Snapmaker 2.0: una revisione pratica

Carsten Meyer

Di Carsten Meyer

Carsten Meyer

  • Facebook
  • Mi piace
  • Twitter
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • Digg
  • Del
  • Tumblr
  • VKontakte
  • Stampa
  • Email
  • Flattr
  • Reddit
  • Buffer
  • Adoro questo
  • Weibo
  • Pocket
  • Xing
  • Odnoklassniki
  • ManageWP.org
  • WhatsApp
  • Meneame
  • Blogger
  • Amazon
  • Yahoo Mail
  • Gmail
  • AOL
  • Newsvine
  • HackerNews
  • Evernote
  • MySpace
  • Mail.ru
  • Viadeo
  • Linea
  • Flipboard
  • Commenti
  • Yummly
  • SMS
  • Viber
  • Telegram
  • Iscriviti
  • Skype
  • Facebook Messenger
  • Cacao
  • LiveJournal
  • Yammer
  • Edgar
  • Fintel
  • Mescola
  • Instapaper
  • Copia link

Snapmaker 2.0: la stampante 3D per fresatura CNC e incisione laser

Produttore: Snapmaker

URL: www.snapmaker.com

Prezzo: $ 1.039– $ 1.599 in preordine (prima del 1 ° dicembre 2020)

Il Kickstarter di stampa 3D di maggior successo è tornato con tre successori e il concetto modulare è rimasto: Snapmaker 2.0 è una stampante 3D tre in uno, un incisore laser e una fresatrice CNC. I nuovi dispositivi Snapmaker A150, A250 e A350 si differenziano principalmente per dimensioni e volume. Una delle prime copie anticipate dello Snapmaker A350 ci è arrivata per i test, tramite la nostra pubblicazione gemella Make: Germany.

La nuova stampante 3D Snapmaker 2.0, l'incisore laser e la fresatrice CNC tutto in uno. Abbiamo testato il modello A350 mostrato qui.

Sull'A250 e l'A350, lo strumento di traslazione è ora progettato come un gantry, l'A150 e il suo predecessore (ora chiamato "Snapmaker Original") hanno a che fare con una costruzione "con un braccio". L'A150 (volume 160 mm × 160 mm × 145 mm) corrisponde all'incirca allo Snapmaker originale. Poi c'è l'A250 (230 mm × 250 mm × 235 mm), che è più o meno paragonabile per dimensioni alla stampante 3D Prusa i3 MK3S, e infine il grande A350 (320 mm × 350 mm x 330 mm), paragonabile a un grande Creality CR-10.

Il doppio portale a Z era necessario a causa del volume di costruzione considerevolmente più grande e la slitta a Y (con Snapmaker, il pezzo in lavorazione stesso viene spostato al posto del portale) è ora azionata da due unità lineari. L'accoppiamento è puramente elettrico; i motori passo-passo sono semplicemente collegati in parallelo.

Se Apple costruisse stampanti 3D, probabilmente verrebbero messe insieme con la stessa attenzione e bellezza di Snapmaker: tutti i gruppi sono confezionati individualmente, ogni sacchetto delle viti è etichettato e sono inclusi anche gli strumenti di assemblaggio. Una scatola di assortimento contiene le parti aggiuntive necessarie per convertire la macchina nelle sue diverse modalità. A differenza di Apple, tuttavia, viene fornito con un manuale di istruzioni lucido in formato A4.

Effetto Ikea

Secondo l '"effetto Ikea", apprezzi qualcosa di più se l'hai assemblato da solo invece di acquistare semplicemente un prodotto finito. Snapmaker ha ottenuto un buon rapporto tra parti prefabbricate e contributi propri; l'assemblaggio finale non è difficile, ma neanche troppo banale. Per l'assemblaggio di base (compreso il disimballaggio!) Abbiamo impiegato un'ora buona; la conversione per i rispettivi scopi richiede quindi altri 10-15 minuti.

