Recensione del proiettore Optoma UHD51A DLP Ultra HD

Oltre a 3840 × 2160 pixel da un chip DLP da 0,47 pollici, ha un'uscita HDR10, 3D e 2400 lumen. Puoi connetterti a uno dei due ingressi HDMI 2.0 o riprodurre i contenuti più recenti tramite USB o Wi-Fi con il lettore multimediale integrato. Nessun sistema audio? Nessun problema. L'UHD51A vanta due altoparlanti da cinque watt nel suo chassis compatto. Oltre a un comodo telecomando, può essere controllato con Amazon Alexa o Google Assistant.

Proiettore DLP Ultra HD Optoma UHD51A

  • 2400 ANSI lumen
  • 3840 × 2160 pixel con HDR10
  • Supporto 3D
  • Spostamento verticale dell'obiettivo
  • Due altoparlanti integrati
  • Controllabile con Amazon Alexa o Google Assistant
  • Wi-Fi integrato e lettore multimediale compatibile con USB

Optoma è nel gioco del proiettore dal 2002, offrendo sempre le ultime tecnologie di visualizzazione. Recentemente, ho esaminato diversi modelli DLP Ultra HD basati su un chip da 0,47 pollici di Texas Instruments che porta la risoluzione 3840 × 2160 e l'HDR a un prezzo molto interessante. A questo punto, sono disponibili due tipi: uno ha una ruota dei colori RGBW e un output elevato, mentre l'altro utilizza una parte RGBRGB per una migliore precisione del colore e un po 'meno luminosità. L'Optoma UHD51A rientra in quest'ultima categoria. Simile al BenQ HT2550 e ViewSonic PX727-4K, offre 2400 lumen e si distingue per il controllo vocale fornito da Amazon Alexa e Google Assistant. Offre anche supporto HDR10 e 3D. Uno chassis compatto e leggero, insieme agli altoparlanti stereo integrati, consente una facile trasportabilità. Oltre ai più recenti ingressi HDMI 2.0 con protezione dei contenuti HDCP 2.2, puoi riprodurre file multimediali tramite Wi-Fi con un dongle USB o da una chiavetta USB. È un pacchetto impressionante per meno di $ 1700. Diamo un'occhiata.

Light engine:

.47 "DLP con spostamento pixel 4x

Ruota dei colori:
Risoluzione nativa:

3840 × 2160, proporzioni 16: 9

Rapporto di proiezione:
Dimensioni immagine:
Spostamento verticale dell'obiettivo:

100-115% (sopra l'asse dell'obiettivo)

Emissione luminosa (mfr):

2400 ANSI lumen

Rumore della ventola:

28 dB luminoso, 25 dB Eco

Connessioni video:

2 x HDMI 2.0 con HDCP 2.2, 1 x VGA

Connessioni audio:

1 x 3,5 mm di ingresso, 1 x 3,5 mm di uscita, 1 x uscita ottica

Altre connessioni:

RS-232, 3 x USB, trigger 12v

Relatore:
Durata della lampada:
Dimensioni:

15,4 "x 5,1" x 11,1 "(LxAxP)

Peso:
Garanzia:

Lampada per due anni e 90 giorni

Prezzo:
Azienda:
Tag SEGRETI:

optoma, uhd51a, proiettore ultra hd, proiettore, proiettore dlp, hdr, ultra hd, recensione del proiettore 2018

  • REVISIONE DEL PROIETTORE DLP BENQ HT2550 4K ULTRA HD HDR
  • REVISIONE DEL PROIETTORE DLP VIEWSONIC PX747-4K ULTRA HD
  • REVISIONE DEL PROIETTORE DLP BENQ TK800 ULTRA HD

L'UHD51A utilizza lo stesso design degli altri proiettori Ultra HD in questa categoria di prezzo. Un singolo DMD .47 "viene utilizzato con una ruota dei colori RGBRGB. La risoluzione nativa è 1920 × 1080, ma utilizza uno spostamento ottico per produrre 3840 × 2160 pixel indirizzabili individualmente. Questo approccio differisce dai display di JVC ed Epson che utilizzano un modulo di rifrazione nel percorso della luce per spostare ogni pixel due volte. La versione DLP utilizza il suo array di specchi che oscilla rapidamente per eseguire l'operazione senza hardware aggiuntivo. Questo non solo si traduce in una maggiore emissione di luce, ma il design a chip singolo fornisce una migliore chiarezza dell'immagine. Gli spettatori avranno difficoltà a capire la differenza tra questo proiettore e un design 4K nativo, ad eccezione del prezzo ovviamente. Il 4K nativo ti costerà almeno $ 5000 o più.

