Recensione Samsung Q800T (QE65Q800T): la più economica TV 8K di Samsung offre prestazioni davvero migliori del 4K

Il Samsung Q800T ha immagini luminose e dettagliate, livelli di nero notevoli ed è ideale per PS5 e Xbox Series X

La TV Samsung Q800T 8K sembra una mossa a prova di futuro potenzialmente sensata poiché le aziende iniziano a parlare di fornire contenuti 8K nei prossimi mesi (anche se in piccole quantità). Soprattutto ora che Samsung ha effettivamente reso la qualità 8K molto meno costosa, senza compromettere la qualità dell'immagine e del suono quasi quanto ci saremmo aspettati.

Immagini luminose e ultra dettagliate

Design impressionante e qualità costruttiva

Livelli di nero notevoli per LCD

4K 120 Hz e supporto VRR

È ancora più costoso dei rivali OLED 4K

Le luci luminose lottano contro gli sfondi scuri

Nessun supporto Dolby Vision

Benvenuti nella recensione del Samsung Q800T di T3, dove è il momento di parlare di 8K. Con alcune potenziali sorgenti 8K che appaiono all'orizzonte ora, l'acquisto di una TV 8K sta iniziando a sembrare rilevante.

Sfortunatamente, però, i migliori televisori 8K sono rimasti ostinatamente oltre i budget di tutti tranne i più ricchi fan AV. Fino ad ora.

Il 65Q800T di Samsung è un TV 8K da 65 pollici che non è così economico come la maggior parte dei set 4K di punta della stessa dimensione nella nostra lista dei migliori televisori e dei migliori televisori OLED, ma dopo alcuni recenti cali di prezzo è sicuramente scendere in un territorio più realistico per più persone, rendendolo più allettante che mai.

Viene ancora fornito con molti schermi e altoparlanti Samsung più avanzati ed è ricco di tutte le funzionalità chiave più recenti, tra cui il supporto 4K a 120 Hz e le frequenze di aggiornamento variabili, che lo rendono un'opzione davvero interessante per chi ha la PS5 e Xbox Series X, che hanno entrambi promesso il supporto 8K.

Recensione Samsung Q800T: prezzo e caratteristiche

Al momento in cui scrivo, il Samsung QE65Q800T è disponibile per un prezzo ufficiale di £ 2.999 / $ 3.499, tuttavia, le offerte attuali lo hanno portato a partire da £ 2.299 / $ 2.699. Questo non è certo mangime per polli, ovviamente, ma è un prezzo piuttosto rivoluzionario per una TV che combina un numero di pixel 8K nativo di 7680x4320 con funzionalità TV LCD premium come la tecnologia del colore QLED e l'illuminazione LED diretta con dimming locale.

In effetti, anche quel prezzo ufficiale è già molto, molto più economico rispetto a quando il set è stato lanciato per la prima volta in primavera. Diventa più grande, però, e il Q800T da 75 pollici costa £ 3,499 / $ 3,299 e il modello da 82 pollici è £ 4999 / $ 4,499. La conclusione è che il 65Q800T sposta quasi l'8K con funzionalità tecnologiche di alto livello in una fascia di prezzo in cui compete con i televisori 4K premium, e questo è un grosso problema.

Dato che l'ancora più premium Samsung Q950TS è notevolmente più costoso, è chiaro che il marchio deve aver tagliato alcuni angoli per ottenere il QE65Q800T a questo prezzo. A cominciare dal fatto che il Q800T non ha una scatola di connessione esterna. Le sue connessioni sono tutte integrate nel suo chassis principale.

Il Q800T utilizza anche un sistema di retroilluminazione con specifiche inferiori rispetto a quello trovato nei set Q950TS. È ancora un pannello FALD, il che significa che utilizza LED posizionati direttamente dietro lo schermo e la tecnologia di attenuazione locale per emettere diversi livelli di luminosità da diverse parti dello schermo, come richiede l'immagine. Tuttavia, fornisce "solo" 224 zone di regolazione indipendenti, rispetto alle 480 del Q950TS.

