Recensione KEF LS50 Wireless II

Quale Hi-Fi? Vincitore dei premi 2020. Un sequel innovativo e divertente testato a £ 2250 / $ 2499 / AU $ 4295

Con quale Hi-Fi? 22 settembre 2020

Il nostro verdetto

Le revisioni di KEF hanno dato i loro frutti; questi sequel sono tra i sistemi di altoparlanti più elettrizzanti che abbiamo sentito

  • Grande balzo in avanti delle prestazioni
  • Suono pulito e incisivo
  • Connettività onnicomprensiva

Contro

  • Niente a questo prezzo

Il nome dell'ultimo sistema all-in-one di KEF non lascia dubbi sulla loro eredità. KEF è chiaramente orgoglioso del fatto che i suoi LS50 Wireless II siano il seguito di un prodotto che abbiamo apprezzato abbastanza da essere il nostro primo What Hi-Fi? Ingresso nella Hall of Fame - e ha tutto il diritto di esserlo.

Gli LS50 Wirelesses lanciati nel 2016 come sistema di altoparlanti attivi assumono i leggendari altoparlanti passivi LS50 di KEF, una coppia di altoparlanti stereo wireless dotati di amplificazione integrata e funzionalità di streaming intelligenti, e la loro impressionante esecuzione di questo accattivante concetto gli è valsa il cinque -star review e un What Hi-Fi? Premio.

Non erano perfetti: venivano forniti con alcuni singhiozzi dell'app di controllo e la necessità di un cavo per collegare i due altoparlanti era un piccolo inconveniente in un pacchetto altrimenti ordinato. Ma non solo i nuovi altoparlanti LS50 Wireless II non sono collegati, ma sono anche dotati di un'app nuova e migliorata.

Tuttavia, le Wireless II non affrontano semplicemente le imperfezioni del loro predecessore. Sono stati progettati per spremere ancora più prestazioni dal telaio familiare e dalla disposizione del driver Uni-Q attraverso l'introduzione di una nuova innovazione KEF chiamata Metamaterial Absorption Technology (MAT).

Essenzialmente, MAT è un modo intelligente per assorbire le onde sonore che si irradiano dalla parte posteriore della cupola del tweeter in modo da non distorcere l'uscita anteriore dell'unità. Fisicamente, questa tecnica vede un pezzo di plastica rotondo con una struttura a labirinto posto dietro il tweeter.

Ogni "percorso" nella struttura ha una certa dimensione e lunghezza ed è "sintonizzato" per assorbire una specifica gamma di frequenze. KEF afferma che, insieme, i vari percorsi agiscono effettivamente come un "buco nero acustico", assorbendo il 99% del suono indesiderato.

Questa tecnica di assorbimento è stata utilizzata in altri campi in passato, ma questa iniziativa congiunta con la società di materiali intelligenti e acustica Acoustic Metamaterials Group segna la sua prima applicazione in un altoparlante. È stato implementato anche nei nuovi diffusori passivi Meta KEF LS50.

Funzionalità

La 12a generazione di Uni-Q brevettato da KEF non è solo definita da MAT, ma anche un sistema motore rielaborato, per il quale KEF ha ottimizzato il proprio sistema di algoritmi di elaborazione del segnale digitale su misura. Rispecchiando la configurazione dell'LS50 Wirelesses, un nuovo amplificatore in classe A / B da 100 W alimenta il tweeter, mentre 280 W di potenza sono disponibili per il driver mid / bass.

Nel 2018, quando KEF ha introdotto il suo sistema di altoparlanti LSX, essenzialmente una versione in miniatura delle LS50 Wirelesses, ha sostituito il cavo fisico tra altoparlanti con una connessione wireless in grado di riprodurre file (fino a 24 bit / 192 kHz) su un risoluzione massima di 24 bit / 48 kHz.

Alta risoluzione 24 bit / 384 kHz

AirPlay 2 Sì

uPnP Sì

Bluetooth Sì

Google Chromecast Sì

Roon Ready Sì

Potenza massima 380 W per canale

Finiture x4

Dimensioni (hwd) 30,5 x 20 x 31,1 cm

Non sorprende vedere questo metodo più conveniente utilizzato nell'LS50 Wireless II, sebbene il limite wireless sia stato aumentato a 24 bit / 96 kHz, il che significa che è sufficiente eseguire il downsampling dei file al di sopra di tale risoluzione: il supporto dei file di picco è 24 bit / 384 kHz. Il collegamento fisico degli altoparlanti destro (master) e sinistro (slave) tramite il cavo Ethernet incluso aumenta la riproduzione nativa a 24 bit / 192 kHz.