Lo chassis è nero e rifinito con una combinazione di superfici lucide e ruvide. Una sottile striscia di metallo corre attorno alla linea di cintura e forma un anello attorno alla lente, che è sfalsata a destra. La ventilazione è generosa e copre entrambi i lati e la parte anteriore. Il caldo non sarà un problema qui e fortunatamente; la ventola interna è molto silenziosa. Anche nella modalità luminosa della lampada, riesci a malapena a sentirlo. Optoma valuta il livello di rumore a 28 dB o 25 dB in modalità Eco. C'è una piccola perdita di luce intorno alla cavità della lente e dalle prese d'aria laterali. Non ha influito sulla qualità dell'immagine nel mio teatro completamente buio.

L'UHD51A è l'unico proiettore di questa categoria a offrire uno spostamento verticale dell'obiettivo, realizzato con un piccolo quadrante meccanico sulla parte superiore. La gamma di regolazione va dal 100 al 115% sopra l'asse dell'obiettivo. Ciò significa che quando non viene spostato, la parte inferiore dell'immagine cade sulla linea centrale dell'obiettivo. Ottieni anche uno zoom 1,3x per ridimensionare l'immagine. Quello e la messa a fuoco sono controllati dai regolatori del barilotto dell'obiettivo. I movimenti sono ragionevolmente precisi anche se ho scoperto che il quadrante del cambio aveva un piccolo gioco. Per livellare l'immagine, i tre piedini sul fondo sono filettati. E dovrai modificarli perché non è inclusa la correzione trapezoidale. Questo non è un problema per me perché non utilizzo mai questa funzione di riduzione della risoluzione. Ma potrebbe essere un problema per alcuni che non possono montare il proiettore perpendicolarmente allo schermo.

Sulla parte superiore ci sono i suddetti controlli dell'obiettivo insieme ai pulsanti per la navigazione nel menu, l'alimentazione e un tasto Home per il lettore multimediale integrato. Le spie di stato monitorano i valori di alimentazione, lampada e temperatura. Anche qui c'è un grande ricevitore IR che, insieme a un secondo sensore sulla parte anteriore, rende il telecomando molto reattivo.

Quell'unità non è il tuo tipico telefono, sembra più qualcosa che verrebbe fornito con una scatola di streaming o una Apple TV. Non è retroilluminato, ma ha così pochi pulsanti che memorizzerai rapidamente le loro funzioni. Oltre all'alimentazione, ci sono controlli del menu e un tasto Home per aprire l'interfaccia principale. È qui che puoi modificare gli ingressi o selezionare una delle sorgenti di streaming, Wi-Fi o USB. Hai anche il controllo del volume e un selettore della modalità immagine. I pulsanti scattano bene e la piccola bacchetta è rifinita in una plastica antiscivolo che si sente morbida nella mano.

Il pannello posteriore presenta due ingressi HDMI 2.0 con protezione dei contenuti HDCP 2.2. È inoltre disponibile una porta VGA che può essere collegata a computer, laptop più vecchi o essere utilizzata con un cavo breakout per sorgenti component a tre fili come videoregistratori e lettori DVD. Il controllo è possibile tramite una porta RS-232 e c'è un'uscita trigger 12v per cose come schermi motorizzati. Le porte USB possono fornire alimentazione e accettare file video Ultra HD da pen drive o dischi rigidi esterni. Il supporto audio è fornito da jack di ingresso e uscita da 3,5 mm insieme a un'uscita digitale ottica. È inoltre possibile utilizzare gli altoparlanti stereo incorporati. Ce ne sono due, pilotati da amplificatori operazionali da cinque watt.

