Recensione WD My Passport Wireless: un'unità mobile versatile per i fotografi

    • 1
    • 2
    • 3
    • 4
    • 5
    • 6
    • 7
    • 8
    Confronta questi

    SSD Glyph Atom

    SSD portatile Samsung T3

    Samsung SSD 850 Evo

    Disco rigido esterno portatile ultra sottile Seagate Backup Plus

    Il buono WD My Passport Wireless ha uno slot per scheda SD integrato e supporta uno standard Wi-Fi più veloce rispetto ai dispositivi concorrenti. Il dispositivo è versatile, facile da usare e offre fino a 2 TB di spazio di archiviazione mobile.

    Il cattivo La durata della batteria del dispositivo è relativamente breve. La sua app mobile supporta un formato di file limitato, può creare confusione per i nuovi utenti e richiede molto tempo per caricare le foto.

    Conclusione Nonostante la durata della batteria piuttosto breve e le app confuse, WD My Passport Wireless è un'eccellente unità multimediale mobile, soprattutto per i fotografi.

    Rivedi le sezioni

    • Revisione
    • Specifiche
    • CNET
    • Accessori per computer
    • Archiviazione
    • WD My Passport Wireless

    WD My Passport Wireless si distingue dalle altre unità wireless mobili in due modi importanti. Il suo supporto per la configurazione dual-stream del Wi-Fi 802.11n offre velocità maggiori rispetto ai concorrenti e lo slot per scheda SD integrato lo rende un ottimo accessorio per i fotografi che desiderano eseguire rapidamente il backup dei propri scatti. Ha funzionato bene anche nei miei test, dimostrandosi sia un'unità portatile molto veloce che un server multimediale wireless mobile efficiente.

    Tra gli aspetti negativi, la sua batteria è durata circa 5 ore e mezza nelle mie prove, una durata inferiore rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti. Inoltre, potrebbe offrire una migliore esperienza di streaming multimediale e l'app mobile WD My Cloud necessita di un'interfaccia più nitida. Per compensare il primo, tuttavia, l'app supporta tutte le piattaforme mobili popolari tra cui Android, iOS e KindleFire.

    Disponibile in tre capacità da 500 GB, 1 TB e 2 TB, che costa rispettivamente $ 120, $ 180 e $ 220, My Passport Wireless non è la migliore offerta sul mercato al momento del lancio. Tutti sono disponibili anche nel Regno Unito per £ 113, £ 170 e £ 210. In Australia, WD vende solo le opzioni da 1 TB e 2 TB, rispettivamente AU $ 249 e AU $ 299.

    Tutto sommato, se stai cercando un dispositivo che possa trasportare molti media e funzioni come unità di backup per laptop, fotocamere digitali e dispositivi mobili, non avrei problemi a consigliare My Passport Wireless. (Per ulteriori scelte, controlla questo elenco delle migliori unità wireless mobili sul mercato.)

    Design standard

    My Passport Wireless è un'unità portatile USB 3.0 alimentata da bus che dispone anche di una rete Wi-Fi incorporata e di una batteria integrata. Quando è collegato a un computer, funziona come un normale disco rigido esterno e, se alimentato a batteria, diventa un server multimediale mobile wireless. Ciò significa che il tuo normale flusso di lavoro sarebbe qualcosa del genere. Innanzitutto, carica molti contenuti multimediali su My Passport. Quindi, prendi quel contenuto e trasmettilo in streaming wireless a client mobili, come tablet o smartphone. My Passport Wireless supporta fino a otto client Wi-Fi simultanei per la condivisione dei dati o fino a client per lo streaming HD.

    Il dispositivo è abbastanza compatto, misura solo 5 pollici di lunghezza e 3,4 pollici di larghezza. Il suo spessore, tuttavia, cambia in base alla capacità scelta (da circa 0,9 pollici sul modello da 500 GB, a circa 1,2 pollici sulla versione da 2 TB). Nel complesso, ha all'incirca le stesse dimensioni dei dispositivi concorrenti, come Seagate Wireless Plus o Samsung Wireless.

    In alto, My Passport Wireless ha una spia di alimentazione e una spia che mostra lo stato della sua rete Wi-Fi. La spia di alimentazione cambia colore in base al livello di carica della batteria: il blu è pieno, il verde è il 75%, l'ambra è il 50% e il rosso è il 15% o meno.

