Recensione Huawei Band 3 Pro

Huawei Band 3 Pro è l'ultima puntata nella gamma di fitness tracker dell'azienda ricca di funzionalità ma convenienti. Se non vuoi spendere molto per un Fitbit Charge 3 o un Samsung Gear Fit2 Pro, questo è un tracker che potresti guardare invece.

Il suo predecessore, l'Huawei Band 2 Pro, veniva fornito principalmente, ma presentava alcuni problemi fastidiosi. Non siamo rimasti stupefatti dalle prestazioni del sensore di frequenza cardiaca e abbiamo avuto anche qualche lamentela riguardo al design.

Huawei afferma di aver risolto alcuni di questi problemi, migliorando il sensore di frequenza cardiaca insieme a una serie di altre correzioni per renderlo più adatto per monitorare i tuoi obiettivi di salute e fitness.

Fondamentalmente, tuttavia, racchiude ancora le funzionalità che la maggior parte dei fitness tracker a questo prezzo non ha. Stiamo parlando di GPS integrato e di un design impermeabile con rilevamento del nuoto che funziona in piscina e per il nuoto in acque libere.

Ho messo alla prova il fitness tracker economico per scoprire di cosa è fatto. Ecco il mio verdetto completo su Huawei Band 3 Pro.

Huawei Band 3 Pro: design

Specifiche e caratteristiche principali di Huawei Band 3 Pro

  • Display touchscreen AMOLED da 0,95 pollici
  • GPS integrato
  • Cardiofrequenzimetro
  • 5ATM impermeabile
  • Monitoraggio del nuoto
  • 12 giorni di durata della batteria
  • 7 ore di durata della batteria del GPS
Il Band 3 Pro, come il suo predecessore, sembra optare per un look off-brand. Sembra un fitness tracker, ma che le persone potrebbero scambiare per un altro tracker di alto profilo. Non posso dirti quante volte qualcuno mi ha chiesto se indossavo un Charge 3 o un Gear Fit2 Pro al polso.

Band 3 Pro è un importante miglioramento rispetto a Band 2 Pro, dal punto di vista del design. Huawei ha notevolmente ridotto le cornici laterali. Sembra che il display arrivi fino al bordo del case, e questo fa sembrare l'intero pacchetto meraviglioso. Hai ancora cornici sopra e sotto il display, ma non sono così evidenti. Infatti sul modello nero che ho provato si notano appena. Sono piuttosto eleganti.

La navigazione in Band 3 Pro avviene tramite il touchscreen. Toccare per accedere a un menu, scorrere verso destra per tornare indietro di una schermata e toccare il pulsante sotto il display per tornare a casa. Il display AMOLED da 0,95 pollici sembra molto meglio del display PMOLED su Band 2 Pro. In realtà ora c'è il colore, il che rende l'esperienza molto più luminosa e complessivamente più piacevole.

Quel nuovo display touch ha però un problema: è troppo sensibile per i miei gusti. Incrociamo le braccia e all'improvviso sento una vibrazione. Si scopre che il display pensava che tenessi in mano il quadrante, che attiva lo switcher del quadrante. Questa è una piccola cosa, ma è diventata rapidamente molto fastidiosa. Ho provato a ricrearlo con un Apple Watch e Fitbit Ionic, solo per vedere se era qualcosa che avevo sbagliato, ma Band 3 Pro era ogni volta iper sensibile.

L'altra cosa davvero fastidiosa di Band 3 Pro è la fibbia. Questo è stato fastidioso sul Band 2 Pro, ma Huawei è andato e ha ridisegnato la chiusura. Non è così male ora, ma non è ancora eccezionale. Il Band 3 Pro ha una chiusura simile a un orologio, completa di un anello attraverso il quale inserisci l'altra estremità del cinturino.

Il problema qui è che il ciclo non è efficace. Puoi correre o fare i fatti tuoi e all'improvviso cadrà e inizierà a sbattere contro il tuo polso. Il passante ha una rientranza all'interno che si inserisce nei fori del cinturino, ma non è abbastanza lungo da mantenere effettivamente il cinturino in posizione.

La cosa buona di Band 3 Pro è che racchiude un display AMOLED, GPS e un sensore di frequenza cardiaca in un pacchetto impermeabile classificato 5 ATM che pesa solo 25 g. È facile da indossare, ma non supera il test della camicia a maniche lunghe. Si impiglierà e sarà un vero fastidio.

Huawei Band 3 Pro: monitoraggio dell'attività fisica

Il cuore di qualsiasi braccialetto fitness è in realtà il monitoraggio della forma fisica. Quindi è importante che tutto funzioni bene su quel fronte. E, beh, Band 3 Pro non fa tutto bene.