Premendo il tasto Home del telecomando viene visualizzata un'interfaccia che assomiglia un po 'agli schermi intelligenti visti su molti schermi piatti. Puoi eseguire lo streaming di contenuti tramite Wi-Fi, che richiede un dongle aggiuntivo. Oppure puoi caricare il contenuto da un dispositivo collegato tramite USB. Qui è anche dove selezioni gli ingressi video tradizionali. L'UHD51A supporta anche il contenuto 3D, anche se per vederlo dovrai disabilitare la funzione Ultra HD. Ciò si ottiene attivando il 3D nel menu. Non sono inclusi occhiali, ma puoi utilizzare quelli aftermarket come quelli di Xpand, disponibili online per circa $ 40.

Ho installato l'UHD51A su un tavolino davanti alla mia poltrona. Questa è una configurazione comune per i proiettori portatili. Sono progettati per essere posizionati su un tavolino da caffè per proiettare l'immagine su una parete o su uno schermo avvolgibile. La quadratura dell'immagine è facile con lo spostamento dell'obiettivo e i regolatori dello zoom. La messa a fuoco è ferma e precisa e ho ottenuto un'immagine nitidissima sul mio Stewart StudioTek 130 in pochi minuti. Le sorgenti sono state collegate all'ingresso HDMI 1 con un cavo Redmere Monoprice. Per i test di visualizzazione, il mio OPPO UDP-203 richiede un cavo più robusto, quindi ho usato una parte Bluejeans di 30 piedi con filo 22AWG. Non è molto più flessibile di un normale tubo da giardino, ma supporterà 18 Gpbs a lungo termine.

Il menu esce dal lato sinistro dello schermo e non può essere spostato. È posizionato bene per la maggior parte dei modelli di prova, anche se ho scoperto che mi bloccava la vista di una rampa in scala di grigi che uso per impostare la luminosità. È organizzato in cinque sottomenu che iniziano con Impostazioni immagine.

Sono disponibili sei modalità immagine per SDR più HDR e modalità 3D. Quando è presente un segnale HDR, ci sono quattro preimpostazioni aggiuntive nel sottomenu Gamma dinamica. Puoi anche sbloccare le modalità ISF Day e Night con un codice remoto. Dopo i consueti cursori di luminosità e contrasto, ci sono sette impostazioni di gamma, un sistema di gestione del colore e regolazioni della scala di grigi a due punti. Tutto funziona bene e con precisione tranne i controlli RGB Bias che sono troppo grossolani per essere utili. Ogni clic si traduce in un cambiamento significativo. Fortunatamente, ho dovuto solo modificare i guadagni per ottenere un eccellente tracking in scala di grigi. Hai anche un'opzione chiamata spazio colore che seleziona l'ingresso RGB o YUV. RGB può essere lasciato su Auto o impostato per segnali PC (0-255 livelli). Auto corrisponde all'intervallo video corretto di 16-235 ed è il modo per utilizzare l'intera gamma dinamica dell'UHD51A.

Le impostazioni della lampada si trovano in modalità Luminosità e includono le opzioni Eco e Luminosa. Ho cercato un'opzione dinamica e ho trovato un controllo separato chiamato Dynamic Black. Questo di solito indica una regolazione della gamma di fascia bassa che è meglio tralasciare. In questo caso, tuttavia, più che raddoppia il contrasto senza tagliare i dettagli. Nella mia osservazione, sembra variare l'uscita della lampadina. Sebbene migliori l'immagine sia per i contenuti SDR che HDR, non è uguale a un diaframma automatico meccanico. Questo è qualcosa che nessun proiettore in questa categoria ha e mi manca. Si spera che la prossima generazione di DLP 4K lo riporti.

La configurazione dell'integrazione di Alexa inizia con la creazione di un account con il servizio Device Cloud di Optoma. Dopo aver generato un codice dispositivo, puoi registrare il tuo UHD51A. Dopo aver creato le competenze per questo (gli utenti di Alexa sapranno cosa significa), il controllo di alimentazione, input e volume viene abilitato tramite comandi vocali.

Per calibrare l'UHD51A, ho selezionato Reference come miglior punto di partenza, ho impostato la gamma su 2.4 e ho apportato alcune modifiche al CMS e ai controlli di guadagno. Le impostazioni sono specifiche per il tipo di segnale, quindi ti consigliamo di impostare la sorgente per un unico formato di output per evitare di eseguire più calibrazioni. Una volta completata la configurazione, è il momento della parte divertente della revisione.