    Da un lato, c'è una porta Micro-USB 3.0 standard per la ricarica e le connessioni dati. Puoi caricare l'unità tramite la porta USB di un computer, una presa a muro standard o in auto. Tieni presente che l'adattatore per auto non è incluso.

    Accanto alla porta USB ci sono due pulsanti: l'interruttore di alimentazione e un altro controllo che ha alcune funzioni. Premendolo a dispositivo spento, ad esempio, l'indicatore del livello della batteria si accenderà per alcuni secondi. D'altra parte, premendolo per alcuni secondi quando l'unità è accesa, puoi connettere rapidamente i client Wi-Fi.

    Specifiche WD My Passport Wireless

    Tipo di unità Disco rigido USB esterno da 2,5 pollici con punto di accesso Wi-Fi interno e batteria Opzioni connettore USB 3.0, USB 2.0 (sia per i dati che per la ricarica) Dimensioni 500 GB: 127 x 86 x 21 mm (5 x 3,39 x 0,86 pollici) | 1 TB: 5 x 3,39 x 0,96 pollici (127 x 86 x 24,4 mm) | 2 TB: 5 x 3,39 x 1,17 pollici (127 x 86 x 29,8 mm) Peso 500 GB: 0,55 libbre (0,25 kg) | 1 TB: 0,60 libbre (0,27 kg) | 2 TB: 0,77 libbre (0,35 kg) App incluse WD My Cloud (Android e iOS) Capacità / File system 500 GB, 1 TB, 2 TB / ExFAT Sistemi operativi supportati Android, iOS, Microsoft Windows XP o successivo, Mac OS X 10.5.8 o successivi client Wi-Fi simultanei supportati 8 in totale, 4 per lo streaming HD Garanzia 2 anni

    Slot per scheda SD incluso, supporto Wi-Fi più veloce

    Nonostante il design standard, My Passport Wireless ha alcune caratteristiche uniche. Da un lato, il suddetto slot per schede SD ospita schede di qualsiasi capacità. Puoi scegliere di copiare automaticamente il contenuto di una scheda sull'unità mentre la inserisci oppure puoi controllare il processo automaticamente con il pulsante mufti di cui ho parlato sopra.

    In secondo luogo, a differenza dei dispositivi concorrenti che supportano solo la configurazione a flusso singolo di 802.11n, My Passport Wireless sfoggia la configurazione a doppio flusso (2x2) dello standard Wi-Fi 802.11n. Come ho detto prima, ciò consente velocità Wi-Fi più elevate, anche se con un compromesso di minore durata della batteria. Sebbene l'unità abbia una durata della batteria promessa di sei ore e 20 ore in standby, molto probabilmente otterrai meno energia nell'uso reale, specialmente quando utilizzi più dispositivi contemporaneamente.

    My Passport Wireless condivide la stessa app mobile WD My Cloud del server NAS di WD. Dong Ngo / CNET

    Fuori dalla scatola, My Passport Wireless è preformattato nel file system ExFAT, che gli consente di funzionare in modo intercambiabile con Windows e Mac OS senza alcuna restrizione. Tutto quello che devi fare è collegarlo utilizzando il cavo USB incluso. Tieni presente che My Passport Wireless non può funzionare contemporaneamente come unità portatile o come server multimediale mobile. Dovrai spegnerlo e riaccenderlo per passare da un'attività all'altra.

    App per dispositivi mobili familiare ma confusa

    My Passport Wireless condivide la stessa app mobile con il server NAS di My Cloud. Anche se ciò non rappresenterà un problema per chiunque abbia familiarità con l'app, i nuovi utenti la troveranno un po 'confusa all'inizio. Dai la colpa al design dell'app, che divide il menu Impostazioni in due sezioni di impostazione, una per l'app stessa e l'altra per il dispositivo. Inoltre, mentre a volte utilizza icone per indicare la funzione di un pulsante, altre volte contrassegna i pulsanti con il testo. I nuovi utenti non impiegheranno molto a imparare l'app, ma c'è una curva di apprendimento.

    Recensione Western Digital My Passport Wireless Pro

    Conclusione

    My Passport Wireless Pro migliora in qualche modo la sua versione precedente e contiene più bit di qualsiasi disco rigido wireless fino ad oggi.