Anche questa volta è disponibile il supporto per DSD256, così come la decodifica MQA per la riproduzione di file scaricati compatibili e Tidal Masters ad alta risoluzione.

Tidal è uno dei tanti servizi di streaming accessibili direttamente dalla nuova app KEF Connect: hai a portata di mano anche Amazon Music, Qobuz, Deezer e Spotify, nonché radio Internet e server UPnP.

Il nostro esempio di recensione ha accesso solo a una versione precedente dell'app, quindi alcune funzionalità, inclusa la scoperta dei server musicali, non sono disponibili. Tuttavia, le prime impressioni suggeriscono che sia un sostituto positivo per l'app Stream spesso glitch su LS50 Wireless. Il caricamento di dense librerie di servizi, la navigazione nella sua interfaccia pulita e logica e il cambio di input si rivela un'esperienza piacevole e affidabile.

Potresti possedere questi KEF e avere poco bisogno dell'app dedicata, considerando che gli LS50 Wireless II supportano AirPlay 2, Google Chromecast e Bluetooth e sono anche Roon Ready.

Nonostante abbia abbandonato la connessione USB di tipo B al computer, KEF non ha praticamente modificato i futuri proprietari in termini di connettività, sostituendolo con una presa HDMI eARC per renderlo più adatto alla TV. Accanto ad esso sono presenti ingressi coassiali (24 bit / 192 kHz), ottici (24 bit / 96 kHz) e ausiliari da 3,5 mm e un'uscita subwoofer, che completano la scheda tecnica completa dell'LS50 Wireless II.

Crea

I notevoli progressi che KEF ha fatto per questo sequel sono smentiti un po 'dall'estetica familiare. In effetti, forse dovresti guardare la parte inferiore dei nuovi LS50 per distinguerli dal loro predecessore. Hanno inserti filettati in ogni angolo, consentendo loro di bloccarsi sulla parte superiore dei nuovi supporti da pavimento KEF S2 (£ 400 / $ 449 / AU $ 800 la coppia).

Tuttavia, considerando che il design è basato sugli LS50 passivi, uno degli altoparlanti più riconoscibili e sorprendenti in circolazione, quella familiarità non è una brutta cosa. Il loro array di driver Uni-Q, le bellissime finiture Carbon Black, Titanium Grey, Mineral White e Crimson Red Special Edition e il pannello frontale curvo si combinano per creare una svolta completa.

Sebbene sistemi di altoparlanti stereo concettualmente simili siano stati introdotti sul mercato dall'arrivo di LS50 Wirelesses, nessuno di quelli che abbiamo visto è più ordinato di questa versione di nuova generazione.

Suono

Nella nostra recensione delle LS50 Wireless originali, abbiamo notato il loro modo "pulito e preciso" e il loro palcoscenico "ben strutturato e ben definito". KEF ha portato questi attributi a un altro livello qui.

L'effetto di MAT si sente chiaramente nella pulizia degli acuti, sebbene la differenza di purezza possa essere percepita su tutta la gamma di frequenze. I medi sono più puliti e i bassi più definiti, la loro raffinatezza extra rende gli originali un tocco grezzo. L'intera presentazione è stata aperta, quella stanza in più non solo è stata riempita di dettagli più sottili e precisi, ma consente anche una maggiore separazione degli strumenti che rende il suono della sua riproduzione molto meno congestionato in confronto.

Ascoltiamo il simbolo di Adrienne Lenker ed è un affare più accattivante grazie ai Wireless II. Lo spazio extra tra la sua voce e gli archi è in relativo contrasto con gli originali, dove sembra che stiano combattendo l'uno contro l'altro per attirare l'attenzione. Quella spaziosità extra non va a scapito della coesione, una qualità distintiva del design del tweeter del driver Uni-Q all'interno del cono medio / basso.

