG afferma di possedere l'intera rete di 700 server e che nessuno dei suoi server utilizza posizioni virtuali. Questo è quando un server hardware è configurato per riprodurre l'host di diversi server definiti dal software. Il problema è che i server virtuali possono essere configurati per apparire in un luogo diverso dai loro host fisici, rendendo meno chiaro dove si stanno effettivamente dirigendo i dati. Non avrai questa preoccupazione con AVG.

La tua privacy con AVG Secure VPN

Il tunnel crittografato di una VPN è solo la metà di come protegge la tua privacy. L'altra metà sono le politiche dell'azienda su ciò che raccoglie e su come archivia i dati su di te. Un inconveniente insolito con AVG Secure VPN è che esso e Avast SecureLine sono di proprietà della stessa azienda e condividono la stessa infrastruttura. HMA VPN, anch'essa di proprietà della stessa azienda, utilizza i propri sistemi e server.

AVG e Avast condividono la stessa politica sulla privacy per le loro VPN. È facile da leggere e molto chiaro sulle pratiche dell'azienda quando si tratta dei tuoi dati. Notevole è che non memorizza il tuo vero indirizzo IP, né monitora ciò che fai mentre sei connesso. Un rappresentante dell'azienda mi dice che guadagna solo attraverso la vendita di abbonamenti, non i dati degli utenti. Ottimo.

Tuttavia, AVG raccoglie alcune informazioni. Memorizza un timestamp della tua connessione, registra la quantità di dati che utilizzi, registra l'indirizzo IP del server VPN che utilizzi e rileva una parte del tuo vero indirizzo IP che la società afferma non è sufficiente per identificare i singoli clienti. Questi dati vengono eliminati in base a una pianificazione continua di 30 giorni. L'azienda fornisce spiegazioni ragionevoli per tutte queste attività, come la prevenzione delle frodi e la gestione della propria rete. Va bene, ma altre VPN sono in grado di fornire il proprio servizio raccogliendo quasi nulla e garantendo che tutto ciò che viene raccolto non possa essere collegato a un utente specifico.

Avast SRO, la società dietro AVG Secure VPN, ha sede nella Repubblica Ceca e opera secondo la legge ceca. Un rappresentante dell'azienda mi dice di aver rivelato informazioni parziali come richiesto dalle forze dell'ordine in passato, il che non è insolito. Sfortunatamente, il rapporto sulla trasparenza dell'azienda è tristemente obsoleto. L'azienda dovrebbe lavorare per aggiornare questo documento. La società mantiene un canarino di mandato in tempo reale, che include in particolare la garanzia che la società non ha integrato una backdoor nel suo sistema che consentirebbe l'accesso alle informazioni crittografate. Altre aziende dovrebbero seguire questo esempio.

Alcune società VPN hanno rilasciato i risultati dei controlli di terze parti dei loro prodotti al fine di stabilire la loro autentica sicurezza. TunnelBear, ad esempio, ha mantenuto la sua promessa di fornire audit annuali del proprio servizio. AVG Secure VPN non è stato sottoposto a tale valutazione. L'azienda dovrebbe rilasciare audit significativi di terze parti per tutti i suoi servizi VPN.

AVG dovrebbe inoltre spiegare ai clienti quali passaggi sono necessari per proteggere la propria infrastruttura. Alcune VPN, come ExpressVPN e NordVPN, sono passate a server solo RAM, che vengono resi inutilizzabili se qualcuno tenta di sequestrare le macchine.

All'inizio del 2020, un'indagine di PCMag ha rivelato che Avast stava raccogliendo dati dal suo plug-in del browser, rendendoli anonimi e vendendoli. Avast SecureLine VPN, AVG Secure VPN e HMA VPN non erano coinvolti. Da allora la società ha cessato questa pratica. La fiducia è la cosa più importante richiesta dal software di sicurezza e se non ritieni di poterti fidare di un servizio VPN per qualsiasi motivo, ce ne sono molti altri tra cui scegliere.

Pratica con AVG Secure VPN

Non ho avuto problemi a installare AVG Secure VPN su un desktop Intel NUC Kit NUC8i7BEH (Bean Canyon) con l'ultima versione di Windows 10.

L'app AVG è abbastanza ben progettata e molto semplice. Un grande interruttore al centro dello schermo ti connetterà alla VPN. Quasi chiunque capirebbe come usarlo con poche spiegazioni, e questo è fantastico.

Una cosa che mi infastidisce dell'app AVG è che è solo un po 'sgraziata. Ho visto altre app che sono allo stesso modo troppo grandi, con poche ragioni per occupare così tanto spazio. È un po 'come usare un 18 ruote per trasportare una singola scatola di cereali, ma sto divagando.

Sebbene l'app di AVG sia semplice, non la definirei invitante. TunnelBear, vestito di un giallo brillante e con una schiera di orsi impassibili, è potente ma anche facile da usare. Anche ProtonVPN ha un po 'di brio nella sua app. AVG va bene, ma va bene. lì.

Per impostazione predefinita, l'app ti connetterà al server VPN che ritiene sia il migliore, che di solito significa il più vicino alla tua posizione effettiva. Puoi modificare la posizione facendo clic su Modifica posizione nella parte inferiore dello schermo. Ora ti viene presentato un elenco dei server disponibili. Una barra di ricerca si trova in alto e i filtri geografici scendono di lato. Le ultime due opzioni, P2P e Streaming, scelgono i server che fanno meglio queste cose.

Videos about this topic

Don\'t buy an anti-virus in 2020 - do THIS instead!
AVG Free Antivirus Test & Review 2020 - Antivirus Security Review - High Level Test
Fix internet not working when connected to AVG Secure VPN
AVG Antivirus Review\: security, pricing, features and more
AVG Secure VPN Review 2021 🔥 100% BRUTALLY HONEST REVIEW!
AVG Secure VPN 2019 Review and Tutorial