Denon HEOS Bar Review (3.0 CH Soundbar)

Denon HEOS Bar

Progettazione

Prestazioni nei film

Performance musicale

Input e funzionalità

Prezzo / qualità

  • Buone prestazioni audio
  • Bel design
  • App HEOS facile da usare
  • Scalabile a un sistema 3.1 o 5.1
  • Suona un po 'piatto senza subwoofer
  • Poca profondità negli effetti surround
  • Prezzo elevato se trasformato in un sistema 3.1 o 5.1
  • Telecomando molto semplice

Luoghi più economici da acquistare:

La connettività degli altoparlanti wireless sta diventando sempre più popolare in questi giorni con una vasta gamma di dispositivi audio che supportano tale funzionalità. E un nome che viene in mente quando si pensa alla connettività degli altoparlanti multi-room wireless è HEOS, un marchio che è stato creato da Denon ma che al giorno d'oggi si è evoluto in un marchio proprio. Denon può essere conosciuto principalmente per i suoi eccellenti sintoamplificatori AV home theater, ma ciò non significa che siano limitati solo a quel segmento.

Con i flat TV la necessità di un suono migliore è diventata più evidente e come tali soundbar sono diventate popolari per offrire ciò che una TV flat non può e allo stesso tempo cercare di offrire un pacchetto completo in un unico dispositivo. Denon ne ha preso atto e come tale ha creato la HEOS Bar per coprire questa particolare esigenza. Ma con così tante soundbar al giorno d'oggi sul mercato, dove si trova esattamente questa? E offre qualcosa che lo distingua dal resto? Continua a leggere per scoprirlo nella nostra recensione Denon HEOS Bar.

Design, input e funzionalità

La HEOS Bar di per sé è una soundbar 3.0 composta da tre canali frontali. Potrebbe non essere la soundbar più grande che abbiamo visto, ma misura 2 7/8 x 43 3/8 x 5 7/8 pollici (72 x 1100 x 148 mm) e pesa 10,58 libbre (4,8 kg) non è certamente piccola né coprente l'intera lunghezza di un televisore piatto da 55-60 pollici. In contrasto con i design più conservativi che Denon ci ha utilizzato, l'HEOS Bar ha un design piuttosto futuristico con angoli più acuti rispetto alla maggior parte delle soundbar che abbiamo visto.

Il sistema 3.0 della soundbar è composto da 6 woofer ovali e 3 tweeter in totale, 2 woofer e 1 tweeter per ogni canale, tutti posizionati con un angolo di 45 gradi. Ciò è stato fatto apposta in quanto la soundbar può essere posizionata su un mobile o appesa al muro, quindi posizionare tutti i woofer in un angolo non ostacolerebbe l'uscita del suono. I driver sono racchiusi da una griglia in tessuto scuro che non può essere rimosso e copre la maggior parte dei lati superiore e anteriore. Sul lato destro troviamo un paio di pulsanti solo per il silenziamento del volume e la calibrazione del volume mentre tutte le porte di connessione si trovano sul retro.

La maggior parte delle soundbar presenta un problema comune, poiché ostruiscono i segnali IR della TV se posizionate direttamente sulla parte anteriore. Nessun problema per l'HEOS Bar in quanto ha la capacità di passare il segnale IR con l'aiuto di 4 ripetitori IR che sono posizionati sul retro della soundbar. Un design intelligente e davvero molto pratico. Sotto questi ripetitori troviamo tutte le connessioni disponibili alla soundbar. L'HEOS Bar è dotato di 4 porte HDMI con tutte v 2.0a, il che significa che supportano 4K UHD con HDR mentre l'uscita HDMI supporta anche ARC. Troviamo anche un jack IR IN, un ingresso audio digitale ottico e uno coassiale, un jack audio analogico da 3,5 mm, una porta USB per il collegamento di storage esterno e una porta Ethernet per la connessione cablata a Internet. Sono presenti anche un paio di pulsanti, uno per l'accoppiamento Bluetooth e uno per la connessione WiFi.

L'HEOS Bar offre un'ampia varietà di porte che semplificano la creazione di qualsiasi tipo di connessione audio e Denon sembra averci pensato molto. Ma sebbene la quantità di porte sia soddisfacente, ciò che non ci è piaciuto è stato posizionare la porta USB sul retro, rendendo quasi impossibile accedervi facilmente se si desidera utilizzare un'unità flash per lo streaming della propria musica preferita. Una posizione diversa come di lato o in una posizione di più facile accesso sarebbe sicuramente di aiuto rispetto a dove si trova ora e questa sarebbe la nostra unica lamentela riguardo alle porte.

La soundbar può essere connessa a Internet con la porta cablata che abbiamo menzionato sopra o wireless tramite WiFi poiché supporta le ultime reti 802.11 tra cui N e AC che offrono le velocità più elevate. Se hai un router vicino alla soundbar, la connessione wireless dovrebbe funzionare perfettamente come nella nostra situazione, ma se hai problemi di connessione o il tuo router è lontano, una connessione cablata risolverà sicuramente tutti i tuoi problemi.