Tuttavia, riceve il GPS. La prima volta che avvii il GPS, può essere necessario un po 'di tempo per ottenere un segnale, ma dopo funziona abbastanza rapidamente. È anche preciso, andando bene contro il Garmin Fenix ​​5.

Dopodiché, le cose prendono una svolta, ma non è necessariamente colpa del dispositivo. Prendiamo la frequenza cardiaca. Mentre lo confrontava con un Wahoo Tickr in una corsa, Band 3 Pro ha funzionato in modo abbastanza ammirevole. Sembrava che stesse tenendo il passo con la fascia toracica con il mio battito cardiaco: sebbene fosse un po 'più lento ed era un paio di punti più basso, era nella stessa area.

Tuttavia, è quando le cose vengono indirizzate all'app che peggiorano. I miei dati sulla frequenza cardiaca sono scomparsi per settimane. Huawei afferma che questo è dovuto al fatto che la nostra unità non era definitiva e che un aggiornamento software lo avrebbe risolto. Un paio di settimane dopo, c'è stato un aggiornamento software che ha restituito i miei dati sulla frequenza cardiaca, ma non era come me lo ricordavo.

Monitoraggio della frequenza cardiaca a confronto: Wahoo (a sinistra) e Huawei Band 3 Pro (a destra)

Mentre il Tickr diceva che la mia frequenza cardiaca massima era di 183, il Band 3 Pro ha registrato un clock a 164. La frequenza cardiaca media sul Band 3 Pro era 132, ma sul Tickr era 147. Huawei ha detto la cosa importante del Band 3 Pro è che avrebbe migliorato il monitoraggio del cuore, ma non è così in base alla mia esperienza.

Tuttavia, non sembra che sia colpa dell'hardware. Tutto sembra dipendere dal software, che a volte ha perso anche il mio GPS e i dati di nuoto. È un vero peccato perché quando usi Band 3 Pro, tutto sembra a posto. Hai molta fiducia che Band 3 Pro terrà traccia della tua forma fisica.

Torniamo per un secondo ai dati di nuoto. Il Band 3 Pro dovrebbe offrire metriche come SWOLF e numero di giri, con Huawei che afferma che può aiutarti a migliorare i tuoi colpi sia in piscina che in acque libere. Tuttavia, il problema dei dati ha paralizzato ciò che posso vedere nell'app. Posso solo vedere la durata della nuotata e quante calorie ho bruciato, nient'altro. L'ho confrontato con l'Apple Watch, che non ha le metriche più approfondite ma almeno mi ha dato la mia frequenza cardiaca media, i miei colpi e il ritmo con incrementi di 100, 50 e 25 yard.

In seguito, quella fiducia viene infranta da qualsiasi cosa stia succedendo con il software, che è aggiornato sia su Band 3 Pro che sull'app Huawei Health. I fitness tracker devono darti la certezza che monitoreranno effettivamente l'attività fisica e in questo momento non puoi fare affidamento su Band 3 Pro.

Huawei Band 3 Pro: monitoraggio del sonno e altre funzioni intelligenti

Il monitoraggio del sonno era una delle cose migliori di Band 2 Pro e Huawei afferma che ha collaborato con esperti del sonno per rendere Band 3 Pro ancora migliore di prima. Testandolo con Fitbit Ionic, i risultati sono estremamente vicini.

Seriamente, questo è quanto di più vicino sia mai capitato a qualcuno di togliere da Fitbit la corona per il monitoraggio del sonno basata sul polso. Una notte in particolare, ad esempio, l'Huawei ha detto che avevo circa 6 ore e 7 minuti di sonno. Lo Ionic mi ha fatto registrare 6 ore e 27 minuti.

Il Band 3 Pro è stato il più preciso, poiché Fitbit mi ha portato a svegliarmi in modo casuale e sdraiarmi sul letto mentre dormivo, mentre Band 3 Pro no. Il Band 3 Pro ha anche suddiviso il sonno in sonno profondo, leggero e REM. In un campione di dati, Band 3 Pro mi ha portato a 1 ora e 42 minuti di sonno profondo, 2 ore e 55 minuti di sonno leggero e 1 ora e 30 minuti di sonno REM.

Lo Ionic mi ha portato a 1 ora e 20 minuti di REM, 3 ore e 37 minuti di sonno leggero e 1 ora di 30 minuti di sonno profondo. Inoltre, mi ha svegliato per un'ora e 11 minuti. Sebbene sia difficile valutare veramente come stai dormendo a meno che tu non sia in un laboratorio del sonno, Huawei si è sentito più preciso in questo caso.

