Debian 10: mettersi al passo con il resto del mondo Linux (questa è una buona cosa)

Se hai saltato l'ultima versione, Debian 10 (Buster) dovrebbe incoraggiare un aggiornamento nel 2019.

Scott Gilbertson - 11 settembre 2019 11:40 UTC

commenti dei lettori

Condividi questa storia

  • Condividi su Facebook
  • Condividi su Twitter
  • Condividi su Reddit

Il progetto Debian, la madre a monte di innumerevoli distribuzioni Linux, ha rilasciato Debian 10, noto anche come "Buster". E sì, questo è un riferimento al personaggio di Toy Story. Tutte le versioni di Debian prendono il nome dai personaggi di Toy Story.

Nel corso degli anni, Debian si è costruita una meritata reputazione di distro solida come una roccia per coloro che non vogliono l'ultima e la migliore e preferiscono invece la stabilità che deriva dall'attenersi a ciò che funziona. Naturalmente, Debian ottiene aggiornamenti di sicurezza, correzioni di bug e rilasci di manutenzione come qualsiasi distribuzione, ma non aspettarti aggiornamenti importanti per applicazioni o ambienti desktop con questo gusto Linux.

In questo momento, come in ogni rilascio, Debian è abbastanza vicino al passo con ciò che sta facendo il resto del mondo Linux. Ma Buster sarà supportato per cinque anni e Debian 11 non arriverà per almeno due anni (Buster arriva solo 26 mesi dopo Debian 9, sebbene siano passati cinque anni dalle grandi modifiche di Debian 8). Quindi, col passare del tempo, Buster sembrerà sempre più obsoleto.

Ulteriori letture

Ma aspetta, Ubuntu non è basato su Debian? Non è antiquato, vero? Ubuntu prende la sua base Debian da quello che Debian chiama Testing Channel. Debian Linux è composta da tre principali rami di sviluppo: stabile, test e instabile. Il lavoro sulle nuove versioni procede in ciascuna di esse, iniziando la vita in Unstable e alla fine finendo in Stable. Ubuntu coglie la sua base dal centro, in Testing. Ma dal punto di vista di Debian, questo è solo a metà. (Come ho detto, Debian è conservatrice.)

Detto questo, non ho mai avuto problemi con Debian in decenni di utilizzo. Sto ancora eseguendo diversi server Debian 8 e continuano a sbuffare con pochissimo input da parte mia. Sono impostati per l'aggiornamento automatico per inserire sicurezza e correzioni di bug e continuano a funzionare.

In un desktop, tuttavia, questo tipo di stabilità può essere un miscuglio per gli utenti. Certo, è improbabile che il tuo sistema si rompa, ma è anche improbabile che tu ottenga l'ultima versione delle applicazioni, il che significa che potresti trovarti ad aspettare nuove funzionalità in GIMP o Darktable molto tempo dopo che ogni altra distribuzione le ha distribuite.

Speravo che Flatpaks, un metodo di pacchettizzazione delle applicazioni che separa un'app dal sistema sottostante, mitigasse questo in qualche modo, consentendo ai fan di Debian di eseguire sistemi stabili ma ottenere comunque le ultime versioni delle applicazioni chiave. In pratica, non sono stato in grado di fare questo lavoro per me fino ad oggi. Ma dopo aver passato un po 'di tempo a testare Debian 10 di recente, potrei fare un altro tentativo. Debian 10 potrebbe essere quel raro rilascio di Riccioli d'Oro con la giusta quantità di stabilità e all'avanguardia.

Cosa c'è di nuovo?

Debian è sempre una distribuzione difficile da entusiasmare perché, sebbene ci siano un sacco di cose nuove in questa versione, la maggior parte di questi aggiornamenti è arrivata molto tempo fa in quasi tutte le altre distribuzioni. Le versioni di Debian sembrano come se la distribuzione stia cercando di recuperare il ritardo con il resto del mondo Linux. E in qualche modo, è esattamente quello che sta succedendo.

Questa volta, però, sembra che ci sia molto di più nella nuova versione di Debian di questo. La maggior parte dei principali aggiornamenti in Debian 10 coinvolge la sicurezza in un modo o nell'altro, facendo sentire Buster un po 'come "Debian, hardened".

Un buon esempio è una delle caratteristiche principali di Debian 10, il supporto per Secure Boot. Debian 10 ora può, nella maggior parte dei casi, essere installato senza intoppi sui laptop abilitati UEFI. La mancanza di supporto per l'avvio sicuro è stata a lungo un ostacolo per chiunque desideri utilizzare Debian con tutte le funzionalità delle macchine moderne. Ma ora che è fuori mano, Debian si sente come una scelta molto più praticabile per istituzioni più grandi con politiche di sicurezza esistenti.