Avere meno della metà del numero di zone di oscuramento del fratello maggiore avrà inevitabilmente un impatto sulla qualità delle immagini. La questione chiave sarà, ovviamente, quanto sia grande questo impatto. Nonostante sia molto più economico del Q950TS, tuttavia, il Q800T ottiene ancora la nuova tecnologia di gestione dell'alimentazione di Samsung. Ciò migliora il contrasto distribuendo il modo in cui l'alimentazione viene indirizzata allo schermo in modo più intelligente, prendendola in prestito dalle aree scure dell'immagine e convogliandola in quelle luminose.

Il Q800T dispone anche dell'ultimo processore Quantum 8K di Samsung, con l'upscaling potenziato dall'intelligenza artificiale dei contenuti sub-8K. Questo avrà un ruolo importante da svolgere nella vita della TV, ovviamente, dato che attualmente non è possibile trovare quasi nessun contenuto 8K nativo.

Il Q800T è anche un TV QLED, il che significa che beneficia del sistema di colori Quantum Dot di Samsung. Samsung avvolge i suoi Quantum Dots in un guscio esterno metallico, in modo che possano essere guidati più duramente per una maggiore luminosità e una gamma di colori più ampia. A seconda delle impostazioni dell'immagine che stai utilizzando, la luminosità si estende fino a ben 1.670 nits su una finestra HDR bianca del 10%, più del doppio del tipo di luminosità massima che i televisori OLED sono in grado di offrire. Sebbene ci sia una qualifica importante a questo punto che tratterò nella sezione sulla qualità delle immagini di seguito.

Il Q800T continua a supportare la tecnologia per l'ampio angolo di visione introdotta da Samsung nel 2019. Sebbene da quando questa tecnologia scambia gli angoli di visuale con la chiarezza, Samsung ha ridotto un po 'gli angoli effettivi questa volta per assicurarsi che la risoluzione 8K regga.

Come sempre con i televisori Samsung, il Q800T non supporta il formato HDR Dolby Vision, con i suoi dati immagine scena per scena aggiuntivi. Tuttavia, supporta il formato HDR10 standard, insieme al formato HLG tipicamente utilizzato per le trasmissioni HDR dal vivo e il formato HDR10 + che rappresenta un'alternativa aperta a Dolby Vision. Non ci si può nascondere dai fatti, tuttavia, che i contenuti Dolby Vision sono più comuni dei contenuti HDR10 + e che alcuni televisori concorrenti di Panasonic e Philips supportano sia HDR10 + che Dolby Vision.

Come ci si aspetterebbe da una TV 8K, il Q800T ha le connessioni per sbloccare la riproduzione 8K da fonti esterne, tra cui, potenzialmente, la prossima generazione di console: sia PS5 che Xbox Series X hanno promesso il supporto 8K, anche se devono ancora farlo dì esattamente come potrebbe essere. Una delle porte HDMI è realizzata in base all'ultimo standard 2.1 e include il supporto per 8K a 60Hz, 4K a 120Hz (un must per le nuove console), frequenza di aggiornamento variabile e commutazione automatica della modalità a bassa latenza.

È un peccato che Samsung non abbia fornito almeno un'altra porta HDMI 2.1; dopotutto, la Xbox Series X, la PS5 e le ultime schede grafiche per PC promettono il tipo di specifiche per cui è necessario HDMI 2.1, e non è assurdo pensare che qualcuno che acquista una TV 8K possa optare per entrambe le console. Ma almeno ce n'è uno, che è più di quanto si possa dire per molte TV rivali.

Le funzionalità intelligenti sono fornite dalla piattaforma Eden di Samsung, ricca di contenuti, basata su Tizen. Questo copre davvero tutti i principali servizi di streaming video che chiunque potrebbe desiderare, inclusi Netflix, Amazon Prime Video, Rakuten, Disney +, Apple TV e opzioni specifiche per paese per il Regno Unito e gli Stati Uniti.

Il Q800T presenta anche alcune importanti innovazioni audio, sotto forma di Object Tracking Sound. Sulla Q800T, questo utilizza altoparlanti disposti lungo i lati e lungo la parte superiore e inferiore dello schermo per creare un palcoscenico molto più grande che posiziona anche effetti specifici nella posizione corretta sullo schermo. Quindi, se c'è un'auto che cede, ad esempio, sentirai anche il rumore del suo motore circolare sullo schermo.

