Google Nexus 6

Recensione di Google Nexus 6: ucciso dopo l'acquisizione di Pixel

Pagina 1 di 3 Recensione di Google Nexus 6 - Ucciso dopo l'acquisizione di Pixel

Lo schermo e la durata della batteria del Nexus 6 avrebbero potuto essere migliori, ma il Pixel di Google ora è il migliore

Specifiche

Processore: Qualcomm Snapdragon 805 quad-core da 2,7 GHz, Dimensioni schermo: 6 pollici, Risoluzione schermo: 2.560 x 1.440, Fotocamera posteriore: 13 megapixel, Memoria: 32 GB, Dati wireless: 4G, Dimensioni: 159x83x10,1 mm, Peso : 184g, Sistema operativo: Android 5.0

Aggiornamento: Google Nexus 6 non esiste più

Il Nexus 6 di Google non è più in vendita dopo il lancio di Pixel. Il telefono, che ora ha due anni, è ufficialmente morto e sepolto con Google che spinge tutti i suoi sforzi nella sua nuova ammiraglia, il Pixel.

Non vengono più prodotte nuove unità, ma ci sono una manciata di Nexus 6 che fanno il giro su siti di rivenditori come Ebay per super economici se il tuo cuore è deciso a ottenerne uno. Il Nexus 6 è ancora una scelta ragionevolmente solida e un recente aggiornamento dovrebbe vederlo eseguire l'ultima versione di Google del suo sistema operativo per smartphone, Android 7.1 Marshmallow.

Detto questo, ecco la mia recensione originale di Google Nexus 6.

Recensione di Google Nexus 6

Il marchio Nexus di Google è una bestia volubile, che passa da un produttore all'altro. Dopo un periodo di successo con LG, l'ultimo destinatario della sua benedizione è Motorola. Ciò ha senso in quanto la società era di proprietà di Google fino al suo recente passaggio a Lenovo. Il Nexus 6 è senza dubbio un dispositivo Motorola, essendo una suoneria morta per l'eccellente Moto X (2a generazione). È più grande, però, molto più grande. Il suo schermo da 6 pollici lo colloca tra gli smartphone più grandi che abbiamo mai visto, persino più grande del Samsung Galaxy Note 4 da 5,7 pollici.

È stato anche uno dei primi smartphone a ottenere Android 5.0 Lollipop e, dal lancio, uno dei primi dispositivi a ottenere l'aggiornamento del punto, Android 5.1. Di conseguenza, da allora abbiamo aggiornato questa recensione con le nostre osservazioni su Android 5.1, inoltre abbiamo eseguito i nostri nuovi benchmark sul telefono per vedere quanto è veloce con l'aggiornamento del software. Tutti i possessori di Nexus 6 esistenti possono ora eseguire l'upgrade ad Android 5.1, con l'aggiornamento OTA disponibile.

Progettazione

Ci siamo già espressi a lungo nella nostra ammirazione per il design del nuovo Moto X, e lo stesso vale qui. La parte posteriore è una deliziosa collisione di linee e curve, tutte assottigliate a bordi stretti che terminano in un telaio in alluminio. Sembra molto duro e rigido.

Il pannello posteriore liscio e leggermente morbido è un piacere da tenere in mano. La presa per le cuffie, l'obiettivo della fotocamera, i loghi Motorola e Nexus e la porta USB sono tutti perfettamente allineati al centro del telefono. Il pulsante di accensione increspato si trova ordinatamente sotto l'indice; ne avrai bisogno anche tu, dato che non c'è un doppio tocco per riattivarlo, cosa che abbiamo visto sul tablet HTC Nexus 9.

La parte anteriore del telefono è di un nero lucido e in gran parte priva di dettagli. Ci sono cornici sottili, circa 3,5 mm, su entrambi i lati dello schermo. In alto e in basso ci sono altoparlanti stereo a proiezione in avanti, per guardare i video in formato orizzontale, ma nonostante ciò c'è ancora poco in termini di cornice sopra e sotto lo schermo.