    • Torna all'inizio
    • Design e funzionalità
    • Configurazione e app
    • Test delle prestazioni
    • Durata della batteria
    • Conclusione

    Slot per scheda SD 3.0 integrato.

    Disponibile con capacità da 2 TB o 3 TB.

    Buona durata della batteria per un disco rigido wireless.

    Esperienze glitch, anche dopo un aggiornamento del firmware WD.

    Dimensioni ingombranti, non tradizionali.

    Implementazione software irregolare.

    Il disco rigido My Passport Wireless Pro di Western Digital è la seconda incursione dell'azienda nel mercato dei dischi rigidi wireless. E con esso arrivano alcuni miglioramenti, così come alcuni errori.

    L'originale WD My Passport Wireless è uscito due anni fa, sfoggia un design rettangolare riconoscibile, con uno spessore aggiuntivo per ospitare uno slot per schede SD e una batteria all'interno. Il nuovo per il 2016 Wireless Pro ($ 229,99 per la versione da 2 TB di WD e $ 249,99 per il modello da 3 TB che abbiamo testato) mantiene l'idea di base, ma scuote un po 'le cose con un design drasticamente diverso, nuove funzionalità e hardware migliorato all'interno— in particolare, un disco rigido di maggiore capacità e una batteria più grande.

    My Passport Wireless Pro non deve essere confuso con My Passport Pro di due anni completamente diverso (e non wireless) ($ 702,19 su Amazon), che è un modello RAID con due unità all'interno della shell. Si unisce a un piccolo gruppo di dischi rigidi portatili che abbracciano il concetto di un cloud personale mobile progettato per il nostro mondo sempre più mobile. Il concorrente Seagate è stato il primo giocatore in questo spazio di disco rigido portatile connesso, ma l'attuale unità Wireless Plus Mobile Storage di Seagate supera i 2 TB per $ 180. Altri che sono entrati - e alcuni di questi, già fuori - da questa nicchia di dischi rigidi includono Buffalo, Corsair, LaCie e Toshiba.

    Prodotti simili

    LaCie 5big Thunderbolt 2

    Tufo CalDigit

    Western Digital My Book Duo (8 TB)

    SSD portatile Samsung T5

    Mentre altre unità hanno fatto un gioco per le persone con smartphone e tablet, WD punta il Wireless Pro non solo agli utenti mobili con limiti di spazio, ma anche a fotografi e videografi che desiderano un posto dove scaricare le immagini mentre sono in movimento e in campo. WD dice di aver cambiato obiettivo quando ha scoperto che circa la metà dei suoi utenti del drive wireless di prima generazione utilizzava il lettore di schede SD incluso per importare un "sano mix" di immagini e video. WD ha funzionato con questo e questa volta includeva funzionalità come la connettività Adobe Creative Cloud, il wireless 802.11ac e il supporto FTP per la connessione alle telecamere in modalità wireless; uno slot per schede SD aggiornato; e la capacità di prelevare l'alimentazione dalla batteria per caricare altri dispositivi USB, come una GoPro (nota per la sua breve durata della batteria).

    Tutte queste caratteristiche si sommano a WD che corteggia in modo aggressivo fotografi e videografi, una tattica unica e un approccio che cerca di risolvere un vuoto sia per i tiratori professionisti che per i tiratori occasionali. Ma, ahimè, la parola chiave ci prova: se WD volesse davvero fornire un utile dispositivo di archiviazione per i fotografi, le funzionalità e il software di Wireless Pro sarebbero implementati ancora meglio.

    Essendo fotografi più che occasionali, abbiamo fatto un giro per vedere come si posiziona rispetto alla concorrenza e quanto bene adempie alla sua missione di streaming wireless. Come accennato, abbiamo testato la versione da 3 TB, che vende per $ 249,99. Una versione da 2 TB ha un prezzo consigliato di $ 229,99, circa $ 50 in più rispetto all'unità wireless Seagate da 2 TB. Andiamo a fondo.

    Design e funzionalità

    Tutto ciò che riguarda la scocca di Wireless Pro è progettato per risaltare, tranne il colore. L'unità è realizzata in solida plastica nera opaca, con strisce intarsiate lucide sulla parte anteriore per conferirgli un tocco di brio visivo.