Recensione Samsung Q800T: qualità delle immagini

Sebbene la risoluzione 8K della Q800T sia nominalmente la sua caratteristica principale per le immagini, le sue prestazioni di contrasto sono probabilmente più importanti. Nonostante abbia solo la metà delle zone di oscuramento dei modelli Samsung Q950TS 8K molto più costosi, offre comunque i livelli di nero più profondi che troverai su qualsiasi TV LCD per il suo prezzo. Seriamente, a volte parliamo di oscurità simile a quella degli OLED.

Il fatto che possa farlo pur essendo anche in grado di raggiungere la parte migliore di 1.700 nits con brillanti riflessi di immagini HDR è davvero qualcosa e in genere lo rende uno spettacolo monumentalmente spettacolare con sorgenti HDR. Soprattutto perché la combinazione del suo intelligente motore di oscuramento locale e della nuova gestione della retroilluminazione fa sì che anche quando un'evidenziazione HDR appare su uno sfondo scuro, tendi a vedere sorprendentemente poco retroilluminazione offuscata intorno ad essa.

Questo offuscamento minimo è possibile solo, tuttavia, perché l'elaborazione di Samsung attenua le piccole luci luminose in modo piuttosto pesante quando appaiono su sfondi molto scuri. Gli ultimi televisori premium di Sony, in confronto, scelgono di mantenere la luminosità dei punti salienti HDR eccezionali, ma il risultato è un alone di retroilluminazione più evidente.

I televisori OLED, ovviamente, possono produrre i punti salienti più luminosi proprio accanto ai neri più scuri senza compromessi, creando un senso di contrasto locale incredibilmente intenso. La luminosità massima che otterrai da un TV OLED è di circa 1.000 nit, tuttavia, e questo è solo sul super-costoso Panasonic HZ2000. Con i normali OLED parli più come 700-800 nit.

Le due domande più grandi associate alla risoluzione 8K del 65Q800T devono essere a) se fa davvero la differenza su uno schermo "piccolo" come 65 pollici, eb) se fa qualche differenza su sorgenti non 8K visto come poco contenuto 8K nativo attualmente disponibile.

La risposta a entrambe le domande è sì. Non un enorme "gridalo dai tetti" sì, forse, ma qualsiasi tipo di risultato positivo è sufficiente per rendere il 65Q800T almeno degno di essere aggiunto a un elenco di TV premium.

Quindi con le sorgenti 8K native, in questo caso, un delizioso showreel HDR 8K di Spears & Munsil con clip di splendidi panorami e animali dai colori vivaci, puoi apprezzare i vantaggi del numero di pixel 8K nativo. Anche da una normale distanza di visione.

L'impatto con queste dimensioni dello schermo è più caratterizzato da una chiarezza, un naturalismo e una profondità di campo leggermente migliori rispetto a trame o dettagli notevolmente aumentati. Se vuoi di più, dovrai passare a un Q800T da 75 pollici (o anche più grande se puoi). Ma il punto chiave è che l'8K fa ancora qualche differenza a 65 pollici.

Questo vale anche con sorgenti 4K potenziate. L'elaborazione di upscaling di Samsung funziona abbastanza bene da far sembrare le immagini 4K leggermente più dense e tridimensionali rispetto agli schermi 4K nativi. Significa che andare in 8K in questo momento è davvero un vantaggio, anche senza materiale nativo.

Le cose iniziano ad andare in discesa con le sorgenti HD, che possono sembrare un po 'morbide una volta che sono state spinte fino a 8K. Detto questo, il rumore con queste sorgenti è gestito / soppresso meglio di quanto non lo fosse sui televisori Samsung 8K 2019.

I colori sono buoni: luminosi, incisivi ma anche pieni di sfumature e toni sottili. Tuttavia, non sono così ricchi come quelli del modello 4K di punta del 2019, il Q90R, forse a causa della tendenza della TV a spingere la luminosità in modo molto aggressivo nelle sue impostazioni predefinite.

La preimpostazione della modalità Filmmaker ti offre colori più precisi (per gli standard di masterizzazione dell'industria cinematografica), oltre a ridurre la quantità di oscuramento della TV con le straordinarie alte luci HDR. Riduce anche i livelli di nero, tuttavia, e sembra molto più opaco rispetto agli altri preset. Di conseguenza, per molti spettatori l'opzione migliore sarà quella di utilizzare versioni ottimizzate dei predefiniti Standard o Natural.