Nelle mie recenti recensioni sui proiettori Ultra HD, ho riprodotto film di mia proprietà in entrambi i formati 1080p e Ultra HD. Ciò consente un confronto significativo e risponde facilmente alla domanda che ricevo più spesso: "Il 4K fa davvero la differenza?"

Confrontando le due versioni di Star Wars, Gli ultimi Jedi, è stato subito evidente che il principale punto di forza dell'UHD51A è il materiale Ultra HD / HDR. La versione 1080p non ha avuto lo stesso impatto e la differenza sta principalmente nel contrasto. Anche se i proiettori non possono visualizzare l'HDR allo stesso modo dei pannelli piatti, la mappatura dei toni modificata fa un'enorme differenza. Anche i menu di apertura hanno un aspetto decisamente migliore. La scena della battaglia finale si svolge su un pianeta ricoperto di sale rosso. Non ho notato alcuna differenza significativa nel colore, ma i dettagli più nitidi e i neri più profondi erano evidenti.

I miei primi confronti con Dynamic Black hanno chiarito che dovrebbe essere lasciato acceso tutto il tempo. Migliora il contrasto e non ritaglia i dettagli delle luci o delle ombre. Ho iniziato con la gamma impostata su 2.4, ma ho scoperto che film diversi avevano un aspetto migliore con impostazioni di gamma diverse. Alcuni hanno funzionato bene a 2.4 mentre altri hanno preferito 2.2. Il contenuto HDR sembrava migliore con l'opzione impostata su Film. Dovrai anche lasciare la modalità immagine HDR su Standard. Le altre opzioni rendono l'immagine troppo scura o troppo chiara.

Jumanji, Welcome to the Jungle è pieno di profonde sfumature di verde e molti toni della terra piacevolmente strutturati. L'Ultra HD porta davvero in primo piano la tattilità della giungla e mette i personaggi saldamente in primo piano. Questa presentazione fa davvero chiedere: "perché abbiamo bisogno del 3D?" È difficile immaginare una migliore chiarezza o profondità. I toni della pelle di The Rock, insieme a ogni goccia di sudore e particella di sporco, risalgono fino a dove puoi quasi sentirli (eww).

Per vedere alcune scene oscure, mi sono rivolto a Thor Ragnarok. All'inizio del film Thor e il dottor Strange hanno un incontro in un museo polveroso che è appena illuminato da poche piccole finestre. La versione 1080p non è mai scesa sotto un grigio medio. Il disco Ultra HD ha gestito neri più profondi e dettagli migliori anche se non è mai stato un vero nero. L'UHD51A, come la sua concorrenza, trarrebbe davvero vantaggio da un diaframma meccanico. L'attivazione del Dynamic Black aiuta a contrastare un po ', ma non sostituisce un buon diaframma automatico.


Dato che i display 3D stanno diventando sempre meno numerosi, ho colto l'occasione per guardare Avatar. Non ho misurato un output superiore alla media durante i miei test di luminanza 3D, ma la presentazione dei contenuti del mondo reale è stata di gran lunga migliore del previsto. Il colore sembrava ricco e saturo, soprattutto nelle sfumature blu che dominano questo film. L'effetto 3D è stato incredibile grazie all'eccezionale elaborazione del movimento e all'assenza di diafonia visibile. I DLP sono il mio modo preferito per guardare il 3D e l'UHD51A è uno dei migliori esempi che ho visto ultimamente.

Per testare la precisione del colore dell'UHD51A, ho misurato dall'obiettivo con uno spettrofotometro X-Rite i1 Pro dotato di un diffusore. Le letture della luminanza sono state effettuate con un colorimetro a tre stimoli Spectracal C6 rivolto verso uno Stewart Filmscreen Luminesse con diagonale da 92 pollici con materiale Studiotek 130, guadagno 1,3, a una distanza di 10 piedi. I pattern sono stati generati da un Accupel DVG-5000 e controllati con CalMAN, versione 5.8.