Questo vale anche per la decisione di abilitare AppArmor per impostazione predefinita. AppArmor è un framework per la gestione dell'accesso alle applicazioni; crei criteri che limitano le app che possono accedere a quali documenti. Ciò è particolarmente efficace sui server in cui può essere utilizzato, ad esempio, per assicurarsi che un difetto in un file PHP non possa essere utilizzato per accedere a qualcosa al di fuori di una radice Web. Anche se Debian supporta da tempo AppArmor e lo offre nei repository, Buster è il primo rilascio fornito con esso abilitato per impostazione predefinita.

Il terzo aggiornamento relativo alla sicurezza in questa versione è la possibilità di eseguire il sandboxing del gestore di pacchetti Apt. Questo è un po 'complicato e non è abilitato di default, ma le istruzioni per abilitarlo possono essere trovate nei documenti di rilascio di Debian. Una volta attivata questa opzione, puoi limitare l'elenco delle chiamate di sistema consentite e inviare qualsiasi cosa non consentita a SIGSYS.

Per la maggior parte, questi tre aggiornamenti da soli rendono Debian 10 degno di essere aggiornato, specialmente se distribuito su un server in cui attacchi frequenti rendono qualcosa come AppArmor un must-have.

Ci sono altre modifiche che influenzeranno gli utenti del server, tuttavia, e non necessariamente in modo positivo. In primo luogo viene in mente il passaggio da iptables a nftables per la gestione del firewall. Sebbene nftables sia per molti aspetti migliore di iptables - la sintassi per la creazione di regole è più semplice, più veloce e offre una traccia in tempo reale - è comunque diversa. Questa modifica richiederà agli amministratori di sistema di regolare il loro flusso di lavoro e possibilmente riscrivere gli script che hanno.

L'altro cambiamento che mi colpisce come potenzialmente problematico è il passaggio agli aggiornamenti automatici ai rilasci puntuali quando si abilita il pacchetto di aggiornamenti automatici di Debian. In passato, gli aggiornamenti automatici prevedevano l'installazione di soli aggiornamenti provenienti dalla suite di sicurezza. Con Buster, è stato ampliato per includere l'aggiornamento all'ultima versione stabile del punto.

Ora una parte della stabilità di Debian deriva da modifiche poco frequenti, ma l'altra parte della stabilità di questa distribuzione deriva dal suo processo di test molto esteso. Le versioni di Debian a volte trascorrono più tempo in uno stato congelato (solo per testare gli aggiornamenti dei pacchetti) di quanto Ubuntu spenda per un'intera versione. Ciò significa che è improbabile che i rilasci stabili producano problemi. Tuttavia, se in passato hai utilizzato aggiornamenti automatici per mantenere i tuoi sistemi aggiornati con le correzioni di sicurezza, tieni presente che dovrai modificare la configurazione se desideri lo stesso comportamento in futuro. Vedere il file NEWS.Debian negli aggiornamenti automatici per maggiori dettagli.

Ulteriori letture

Un altro cambiamento notevole in questa versione è il supporto per la stampa senza driver tramite qualsiasi stampante abilitata per AirPrint (la maggior parte delle stampanti realizzate negli ultimi anni sono predisposte per AirPrint). Questa funzionalità viene fornita grazie all'aggiornamento a CUPS 2.2.10.

Per una nota finale, Buster ha finalmente realizzato la fusione di / usr, su cui Debian sta lavorando da molto tempo. Ciò significa che in una nuova installazione di Buster, le directory / bin, / sbin e / lib sono ora alias a / usr / bin, / usr / sbin e / usr / lib, rispettivamente.

Debian 10 | Revisione da un utente openSUSE

Ho usato Debian per anni a intermittenza ... probabilmente più spento che acceso ... ma quando ho avuto qualche hardware strano per installare Linux, Debian è sempre la distribuzione. Nella mia mente, Debian è nota per i vecchi pacchetti e un programma di installazione scadente. Per molte applicazioni, i vecchi pacchetti vanno bene e un programma di installazione scadente non è un grosso problema, dopotutto, la mia prima esperienza con Linux includeva l'installazione di Debian Linux su sistemi HP PA RISC. Non è stata una passeggiata nel dolce, ma non è stato esattamente difficile. L'installatore Debian funziona bene se sei disposto a leggere ciò che è sullo schermo.