Anche se gli angoli di visualizzazione sul Q800T sono migliori di quelli dei normali televisori LCD, c'è ancora contrasto e perdita di colore una volta superati i 30 gradi circa. Anche a questo punto la fioritura della retroilluminazione può iniziare a diventare più evidente.

Passando infine alle prestazioni di gioco della Q800T, il suo preset di gioco impressiona con soli 10 ms di ritardo, praticamente il più basso possibile per i televisori. C'è anche un'opzione potenzialmente utile per aumentare la luminosità delle aree scure senza influire sul resto dell'immagine, in modo da poter individuare i mostri che si nascondono nell'oscurità, mentre il supporto per il sistema VRR AMD FreeSync sembra funzionare bene per sopprimere i problemi di tearing dello schermo con i giochi Xbox.

Il raggiungimento di 10 ms di ritardo richiede che la TV riduca la qualità del suo sistema di oscuramento locale e appiattisca leggermente i colori. Quindi, per i giochi che non sono particolarmente sensibili alla reazione, potresti considerare di disattivare la modalità Gioco. Per quelle volte in cui ogni frazione di secondo conta, però, il Q800T non ti deluderà.

Recensione Samsung Q800T: qualità del suono

Il sistema Object Tracking Sound della Q800T funziona perfettamente. Il modo in cui posiziona suoni specifici nella posizione corretta sullo schermo per abbinare l'azione nelle immagini a volte è inquietante, al punto che in realtà ci vogliono un'ora o due per abituarsi. Una volta che l'hai fatto, tuttavia, rende indiscutibilmente le colonne sonore più coinvolgenti e dettagliate e ti manca davvero ogni volta che ti trovi a guardare una TV con un sistema audio "normale".

Il sistema OTS aiuta le voci a suonare naturali e "in avanti" nel mix, e c'è molta potenza e gamma dinamica, inclusa una buona quantità di rombo dei bassi, per sostenere i dettagli sullo schermo posizionati con cura. I dettagli in realtà tracciano gli oggetti anche fuori dallo schermo, dando al palcoscenico un sacco di scala.

È forse un peccato che un sistema di altoparlanti multicanale con rilevamento di oggetti come questo non sia associato alla decodifica Dolby Atmos incorporata.

Recensione Samsung Q800T: design e usabilità

La Q800T non è attraente come la Q950TS, grazie alla rivoluzionaria cornice dello schermo sottile e alla scatola dei collegamenti separata del modello di punta. Tuttavia, sembra ancora attraente per i suoi soldi. Sebbene non sia sottile Q950TS, ad esempio, la sua cornice è ancora molto ordinata, mentre rende la parte posteriore piatta come lo schermo gli conferisce un aspetto monolitico alla moda. Ciò è rafforzato da una qualità costruttiva senza compromessi e alcuni pratici sistemi di canalizzazione dei cavi rendono la mancanza di una scatola di connessione esterna abbastanza facile da prendere.

Vale la pena menzionare anche la modalità Ambient di Samsung. Ciò ti consente di richiamare una serie di salvaschermi fissi o video, funzionanti a bassa potenza, quando non stai guardando il set. Questo è probabilmente preferibile al fatto che la tua stanza sia dominata da un "buco nero" da 65 pollici quando non guardi la TV.

Il Q800T è per lo più molto facile da usare. Supporta molte opzioni di controllo vocale, tra cui Amazon Alexa, e l'interfaccia intelligente di Eden è compatta in termini di spazio sullo schermo, ma comunque facile da seguire e personalizzare.

Recensione Samsung Q800T: verdetto

Sebbene la Q800T non sia irresistibilmente irresistibilmente convincente per 8K come i suoi fratelli Q950TS più grandi e più specificati, è abbastanza buona da ottenere un po 'di capitale extra dalla sua risoluzione 8K, oltre a fornire l'altra luminosità, gamma di colori e intensità di contrasto che sono diventati un segno distintivo dei TV Samsung.