Le parti sono prodotte con estrema precisione: tutte le superfici in alluminio sono ordinatamente anodizzate e abbastanza robuste, visibili ad esempio sulla piastra di base pressofusa pesante e resistente alla torsione. Non c'è paragone con le macchine economiche di AliExpress: non troverai parti in plastica stampate in 3D o profili in alluminio grezzo segato su Snapmaker.

I moduli di movimento lineare incapsulati sono notevoli: una striscia flessibile in acciaio inossidabile copre la guida in modo che nessuna polvere o trucioli possa penetrare ovunque. I motori passo-passo sono all'interno, così come i finecorsa. Il cablaggio è limitato a pochi cavi speciali facili da installare.

Le unità lineari completamente assemblate vengono assemblate rapidamente mediante viti M4 in acciaio inox, quindi collegate al controller con cavi speciali preassemblati. Le istruzioni sono di grande aiuto.

Per l'installazione del software, ora devi scaricare il software di controllo Snapmaker Luban 3.80 - dopo aver scoperto che il programma Snapmakerjs menzionato nel manuale è stato sostituito da questo. Snapmaker Luban è allo stesso tempo un'affettatrice, un lettore di codici G e un programma CAM. Sembra un po 'sovraccarico di tutte queste attività, ma ne riparleremo più avanti.

Stampa 3D

Per il funzionamento della stampante 3D, il piano di stampa riscaldato è installato con 22 viti (lo abbiamo trovato un po 'troppo) e la testina di stampa del filamento per il filamento da 1,75 mm è fissata da quattro viti aggiuntive. Suggerimento per il miglioramento: un paio di spine di centraggio renderebbero superflua la calibrazione dell'altezza Z per ogni conversione. Il livellamento del letto di pressione su 20 punti avviene molto rapidamente grazie al sensore di distanza integrato. Solo l'ultimo punto di calibrazione deve essere eseguito manualmente; un foglio di carta funge da indicatore di distanza.

Il piano di stampa (o la piattaforma sacrificale per la fresatura) poggia su uno scheletro resistente alla torsione in alluminio pressofuso.

Occorrono circa cinque minuti per riscaldare il piano di stampa e la stampa da sola non è un problema con Snapmaker Luban. Le impostazioni di base non hanno portato a tempi di stampa da record, ma i risultati sono stati subito convincenti: la qualità della superficie piuttosto ruvida a 0,16 mm era accettabile tranne che per oggetti più piccoli. Sull'impostazione "Fine", Snapmaker crea superfici impeccabili, ma a scapito del tempo di stampa, che raddoppia perché lo spessore dello strato è stato dimezzato a 0,08 mm.

Il filamento viene alimentato direttamente dalla bobina alla testina di stampa. Sfortunatamente, ciò ha come conseguenza che durante la "corsa zero" iniziale singole spire di filamento possono saltare fuori dalla bobina e aggrovigliarsi. Un semplice anello di filo montato in un punto adatto lo impedirebbe.

I tre oggetti di prova posteriori sono stati stampati con l'impostazione standard piuttosto grossolana (spessore dello strato di 0,16 mm); il tempo di stampa per ogni oggetto è stato superiore a 1 ora. Con il Makey finemente risolto nella parte anteriore (0,08 mm), la scrittura è più facile da leggere, ma era finita solo a metà dopo un'ora.

Il modulo laser è un notevole miglioramento rispetto al suo predecessore: invece del debole laser da 200 mW, ora c'è un diodo da 1,6 W, il che significa che il lavoro di incisione può essere eseguito in un quarto del tempo. Non aspettarti miracoli: anche il compensato sottile di 2 mm richiede due passaggi per tagliarlo in modo affidabile, ma le prestazioni sono sufficienti per stampini in cartone o pellicola. Per inciso, la luce laser blu non è adatta per tagliare o incidere materiali trasparenti. Chiunque voglia tagliare il plexiglass incolore deve comunque ricorrere a un laser CO2.

Un diodo da 1,6 W è ora integrato nel modulo laser. La fotocamera viene utilizzata per posizionare il disegno per l'incisione.