L'UHD51A viene fornito dalla fabbrica impostato sulla modalità immagine Cinema. È ragionevolmente vicino a D65 con una gamma appena inferiore a 2,2 e un colore Rec.709 accurato. Ma la modalità Reference è leggermente migliore sotto tutti gli aspetti. È lì che ho iniziato i miei test.

Gli errori in scala di grigi sono leggermente verdi dal 50% in su, ma questo è appena visibile. Anche la gamma è un po 'leggera, ma ancora una volta non è un problema. Classificherei l'UHD51A come non necessita di calibrazione. Tuttavia, c'è spazio per miglioramenti. I preset gamma e i controlli RGB sono presenti e non si dovrebbe lasciare alcuna prestazione inutilizzata.

La calibrazione rimuove tutti gli errori visibili in scala di grigi. Sebbene ci sia un picco verde al 10%, non sono riuscito a vederlo nel modello di test. La modifica della preimpostazione della gamma su 2.4 conferisce all'immagine un po 'più di profondità e migliora il contrasto percepito. Anche il colore sembra saturo meglio. Consiglio di lasciare Brilliant Color sull'impostazione 1. Se vuoi sperimentare con questa opzione, la calibrazione dovrebbe avvenire in seguito. Ogni modifica dell'impostazione elimina la scala di grigi, richiedendo un riadattamento.

In modalità Riferimento, il colore misura abbastanza vicino al target sia per la saturazione che per la luminanza. Il rosso è un po 'sottosaturo e ci sono errori di tonalità in ciano e magenta. Ma questi problemi non sono un fattore nel contenuto del mondo reale. Con un errore medio di appena 2,9487dE, non vedrai alcun problema. Questa è una prestazione eccellente.

Dopo aver modificato la scala di grigi, modificato l'impostazione della gamma e apportato alcune modifiche al CMS, l'errore medio viene leggermente ridotto. I colori secondari sono ora più vicini ai loro obiettivi di tonalità e il rosso è un po 'più saturo di prima. I livelli di luminanza sono più bilanciati sebbene siano tutti un po 'leggeri. Questo è un altro problema irrilevante. Non ho lamentele sulla precisione del colore dell'UHD51A. È eccellente, soprattutto a questo prezzo.

L'UHD51A offre quattro modalità di immagine HDR. Differiscono principalmente nel tracciamento EOTF. Li ho misurati tutti e ho scoperto che Standard, l'impostazione predefinita, era il più vicino al segno. Tutti prendono la transizione di ritaglio in modo troppo fluido, ma questo non è un grave errore. Il problema principale è tra il 40 e il 70% di luminosità dove manca il rosso. I toni neutri sembrano un po 'belli qui.

La regolazione dei controlli del guadagno migliora un po 'le cose, ma i toni medi sono ancora troppo freddi. L'EOTF è invariato. Il contenuto effettivo sembra piuttosto buono, ma altri proiettori che ho misurato sono un po 'più accurati in questo test.

L'UHD51A, come la sua concorrenza dal prezzo simile, è limitato alla gamma di colori Rec.709. Per dare l'impressione di tonalità più sature in modalità HDR, spinge i bersagli interni ben oltre il punto in cui dovrebbero essere per una riproduzione accurata. Le primarie sono fino al 35% oltre i punti prescritti. Questo è un problema? Non necessariamente. Tutti i display HDR mostrano lo stesso comportamento a vari livelli. Nella mia esperienza, solo una manciata di monitor per computer di livello di riferimento ha funzionato bene in questo test. Nei contenuti più luminosi, potresti vedere alcuni ritagli di dettaglio, ma per la maggior parte non è un grosso problema. Tuttavia, preferirei che una delle modalità di immagine HDR riproducesse una gamma accurata in tutti i punti.

Videos about this topic

Samsung Galaxy A5 (2017) - Review - TecMundo
Samsung Galaxy A5 2017 - Full Review! (4K)
Samsung Galaxy A5 (2017) Review in 2020! - Still a Viable Option?
Samsung Galaxy A5 2017 Review Indonesia - Sebagus Itukah?
Samsung Galaxy A5 2017 Unboxing and Full Review I Hindi
Official Samsung Galaxy A5 2017 Clear View Cover Case Review - Hands On