Questa è la mia recensione parziale di Debian 10 da parte di un utente openSUSE estremamente radicato. Sono perfettamente felice di dove mi trovo e non ho intenzione di passare a nessun'altra distribuzione. Guarderò il desktop KDE Plasma su Debian e lo confronterò con la mia casa normale del desktop KDE Plasma su openSUSE Tumbleweed.

La linea di fondo, in primo luogo, Debian è fantastica. È un'esperienza pura e sterile, non viene data molta enfasi all'aspetto e al tatto, ma è molto evidente che si sono impegnati nelle basi tecniche. Se dovessi scegliere tra un pezzo artistico o una tecnologia tecnicamente valida, andrò per i meriti tecnici e farò l'ultimo miglio di lucidatura per soddisfare le mie esigenze. Consiglio vivamente Debian a qualsiasi utente intermedio.

Installazione

L'installazione è stata piuttosto semplice. Ho utilizzato lo strumento grafico di installazione e avendo familiarità con il programma di installazione di testo, questo era più o meno lo stesso ma con una grafica più "moderna".

Il programma di installazione inizierà chiedendoti di selezionare una lingua e il tuo paese.

Successivamente è necessario selezionare la mappa della tastiera. Il programma di installazione caricherà quindi i componenti. Ci vuole solo un po '.

Successivamente imposterai il nome host e il nome di dominio. Questi sono ciascuno su schermi diversi. Penso che avrebbero potuto consolidare questo aspetto in un'unica schermata, ma questa è solo la mia opinione.

Il tuo primo "blocco dell'account" è impostare la password di root con un'istruzione ben scritta e precauzioni sulla configurazione dell'utente root. Ti viene anche notificato che se lasci la password vuota, l'account di root verrà disabilitato e all'utente iniziale verrà dato il potere di diventare root usando il comando sudo.

Ti verrà quindi richiesto un nome completo seguito dal nome utente. Probabilmente anche questo avrebbe potuto essere messo su un unico schermo, ma passarne uno alla volta ha i suoi meriti.

Dopo aver inserito la password per il tuo account utente, ti verrà chiesto di impostare il fuso orario dell'orologio di sistema.

La configurazione della partizione del sistema sarà la prossima, ai fini di questa installazione, ho scelto la guida - usa l'intero disco e il disco virtuale si è presentato nella schermata successiva.

Per l'impostazione dei dischi di partizione, ho scelto l'opzione consigliata per i nuovi utenti e cioè tutti i file in una partizione. Questo è apparentemente sempre più comune ora. Successivamente ti viene data una ripartizione della schermata della partizione automatica e un controllo finale di integrità prima di applicare le modifiche al disco.

Il sistema di base verrà installato. Al termine, verrà chiesto se sono presenti altri CD o DVD di cui si desidera che il sistema esegua la scansione per ulteriori supporti. In questo caso, non ho una cosa del genere e trovo interessante che questa sia anche un'opzione. Sto faticando un po 'a trovare il caso d'uso per questo, ma sono sicuro che ce ne sia uno.

Sarà necessario configurare il gestore dei pacchetti. Per tirare i pacchi da uno specchio più vicino a te, ti viene chiesto di scegliere un paese. Quindi ti viene data un'opzione di specchi. Ho scelto il valore predefinito evidenziato deb.debian.org. Non ho dovuto configurare un proxy http, quindi l'ho lasciato vuoto.

Dopo che il gestore di pacchetti ha configurato apt, ti verrà chiesto se vuoi fornire agli sviluppatori le statistiche sul tuo sistema. Questo verrà eseguito una volta alla settimana e invierà i pacchetti agli sviluppatori della distribuzione. Se ti va bene, seleziona sì.

Le opzioni che ti vengono fornite per l'ambiente desktop sono davvero fantastiche. Puoi anche scegliere nessun ambiente desktop! Fin dall'inizio puoi scegliere tra GNOME, Xfce, KDE Plasma, MATE, LXDE e LXQt. È interessante notare che non sono presentati in ordine alfabetico. In realtà mi sconcerta un po 'il motivo per cui GNOME sarebbe in cima quando chiaramente, il miglior desktop è KDE Plasma.

Il passo successivo è installare il bootloader GRUB sull'unità. Se selezioni Sì, ti verrà fornito un elenco di unità o per inserire manualmente un dispositivo.

GRUB è l'ultimo passaggio, ti verrà comunicato che l'installazione è completa e potrai avviare il tuo sistema appena installato, che, senza dubbio, avrà l'odore della nuova macchina.