Questo rende la TV 8K di fascia media di Samsung degna di essere presa in considerazione se la guarderai in una stanza particolarmente luminosa e se desideri avere una TV a prova di futuro con tutta la tecnologia più recente, oltre a quella risoluzione incredibile.

Recensione Samsung Q800T (TV QLED 8K 2020)

Samsung Q800T

Progettazione

Qualità video

Porte e connettività

Sistema operativo, app e funzionalità

Prezzo / qualità

  • Straordinarie prestazioni delle immagini
  • Ottima luminosità sia in SDR che in HDR
  • Input lag estremamente basso
  • Tizen ha tutte le funzionalità di cui avrai bisogno
  • No One Connect Box
  • No Dolby Vision
  • Le dimensioni più piccole hanno meno zone di attenuazione
  • Gli angoli di visualizzazione non sono ancora buoni come OLED

Luoghi più economici da acquistare:

È stato un anno strano per quanto riguarda le nuove uscite TV poiché con l'arrivo di più televisori 8K sembra che Samsung abbia dovuto spostare leggermente le prestazioni dell'intera gamma per incorporare i nuovi set 8K, ma lo ha fatto senza un cambiamento nel loro formato di denominazione e di conseguenza molte delle loro versioni 2020 non sono sostituzioni dirette della formazione dello scorso anno, il che confonderà sicuramente più persone di quanto dovrebbe. Inoltre, sebbene questi set 8K presentino alcune tecnologie fantasiose, siamo ancora a un punto in cui si comportano più come punti di ingresso di una nuova era che non è ancora qui poiché i veri contenuti commerciali 8K non sono ancora eccitanti. E oggi nella nostra recensione del Samsung Q800T esamineremo uno di questi nuovi televisori e vedremo cosa porta sul tavolo.

Ora, mentre i televisori 8K non sono qualcosa di nuovo poiché nel 2019 tutti i produttori li avevano già in vendita, sembra che il 2020 sia l'anno in cui questi inizieranno lentamente a diventare più mainstream e possiamo vedere che Samsung ha tre modelli in vendita. Il Samsung Q950TS che è il loro fiore all'occhiello per quest'anno, il Samsung Q900TS che è estremamente simile al Q950TS ma è solo un modello statunitense e perde la scatola One Connect e il Q800T più economico che esamineremo qui oggi. Ora il Q800T potrebbe essere il televisore 8K più conveniente, ma è ancora un televisore premium costoso e racchiude una tecnologia davvero sorprendente come scoprirai.

Come con tutti i QLED, il Q800T è dotato della famosa tecnologia Quantum Dot per colori più vividi, viene fornito con il nuovo Quantum Processor 8K con le sue funzionalità AI avanzate, utilizza lo strato Ultra Viewing Angle per migliorare i suoi angoli di visione, viene fornito con un Sistema Full Array con Local Dimming (FALD) altamente capace e per il suo suono utilizza il nuovo Object Tracking Sound +. Aggiungi a questi l'inclusione di HDMI 2.1 con tutte le nuove e vecchie funzionalità che questo porta come ALLM, FreeSync e G-Sync tra gli altri insieme alla nuova edizione della piattaforma Tizen smart TV con tutte le chicche che include e hai una TV che sicuramente spunta tutte le caselle giuste.

E anche se in teoria tutto ciò suona alla grande, siamo qui per determinare se il Q800T vale davvero il suo prezzo. Quindi, senza ulteriori indugi, iniziamo.

Progettazione

Cominciamo prima con il design e dato che stiamo parlando di un QLED 8K, che è la crema del raccolto quest'anno per Samsung, il Q800T sembra fenomenale. Utilizza quello che Samsung chiama un design senza limiti per un'esperienza più coinvolgente, ma sfortunatamente non utilizza la scatola One Connect che ha il Q950TS e di conseguenza il suo spessore è leggermente più grande perché deve incorporare tutto sul lato posteriore.

Ora, per quanto riguarda lo spessore complessivo, abbiamo misurato il Q800T a 1,54 "(3,9 cm) e ciò che è interessante qui è che questo modello, a differenza della maggior parte degli LCD a LED che abbiamo visto, mantiene questo spessore su tutto il corpo. La maggior parte dei televisori di solito sono più spessi nella parte inferiore dove sono posizionati l'elettronica e le connessioni e hanno un design leggermente più sottile e sinuoso in alto. Il Q800T mantiene le stesse dimensioni e ci piace moltissimo perché montarlo su una parete non lascerà brutti spazi nella parte superiore.