Non ci sono pulsanti fisici qui, come sui telefoni Galaxy o sugli iPhone, con tutto ciò che viene gestito utilizzando invece i pulsanti sullo schermo, che preferiamo. Non ci sono né bordi né bordi intorno allo schermo, si incurva semplicemente per incontrare il telaio metallico sul bordo. Lo schermo è protetto da Gorilla Glass 3 e quindi dovrebbe rimanere in gran parte privo di graffi, ha una sensazione leggermente più resistente quando fai scorrere il dito su di esso rispetto al solito, il che potrebbe infastidire un po '.

In termini di misurazioni, lo schermo da 6 pollici lo rende comprensibilmente un po 'più grande frontalmente rispetto al Galaxy Note 4 da 5,7 pollici: 159x83 mm rispetto a 154x79 mm. Sulla carta, è anche un po 'più grosso, essendo profondo 10,1 mm rispetto agli 8,5 mm del Note 4. In pratica, non c'è niente in esso, con i bordi sottili del Nexus 6 e il pannello posteriore leggermente sporgente che si sentono sottili come la lastra sottile del Note 4.

Ovviamente, la dimensione pura ne rimanderà un po '. I nostri più grandi membri del personale hanno scoperto di poter ancora afferrare il telefono con una mano e raggiungere il display, ma non verso l'angolo opposto. La tua persona media sta davvero cercando di utilizzare questo a due mani, soprattutto perché non è previsto l'uso con una sola mano, come con le opzioni di ridimensionamento dello schermo fornite sia dal Note 4 che dall'iPhone 6 Plus.

Display

Comunque lo affronti, lo schermo è davvero enorme con un enorme diametro di 6 pollici. Il display AMOLED ha la risoluzione 2.560x1.440, ormai tipica, ma ancora assurdamente dettagliata, che abbiamo visto su Note 4 e LG G3. Le dimensioni dello schermo riducono la cifra dei pixel per pollice a "soli" 493 ppi, che è leggermente inferiore a quella degli altri telefoni, ma non in modo evidente.

Altrettanto importante delle rivendicazioni di risoluzione non elaborata è il numero di subpixel utilizzati per ogni pixel rivendicato. Il Note 4 utilizza l'ultima tecnologia AMOLED di Samsung, che utilizza una nuova struttura di pixel a forma di diamante, con meno pixel rossi e blu più grandi e più pixel verdi più piccoli. Il Nexus 6 cerca di utilizzare una vecchia struttura subpixel con subpixel a forma di barra più semplici. In pratica, ciò significa che il Note 4 ha un aspetto leggermente più nitido. Tuttavia, stiamo facendo i capricci qui, visto quanto sono fini i dettagli su entrambi gli schermi.

Il colore è un problema molto più grande per il Nexus 6. Gli schermi AMOLED hanno a lungo sofferto di una riproduzione dei colori imprecisa rispetto ai loro cugini LCD, sebbene ciò sia stato compensato dal loro contrasto di gran lunga superiore. Ora i due stanno convergendo, con un miglioramento del contrasto sugli LCD e il Note 4 che si mostra capace di una buona precisione; in gran parte grazie alle molteplici impostazioni di temperatura del colore, di cui l'impostazione "Base" tiene traccia accuratamente di sRGB.

Dopodiché, il Nexus 6 è un grande passo indietro. Nonostante abbiano una copertura sRGB del 100%, i colori sono molto al di fuori dello standard sRGB nei nostri test, essendo troppo saturi e sgargianti. I puristi lo odieranno, ma coloro a cui piacciono i loro televisori appena usciti dal negozio, pieni di tonalità vibranti, non saranno eccessivamente scoraggiati. Nella nostra esperienza, la maggior parte delle persone preferisce qualcosa di un po 'più vivace e caldo di sRGB, ma questo è ancora un po' esagerato.

Detto questo, è difficile non divertirsi guardando i programmi iPlayer scaricati sul display da 6 pollici durante il tragitto giornaliero. Una luminosità di picco di 286,91 cd / m2 è leggermente più luminosa del Note 4, dandogli il vantaggio in termini di luminosità dello schermo AMOLED. Per coloro che guardano molti video in viaggio o che vogliono guardare in casa senza prendere un tablet, questo è uno schermo soddisfacentemente grande, con neri profondi e molti dettagli.