I nuovi KEF mettono a nudo più complessità nel lavoro con la chitarra, mentre rivelano le fragilità distintive nella sua voce. Una nitidezza e un'attenzione ai dettagli simili sono evidenti quando passiamo a Moment di Peter Broderick, la sequenza del piano dolorante per la melodia scritta meticolosamente mentre l'LS50 Wireless II definisce più abilmente l'inizio e la fine delle note.

Giochiamo a Mac Miller A che serve? e le Wireless II sono desiderose di mostrare la loro forza e agilità migliorate, nonché la loro sottigliezza migliorata. La loro chiarezza e pulizia ravvivano la melodia di base e il rap inequivocabilmente tagliente, completando la produzione clinica del brano.

Verdetto

Questi progressi sonori non sono solo un merito dell'ingegneria di KEF, ma anche rappresentativi di quanto siano arrivati ​​questi concetti di sistemi di altoparlanti negli ultimi anni. Inutile dire che non vediamo l'ora di ascoltare altri prodotti che utilizzano la tecnologia MAT in futuro.

Al loro lancio nel 2016, le LS50 Wireless di KEF hanno evidenziato il fascino di un sistema stereo all-in-one su un sistema di separatori all'estremità modesta del mercato, e le LS50 Wireless II migliorano semplicemente questo concetto.

Essendo un nuovo prodotto che segue le orme di un così grande successo, i KEF LS50 Wireless II arrivano con un mondo di aspettative sulle spalle, ma soddisfano veramente queste aspettative. Non commettere errori, questo è un sequel di rara qualità.

PUNTEGGI

  • Suono 5
  • Funzionalità 5
  • Build 5

Recensione KEF LS50 Wireless

Quale Hi-Fi? Vincitore dei premi 2018. Tutte le prestazioni di un eccellente sistema tradizionale in un pacchetto intelligente.

Con quale Hi-Fi? 08 ottobre 2018

Il nostro verdetto

Questi KEF Wireless sono molto più che semplici versioni attive dei pluripremiati LS50. Sono un sistema completo avvolto in un pacchetto pulito e brillante

  • Chiarezza e intuizione impressionanti
  • Bassi tesi e dinamica forte
  • Funzionalità e build eccellente
  • Pacchetto accurato

Contro

  • Alcuni piccoli problemi di usabilità

Quando qualcuno pronuncia le parole "sistema hi-fi", cosa ne pensi? Se sei come noi, hai appena immaginato una combinazione di elementi separati che comprendono una sorgente, forse uno streamer, un lettore CD o un giradischi, un amplificatore e una coppia di altoparlanti.

Se potessimo tornare indietro di 40 anni e porre la stessa domanda, sospettiamo che qualsiasi appassionato avrebbe dato una risposta molto simile, meno le fonti digitali, ovviamente.

Sebbene l'hi-fi sia sicuramente migliorato ed è stato sviluppato nel corso dei decenni, a livello fondamentale, probabilmente, si è evoluto a malapena.

Video

Altoparlanti attivi

Gli altoparlanti attivi, sebbene nulla di nuovo, potrebbero essere un elemento fondamentale per una soluzione alternativa.

A livello puramente tecnico hanno chiari vantaggi in termini di prestazioni e riducono sicuramente il numero di scatole. Ma a molti appassionati non piace la mancanza di una facile aggiornabilità o il basso valore percepito: gli altoparlanti attivi sono, inevitabilmente, sempre molto più costosi dei loro parenti passivi a causa del costo dell'amplificazione di potenza all'interno. E, naturalmente, solo un paio di altoparlanti attivi va così lontano: devi comunque aggiungere un preamplificatore e anche una gamma di sorgenti.

Ma cosa succede se non hai bisogno di aggiungere quegli extra? Immagina altoparlanti attivi con funzionalità di preamplificazione; qualcosa che includa ingressi digitali e analogici.

Un dispositivo del genere avrebbe sicuramente bisogno del Bluetooth e forse anche di servizi di streaming come Tidal integrato. Sai cosa sarebbe anche bello? Uno streamer, in modo che tutta la musica archiviata su un'unità NAS o su un computer connesso alla rete domestica possa essere riprodotta.

Questi diffusori attivi ben equipaggiati non solo eliminerebbero il disordine dell'hi-fi tradizionale ma, se eseguiti correttamente, potrebbero potenzialmente fornire prestazioni sostanzialmente equivalenti a un impianto separato dal prezzo simile.

La buona notizia (come avrai intuito) è che ora esiste un prodotto del genere: LS50 Wireless di KEF.