Una nuova funzionalità nel modulo laser è la fotocamera incorporata, che consente di posizionare il pezzo in lavorazione con precisione millimetrica, ad esempio per eseguire un'incisione in una posizione definita con precisione. Il firmware utilizza anche la fotocamera per regolare rapidamente la messa a fuoco dopo aver cambiato la testa dello strumento. Tuttavia, la fotocamera può essere utilizzata solo per il posizionamento in modalità WLAN; devi scattare una "istantanea" del tuo pezzo in lavorazione, importarlo in Snapmaker Luban e quindi posizionare il tuo disegno su di esso come desiderato.

Per il funzionamento laser, il piano di stampa deve essere scambiato con una piattaforma laser composta da quattro pannelli in alluminio anodizzato nero, che dissipano e assorbono il raggio laser che è penetrato nel pezzo. È essenziale utilizzare gli occhiali protettivi forniti con il dispositivo per far funzionare il laser di Classe 4; il laser è luminoso anche da lontano (senza occhiali) ei raggi vaganti possono causare gravi danni agli occhi.

Funzionamento CNC

Rispetto allo Snapmaker Original, la testa di fresatura è stata notevolmente migliorata: invece dei goffi mandrini per trapano familiari alle mini perforatrici, ora c'è una precisa pinza ER-11, che è di dimensioni paragonabili a quella di piccole macchine portatili router. Tuttavia, viene fornito un solo inserto per utensili da 1⁄4 ”(diametro albero 3,175 mm). Il mandrino di fresatura non ha alcun gioco evidente.

Il produttore specifica una velocità massima di 12.000 giri / min, che è appena sufficiente per la fresatura e la foratura di circuiti stampati. Secondo la nostra stima, il motore DC eroga circa 60 W, ma purtroppo non ci sono informazioni precise sul mandrino. Snapmaker fornisce un set di morsetti e un piano di lavoro in MDF che può essere facilmente cambiato come un cestino "sacrificale".

Il mandrino di fresatura compatto è dotato di una pinza ER-11 di alta qualità. La concentricità del nostro dispositivo di prova non era del tutto perfetta con un "runout" di oltre 20 µm sul gambo dell'utensile.

Contrariamente alla stampa 3D, non esiste (ancora) alcun livellamento automatico, che sarebbe estremamente utile, ad esempio, per la fresatura di PCB. Tuttavia, dovrebbero essere possibili tavole più sottili con un'attenta regolazione della profondità di fresatura.

Abbiamo riscontrato che il pannello in MDF fornito è un successo (è quasi troppo buono per quello) con una griglia centimetrica stampata su di esso e fori di montaggio sufficienti per i morsetti in dotazione. Grazie al generoso percorso a Z, è possibile montare anche una morsa da macchina piatta, che semplifica il bloccaggio di parti più piccole.

La sezione CNC nel manuale è piuttosto sottile per i principianti. Sono necessarie molte spiegazioni quando si parla di lavorazione. Chiunque sbagli qui viene immediatamente punito con strumenti o pezzi distrutti.

La fresatura non solo fa molto più rumore della stampa 3D, ma produce anche trucioli e polvere. Dovresti tenere un aspirapolvere a portata di mano e pensare all'alloggiamento chiuso come al tuo prossimo acquisto, che il produttore offre come accessorio. Abbiamo anche perso un pulsante di arresto di emergenza, perché la fresatura (come il taglio laser) è abbastanza incline agli incidenti; il produttore promette che questo e altri "componenti aggiuntivi" saranno presto disponibili.

Al momento il supporto CAM di Snapmaker Luban sembra ancora un po 'scarso. Sono supportati i modelli 3D di Fusion360 (Autodesk); la società afferma che sono in preparazione ulteriori post-processori G-code. Sfortunatamente, non è cambiato molto qui rispetto al software per lo Snapmaker originale. Il diametro dell'utensile non viene preso in considerazione durante la visualizzazione dell'anteprima 3D (i programmi CAM per il settore amatoriale / hobbistico ora lo gestiscono) e con alcune impostazioni della macchina non viene generato alcun codice G, senza alcuna spiegazione.