^ Non è facile vedere la differenza qui, ma dovresti essere in grado di distinguere almeno le sfumature rosso / arancio troppo saturate, nella vita reale è molto, molto più pronunciato

Altoparlanti

Il Nexus 6 è dotato di un paio di altoparlanti stereo anteriori, uno su ciascun lato dello schermo quando è in modalità orizzontale. Abbiamo già visto altoparlanti di questo tipo, principalmente sui telefoni HTC, e sono sempre i benvenuti. In modalità verticale, l'altoparlante superiore funge anche da auricolare per le chiamate vocali, mentre quello inferiore integra il microfono, mantenendo tutto molto ordinato.

Il volume è ben graduato con molte opzioni al centro dell'intervallo e quindi meno alle estremità basse e alte, il che ha senso pratico. La qualità audio è molto più avanti di qualsiasi altra cosa con altoparlanti posizionati in basso o dietro. Il suo principale rivale è l'HTC One M8; gli altoparlanti dell'M8 erano più bilanciati con più medio-bassi, ma il Nexus 6 era più forte e suonava più espansivo. È difficile scegliere tra di loro qui, ma per guardare i video clip l'enorme schermo da 6 pollici sul Nexus vince comunque.

^ Gli altoparlanti frontali hanno aumentato enormemente il nostro divertimento con trailer di film e simili

Recensione di Google Nexus 6: la prima incursione di phablet di Google offre Android puro su un enorme display

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    • 9
    • 10

    Google Nexus 6 (64 GB, blu notte)

    3 modelli correlati

    Dove acquistare Vedi tutto

    Confronta questi

    Apple iPhone 11

    Galaxy A51

    Apple iPhone SE

    Samsung Galaxy S20 5G

    Il buono Google Nexus 6 ha un display nitidissimo ed ampio, un potente processore Snapdragon 805, il sistema operativo Android Lollipop e una fotocamera dotata di OIS che scatta foto fantastiche.

    Il cattivo Ampio e ingombrante, il Nexus potrebbe essere troppo grande, in termini di dimensioni e prezzo, per alcuni utenti.

    Conclusione Il Nexus 6 è un potente telefono Android di grandi dimensioni, sebbene il più sottile Samsung Galaxy Note 4 offra prestazioni complessive superiori e funzioni di produttività native.

    Rivedi le sezioni

    • Revisione
    • Prezzi
    • Specifiche
    • CNET
    • Mobile
    • Telefoni
    • Google Nexus 6

    In quanto primo smartphone plus-size di Google, il Nexus 6 ha rappresentato un importante passo avanti rispetto all'ormai fuori produzione Nexus 5 quando è stato introdotto nel novembre 2014. A cavallo della linea tra telefono e tablet, il Nexus 6 prodotto da Motorola presenta un enorme, splendido display quad HD, nonché un potente processore Snapdragon 805 e una fotocamera agile che scatta foto ultra nitide.

    È anche il primo e unico telefono (per ora) che supporterà il servizio wireless Fi di Google. Per $ 20 al mese, Google Fi fornisce voce, testo, tethering Wi-Fi e copertura internazionale in più di 120 paesi; i servizi dati costano altri $ 10 per gigabyte. Il servizio è attualmente solo su invito; puoi richiedere un invito qui.

    Tuttavia, il Nexus 6 non è economico e, nonostante le sue grandi dimensioni, è corto in alcune aree chiave.

    Google fa una grande scommessa con il suo Nexus 6 (immagini)

    Aggiornamento della revisione: primavera 2015

    Il Nexus 6 è un telefono molto grande che offre un'esperienza Android pura, il che significa che a Motorola è stato vietato di apportare modifiche all'interfaccia utente o al software sottostante. Quando ha debuttato alla fine del 2014, il supporto del Nexus 6 per Lollipop 5.0 gli ha dato un vantaggio significativo rispetto ai modelli Android bloccati con una versione precedente del sistema operativo. Il lancio da parte di Google della versione più recente di Lollipop in un campo ampliato di telefoni cancella questo vantaggio.

    Un altro fattore da considerare è la manciata di nuovi telefoni di punta annunciati al Mobile World Congress di marzo 2015, tra cui Samsung Galaxy S6 e HTC One M9. Se stai cercando di acquistare un nuovo telefono nei prossimi mesi, sappi che il panorama competitivo cambierà presto.