Crea

Sebbene in passato abbiamo esaminato le opzioni attive e potenziate di artisti del calibro di Dynaudio, Dali, Linn e Meridian, nessuno di loro ha combinato una così vasta gamma di funzioni in un formato a due scatole così elegante.

Quelli che offrono una gamma di ingressi di solito aggiungono un hub di connessione aggiuntivo che trasmette il segnale in modalità wireless agli altoparlanti. Non è così qui. Ci sono solo i due altoparlanti completamente attivi, disposti in una configurazione master e slave. Tutte le sorgenti si collegano all'altoparlante destro (master), che viene poi collegato a quello sinistro tramite un cavo ethernet in dotazione.

Come di solito, "wireless" non significa in realtà wireless. Sebbene questi KEF siano migliori della maggior parte, hai ancora due cavi di alimentazione, uno per ogni altoparlante, e il cavo di collegamento tra di loro. Tuttavia, rimangono una soluzione più ordinata per ottenere un suono di alta qualità in casa rispetto ai tradizionali separati.

Non sorprenderà alcun lettore abituale che i pluripremiati LS50 passivi siano la base di questo design. Le unità di trasmissione rimangono invariate.

Questi altoparlanti utilizzano un array Uni-Q, in cui il tweeter a cupola in alluminio da 25 mm si trova al centro di un cono dei medi / bassi in magnesio / alluminio da 13 cm.

Questa disposizione aiuta a produrre una dispersione uniforme del suono e migliora l'integrazione tra i due driver. Quella che sembra una griglia davanti al tweeter è, in effetti, una guida d'onda che ne migliora le prestazioni.

Quell'involucro ben costruito e rifinito è lo stesso della versione passiva, tranne un paio di centimetri di profondità aggiuntiva per accogliere l'elettronica e il dissipatore di calore. Ci sono tre opzioni di cabinet: il titanio dei nostri campioni di prova, nero lucido e bianco lucido. Ciascuna opzione viene fornita con un colore contrastante sull'array dei driver Uni-Q.

Il pannello frontale curvo ha ancora un aspetto insolito ed è realizzato in DMC (Dough Moulding Compound: una resina poliestere combinata con fibra di vetro e carbonato di calcio). DMC è stato scelto per la sua inerzia e capacità di essere plasmato.

Il resto del recinto è realizzato in MDF. È fortemente rinforzato e fortemente smorzato per ridurre al minimo le risonanze. Non tendiamo a parlare molto di porte, ma quella qui è insolita in quanto è flessibile nel tentativo di ridurre la distorsione.

Funzionalità

Si tratta di veri altoparlanti attivi in ​​cui ogni unità di trasmissione ha un amplificatore di potenza dedicato. Un circuito di classe A / B da 30 W alimenta il tweeter mentre un modulo di classe D da 200 W alimenta l'unità medio / bassi.

Il design di Classe D è stato scelto per la sua combinazione di alta potenza e bassa emissione di calore: la generazione di calore è una considerazione importante in un prodotto così pieno.

KEF ha sfruttato il DSP interno correggendo di fase il crossover e utilizzando il software per consentire agli altoparlanti di suonare forte e vero riducendo al minimo la distorsione.

Il percorso del segnale digitale supporta 24 bit / 192 kHz ed è presente un DAC dedicato per ciascuna unità di azionamento. Solo l'ingresso ottico è limitato a segnali a 96 kHz, ma non è insolito.

Dai un'occhiata al retro dell'altoparlante destro e troverai connettori stereo analogici, ottici e USB di tipo B. Troverai anche una connessione subwoofer, nel caso in cui desideri aggiungere più uscite a bassa frequenza, e una presa Ethernet per la connessione alla rete.

Normalmente consigliamo di attenersi all'opzione di rete cablata per una maggiore stabilità, ma abbiamo utilizzato l'opzione wireless a doppia banda (2,4 GHz / 5 GHz) per la maggior parte dei nostri test senza problemi.

Sono inoltre disponibili controlli per la regolazione del suono per diversi posizionamenti dei diffusori con opzioni per il posizionamento vicino alla parete o nello spazio libero, nonché la scelta tra supporto da scrivania o supporto. Queste scelte possono essere effettuate anche dall'app dedicata iOS / Android.