Denon HEOS Bar supporta un'ampia gamma di formati audio tra cui Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio ma sfortunatamente poiché non ci sono altoparlanti di tipo alto, non c'è supporto Dolby Atmos o DTS: X. La barra continuerà a riprodurre questi formati, ma li ridurrà alle tracce principali Dolby TueHD e DTS-HD master Audio.

Per quanto riguarda il supporto dei file audio, abbiamo anche un ampio elenco di file supportati che includono WMA fino a 192 kbps, AAC e MP3 fino a 320 kbps, FLAC, WAV e ALAC fino a 24 bit / 192 kHz e DSD 5.6 (streaming). Come puoi capire, Denon si è assicurata di includere tutti i formati conosciuti e dal testare un ampio elenco di file questo sembra essere vero perché non abbiamo riscontrato alcun problema durante lo streaming USB della musica.

Una caratteristica chiave dell'HEOS Bar è che sebbene al suo interno sia un sistema 3.0, ha la capacità di espandersi a un sistema 3.1 aggiungendo un subwoofer HEOS o addirittura fare un ulteriore passo avanti rendendolo un sistema completamente surround 5.1 aggiungendo un subwoofer e 2 altoparlanti surround HEOS come HEOS 1. Abbiamo visto un paio di soundbar che offrono una funzionalità così modulare di altri marchi, ma in generale non è qualcosa che vediamo molto spesso, ma lo supportiamo sicuramente in quanto offre agli utenti la possibilità di scegliere ciò che vogliono.

Preferisci che la tua casa scuota a ogni esplosione sullo schermo? Aggiungi il subwoofer che aggiungerà i bassi necessari per esso. O forse preferisci effetti surround profondi ascoltando i proiettili volare dalla tua testa in ogni scontro a fuoco, quindi lo fai aggiungendo un paio di altoparlanti surround. La scelta è tua e sebbene l'aggiunta di più altoparlanti espanda il sistema di base, aumenta anche il prezzo iniziale. Ma se si considera il costo di un sistema audio surround dedicato, riteniamo che optare per un sistema 5.1 completo con la barra HEOS al suo interno non avrà un prezzo molto più alto, tutto sommato.

L'HEOS Bar supporta anche un ampio elenco di servizi di streaming online che possono essere controllati con l'app online. I servizi includono Rhapsody, Pandora, Spotify e TuneIn, iHeartRadio, SiriusXM e MOOD: MIX che offrono una buona varietà per il piacere dello streaming audio.

Portare il nome HEOS significa che la barra HEOS porta questa funzione in primo piano e al centro, poiché la soundbar può essere collegata a tutti i tipi di altoparlanti abilitati HEOS per creare il proprio ambiente multi-room.

Essendo in linea con i nostri tempi, HEOS Bar supporta anche il controllo vocale grazie all'aggiunta del supporto sia per Alexa che per Google Assistant. Se in casa hai un altoparlante abilitato per Amazon Alexa o un dispositivo simile con l'Assistente Google, puoi utilizzarlo per inviare comandi a mani libere alla soundbar. Una funzionalità molto utile per coloro a cui piace questo tipo di controllo.

Il telecomando incluso ha un design piccolo, grande come un palmo, che lo separa dal solito aspetto dei telecomandi della soundbar. Ha pochissimi pulsanti, quanto basta per le funzioni più basilari, ma i pulsanti in gomma hanno un bel tocco e hanno abbastanza spazio tra di loro per una facile pressione. E sebbene il telecomando sia in grado di gestire le funzioni più comuni, è l'app HEOS che è davvero il fulcro del controllo per HEOS Bar e quella che riunisce tutto. Anche se devi creare un account HEOS per usarlo una volta fatto, ti dà un enorme controllo sul tuo sistema.

Con l'app HEOS è possibile controllare la calibrazione audio, collegare altri altoparlanti HEOS, creare configurazioni multi-room, rinominare gli altoparlanti e riprodurre musica in streaming dai servizi online inclusi. In un certo senso, se l'HEOS Bar è il corpo, l'app HEOS è sicuramente il cervello che fa funzionare tutto. L'app sembrava molto stabile senza grandi ritardi o interruzioni durante i test.

Prestazioni

La configurazione della soundbar viene eseguita tramite l'app HEOS e, ad essere onesti, anche se è la prima volta che si ha a che fare con un dispositivo HEOS, ci vuole un po 'di tempo, l'intero processo è relativamente semplice. Una volta accesa la soundbar devi connettere il tuo smartphone tramite la porta AUX in modo che l'app possa identificare il dispositivo. Dopo la configurazione iniziale hai la possibilità di aggiungere più altoparlanti come il subwoofer e gli altoparlanti surround se hai più della semplice soundbar, calibrare le impostazioni audio e collegare sorgenti aggiuntive come console video, streaming box ecc.