    Se stai cercando di acquistare un telefono o un phablet più grande più immediatamente, pensiamo che ci siano opzioni migliori rispetto al Nexus 6. L'iPhone 6 Plus è un dispositivo elegante che dispone di una fantastica fotocamera e di un sistema operativo intuitivo. Il Moto X è abbastanza simile al Nexus 6 ma più piccolo e meno costoso. Per ora, il nostro phablet Android preferito rimane il Galaxy Note 4. Presenta un design più sottile rispetto al Nexus 6 a un prezzo comparabile (con una certa variabilità in base al fornitore), nonché un potente processore che funziona altrettanto bene, una suite superiore di strumenti di produttività nativi e un potente stilo S Pen integrato.

    Disponibilità

    Negli Stati Uniti, puoi ordinare un Nexus 6 sbloccato dal Google Store per $ 649 (32 GB) e $ 699 (64 GB). I prezzi variano tra i vettori che immagazzinano il dispositivo, che includono T-Mobile, AT&T, Sprint e US Cellular; Verizon ha aggiunto il Nexus 6 alla sua gamma nel marzo 2015. Il portatile è venduto in altri 28 paesi, con varianti 4G LTE sia per le Americhe che per i paesi di altri continenti. Nel Regno Unito, costa £ 499 (32 GB) e £ 549 (64 GB). Il modello da 32 GB costa AU $ 869 in Australia e il modello da 64 GB costa AU $ 929.

    Hardware e componenti chiave: il cuore dell'operazione

    Il telefono è alimentato da un processore Snapdragon 805 quad-core da 2,7 GHz di Qualcomm, che è la stessa CPU che si trova in altri dispositivi potenti come il nuovo LG G3 Cat 6 per la Corea, il Samsung Galaxy Note 4 e il Motorola Droid Turbo. Il processore include la GPU Adreno 420 per un rendering grafico e un gameplay fluidi.

    A dare al Nexus 6 il suo succo è una batteria non rimovibile da 3.220 mAh. Simile ai suoi predecessori, la batteria ha funzionalità di ricarica wireless e può presumibilmente recuperare 6 ore di alimentazione dopo 15 minuti di ricarica con un caricabatterie Turbo specializzato che dispone della tecnologia Qualcomm Quick Charge 2.0. Descriveremo in dettaglio il rendimento di questi componenti più avanti nella revisione.

    L'alimentazione del telefono è un potente processore Snapdragon 805. Josh Miller / CNET

    Il portatile ha una fotocamera da 13 megapixel con un flash a doppio LED che circonda l'obiettivo e uno sparatutto frontale da 2 megapixel. Altre chicche includono 3 GB di RAM e 16 o 32 GB di memoria interna. Sfortunatamente, non è possibile inserire una scheda microSD per memoria aggiuntiva.

    Design: AKA, Motorola Moto "XXL"

    Il Nexus 6 assomiglia molto al Motorola Moto X di seconda generazione, ma con gli steroidi. Ha lo stesso dorso curvo, un rivestimento in alluminio che si immerge nella piastra posteriore sul bordo superiore e una fossetta con marchio M, per Motorola.

    Dimensioni e peso

    Google Nexus 6 Samsung Galaxy Note 4 Apple iPhone 6 Plus Dimensioni 6,27 x 3,27 x 0,40 pollici (159 x 83 x 10,1 mm) 6,04 x 3,09 x 0,34 pollici (154 x 79 x 8,5 mm) 6,22 x 3,06 x 0,28 pollici ( 158 x 78 x 7,1 mm) Peso 184 g (6,49 once) 176 g (6,2 once) 172 g (6,07 once)

    Il Nexus 6 è un dispositivo grande e con un diametro di 3,27 pollici potrebbe essere troppo largo per essere impugnato comodamente da alcuni utenti. Con un peso di quasi 6,5 once, è anche più pesante (e più spesso) sia del Galaxy Note 4 che dell'iPhone Plus 6.