    A differenza di un tipico disco rigido rettangolare, Wireless Pro ha la forma di un caratteristico quadrato da 5 pollici, più simile a un vecchio CD Discman. Allo stesso modo, è alto 0,9 pollici, in altre parole più spesso degli attuali dischi rigidi portatili, tipicamente sottili. È grande, ma non ingombrante.

    Ciò che è notevolmente diverso è il peso dell'unità. Abbiamo utilizzato la maggior parte dei dischi rigidi wireless della concorrenza e abbiamo notato immediatamente il peso del Wireless Pro. Non siamo stati sorpresi di notare che pesa 1 libbra, anzi pesante se confrontato con il Wireless Plus Mobile Storage (2 TB) di Seagate, che pesa 0,6 libbre. Certo, Wireless Pro aggiunge uno slot per schede SD che la maggior parte degli altri non ha, ma anche con quello, sembra più pesante di quanto ci si aspetterebbe da un disco rigido più una batteria. Quel peso extra è dovuto alla batteria da 6.400 mAh, rispetto a 3.400 mAh sull'unità Wireless di prima generazione? Non è chiaro, dal momento che sia Seagate che Wireless Pro richiedono 10 ore di durata della batteria, sebbene non abbiamo le specifiche sulla batteria di Seagate. (Consulta la nostra sezione Prestazioni per ulteriori informazioni su come si è comportato Wireless Pro nei nostri test della batteria.)

    Sul bordo superiore dell'unità si trovano due pulsanti meccanici, una porta USB Type-A 2.0 e la porta USB 3.0 per le connessioni ad accesso diretto al nostro laptop o desktop. Il pulsante sinistro (visto dalla parte anteriore dell'unità) fa un sacco di cose: attiva un indicatore LED della batteria sulla parte anteriore dell'unità, attiva una connessione WPS al router per una facile configurazione e avvia un trasferimento dati dalla scheda SD. Il pulsante a destra accende e spegne l'unità.

    Quando abbiamo testato l'unità per la prima volta, il pulsante di accensione era in realtà la nostra prima fonte di frustrazione: si è comportato in modo incoerente all'accensione e apparentemente ci è voluto un'eternità per spegnerlo, uno dei pochi problemi che abbiamo riscontrato con il firmware che unità fornita con. Poco più di un mese dopo che l'unità è stata annunciata e resa disponibile - questo comportamento e tutto il resto - ai consumatori, WD ha rilasciato un nuovo firmware (versione 1.01.11) che ha risolto molti dei problemi che abbiamo riscontrato durante il nostro primo passaggio di test. < / p>

    Il nuovo firmware ha accelerato l'arresto fino al conteggio di uno-due, con un LED lampeggiante per indicare che l'unità stava facendo qualcosa prima di spegnersi rapidamente. (Prima, non dava alcuna indicazione che stesse girando verso il basso, e richiedeva una presa di 3 secondi, più altri 40 secondi per rallentare e spegnersi. Di solito, rimanevamo dubbiosi sul abbastanza a lungo.) L'accensione è diventata più coerente, anche se abbiamo dovuto premere il pulsante un po 'più forte di quanto ci aspettassimo. Ma dopo l'aggiornamento del firmware, la differenza era notte e giorno.

    Oltre al LED del livello della batteria, la parte anteriore ha due LED aggiuntivi. Quello superiore è il LED di stato Wi-Fi, mentre quello inferiore è il LED di stato dell'unità.

    In alto a sinistra si trova lo slot per schede SD, che questa volta supporta le specifiche SD 3.0. Il lettore di schede SD in Wireless Pro supporta velocità di lettura fino a 75 MB al secondo e velocità di scrittura di 65 MB al secondo, secondo WD, a seconda della scheda utilizzata. Queste velocità sono un miglioramento rispetto a quelle di My Passport Wireless, ma non si avvicinano al massimo delle velocità delle schede SD Ultra High Speed ​​(UHS) e UHS-1.

    Inoltre, come accennato, l'unità ora dispone di una porta host USB 2.0. Può essere un'inclusione apparentemente strana fino a quando non ti rendi conto della sua presenza, e il design di WD, significa che l'unità può fungere da power bank. Ciò significa che puoi collegare un telefono o un tablet (o una action cam di breve durata) per assorbire l'alimentazione dalla batteria del Wireless Pro, anche se lentamente; la porta emette 5 volt, a 1,5 amp.