Il Luban-CNC-Editor accetta solo formati vettoriali DXF e SVG per l'importazione, con i quali le parti possono essere fresate o incise da materiale piatto (2.5D). Inoltre, puoi aggiungere rettangoli, ellissi / cerchi e testo in modalità Editor; per tutti gli oggetti, è possibile aggiungere una correzione del diametro dell'utensile (configurazione Path) utilizzando la modalità Process.

L'editor importa immagini raster (BMP, JPG o PNG), che vengono poi fresate come rilievo in scala di grigi, ma file 3D reali (ad esempio in formato STL) o dati di foratura importanti per la fresatura del cartone (solitamente in formato Excel) non può essere importato. Inoltre non sono previsti cambi utensile durante il funzionamento.

È possibile che un software comune per tutti e tre gli scopi non sia la soluzione migliore, dopotutto: le funzioni e le impostazioni necessarie per la stampa 3D interferiscono con l'incisione laser o la fresatura CNC e viceversa. È anche un po 'confuso il fatto che Snapmaker Luban ricordi le tue impostazioni solo se crei un nuovo profilo per esse ogni volta.

Il controllo locale con il touchscreen Android è estremamente comodo, ma non può essere utilizzato per effettuare regolazioni durante il funzionamento. L'alimentatore da 320 W sulla destra è dotato di una sottile illuminazione interna pulsante, ma avremmo preferito un interruttore di arresto di emergenza.

L'unità di controllo touchscreen basata su Android può essere utilizzata efficacemente solo se non è attiva alcuna connessione WLAN o via cavo; non è possibile impostare parametri di stampa o incisione con esso durante il funzionamento. Tuttavia, rispetto ai display a quattro righe di molte stampanti 3D, questi comandi tattili ergonomici sono molto più avanzati sotto ogni aspetto.

Tutto sommato, il nuovo Snapmaker 2.0 A350 è un dispositivo di grande successo e di ottima fattura, in cui l'attenzione era chiaramente posta sulla stampa 3D. Le prestazioni di taglio e incisione del laser sono aumentate in modo significativo rispetto al suo predecessore, sebbene non riesca a tenere il passo con i tagliatori laser purosangue. Con la fresatura CNC, invece, le possibilità sembrano limitate principalmente dal software, quindi c'è ancora margine di miglioramento.

Primo sguardo a Snapmaker 2.0: stampante 3D 3-in-1 modulare

Lo Snapmaker è uno dei dispositivi di stampa 3D più finanziati di qualsiasi dispositivo nella storia di Kickstarter. Dato che lo Snapmaker originale ha avuto così tanto successo, quindi perché ne hanno creato un secondo? Sono riusciti a trovare un modo per migliorare ulteriormente la loro macchina?

Bene, per molti versi, la nuova versione è in realtà un miglioramento abbastanza grande rispetto alla prima. Prende ciò che piace alle persone, rendendole un po 'più simpatiche e poi rattoppi alcuni dei punti deboli della versione precedente di Snapmaker. Non ha scartato ciò che alla gente già piaceva al riguardo. Ad esempio, Snapmaker 2.0 è ancora un dispositivo modulare. Ma ora non è solo questo.

Incontro con Snapmaker 2.0

Prima di tutto, è una formidabile stampante 3D. Sebbene la stampante sia piuttosto impressionante, in realtà è rivolta a hobbisti e principianti più di ogni altra cosa. Ha il livello di personalizzazione necessario per un uso più professionale, per progettisti e ingegneri che necessitano di una precisione eccezionale? È difficile da dire senza entrare nei dettagli.

Oltre ad essere una stampante, Snapmaker 2.0 è anche un dispositivo di incisione e taglio laser. A differenza di una normale stampante 3D, può essere equipaggiata con una varietà di diversi moduli intercambiabili, aiutando a cambiare rapidamente e drasticamente la forma e la funzione dell'intero dispositivo. Simile a sostituire l'obiettivo di una fotocamera o cambiare il gioco all'interno di una console, puoi apportare un cambiamento radicale a ciò che la tua macchina può fare per te.

Ad esempio, il laser consente di realizzare una varietà di bellissime creazioni artistiche con tagli e incisioni stilistiche. E la parte di intaglio CNC del dispositivo consente di realizzare oggetti 2.5D e 3D altamente precisi. Entrambi possono funzionare abbastanza rapidamente.