Un altro fatto interessante è che questo modello incorpora un sistema di illuminazione FALD ed è comune che tali televisori siano leggermente più spessi a causa della matrice di retroilluminazione che devono utilizzare. Sorprendentemente la Q800T mantiene un profilo molto sottile per un'unità FALD che molti apprezzeranno sicuramente.

Come accennato in precedenza, il design sconfinato della Q800T consente bordi molto sottili mentre il lato inferiore ha una cornice leggermente più spessa rispetto agli altri tre lati ma non di molto. Non comune è anche il posizionamento del logo Samsung in quanto invece di essere al centro come con la maggior parte dei televisori qui è posizionato sul lato destro.

Girando la TV troviamo una parte posteriore che utilizza una copertura in plastica strutturata che non è nulla di straordinario dal punto di vista del design. Tutti i collegamenti sono raggruppati insieme su un inserto sul lato sinistro del pannello con solo il collegamento di alimentazione separato dal resto sul lato destro. Samsung ha incluso speciali scanalature nella parte inferiore del lato posteriore per aiutarti con la gestione dei cavi e poterli guidare attraverso il supporto centrale mentre abbiamo anche i soliti fori di montaggio a parete VESA.

Ora il supporto sembra terribilmente simile a quello che abbiamo visto nel Samsung Q90T e utilizza un design del supporto centrale che lo rende più bello e più pregiato, ma sicuramente fa oscillare leggermente di più la TV. Lo stand ha un ingombro davvero ridotto considerando le dimensioni del Q800T e può aiutare molto se si hanno mobili piccoli da utilizzare. Il supporto è realizzato in metallo, ma la parte di collegamento tra la TV e il supporto è in plastica e presenta scanalature speciali per aiutarti a guidare i cavi sul retro del supporto lontano dalla vista.

Ora, quando si tratta del telecomando, Samsung per qualche motivo ha utilizzato diversi telecomandi per diverse regioni. Quindi, mentre alcuni mercati ottengono il solito design del dorso ad arco nero canna di fucile, in alcuni mercati il ​​Q800T viene offerto con due telecomandi. Un telecomando in plastica più semplice con molti pulsanti e un telecomando dal design argentato più premium. Non sappiamo perché Samsung lo abbia fatto, ma preferiremmo un'unica versione per tutti i mercati.

Ora il telecomando One in plastica nera non è diverso da quello che avevamo visto sulla Q90T. Non ci sono molte modifiche qui poiché One Remote si basa ancora principalmente sull'interfaccia visiva della TV e utilizza il minor numero di pulsanti possibile. L'unica vera differenza è che quest'anno hanno cambiato il pulsante dedicato Hulu per Samsung TV plus.

Per quanto riguarda il resto delle sue funzioni, è presente un microfono integrato da utilizzare con le piattaforme di controllo vocale integrate, ha la funzionalità HDMI-CEC, il che significa che puoi usarlo per controllare altri dispositivi che lo supportano e può agire come un telecomando universale se HDMI-CEC non è disponibile.

Per quanto riguarda gli altri due telecomandi offerti insieme in alcune regioni, quello in plastica è un normale telecomando che troviamo nella maggior parte delle unità di livello inferiore con un guscio in plastica e pulsanti in gomma e ha tutte le funzioni di cui avrai bisogno mentre il più premium Silver One Remote ha un layout simile al One Remote nero ma utilizza invece un guscio in metallo argentato. Tutti i suoi pulsanti e funzionalità sono esattamente gli stessi, quindi non ci sono differenze reali a parte l'aspetto.

Nel complesso, la Q800T sembra molto bella e sembra davvero un prodotto premium. Samsung ha fatto un ottimo lavoro su questo.