    Perché USB 2.0 per la connessione al power bank? WD ha spiegato che il chip Realtek 1195 all'interno dell'unità supportava solo tante porte per USB veloce (e due erano usate per il lettore di schede e la connessione USB 3.0 ad attacco diretto).

    Wireless Pro potenzia il wireless a 802.11ac, con connessione wireless a 5 GHz tramite 802.11ac e 2,4 GHz tramite 802.11n. Ci siamo collegati al nostro Apple iPhone 6S Plus utilizzando la banda a 5 GHz. Sebbene il wireless 802.11ac sia un miglioramento, non siamo riusciti a valutare quanto la presenza di 802.11ac abbia influenzato la nostra esperienza durante il nostro utilizzo. Una distinzione più notevole: Wireless Pro può funzionare contemporaneamente come punto di accesso wireless per un massimo di otto dispositivi e come unità wireless. Ne parleremo tra poco.

    Configurazione e app

    WD commercializza questa spinta verso i "professionisti", ma ciò non significa che ogni utente sarà abbastanza esperto di tecnologia da scoprire come ottenere il massimo dall'unità. Almeno, non senza leggere il manuale di 60 pagine dispari disponibile sul sito di WD.

    La guida rapida inclusa ti consentirà effettivamente di iniziare a utilizzare una connessione wireless, ma poi hai un po 'di lavoro da investigatore per scoprire cosa fare dopo, oltre al download dell'app WD My Cloud, che ora è aggiornata per supportare il Wireless Pro. Su un PC Windows, dovevamo capire dove si trovava il software sull'unità. Abbiamo seguito le istruzioni per connetterci a Wireless Pro utilizzando un passcode di accesso comodamente attaccato sulla parte anteriore dell'unità su un'etichetta. Ci sono voluti più tentativi, ma alla fine ci siamo collegati tramite il nostro iPhone 6S Plus. (Esiste anche una versione dell'app per Android.) WD afferma che questo problema tecnico è stato risolto nell'ultimo aggiornamento del firmware, anche se abbiamo avuto successo collegando un iPhone 5, un Samsung Galaxy S7 Edge e un tablet Nvidia Shield senza incidenti anche pre-aggiornamento su un secondo campione di questa unità.

    L'app My Cloud ha avuto alcuni miglioramenti dell'interfaccia di primo livello rispetto alle iterazioni precedenti che migliorano l'accesso all'unità e il layout generale dell'app. Non è necessario un account My Cloud per utilizzare l'app con Wireless Pro, ma se si dispone già di un prodotto My Cloud, è possibile accedere e quindi avere accesso anche a quell'unità.

    Alcuni aspetti dell'app erano approssimativi. Ad esempio, quando ci siamo registrati per la prima volta e ci siamo connessi, l'app ci ha chiesto di eseguire automaticamente il backup dell'intero iPhone. Ottima idea, o almeno così pensavamo. Quando ci siamo resi conto di quanto stava procedendo lentamente e quanto tempo ci sarebbe voluto per caricare 77 GB di foto e video, abbiamo deciso di annullare il backup e abbiamo subito scoperto che non potevamo. Ci sono voluti eliminare l'app e reinstallarla per annullare quell'azione.

    Per impostazione predefinita, l'app mostra tutti i file e le cartelle. Nella parte inferiore è presente una barra di navigazione con schede per foto, musica e video. Tuttavia, nessuno di questi ha svolto un lavoro convincente nell'organizzazione e nell'accesso ai nostri contenuti. Ad esempio (e ironia della sorte, per un prodotto rivolto ai fotografi), l'app ha faticato a visualizzare le immagini JPEG che avevamo caricato su Wireless Pro. La dimensione di questi file variava da 2 MB a 8 MB.

    Quando abbiamo visualizzato la scheda Foto, abbiamo visto che l'unità non mostrava altro che segnaposto di icone, come puoi vedere di seguito. Dopo l'aggiornamento del firmware, abbiamo ottenuto le anteprime JPEG per alcune cartelle tramite la scheda Tutto (che è il modo in cui si accede alla struttura delle cartelle dei file sull'unità) e alcune tramite la scheda Foto, ma non per tutte.

    L'aggiornamento post-firmware, anche il caricamento delle immagini è andato più veloce, da 30 a 40 secondi a 20 a 25 secondi. Le immagini visualizzate tramite l'app mancavano ancora della chiarezza e del dettaglio delle immagini visualizzate direttamente su un PC o tramite un'app alternativa. WD afferma che ciò è dovuto al modo in cui l'app My Cloud gestisce i file JPEG. Gli sparatutto RAW sono sfortunati, poiché l'app non supporta questo formato.