Snapmaker 2.0 utilizza un design modulare, che consente agli utenti di personalizzare o aggiornare l'unità secondo necessità. Ma piuttosto che essere solo una raccolta di macchine, è più simile a un ecosistema di moduli separati che possono essere utilizzati insieme per una maggiore capacità creativa. Molte stampanti 3D sono realizzate con un potenziale di espansione, ma non molte sono progettate tenendo presente questo puro grado di adattabilità.

Tipi di Snapmaker

In realtà ci sono tre tipi di Snapmaker 2.0: A150, A250 e A350. Sono essenzialmente la stessa macchina, con la differenza principale nella dimensione dell'area di lavoro supportata. L'area di lavoro più piccola misura circa 6,2 pollici quadrati, mentre l'area di lavoro media misura 9 pollici quadrati e l'area di lavoro più grande è di circa 12,9 pollici quadrati.

Tra di loro, puoi avere una varietà di custodie, luci, volantini e, naturalmente, un pulsante di arresto di emergenza. La maggior parte viene gestita tramite il controller incluso, che ti consente anche di accedere a una telecamera IP tramite la connessione Wi-Fi.

Qualità costruttiva

Da un colpo d'occhio, puoi dire che questa unità è stata chiaramente costruita per durare. È abbastanza facile assemblare la macchina stessa, a differenza dei mobili. Ma avrà bisogno di un po 'di assemblaggio. Fortunatamente, il design interamente in metallo reggerà mentre viene spostato. Perché ogni modulo e componente principale è realizzato con gli stessi metalli ad alta resistenza.

Ad esempio, sia le schede di controllo che l'alimentatore sono realizzati con un alloggiamento in lega di alluminio. Non è solo ottimo per il peso e la durata, ma anche per la dissipazione del calore. Anche i rulli POM sono stati aggiornati con rulli in acciaio metallico, il che consente loro di fornire una maggiore capacità di carico.

Tutto questo è possibile grazie alle leghe di alluminio di grado aerospaziale che sono state realizzate con precisione. Perché la stabilità fa parte di ciò che consente al processo di produzione di rimanere molto controllabile e ogni parte che crei deve essere meticolosamente realizzata. Snapmaker 2.0 non ha solo un bell'aspetto, la robustezza è effettivamente essenziale per offrire prestazioni altrettanto professionali quanto l'aspetto dell'unità.

Porte e ingressi

Il retro dello Snapmaker 2.0 ha una serie di input intuitivi, inclusi input USB-C. Fondamentalmente non ci vuole una laurea per capire come configurare questa macchina. Puoi iniziare a far passare i fili e terminare il processo in circa 15 secondi. Almeno, a meno che tu non abbia intenzione di fare qualcosa di particolarmente complicato. Perché, come notato, questo sistema può supportare una varietà di componenti aggiuntivi, moduli lineari e teste portautensili.

L'infrastruttura si basa sulle tecnologie CAN (Controller Area Network), che in realtà è una tecnologia preferita per automatizzare la produzione di autoveicoli. Invece di limitarsi a creare sempre più porte sul lato del dispositivo e lasciare agli utenti un mucchio di cavi aggrovigliati, hanno fatto espandere il controller con l'inclusione di porte universali e la possibilità di utilizzare adattatori multiporta. Ciò significa che puoi aggiungere altri tipi di porte e controlli in futuro, inclusi quelli che non sai necessariamente di aver bisogno al momento.

Software utente

Il software di controllo Snapmaker 2.0 è sorprendentemente potente. Questa è in realtà la diciottesima versione del software, durante quel periodo sono state aggiunte diverse funzionalità. In questi giorni, l'ultima versione del loro software può essere utilizzata per intagli in rilievo, editing SVG, stampa e circa una dozzina di cose uniche.

Inoltre, con il passare del tempo vengono aggiunte nuove funzionalità. Perché il firmware Snapmaker è open source, consentendo alla comunità stessa di sviluppare la propria API univoca e quindi condividerla con altri. Le persone possono creare i propri moduli personalizzati e creare la propria stazione di stampa 3D totalmente unica. Molto bello.