Prima esecuzione e impressioni

Il bootloader di GRUB sembrava piuttosto tipico e ho visto la mia opzione "GNU / Linux" seduta proprio lì, quindi un rapido tocco del tasto Invio ha iniziato il caricamento del sistema operativo. Sono rimasto spiacevolmente sorpreso dal login / greeter ... blah, non sono sicuro di quale display manager sia ma, blah. Certamente non va bene con un desktop al plasma.

Non dovrei lamentarmi, fa il suo lavoro, sembra solo ... Xfce ...

La schermata iniziale era la schermata predefinita di Plasma e ti viene presentato un desktop KDE Plasma 5 vanigliato con il non fantastico Application Launcher. Questo è abbastanza facilmente risolvibile.

Il tema predefinito è la brezza così luminosa che brucia la tua retina, ma è anche facilmente risolvibile con il più comodo tema Breeze Dark. Ho anche giocato con alcune altre impostazioni, le impostazioni della regione sono tutte sbagliate per le mie preferenze e volevo vedere come l'Info Center presentava il sistema operativo. Non ha tirato un logo Debian, non un grosso problema. Sono andato anche lì per controllare la versione Plasma 5.14.5. Solo un po 'più vecchio ma non è un grosso problema. Ancora meglio che non avere Plasma.

Ero interessato a controllare le applicazioni predefinite in Debian. Era piuttosto scarso, ma aveva le basi. La definirei un'installazione piuttosto snella. Per fortuna, per impostazione predefinita questa installazione di Plasma ha il modulo di stile widget GTK installato. Non sono sicuro che sia anche un'opzione per non installare ma ricordo, una volta, che questa non era una cosa automatica.

Firefox, dopo aver modificato il tema GTK, sembrava fantastico e sembrava fantastico entrare nella pagina del discorso di Big Daddy Linux. Nessuna lamentela.

Ecco un piccolo bonus con Debian KDE Plasma, Discover funziona e funziona molto bene. Credo che sia la migliore esperienza di Discover che abbia mai avuto. Non sono riuscito a trovare Discord ma Telegram era lì.

Volevo controllare se potevo installare Kdenlive ed effettivamente era disponibile. Era la versione 18.12.3, quindi un po 'indietro ma apparentemente funzionava abbastanza bene. Sono rimasto solo sorpreso che fosse persino disponibile. Dovrei essere sorpreso?

Mi è davvero piaciuto usare Plasma su Debian. Ha superato di gran lunga le mie aspettative e anche se non ho intenzione di trasferirmi dal mio posto felice chiamato openSUSE, questo è stato un ottimo posto da visitare.

Quello che mi piace

Pura esperienza, nessuna influenza specifica sulla distribuzione quasi in una sorta di sterile atmosfera ospedaliera. Potrebbe sembrare negativo, ma non avere "cruft" per così dire ha i suoi meriti.

Discover funziona alla grande in Debian 10. Non che questo dovrebbe essere nella mia lista dei "cosa mi piace" in cima, ma è fantastico vedere Discover che funziona e funziona bene.

La selezione dei pacchetti in Debian è piuttosto robusta. Se non è nel repository, ottenere il pacchetto altrove è un processo quasi banale. Tutti costruiscono un pacchetto deb.

Cosa non mi piace

Gli strumenti di configurazione del sistema sono un po 'leggeri. Essendo abituato ad avere uno strumento come YaST, navigare in Debian può essere un po 'scoraggiante. Se hai esperienza con Linux e sai di quali strumenti hai bisogno, questo non è un problema

Il Display Manager predefinito era quasi stonato perché mi aspettavo l'SDDM meravigliosamente lucido e liscio come la seta come mio saluto. So che posso cambiarlo, ma in questa fase sono un po 'troppo pigro per farlo.

Di cosa non sono sicuro

Esiste questa opzione per inviare le statistiche agli sviluppatori dal tuo sistema. Le statistiche sui pacchetti del concorso di popolarità di Debian vengono eseguite su base settimanale e inviate, non so come mi sento al riguardo, eseguito settimanalmente. Mi piace fornire informazioni agli sviluppatori ma non sono sicuro della frequenza.

Videos about this topic

openSUSE Leap 15 In-Depth Review - Linux Distro Reviews
Red Hat, CentOS & Fedora\: Which Is Best for You?
Switching to OpenSUSE | Part 4 - Finale | 10 Day Challenge
5 Reasons To Use openSUSE Leap 15 in 2018
openSUSE Tumbleweed w/KDE Overview | Distro Delves S2\:Ep17
openSUSE Tumbleweed\: A Leading Edge Distro Overview