Questa app ha un bell'aspetto, è ben strutturata e facile da usare. Controlla la funzionalità di streaming (DLNA e Tidal) e offre ampio spazio per ottimizzare le prestazioni dell'altoparlante in un dato ambiente. Tuttavia, c'è spazio per miglioramenti. È un po 'glitch e a volte non risponde.

Inoltre, non ci piace il controllo del volume scorrevole. Non cambia il volume finché non sollevi il dito, quindi non sai quanto sarà forte il suono finché non lo senti. A volte può scioccare.

È importante notare che l'app non passa da un input fisico all'altro, poiché gestisce solo i KEF in modalità streaming. Per modificare l'ingresso, è necessario utilizzare il telecomando in dotazione o i controlli touch sull'altoparlante principale.

Questo scambio di controller diventa un po 'fastidioso se cambi spesso sorgente, in particolare perché l'app deve riconnettersi con l'LS50 ogni volta che torni indietro, invece di lavorare subito.

Sarebbe anche bello poter vedere un'indicazione dell'ingresso scelto quando si è seduti nella posizione di ascolto: l'unico indicatore è fuori dalla vista sul pannello superiore dell'altoparlante destro. Quindi, se utilizzi il telecomando per modificare l'ingresso, non c'è modo (a parte il conteggio dei clic) di sapere su quale ingresso si è stabilito l'LS50.

Nessuna di queste cose è abbastanza seria da essere un problema per noi, ma rendono la convivenza con gli altoparlanti un'esperienza più complicata di quanto dovrebbe essere. Non fare errori; vorrai vivere con loro.

Perché? Per le nostre orecchie suonano almeno tanto bene quanto le migliori combinazioni separate disponibili per soldi simili. Ricorda, qui non ci sono componenti elettronici aggiuntivi da alloggiare o cavi da nascondere, solo un paio di altoparlanti ben costruiti su (idealmente) un paio di supporti. Perfetto.

Suono

Iniziamo con Tabula Rasa di Arvo Part e siamo profondamente colpiti da ciò che ascoltiamo. I Wireless LS50 hanno un suono pulito e preciso. Scavano così tanti dettagli e li forniscono in modo organizzato e stabile. Siamo colpiti dalla sottigliezza del KEF e dalla loro capacità di generare forti spostamenti dinamici senza stress.

Questi sono piccoli altoparlanti ma riescono a riempire la nostra sala di ascolto di medie dimensioni con livelli di volume elevati. KEF dichiara un livello massimo di pressione sonora di 106 dB, che dovrebbe essere abbastanza alto per la maggior parte delle persone nella maggior parte delle circostanze.

Posizionati con cura, un po 'lontano dalla parete posteriore e con un tocco di convergenza verso la posizione di ascolto, creano un palcoscenico piacevole ed espansivo che è ben stratificato e ben definito.

Proviamo gli LS50 in posizioni meno ottimizzate e riusciamo a utilizzare l'app per rendere i risultati equilibrati. Non sono mai all'altezza della posizione ottimale in termini di chiarezza assoluta o immagine stereo, ma tonalmente otteniamo comunque una presentazione bilanciata.

Una volta impostato correttamente, pensiamo che gli ingegneri di KEF abbiano raggiunto un ottimo bilanciamento tonale. È imparziale ma abbastanza raffinato da ottenere il massimo da registrazioni o sorgenti non ottimali.

Passando a Massive Attack, Angel mostra le impressionanti prestazioni dei bassi dell'LS50. Non sono grandi altoparlanti, quindi non otterrai bassi davvero profondi, ma generano frequenze basse tese, articolate e incisive.

Per un altoparlante alto 30 cm e dotato di un'unità medio / bassi di soli 13 cm di diametro, è un risultato impressionante. La buona notizia continua più in alto nella gamma con una gamma media trasparente e fluida e alti penetranti.

Videos about this topic

KEF LS50 Wireless II Speakers - Best Wireless Speakers of 2021?
KEF LS50 Wireless - Il Sistema Attivo Hi-Fi più ICONICO del decennio
Music Systems Product of the Year - KEF LS50 Wireless
KEF LS50 Wireless powered speakers with Wi-Fi and Bluetooth | Crutchfield
KEF LS50 Wireless - Best all-in-one system over £1000 - What Hi-Fi?
KEF\'s LSX is a more affordable hi-fi system in a box