Monitoraggio del sonno a confronto: Fitbit (a sinistra) e Huawei Band 3 Pro (a destra)

Ci sono state altre volte in cui lo ionico sembrava più preciso. Basti pensare, tuttavia, che il monitoraggio del sonno di Huawei sta diventando molto buono. Inoltre, Huawei sta aggiungendo un sacco di altre metriche del sonno che Fitbit non offre - ancora. Huawei ha un sistema di valutazione della qualità del sonno che ti dà un'idea di quanto è stato buono il tuo sonno. Ti dà quindi consigli e suggerimenti su come dormire meglio.

La metrica più utile è ancora la continuità del sonno profondo, che ti dice quanto è stato buono il tuo sonno profondo. Questo è importante perché il sonno profondo è essenziale per sentirsi riposati e pronti per affrontare le tue lunghe e laboriose giornate.

Altrove, hai le funzioni di base del fitness tracker che puoi aspettarti. La tua app e le notifiche delle chiamate ti faranno ronzare il polso, riceverai promemoria per alzarti e muoverti e ci sono funzionalità come sveglie e simili. Cose di base, ma essenziali per un indossabile a tutto tondo.

Huawei Band 3 Pro: durata della batteria

Huawei promette 12 giorni di durata della batteria con monitoraggio continuo della frequenza cardiaca e monitoraggio del sonno su Band 3 Pro, ma ci sono tutte le possibilità che tu possa ottenere di più. È durato 14 giorni prima che avessi bisogno di caricarlo e non ci vuole molto tempo per ripristinare completamente la batteria.

Questa è una settimana in meno rispetto alla durata della batteria di 21 giorni del Band 2 Pro, ed è senza dubbio il risultato dell'inclusione di quel display AMOLED che insieme ai sensori integrati scarica la batteria un po 'più velocemente. Tuttavia, è un risultato decente e la durata della batteria è maggiore di quella che otterrai da un Fitbit o da un altro tracker rivale.

Recensione Huawei Band 3 Pro: un fitness tracker completo

Huawei Band 3 Pro fa quasi tutto ciò che potresti desiderare da un tracker a un prezzo eccezionale

Cosa rende un prodotto "Pro" "professionale"? La spiegazione di marketing sarebbe che contiene tutto ciò di cui un professionista ha bisogno. Un'idea più cinica sarebbe che è una scusa per aggiungere un paio di centinaia di sterline al prezzo per funzionalità di cui la maggior parte delle persone non ha bisogno.

Se la scelta è davvero così binaria, allora buon lavoro Huawei: sei nel primo. Huawei Band 3 Pro ha quasi tutto ciò che potresti desiderare plausibilmente in una fascia per il fitness, incluso il GPS, un cardiofrequenzimetro e uno schermo AMOLED vivace. Ancora più importante, lo fa a un prezzo in cui potresti ottenere il resto da due banconote da £ 50.

Recensione Huawei Band 3 Pro: cosa devi sapere

Un tempo, i fitness tracker erano dei pedometri glorificati, che contavano diligentemente i passi e ti permettevano di controllare i tuoi progressi in un'app. Anche se questa è probabilmente ancora la funzione principale, la maggior parte è cresciuta prendendo in prestito funzionalità da orologi da corsa seri e Huawei Band 3 Pro lo fa alla grande.

Recensione Huawei Band 3 Pro: prezzo e concorrenza

Ottieni tutto questo per un prezzo molto ragionevole di £ 80. In effetti, al momento della scrittura, puoi acquistarlo per £ 60 su Amazon. Se sembra troppo per il tuo budget, probabilmente vale la pena dare un'occhiata a Huawei Band 3e, che riduce le cose solo ai passaggi di base e al monitoraggio del sonno per £ 25.

Si può combattere più equamente con Fitbit Inspire HR, che viene venduto per £ 90. Non ha il GPS integrato, ma ha un cardiofrequenzimetro e beneficia della brillante app Fitbit e delle funzionalità della community. Oppure, se tutti i tuoi amici indossano dispositivi Garmin, Vivosmart 4 è un'altra alternativa a £ 120.

Recensione Huawei Band 3 Pro: design

Come gli smartphone, i cinturini per il fitness iniziano tutti a seguire gli stessi segnali di design. In altre parole, se hai visto un Galaxy Gear Fit2, un Garmin Vivosmart 4 o qualsiasi Fitbit dal Charge 2, sai cosa aspettarti. Un elastico racchiude una piccola unità con un touchscreen nella parte anteriore, con un sensore di frequenza cardiaca e porte di ricarica sul retro.

Il nostro modello di recensione di Huawei Band 3 è disponibile in un elegante blu scuro, ed è sicuramente accattivante, se non addirittura elegante come qualcosa come il Galaxy Fit2 di Samsung grazie alla sua grossezza e alle cornici relativamente spesse attorno allo schermo. Tuttavia, è miglia più attraente del Polar A370 e la qualità costruttiva è indiscutibilmente presente con il suo schermo in vetro e la struttura in metallo attorno allo schermo.