    Su iOS, è necessaria l'app My Cloud per accedere alla struttura di cartelle di file nativa di Wireless Pro o per accedere ai file tramite Foto, Musica o Video. Le schede specifiche dell'argomento con cui abbiamo avuto più difficoltà, ma come è tipico per le unità wireless nell'universo iOS, abbiamo fatto tutto tramite l'app. Ciò significava che la condivisione di file si basava sui protocolli di condivisione di file di iOS, il che significa che puoi condividere e spostare i file, ma la tua flessibilità è temperata dall'app My Cloud. Di seguito è mostrata l'interfaccia per ciò che puoi fare con una foto.

    Quando abbiamo testato l'unità per la prima volta al momento del lancio, la scheda Musica ha eseguito un lavoro simile a un ronzio visualizzando la musica archiviata sull'app My Cloud. Abbiamo trasferito i file dal nostro computer all'unità Wireless Pro, in una nuova cartella che abbiamo creato chiamata "Music". Ma né quella cartella, né le dozzine di cartelle degli artisti che abbiamo trasferito, sono state riconosciute in quella scheda, né nessuna delle canzoni risiedeva al di fuori di quelle cartelle. Ancora peggio: il meccanismo di ricerca nella scheda Musica non ha nemmeno trovato file che contenevano il nome di un artista. È possibile accedere alla musica, ma solo direttamente dalla scheda Tutti, che consente di accedere alla pura struttura di cartelle di file sull'unità. Tuttavia, questo si è rivelato problematico, considerando che le nostre canzoni erano organizzate mentre venivano scaricate tramite Amazon Music: significava che non potevamo avviare una playlist o riprodurre una serie di brani archiviati in una struttura di cartelle nidificata.

    Dopo aver parlato con WD, l'azienda è riuscita a migliorare l'esperienza con il primo aggiornamento del firmware e un successivo aggiornamento dell'app. anche se appena migliorato. Le cartelle di brani venivano visualizzate nella scheda Musica, ma non c'era ancora modo di organizzare la musica in playlist, poiché le tracce erano ancora intrappolate in singole cartelle, come nella visualizzazione delle cartelle. E la barra di ricerca continuava a non funzionare.

    Quando abbiamo riprodotto la musica, è stata riprodotta in streaming senza intoppi. Purtroppo, lo streaming video era meno coerente. Abbiamo provato una varietà di file video, principalmente formattati come .MP4 o .MOV, e abbiamo riscontrato una riproduzione video discontinua con frequenti pause di buffering, prima e dopo l'aggiornamento del firmware. Abbiamo anche provato una seconda versione dell'unità, anch'essa afflitta dal comportamento stop-to-buffer durante lo streaming di video in modalità wireless (anche con i video di esempio 1080p di 30 secondi di WD My Cloud), su iPhone 5, Galaxy S7 Edge e Shield Tablet. La riproduzione in streaming era bizzarra sia che solo uno di questi dispositivi mobili stesse provando a trasmettere in streaming i video di esempio o che più di essi stessero provando contemporaneamente.

    Abbiamo quindi provato un MP4 molto compresso, un file rip della trilogia de Il Signore degli Anelli (un file da 3,2 GB), e siamo riusciti a ottenere uno streaming molto più fluido su iPhone 5 da solo. Abbiamo quindi aggiunto lo Shield Tablet e lo abbiamo trasmesso in streaming simultaneo, con solo occasionali pause di buffering che interrompevano la riproduzione. (In entrambi i casi, è stato necessario quasi un minuto per avviare il file.) La conclusione che dobbiamo trarre: il tuo chilometraggio di streaming varierà a seconda dei dispositivi specifici che colleghi all'unità, dei tipi di file video e dei loro risoluzione / bit rate e la combinazione di dispositivi mobili che si tenta di connettere. Apparentemente, l'unità può trasmettere in streaming su otto dispositivi contemporaneamente a 720p, ma nella nostra esperienza ha avuto problemi con pochi.