    Inoltre, non sembra costruito bene come gli altri dispositivi. Il portatile non sembra economico in alcun modo - apprezziamo il rivestimento in alluminio scuro e le doppie griglie degli altoparlanti frontali - ma si avvicina all'estetica lucida e contemporanea del Note 4 e alla leggera qualità interamente in metallo di iPhone 6 Plus. < / p>

    Il retro in plastica del Nexus 6 richiama anche l'attenzione sulle impronte digitali. Abbiamo esaminato la variante Midnight Blue e abbiamo dovuto pulirla costantemente per eliminare le macchie; ogni volta che lo facevamo, la parte posteriore in plastica produceva rumori scoppiettanti mentre premevamo e ci sfregavamo contro. Questo non è abbastanza per allontanarci del tutto dal Nexus 6, ma per un dispositivo da $ 650, era ancora snervante da ascoltare. Le stampe potrebbero essere meno visibili nella versione Cloud White.

    Sebbene la parte posteriore arcuata funzioni bene per il Moto X, non fa molto per il grande corpo del Nexus. Josh Miller / CNET

    Display: fare le cose in grande per un motivo

    Il grande vantaggio del profilo più grande del telefono è l'enorme schermo. Vibrante, nitidissimo e coinvolgente, il telefono offre quasi sei pollici di bontà di visualizzazione dei media. Le pagine Web, i video HD e i giochi ad alta intensità grafica sembravano tutti fluidi, con colori dinamici e dettagli raffinati.

    Sia il Nexus 6 che il Galaxy Note 4 hanno una risoluzione e una densità di pixel più elevate rispetto all'iPhone 6 Plus, con quest'ultimo che ha il maggior numero di pixel per pollice tra i tre. Anche se le specifiche variano leggermente, tutti gli schermi sembrano ugualmente nitidi e ben definiti.

    Risoluzioni dello schermo, confrontate

    Google Nexus 6 Samsung Galaxy Note 4 Apple iPhone 6 Plus Display AMOLED da 5,96 pollici (2.560x1.440) Super AMOLED da 5,7 pollici (2.560x1.440) LCD da 5,5 pollici (1.920x1.080) Densità pixel 493ppi 515ppi 401ppi

    Tuttavia, abbiamo notato alcune differenze per quanto riguarda il colore. Dato lo schermo LCD dell'iPhone e il display AMOLED degli altri due, ci sono evidenti differenze di temperatura, con le tonalità di verde, blu e rosso che appaiono più sature e ricche sul Galaxy Note 4. L'iPhone mostra i bianchi più puri e luminosi, che sono particolarmente evidenti accanto al Nexus 6, i cui bianchi sembrano leggermente gialli. I neri più profondi sono prodotti dal Note 4; Il phablet di Apple mostra il nero con un tono quasi bluastro; e il Nexus è al centro.

    In generale, è una questione di preferenze personali. Lo schermo del Galaxy Note 4, per il quale è possibile regolare i toni del display, offre il massimo impatto, anche se alcuni colori, in particolare i toni della pelle, sembrano non realistici. Anche se il display dell'iPhone sembra un po 'smorzato, i suoi colori sono più realistici. Il Nexus 6 è un buon compromesso. Ha una migliore rappresentazione dei colori rispetto al Note 4, ma non è così vibrante. È più vivido dell'iPhone, ma i suoi colori non sono così accurati. Conclusione: tutti questi dispositivi offrono un'esperienza visiva coinvolgente ed espansiva.

    Con una risoluzione di 1440p, il display del telefono è ultracrisp e luminoso. Josh Miller / CNET

    Caratteristiche del software: Oh lolli, lolli, lolli

    Android 5.1 Lollipop risolve alcuni problemi noti e aggiunge una manciata di nuove funzionalità; controlla il nostro rapporto qui.

    Vivere in un mondo materiale

    Prima di, Android 5.0 ha introdotto un'interfaccia completamente ridisegnata chiamata Material Design. Animato, giocoso e colorato, Material raggiunge quasi ogni angolo e fessura di Android: dal dialer, all'ombra delle notifiche e persino i tasti di scelta rapida per la schiena, la casa e la panoramica (precedentemente noti come app recenti) sono cambiati in semplici forme geometriche.

    Le animazioni sono una parte importante del materiale; quasi tutto ciò con cui interagisci tramite il tocco si muove in qualche modo. A volte è una tonalità di grigio trasparente che si increspa verso l'esterno a ogni tocco o una piccola onda che si muove mentre trascini il dito sullo schermo. Quando avvii il cassetto delle app, la sua icona circolare si espande in una grande finestra rettangolare; e quando sei nella schermata di sblocco, i testi si ingrandiscono e si riducono.