Interfaccia touchscreen

L'interfaccia umana è in realtà una delle migliori caratteristiche di questo dispositivo. Lo Snapmaker include il proprio touchscreen intelligente, che misura circa 5 pollici e copre una risoluzione di 720p. Ti consente di connetterti con la tua macchina e gestire il tuo flusso di lavoro in tempo reale. Il design è piuttosto intuitivo; puoi vedere le tue attività più utilizzate direttamente dalla schermata principale.

Inoltre, il display è dotato di una propria CPU A7, che funziona con un quad core da 1,1 GHz. È fondamentalmente come un piccolo smartphone dedicato al tuo Snapmaker 2.0. È persino alimentato da un sistema operativo Android, quindi l'interfaccia dovrebbe essere abbastanza accessibile per le persone che hanno già utilizzato dispositivi Android in passato.

Connettività wireless

La porta Wi-Fi e USB sul retro di questa unità lavorano insieme per fornire la connettività wireless per Snapmaker 2. Una volta connesso, puoi stampare praticamente con il semplice tocco di un singolo pulsante. Ciò include la possibilità di aggiornare il firmware tramite Wi-Fi o di avviare in altro modo un lavoro di stampa.

Funzionalità degne di nota

Tra le tante cose uniche e semi-uniche che Snapmaker può fare, alcune sono più impressionanti di altre. Ad esempio, le interruzioni di corrente vengono rilevate automaticamente e Snapmaker 2.0 riprenderà da dove si era interrotto quando verrà ripristinata l'alimentazione. Ciò ti consente di recuperare qualsiasi progetto interrotto senza doverlo lanciare o senza dover subire terribili sforzi per ripristinarlo.

Dispone del livellamento automatico, che è un'ottima funzionalità sia per gli utenti inesperti che per gli utenti esperti. Il sensore a induzione può sondare il piano e applicare la compensazione per garantire che tu stia sempre stampando su un'area piana, senza che sia necessario sottoporsi a una sorta di complesso processo di calibrazione.

Snapmaker 2.0 è dotato di un sensore di esaurimento del filamento, in modo che possa stampare oggetti più grandi con facilità e senza esaurire i materiali. Una volta che stai stampando in aria perché hai finito i materiali, il touchscreen ti informerà che un nuovo filamento deve essere inserito nella macchina.

Puoi andare, rifornire il filamento e riprenderà la stampa senza ulteriori istruzioni. E poi c'è il sistema di raffreddamento aggiornato, che non solo aiuta la longevità della macchina, ma in realtà ti aiuta a ottenere una superficie finita più soffice sulle tue stampe. Il raffreddamento è molto più efficiente rispetto alla precedente iterazione di Snapmaker, per sicurezza.

Facilità d'uso

La piattaforma di stampa è abbastanza flessibile, consentendoti di prendere semplicemente le stampe sulla lastra e flettere la parte inferiore della lastra per rimuovere la stampa. E il design magnetico del piano riscaldato ti consente di sostituire e rimuovere il foglio di stampa abbastanza facilmente.

Il tavolo a griglia in alluminio è stato realizzato appositamente per evitare danni al letto e per aiutare il raggio laser a concentrarsi durante il taglio. Come praticamente ogni componente di questo dispositivo, scoprirai che è sia rimovibile che abbastanza solido nelle tue mani. E il taglio laser è semplice quanto il disegno. Puoi utilizzare un'immagine e creare vettori su di essa per l'incisione o il taglio e modificare quelle immagini convertite nel software Snapmaker per adattarle meglio al tuo progetto.

Videos about this topic

snapmaker 2 bed calibration
Snapmaker 2 Review\: 11 Pros plus 6 Suggestions
Snapmaker 2.0 CNC ENGRAVING AND CUTTING
트럼프, 이렇게 하면 성공한다!
Snapmaker 2 0 A350 laser setup, software, and result review
SNAPMAKER 2.0 CNC RUN GUIDE