    Per quanto riguarda l'accesso all'unità tramite un PC? Saresti perdonato per aver dimenticato che poteva farlo, considerando che quel processo è stato completamente omesso dalla Guida di installazione rapida e sepolto a pagina 16 del manuale completo. Siamo entrati intuitivamente collegando l'unità tramite USB e curiosando nella cartella del software Windows dell'unità per trovare i file di installazione necessari e abbiamo capito come accedere al dashboard basato su browser Web. Non c'è dubbio che questo processo di installazione direttamente collegato possa (e dovrebbe) essere più chiaro. Ciò è particolarmente vero dal momento che il software WD Access per PC non ha nulla a che fare con la dashboard di base basata sul Web per il dispositivo. e quel software non è nemmeno menzionato per nome in nessuna parte del manuale.

    Per gestire la configurazione di base dell'unità, è sufficiente aprire un browser e digitare http: // mypassport o digitare l'indirizzo DNS (http://192.168.60.1) come si trova nel manuale per iniziare su un PC. (A volte abbiamo scoperto che il primo funzionava, a volte dovevamo usare il DNS.) Abbiamo attraversato alcune semplici schermate di configurazione, configurando il nostro accesso a Internet, impostando il comportamento di backup automatico dello slot per scheda SD e delle porte USB, controllando box per scaricare e installare Plex Media Server (cosa che abbiamo comunque finito per fare manualmente). E poi sei nella dashboard di My Passport Wireless Pro, proprio come abbiamo visto prima su altre unità compatibili con WD My Cloud.

    La schermata principale della dashboard mostra la capacità, lo stato della batteria e le connessioni Wi-Fi (ovvero, se viene utilizzata in una connessione diretta, se condivide il Wi-Fi come hotspot o se l'unità e il dispositivo sono entrambi collegati tramite la rete). L'ultima è la modalità di connessione "standard" che viene configurata tramite la scheda Wi-Fi sulla dashboard…

    Abbiamo spostato le opzioni per vedere cosa era disponibile da modificare. In Media potremmo regolare le impostazioni del server multimediale e impostare lo slot per scheda SD e la porta USB per l'importazione automatica; questa interfaccia basata su browser è l'unico punto per visualizzare l'avanzamento di un trasferimento.

    Siamo esperti in merito al funzionamento generale delle unità connesse alla rete, ma ci mancava una guida più completa durante il processo di installazione del software per PC. Sì, lo scopo dell'unità è come un'unità wireless, ma a un certo punto ci sarà una connessione al PC. Ci siamo fatti strada nel processo di installazione e abbiamo installato il software WD Access archiviato sull'unità Wireless Pro, oltre a WD Backup.

    Mentre il backup è facoltativo, l'accesso risulta essere parte integrante dell'accesso all'unità e del trasferimento dei file su di essa. L'app si integra nella barra delle applicazioni di Windows o è accessibile tramite il menu Start di Windows. L'intero processo potrebbe essere semplificato meglio, ma semplifica la mappatura di My Passport Wireless Pro su una lettera di unità, la creazione di un collegamento e il caricamento di file sull'unità. Ma ancora una volta, è difficile sapere dove sia tutto questo senza essere il tuo investigatore.

    Per quanto riguarda il Plex Media Server che ti viene chiesto di scaricare e installare, il software di configurazione WD non è mai stato effettivamente scaricato e ci ha richiesto durante il processo di installazione e registrazione. Dovevamo andare manualmente al sito di Plex, registrarci al servizio con un indirizzo e-mail e quindi scaricare il software. Non stiamo approfondendo il software Plex qui, ma noteremo che l'integrazione potrebbe essere più forte, in particolare per l'uso offline di Plex come interfaccia per accedere al contenuto multimediale dell'unità. Plex può svolgere un lavoro piacevole con l'organizzazione e il servizio dei tuoi media, ma i limiti intrinseci di Plex sottolineano perché l'app My Cloud diventa così importante per l'usabilità complessiva di Wireless Pro.

    Videos about this topic

    WD My Passport Wireless SSD Review - Portable Network Storage with Plex Server
    REVIEW Western Digital My Passport Wireless PRO 4TB - portable HDD Wi-Fi
    WD My Passport Wireless Pro Overview/Review
    Western Digital My Passport Wireless Pro 4TB Hard Drive Review
    OVERVIEW\: WD My Passport Wireless SSD - Back up your images anywhere?!
    Review hard extern Western Digital My Passport Wireless Pro 4TB Wi-Fi