    Queste animazioni fanno sembrare il tuo telefono Android molto dinamico e quasi vivo. Ad alcuni editor CNET piace l'effetto, ma altri dicono che le animazioni sembrano rallentare le prestazioni del dispositivo.

    Nuovo dialer di Material Design (a sinistra) e app drawer. Screenshot di Lynn La / CNET

    Un'altra parte del materiale sono le carte. Le notifiche, il cassetto delle app e il testo in molte app hanno la propria scheda designata che è sovrapposta sullo sfondo. Il calendario presenta sfondi stagionali stravaganti a colori per ogni mese e può aggiungere immagini pertinenti agli eventi utilizzando le parole chiave inserite dagli utenti come "cena". Questi elementi grafici vengono visualizzati tramite un effetto di scorrimento parallasse. Puoi disattivarli se vuoi, ma li abbiamo trovati piuttosto affascinanti.

    Gmail (a sinistra) e l'app Calendar nell'interfaccia di Lollipop. Screenshot di Lynn La / CNET

    Notifiche, panoramica e impostazioni rapide

    Le notifiche possono essere visualizzate sulla schermata di blocco, in modo simile a Apple iOS e Moto Alert sui dispositivi Motorola. Toccando una notifica verrà avviata l'app pertinente; lo scorrimento lo ignora del tutto. Gli utenti possono anche controllare la quantità di informazioni visualizzate dalle app, il che è utile per e-mail e messaggi sensibili.

    Premendo a lungo una scheda di notifica nell'ombra del menu rivela le singole impostazioni, ma Google ha incluso anche un elenco principale di "notifiche app" all'interno del menu delle impostazioni. Avvisi per telefonate, allarmi e messaggi di testo possono apparire mentre sei nel bel mezzo di un'attività sullo smartphone; questi sono chiamati "avvertimento" e puoi toccare per avviare o scorrere per chiudere.

    Le app recenti e le funzionalità multitasking, denominate "panoramica", vengono attivate dal tasto di scelta rapida quadrato situato nella parte inferiore destra del display. Toccalo e vedrai tutte le app attive che eseguono lo sfondo. Disposto come una pila di carte, la panoramica mostra anche più attività all'interno delle singole app. Con Gmail, ad esempio, vengono visualizzate due schede riepilogative se hai la posta in arrivo aperta mentre stai scrivendo la bozza di un nuovo messaggio.

    Le notifiche vengono visualizzate nella schermata di blocco (a sinistra) e Panoramica mostra più di una scheda per app. Screenshot di Lynn La / CNET

    Panoramica offre un'anteprima informativa e un contesto per le app utilizzate di recente, sebbene possano sommarsi abbastanza rapidamente. L'aggiunta di più schede per app si accumula anche su più finestre. È un peccato che non ci sia alcun pulsante "Cancella tutto" che li chiuda tutti in una volta; un utente deve scorrere o toccare le schede singolarmente. Il menu delle impostazioni rapide, accessibile con uno scorrimento verso il basso con due dita nella parte superiore dello schermo, dispone di rotazione automatica e Bluetooth, nonché Wi-Fi e Bluetooth.

    Altre chicche

    L'iniziativa "Project Volta" di Google del 2014 si proponeva di migliorare la durata della batteria, offrendo agli sviluppatori un maggiore controllo sull'impatto delle loro app sul tempo di esecuzione; il sistema operativo dispone di una modalità di risparmio della batteria che disattiva i dati in background e riduce la velocità di clock della CPU quando le riserve di carica stanno per esaurirsi.

    Lollipop consente agli utenti di sbloccare il proprio smartphone tramite Bluetooth. Se il Nexus 6 rileva un dispositivo Bluetooth noto nelle vicinanze, come un Motorola Moto 360 o LG G Watch, il telefono si sblocca automaticamente.

    La migrazione di massa di app e account dal tuo precedente telefono Android è più facile con il Nexus 6. Josh Miller / CNET

    Videos about this topic

    Google Nexus 6 unboxing
    Nexus 6 - La recensione di Telefonino.net
    Google supersizes its marquee phone with the Nexus 6
    Nexus 6 vs Samsung Galaxy Note 4 – phablet comparison
    Thoughts on Phablets
    Nexus 6 review - Google shows it can make a big-screen phone