Una volta terminata la configurazione e la calibrazione, non è più necessario utilizzare l'app HEOS poiché puoi utilizzare il telecomando incluso se preferisci, ma abbiamo trovato l'app molto facile da usare e abbiamo continuato a utilizzarla durante i nostri test. Di solito l'emissione di comandi tramite un'app ha un piccolo ritardo, ma abbiamo riscontrato che l'app specifica è molto reattiva e non abbiamo riscontrato alcun problema nel mostrare quanto lavoro ha impiegato Denon.

Film

Sono inclusi due film per i nostri test cinematografici e iniziamo con il disco 4K UHD di Battleship che include un'incredibile colonna sonora DTS: X. Sebbene l'HEOS Bar non supporti DTS: X, supporta DTS-HD Master Audio e questo è ciò che stavamo ottenendo durante i nostri test. Una colonna sonora esplosiva come quella di Battleship ha molte frequenze basse e alte che la rendono ideale per testare le capacità di qualsiasi soundbar.

Di solito ci piace controllare il primo incontro tra i cacciatorpediniere della marina e la nave aliena quando i pioli esplosivi esplodono sul ponte del cacciatorpediniere. L'HEOS Bar è davvero riuscito a riprodurre la traccia audio in modo molto fedele. Il palco anteriore sembrava più ampio con lo spostamento dei canali molto accurato e preciso. Potresti davvero sentire gli effetti sonori che viaggiano da una parte all'altra dopo l'azione. Il dialogo era molto chiaro senza che la voce distrasse il resto dell'azione.

Sfortunatamente, sebbene il palcoscenico anteriore fosse molto ampio e completo, l'HEOS Bar non poteva espandersi molto dietro di noi poiché la maggior parte dell'azione sembrava provenire dalla parte anteriore. Esiste una modalità surround virtuale che migliora un po 'le cose, ma in nessun momento abbiamo avuto la sensazione che il suono provenisse da dietro, rendendo l'uso di alcuni altoparlanti surround HEOS 1 una necessità se l'immersione surround è ciò che stai cercando. Anche senza subwoofer il suono risultava un po 'piatto. Allo stesso modo, sebbene l'HEOS Bar possa riuscire a produrre dei bassi, anche più di altre soundbar che avevamo provato prima, se vuoi davvero far tremare la tua casa, il subwoofer HEOS è un must in quanto aiuta la soundbar ad andare ancora più in basso e fornire una gamma di frequenze più ricca.

Passando al nostro prossimo test, utilizziamo il disco Blu-ray de Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello, che viene fornito con una traccia DTS-HD Master Audio per testare una traccia audio più orchestrata e pesante bassi e dialoghi. Qui abbiamo visto un tipo di comportamento simile anche se qui l'omissione dei diffusori surround non era così evidente in quanto il film non si affidava tanto agli effetti surround ma quello che mancava davvero era il subwoofer per darci la grinta necessaria per una simile traccia audio può offrire. Oltre a questo, l'HEOS Bar è riuscito a creare un risultato molto piacevole sul davanti offrendo gli effetti sonori, la musica orchestrata e i dialoghi con precisione e chiarezza.

In chiusura diremo che l'HEOS Bar ha funzionato più o meno come ci aspettavamo. Nella parte anteriore i risultati sono stati molto buoni fornendo le tracce audio con precisione, buona separazione e ottimo spostamento dei canali mentre il dialogo era chiaro e il basso era effettivamente buono se si considera che parliamo di una soundbar. Ma l'HEOS Bar ha mostrato gli stessi punti deboli di tutte le soundbar. Il surround sembrava superficiale e quasi inesistente mentre i bassi erano così e così. Ma mentre con altre soundbar devi imparare ad accettare questi problemi, l'HEOS Bar ti dà la possibilità di eliminarli aggiungendo il subwoofer HEOS e gli altoparlanti surround HEOS 1 per creare un ambiente audio completamente coinvolgente.

Musica

Successivamente, nel nostro test è stata la performance musicale e abbiamo collegato la nostra unità flash con alcune tracce audio FLAC alla porta USB che tra l'altro si trova in una posizione frustrante e scomoda. Le cose qui sono un po 'migliori rispetto ai nostri test cinematografici in quanto l'omissione degli altoparlanti surround non è molto evidente mentre i bassi sebbene un po' leggeri per i nostri gusti, la soundbar è riuscita ad andare relativamente bassa e in combinazione con una gamma media stretta e molto buona alti ha fornito ottimi risultati. Batteria, chitarre, basso e voce sono stati tutti forniti con precisione, rendendo così l'HEOS Bar dalle prestazioni molto bilanciate.

Videos about this topic

Sony Xperia XA Ultra (21.5 MP Camera Settings In Depth Look)
Reasons to Buy Sony Xperia XA Ultra
SONY XPERIA XA ULTRA DUAL CAMERA QUALITY TEST IN HINDI
Sony Xperia XA Ultra Front Camera Repair Guide
Sony Xperia XA Ultra Unboxing & Hands-On Review
Sony Xperia XA Ultra - Unboxing & First Look! (4K)