Qualità video

Tecnologia del processore utilizzata

Con l'arrivo di questi nuovi televisori 8K, c'era bisogno di un nuovo processore abbastanza potente da svolgere i compiti di elaborazione richiesti. E così Samsung ha creato il Quantum Processor 8K che ha capacità di intelligenza artificiale avanzate simili a quelle che avevamo visto nella sua controparte 4K. Il Quantum Processor 8K è particolarmente in grado di eseguire l'upscaling di qualsiasi tipo di risoluzione fino a 8K e il risultato finale può essere descritto come molto impressionante.

Gli algoritmi appresi dalla macchina insieme a un vasto database di immagini creato per questo motivo aiutano ad analizzare ogni scena dei tuoi contenuti, dai dati di colore e trama ai dettagli di illuminazione e contrasto. Anche se la qualità della sorgente del contenuto è una risoluzione inferiore, l'upscaling AI ottimizza l'immagine alla piena risoluzione del Q800T. Possiamo dire che l'up-scaling funziona molto bene, ma come sempre la qualità del materiale sorgente gioca un ruolo importante qui. Migliore è la qualità, migliore sarà l'immagine 8K ingrandita e la Q800T si è dimostrata molto capace di questo.

Ma l'upscaling da 8K è solo un aspetto della straordinaria potenza del processore. Il televisore dispone anche della funzione Immagine adattiva che può modificare automaticamente le impostazioni dell'immagine a seconda delle condizioni ambientali. Ciò è possibile con l'uso di un sensore di luce che rileva l'illuminazione nella tua stanza e imposta l'immagine alle sue migliori impostazioni. Pensa a questo come alla luminosità adattiva della maggior parte dei nuovi smartphone, ma un po 'più avanzata poiché qui ci sono più parametri che sono influenzati dal processore.

Il Quantum Processor 8K può essere particolarmente capace con i suoi miglioramenti dell'immagine, ma ci sono anche alcuni miglioramenti audio che ne derivano. Questi includono Object Tracking Sound +, Q-Symphony, Adaptive Sound + e Active Voice Amplifier, ma ne parleremo di più nella sezione audio dedicata di seguito.

Tecnologia di illuminazione utilizzata

Un aspetto che in generale è molto confuso per molti utenti occasionali è il tipo di retroilluminazione che utilizzano i televisori LCD a LED. E sebbene molti sappiano che avere un sistema di illuminazione Full Array con Local Dimming (FALD) è generalmente il meglio che puoi ottenere, non tutti i sistemi FALD sono uguali.

Per coloro che non hanno familiarità con ciò che è un sistema FALD, è fondamentalmente un array di retroilluminazione costituito da luci LED che la TV accende e spegne in base all'immagine che deve visualizzare. Questo array è suddiviso in zone e più zone un sistema FALD utilizza, meglio è. Quando una TV ha pochissime zone di oscuramento quando una di queste zone si accende, la luce fuoriesce dai pixel vicini e crea un alone visibile quando un oggetto molto luminoso appare su uno sfondo completamente scuro. Più zone vengono utilizzate meno questo effetto diventa visibile.

Un altro fattore che determina la qualità di un sistema FALD è la velocità con cui queste zone possono illuminarsi ed è qui che agiscono gli algoritmi della TV. Migliore è l'algoritmo, migliore è la transizione. Se la transizione avviene molto lentamente, potresti vedere un effetto ghosting.

Di solito i produttori tendono a evitare di fornire numeri diretti di quante zone utilizza ciascuno dei loro modelli. Ad esempio, per il Q800T Samsung fornisce una classificazione Direct Full Array 24X per i modelli da 65 "e 75", mentre la dimensione 82 "ottiene una classificazione Direct Full Array 32X. Questi numeri non dicono molto da soli, ma l'82 "utilizza ben 480 zone di oscuramento che sono esattamente le stesse del Q950R dello scorso anno. Per quanto riguarda i modelli da 65 "e 75", questi sembrano utilizzare quasi 300 zone.

Videos about this topic

Samsung Q800T 8K QLED Unboxing, Setup & Impressions
Samsung 2020 QLED 8K Detailed Overview
4K OLED vs 8K QLED TV - Which has the better picture? | 2020 OLED vs QLED
Samsung Q800T 8K TV,demo video+CLOSE LOOK at those pixels!
Samsung 8K QLED vs Sony 8K TV Comparison (2020)
2020 Samsung Q800T 8K QLED unboxing,set up,video & audio demo!