Non ci sono pulsanti fisici, cosa di cui sono sempre estremamente scettico per i dispositivi che dovrebbero bagnarsi. Basti dire che se sudi, corri sotto la pioggia o nuoti, i controlli touchscreen diventano sempre più complicati. Qui c'è un singolo pulsante del touchscreen sotto lo schermo principale. Avrei preferito moltissimo uno sporgente sul lato, anche se ha interrotto la simmetria della band.

Le cinghie sono apparentemente sostituibili ma di certo non si staccano senza combattere. Alla fine ho dovuto rinunciare a provare, perché anche dopo una lunga battaglia con le mie miniature, i tappi che le tenevano in posizione non si muovevano. Sembrava più probabile che le mie unghie cedessero prima delle cinghie, mettiamola così, ma il mio collega Nathan alla fine è riuscito a liberarle per la foto sopra.

Recensione Huawei Band 3 Pro: prestazioni

Nell'uso quotidiano, Huawei Band 3 Pro è una gioia discreta. Il tuo polso occasionalmente ronzerà di notifiche (se abilitate), permettendoti di leggere i messaggi senza consultare il telefono, ma altrimenti si vede e non si sente e prende vita solo se muovi bruscamente il polso.

Un aspetto negativo qui: non c'è luminosità automatica e coprire lo schermo non lo spegne automaticamente come con alcuni dei suoi rivali, il che può essere particolarmente fastidioso se sei incline a muovere le braccia a letto. Esiste un'opzione per ridurre la luminosità di notte nascosta nelle impostazioni - sorprendentemente non abilitata per impostazione predefinita - ma non è una soluzione perfetta.

Il software del tracker è piuttosto scarno, con solo tre volti tra cui scegliere e non ci sono widget per il tempo o l'acqua consumata. Invece, hai solo pagine per passi, frequenza cardiaca, sonno, allenamento e messaggi. Non c'è supporto per la musica, anche solo come telecomando per il tuo telefono, e nessun esercizio di respirazione guidata o simili, come incontri alcuni rivali.

Ma per la maggior parte, fa il lavoro in modo ammirevole. Il vero test, ovviamente, è il giorno della gara. Come fa a gestire una corsa misurata di 5k?

Non brillantemente: 4,56 km sono quasi il 10% in meno sulla distanza totale. Anche se, per essere onesti, il Polar Ignite sull'altro mio polso (recensione in arrivo) era ancora meno preciso, tagliando di altri 100 metri, quindi forse la copertura degli alberi di Rosliston parkrun stava interferendo con la ricezione. Una seconda breve corsa intorno alla mia casa a sud di Londra ha dato una distanza di 3,41 km mentre il tracciato del percorso su Mapometer mostra 3,75 km. Questo è anche un margine di errore del 10%.

Il lato positivo è che il monitoraggio della frequenza cardiaca sembra piuttosto solido. Come puoi vedere dal grafico qui sotto, la mia frequenza cardiaca nel corso della corsa ha raggiunto un picco di circa 174 bps, che sembra un po 'basso, ma il grafico sta sicuramente andando in una direzione senza strani picchi e depressioni come alcuni dispositivi indossabili finiscono per mostrare .

GPS e precisione della frequenza cardiaca a parte, Huawei Band 3 Pro cade nella stessa trappola di tutti gli elastici fitness sottili: semplicemente non c'è abbastanza spazio sullo schermo per mostrare tutte le principali metriche di corsa a colpo d'occhio. Invece, sei campi di dati vengono visualizzati su tre schermate, che possono essere visualizzate con un tocco. Basti dire che questo non è l'ideale per i corridori seri, soprattutto perché non è possibile modificare l'ordine in cui appaiono.

Fortunatamente, il design non è poi così male qui, poiché il pulsante a sfioramento per l'arresto e l'avvio è sufficientemente lontano dal pannello principale da non finire per finire accidentalmente la tua corsa in anticipo. E anche se lo tocchi per sbaglio, devi tenerlo premuto per un conto alla rovescia di tre secondi perché accada qualcosa.

Videos about this topic

Huawei Band Pro Review - Buy It or Skip It ?
Fitbit Inspire HR vs Huawei Band 3 Pro - Which is accurate? Polar reference
Huawei Band 3 Pro Sport Watch Specifications and review and the pros and cons of the model
Recensione Honor Band 5\: è la miglior smart band economica
Huawei Band 3 Pro è la SPORT BAND più COMPLETA! - RECENSIONE
HUAWEI BAND 3 PRO Bright COLOR AMOLED Screen GPS IP68 Waterproof Fitness Band\: Unboxing and 1st Look